Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


Intervista a Sarnari: "Questo Castelfidardo è una mia scommessa vinta"

Ha iniziato - insieme a Baleani - questa avventura dalla Seconda categoria riuscendo a portare i colori biancoverdi fino alla Serie D

CASTELFIDARDO. Uno degli artefici del momento magico del Castelfidardo è sicuramente il co-presidente Costantino Sarnari (foto), che insieme a Franco Baleani ha iniziato questa avventura dalla Seconda categoria riuscendo a portare i colori biancoverdi fino alla Serie D. Questa è la quarta stagione nella quarta serie nazionale e dopo tre campionati in sofferenza si sta delineando un’annata da mettere negli annali della storia fidardense. «Sapevamo che potevamo cominciare bene e fare punti importanti - le sue parole al sito ufficiale della società - poi con le cinque vittorie consecutive siamo andati sicuramente oltre ad ogni aspettativa. Però questa squadra è forte e con il tempo ci siamo convinti che far bene sempre e ovunque».

Sarnari, possiamo dire che l’obiettivo salvezza è ormai raggiunto?

«Lo diciamo dopo la partita di domenica. E’ indubbio però che quota 40 punti è considerata la soglia minima per raggiungere la salvezza e noi ne abbiamo 37, se non tagliamo il traguardo domenica sarà in quella successiva».

Questo significa che spera nei play-off?

«Se giochiamo come stiamo giocando ora si può e si deve credere anche nei play off, però prima pensiamo a conquistare questi tre punti che ci mancano, poi pensiamo a tutto quello che può arrivare in più».

E dire che quest’estate in molti dicevano che avreste fatto fatica a salvarvi…

«Io insieme allo staff dirigenziale ho cercato di prendere dei giocatori che si conoscevano e sapevo che avrebbero potuto far bene in questa categoria. Poi qualche volta si fanno anche delle scommesse e nel nostro caso penso che le abbiamo vinte tutte».

Qual è il segreto di questo Castelfidardo?

«Senza dubbio il gruppo. Questo è un gruppo unito ad ogni livello, parlo della squadra ma anche dello staff tecnico e dirigenziale. C’è entusiasmo, tutti remano dalla stessa parte e forza di quest’anno è data proprio da questo spirito di unione. In questi anni il Castelfidaro ha avuto delle squadre fortissime, penso anche a quando eravamo in Eccellenza, però quella di quest’anno è sicuramente la squadra più unita che abbiamo avuto».

Castelfidardo nella zona play-off della Serie D. State riscrivendo la storia di questa società?

«Io penso che la storia l’avevamo già scritta. Da quando abbiamo rilevato la società sono stati fatti dei passi da gigante. Quando sono arrivato io il Castelfidardo era in Seconda categoria, ero vicepresidente e Franco Baleani presidente. Poi l’anno successivo in Prima categoria io ero presidente e Baleani vice. Siamo andati avanti insieme fino ad oggi. L’obiettivo che ci siamo dati fin dal primo giorno era quello di raggiungere la serie D: l’abbiamo raggiunto e questo è il quarto anno che la facciamo. Credo che conservare qeusta categoria sia il traguardo massimo per Castelfidardo».

Ora vi attendono due partite casalinghe consecutive, Francavilla e L’Aquila, che saranno un banco di prova per le ambizioni play-off del Castelfidardo…

«Sono due squadre molto forti anche se con entrambe all’andata abbiamo vinto in trasferta. Il ritorno è un campionato a parte e il Francavilla che arriva domenica è un avversario tosto e di categoria. Però noi al di fuori di Matelica e forse in casa con il San Marino non abbiamo demeritato contro nessuno anche quando abbiamo perso o pareggiato. Siamo scesi in campo sempre con la mentalità giusta. Anche a Pesaro abbiamo perso ma come minimo meritavamo un pareggio. Io sono molto fiducioso, questa squadra può giocarsela contro tutti e non deve aver paura di nessuno».

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/02/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



Bum bum Bugiolacchi a 39 anni: "I gol cancellano ogni acciacco!"

Non ha bisogno di presentazioni Bugio-gol, al secolo Giuseppe Bugiolacchi (foto), 39 anni e oltre 300 gol segnati in carriera. Per lui una parentesi alla Primavera della Juventus e poi gol a raffica con il top delle squadre marchigiane dalla Serie D in giù. E' alla seconda stagione con l'Osimo Stazione in Promozione A, 20 gol l'anno scorso, 4...leggi
18/12/2018



RECUPERI. Arriva l'ufficialità: il 29 e 30 dicembre si scende in campo

Dopo la riunione svoltasi nella sede ufficiale in Ancona, è stata confermata l'ipotesi data dalla nostra redazione in mattinata. Le squadre dilettantistiche marchigiane scenderanno in campo nel weekend tra Natale e Capodanno. Il Comitato Regionale Marche ha scelto i giorni 29 e 30 dicembre come date di recupero delle gare dall'Eccellen...leggi
10/12/2018

Vagnoni, l'allenatore-regista premiato per il Docufilm "Oltre il gol"

Importante riconoscimento del Coni provinciale di Ascoli Piceno per Ernesto Vagnoni (foto), premiato ieri sera presso l’Auditorium comunale di San Benedetto del Tronto per il Docufilm “Oltre il Gol”, di cui è regista e sceneggiatore con la sua casa di produzione Lux Video. L’altra grande passione di Vagnoni, oltre al...leggi
06/12/2018

Palombina Vecchia tra metodo "DICTA" e il poker di Taormina...

