Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

A 16, 18 o 20? COME SARA' L'ECCELLENZA 2017-'18. TUTTE LE IPOTESI...

Sarà a 16, a 18 oppure addirittura a 20? Come ormai da tradizione in questo periodo, per il campionato di Eccellenza iniziano i conti da fare in vista della prossima stagione, sul numero delle partecipanti. L’Eccellenza è si il campionato più alto in grado per quanto riguarda il dilettantismo regionale, ma soffre inevitabilmente di una instabilità congenita dovuta alla variabilità dei proprio numeri nelle partecipanti. Questo deriva innanzitutto da ciò che accade in Serie D con le squadre della nostra regione ma non solo. Spesso è stato, non è escluso che possa esserlo anche in questa stagione, il rifugio peccatorum delle nostre nobili corregionali incappate in vari fallimenti come ad esempio la Samb, la Civitanovese o la stessa Ancona, in questo caso ripartendo dalle ceneri del Piano San Lazzaro. Questa stagione, a dire il vero, sembra ancor più ingarbugliata del solito. Vediamola nel dettaglio.

QUELLE SICURE. Al momento sono 16 le squadre che hanno il “diritto” di essere ai nastri di partenza della prossima Eccellenza. Parliamo delle 12 squadre che hanno mantenuto la categoria (Loreto, Atletico Gallo, Biagio Nazzaro, Tolentino, Porto d'Ascoli, Montegiorgio, Marina, Camerano, Pergolese, Urbania e Grottammare) cui si aggiungono le 3 squadre provenienti dalla Promozione ovvero Barbara, Porto Sant’Elpidio e la vincente playoff e le due squadre attualmente già scese dalla D ovvero Recanatese e Civitanovese.

LE INCOGNITE. Restano al momento nel “limbo” in 2, Castelfidardo e Fabriano Cerreto. La squadra di Dario Bolzan domenica va ad Alfonsine per tentare il colpo esterno che vorrebbe dire seconda salvezza consecutiva e dunque un altro anno di D, altrimenti sarà di nuovo Eccellenza. Il Fabriano Cerreto inizia il suo cammino negli spareggi nazionali affrontando il Roselle, squadra della provincia di Grosseto. Determinante passare questo primo turno per poi accedere alla finalissima contro la vincente di Umbria-Abruzzo.

GLI SCENARI POSSIBILI. In caso di doppio successo per Fabriano Cerreto (che potrebbe comunque fare domanda di ripescaggio, soprattutto superando almeno il primo turno) e Castelfidardo, rimarrebbe un’Eccellenza a 16 squadre. In caso di doppia “delusione” ecco che un torneo a 18 squadre sarebbe al momento inevitabili anche se non mancano altre soluzioni.

VARIABILI POSSIBILI. Partiamo dalle possibili domande di ripescaggio delle retrocesse dalla D. Difficile pensare ad una domanda della Civitanovese (al momento si lavora al passaggio societario ma soprattutto è arrivata una retrocessione diretta che esclude quasi definitivamente i rossoblù) molto più concreta l’ipotesi Recanatese con i leopardiani che, stando ai rumors, avrebbero chance importantissime di riammissione considerando punteggi molto alti per impianti e soprattutto risultati del settore giovanile. Ecco dunque che lo scenario si complica ulteriormente con la soluzione definitiva che slitterà sicuramente ad agosto.

RIFUGIO PECCATORUM. Non vorremmo mai prenderle in considerazioni come ipotesi ma purtroppo, le cronache sportive e non solo, ci raccontano di situazioni molto complicate ad Ancona e Macerata: i dorici hanno perso la Lega Pro sul campo, i maceratesi hanno ottenuto una super salvezza ma in entrambi i casi la questione societaria appare quantomeno “problematica”. Saranno ai nastri di partenza rispettivamente in D e Lega Pro? Oppure ci sarà l’ennesima caduta agli inferi? In questo caso l’ipotesi Eccellenza, l’esperienza degli ultimi anni lo insegna, è spesso la categoria dalla quale ripartire (su imposizione della LND nei confronti del Comitato Marche). Ecco che una lunga estate caldissima è alle porte.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/05/2017


Tempo esecuzione pagina: 0,85502 secondi