Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pesaro Urbino


Un 2000 da 10 e lode: la Falco Acqualagna si gode Andrea Torri

17 anni compiuti da poco e in gol domenica a Macerata Feltria. Il tecnico: "Un orgoglio per noi. Iniziato un percorso di prospettiva per i ragazzi"

ACQUALAGNA. Un gol pesante in chiave playoff ma soprattutto … giovane.  Nel match andato in scena sabato tra Olympia Macerata Feltria e Falco Acqualagna nel girone A di Seconda categoria è arrivato uno dei gol più “giovani” dell’intero panorama dilettantistico regionale. Dopo il vantaggio iniziale dei locali firmato da Bracci è arrivata la rete del pari ospite firmata da Andrea Torri: gol che vale l’1-1 finale. Fin qui nulla di particolare se non fosse che quel gol lo ha messo a segno Andrea Torri, classe 2000, per lui 17 anni compiuti lo scorso 12 gennaio.

Tutta la soddisfazione della società nelle parole del tecnico Riccardo Guidi: “Per noi è motivo di grande orgoglio – racconta il tecnico – al di la del pareggio ottenuto in una sfida playoff ma per quello che stiamo provando a fare. Stiamo lavorando in prospettiva per costruire qualcosa di importante e che possa durare. Certo domenica è stata bella soddisfazione vedere Andrea andare in gol, era alla sua seconda presenza: aveva già disputato un quarto d’ora contro il Frontino". E pensare che per scelta la Falco Acqualagna quest’anno è senza formazione Juniores: “Effettivamente si: tre ragazzi del 2000 sono aggregati in pianta stabile in prima squadra e stiamo cercando di dargli spazio: sarebbero degli Allievi ma li consideriamo grandi. In questo lavoriamo in prospettiva”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 13/04/2017
 

Altri articoli dalla provincia...




Para due rigori in 50 secondi: la domenica super di Davide Stafoggia

URBANIA. “In 45 anni vissuti sul campo come portiere e allenatore mai mi era successo di vedere qualcosa di simile. Sono ancora senza fiato”. Bastano queste parole del tecnico dell’Urbania Gianluca Fenucci per descrivere le emozioni vissute ieri pomeriggio in casa durantina da Davide Stafoggia, 18 anni (saranno 19 il ...leggi
04/02/2019

NUOVA VITA. Giovagnoli: "A New York per costruire futuri talenti"

L'avevamo lasciato sulla panchina del Montegranaro (Eccellenza), era la stagione 2011-2012, poi grazie ai contatti avuti con il Milan Camp, la decisione di partire per gli USA. E così è stato. Filippo Giovagnoli (foto), 48 anni, originario di Apecchio e dal 2005 al 2009 tecnico di Urbania e Urbino, lavora da un quinquennio come direttore tecnico alla Met...leggi
09/07/2018


In porta a 50 anni. La favola di Ferruccio Rondina

“Come nelle favole” parafrasava Vasco, ma come nelle favole è la storia di un giovanotto classe 1967, all’anagrafe Ferruccio Rondina da Mondolfo, ma ormai fanese d’adozione. Il ragazzo, appese le scarpette al chiodo da oltre dieci anni, calca ancora i campi coi guantoni infilati, insegnando il nobile ruolo di portiere, a part...leggi
19/02/2018

"Fondatore, giocatore, presidente e mister". Burani è il...Piobbico

Fondatore, giocatore, presidente, allenatore: si porta quattro ruoli sulle spalle ma non ne sente affatto il peso. Benedetto Burani (foto), 55 anni, ha una bella storia da raccontare: nel 1990 il Piobbico veleggia in Interregionale, tanti ragazzi del posto non hanno spazio per giocare e lui (insieme ad amici) fonda il Piobbico 90. Da 2...leggi
20/02/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07272 secondi