Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI AMATORI    

L'Eccellenza secondo mister Renzo Morreale

Il tecnico civitanovese analizza il massimo torneo regionale pronto a partire

  Scritto da La Redazione il 05/09/2017

CIVITANOVA MARCHE. Si scaldano i motori, tutto è pronto per il campionato di Eccellenza, la massima competizione a livello regionale, sabato prossimo prenderà il via con la prima giornata del girone di andata. Una stagione che si preannuncia molto interessante, sulla quale abbiamo voluto sentire il parere di un allenatore che per anni l'ha disputata da protagonista e che spera di rientrare prossimamente a farne parte: Renzo Morreale (foto).

Che valore si sente di assegnare al campionato che sta partendo?
“A mio avviso un torneo che si annuncia estremamente equilibrato verso l'alto, dopo le note vicende estive che non hanno visto il paventato arrivo di compagini blasonate come Ancona o Maceratese, la stagione parte nella maniera più regolare possibile. Sulla carta non mi sembra di scorgere squadre che possano fare corsa solitaria, ne guadagnerà lo spettacolo e tutte le gare saranno di grande interesse”.

Se dovesse indicare delle favorite, su chi punterebbe?
“Diciamo che Montegiorgio e Porto d'Ascoli mi sembrano le più organizzate sotto tutti i punti di vista, ma vedo molto bene anche la Biagio Nazzaro, specie dopo l'arrivo di un portiere straordinario come Alessio Recchi. Se non subirà oltre il dovuto il salto di categoria, anche la neo promossa Ciabbino mi sembra un'ottima squadra”.

Vede in griglia delle squadre poco pronosticate che potrebbero rivelarsi delle sorprese?
“Conosco bene ed apprezzo sempre la mia ex squadra, il Grottammare, e sono sicuro che possa recitare un ruolo importante, la base era già di valore e con l'arrivo di D'Angelo e Vallorani c'è stato un ulteriore passettino in avanti. Terrei d'occhio anche il Porto Sant'Elpidio, se Cuccù e Cingolani si confermano ad alto livello anche in Eccellenza, gli elpidiensi saranno un osso duro per tutti, fermo restando che giocare contro squadre come Urbania, Fossombrone o Camerano non sarà certo una passeggiata”.

Parliamo della grande novità della stagione, le 5 sostituzioni, qual'è la sua opinione in proposito?
“Io la vedo come una grande opportunità e spero che la mia categoria non la estremizzi, utilizzandola come una perdita di tempo nei finali di gara. Ci sarà la possibilità di dare spazio ad un sempre maggior numero di ragazzi che si sentiranno certamente più motivati anche durante il lavoro settimanale, inoltre non scordiamoci che 5 cambi (quasi mezza squadra), possono davvero permettere di modificare radicalmente l'assetto tattico a partita in corso. Una novità stimolante che a mio avviso dovrà avere come logica conseguenza un ulteriore allungamento dei tesserati in distinta, che dovrebbero essere 20/21 in maniera da avere sempre tutta la rosa a disposizione”.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/09/2017
Tempo esecuzione pagina: 1,71172 secondi