FALCONARA. Con quattro gol Riccardo Taormina (foto in basso a sinistra), attaccante e bandiera del Palombina Vecchia, ha determinato con una prestazione super la partita tra Palombina Vecchia e Monsano terminata con il risultato finale di 6-2 per i gialloverdi.La squadra, guidata dai tecnici Sampaolesi e Petrella, sta applicando in allenamento il...leggi
05/12/2018

LA STORIA. Protagonista con una costola fratturata: stoico Francesco!

Il calcio sa dare sempre una rivincita anche quando sembra che tutto sia perduto. Prendete il caso di Francesco Bontempo (foto), 15 anni, ruolo portiere. Fa parte del Marina Calcio. Il ragazzo - come riporta la brillante penna di Aldo Nicolini - in procinto di passare al primo anno di Allievi si è trovato improvvisamente senza squadra perch&egra...leggi
03/12/2018

La vittoria della Jesina sul Matelica? Merito del magazziniere!

JESI. Vittoria pesante quella della Jesina sulla capolista Matelica (1-0, gol di Trudo), vittoria che nasconde anche un piccolo segreto. A svelarlo, al termine della partita, è stato direttamente il tecnico leoncello Davide Ciampelli (foto): "Io dico grazie alla squadra, allo staff tecnico per quello che hanno fatto e a tutti quelli ch...leggi
03/12/2018

Gianni Taddei, 44 anni e non sentirli: "A 200 gol smetto. Forse..."

CASTELFIDARDO. Sei in campo da un minuto e ti arriva quella palla che aspettavi da tempo. La calci, vedi la porta gonfiarsi ed i tuoi compagni correre ad abbracciarti. E' già bellissimo così, ma se sei Gianni Taddei (foto), 44 anni, allora il tutto è ancora più bello. Taddei, cosa hai provato a segnare nella partit...leggi
30/11/2018

Guido Galli: dall'intesa con Gaggiotti al derby col fratello Giorgio!

FABRIANO-CERRETO D’ESI. Domenica ha colpito da ex, senza esultare, il Monticelli con la sua ottava rete stagionale che vale al momento la vetta della classifica marcatori. Momento di grande forma quello del bomber Guido Galli, classe 1987, che guarda tutti dall’alto della classifica marcatori, 8 centri con il Fabriano Cerreto, anche se il ...leggi
20/11/2018

FC Vigor Senigallia nella storia! "Complimenti ai ragazzi e al mister"

SENIGALLIA. Ha fermato la corazzata Anconitana al "Del Conero" costringendola al pari (1-1 davanti a oltre 2.000 spettatori) dopo 8 vittorie di fila impedendole di superare il primato dell'allora Anconitana-Bianchi del campionato 1934-'35 di Prima Divisione. E, smaltita l'euforia, la squadra di mister Guiducci mostra la caratura giusta per dare ai biancorossi del filo da torcere fino alla fi...leggi
20/11/2018


Maxi rissa in campo: doppia sconfitta e 29 squalificati!

ANCONA. Nel girone D di Terza Categoria girone D, per la gara Atletico Ponterosso - L'Aquila è stata assegnata la sconfitta 0-3 a tavolino ad entrambe le squadre. Motivo della decisione, come indicato nel C.U. n 39 di Ancona, è stato l'impossibilità per l'arbitro di proseg...leggi
08/11/2018

A Senigallia non si passa. Per l'Fc solo un gol subito in 7 partite!

SENIGALLIA. A Senigallia non si passa. Appena un gol subito in 7 partite, e per di più su rigore nell'1-1 contro il Valfoglia alla prima giornata di campionato. La squadra non subisce non subisce gol su azione dal 6 maggio scorso. Il segreto? "Nessun segreto in particolare - racconta il tecnico Massimiliano Guiducci, 48 anni, primo anno all'Fc...leggi
06/11/2018

Anconitana & Mastronunzio in viaggio verso un doppio record

ANCONA. Con la vittoria n° 7 sulla Laurentina (7-0) l'Anconitana ha superato la striscia di 6 vittorie consecutive conseguita dall'Ancona di Vincenzo Guerini nella stagione 1991-1992 in Serie B. Ora la squadra dorica di mister Nocera va a caccia del record di 8 successi di fila che dura da 84 anni datato 1934/35. Nell'allora Prima Divisione (la vecchia Serie C) l'Anconi...leggi
05/11/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 2,22972 secondi