Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


PORTORECANATI, supervisione a Possanzini: "Le mie idee per il vivaio"

Via alla nuova stagione del settore giovanile arancione: lo staff è composto da 12 tecnici, di cui 3 istruttori Isef e 9 allenatori

PORTO RECANATI. Oltre 180 ragazzini, 9 allenatori e 3 istruttori Isef per le 13 squadre con la maglia arancione. Il tutto con strutture assolutamente importanti come il campo in erba del "Monaldi" e il sintetico adiacente. Riassunto in breve di quello che è il settore giovanile del Portorecanati, realtà che da sempre sforna atleti importanti anche tra i professionisti o simili. Gli ultimi casi sono quelli di Davide Mordini in B al Cesena, Alessandro Sbaffo ora all’Albinoleffe in C o Dani Ficola, tra i migliori di questo avvio di stagione alla Vis Pesaro in D dopo l’approdo all’Atalanta. Solo gli ultimi in ordine di tempo: da Porto Recanati sono partiti in tanti. Il vivaio arancione è sempre stato una fucina inesauribile di talenti assoluti, da sempre un riferimento, sociale e tecnico, non solo per la città ma anche per il territorio.
Presidente è Fausto Pigini, responsabile del Settore Giovanile Domenico Giri, quest’anno si è deciso di affidare la supervisione tecnica all’allenatore della prima squadra Matteo Possanzini (foto), che proprio dai giovani arancioni ha cominciato e che in questa stagione, oltre alla squadra che milita in Promozione A, guida anche l’annata 2006 degli Esordienti. image host"Un lavoro stimolante e bello da affrontare – conferma Possanzini – quest'estate ha portato diverse novità e abbiamo preso un treno in corsa già ben strutturato. A livello tecnico ci occupiamo della formazione degli allenatori in modo da dare delle linee guida importanti: sono stati confermati gran parte dei tecnici presenti, ma siamo in fase di ristrutturazione".
Entrando nello specifico c’è qualche annata da rivedere: "E’ stato fatto un discorso diverso per la Juniores con l’avanzamento di diversi Allievi in rosa per un vantaggio numerico ma anche per guadagnare un anno".
Con i tecnici si lavora e ci si confronta quotidianamente: "Essendo partiti con un piccolo ritardo, fino ad ora abbiamo fatto riunioni collettive con gli allenatori. Da questa settimana passiamo ad incontri diretti con dirigenti, mister e responsabili delle singole categorie per condividere idee, dubbi, proposte sulle metodologie".
Uno staff composto da 12 tecnici, di cui 3 istruttori Isef e 9 allenatori: a tutti, come avvenuto già dall’anno scorso, è stato affiancato un giovane collaboratore messo a disposizione dalla società.
Una scelta voluta dal responsabile Domenico Giri e che trovo molto utile, permette di lavorare ancora meglio e aiuta moltissimo”.
L’obiettivo è chiaro:Formare quanti più giocatori possibili per la prima squadra come da tradizione qui a Porto Recanati, l’idea di base è quella e lavoriamo in quella direzione. Esempi come Mordini, Sbaffo o Ficola? Sono casi nei quali le caratteristiche del singolo sono determinanti: puoi allenarli quanto vuoi ma sono le qualità personali a fare la differenza”.
image hostLA METODOLOGIA. Poi c’è la tipologia di lavoro che viene impostata con i più piccoli: "Dai Pulcini fino ai Giovanissimi l’idea è di cercare di impostare un certo metodo e modo di lavorare è la cosa veramente più difficile. Qui è fondamentale la società. Importantissima nella Scuola Calcio è la cura della tecnica di base, ma che sia propedeutica al concetto di pensiero individuale ed è l’aspetto sul quale punto maggiormente con gli allenatori”.
Due facce della stessa medaglia, ovvero la crescita del ragazzo, che non possono viaggiare disgiunte:Prima si allenava solo la tecnica di base, che si pensava fosse la cosa fondamentale. In realtà è solo propedeutica per portare il ragazzino a scegliere la soluzione migliore in campo. Allenare troppo il gesto tecnico specifico in maniera analitica diventa fine a se stesso se poi lo stesso ragazzo non ha la concezione dello spazio in campo, dello smarcamento del compagno e non è in grado di sviluppare una scelta in quel momento, relazionandosi con gli altri”.
In questo dunque il compito dell’istruttore è determinante: “In campo il ragazzo gioca con i suoi compagni e con gli avversari, non ha di fronte paletti o coni ed ha la finalità di conseguire un risultato. La tecnica di base non è dunque più un obiettivo, ma il presupposto da allenare in funzione della scelta e del pensiero del ragazzo. Il focus dell’allenatore dovrebbe essere il miglioramento di tutti gli aspetti cognitivi dei suoi giocatori e l’insegnamento dei loro movimenti, anche in relazione con quelli dei compagni”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 27/10/2017
 

Altri articoli dalla provincia...



"Esordienti e Pulcini del Corridonia F.C.? Ci sono ottimi elementi"

CORRIDONIA. Questione di alcune settimane, poi Tommaso Giacomini (foto), 27 anni, potrà sfoggiare il patentino di preparatore atletico, ufficialmente riconosciuto dalla FIGC. Le lezioni al Master le ha terminate, sta ultimando la tesi, che discuterà molto probabilmente tra febbraio e marzo. Cresce la professionalità di Giacomini, cresce di pari pas...leggi
17/12/2018

Academy Civitanovese: 2 ragazzi in Nazionale U16 e 3 a Pescara!

CIVITANOVA MARCHE. Pomeriggio da ricordare per l’Academy Civitanovese. Ha avuto infatti un grande successo l’incontro che si è tenuto mercoledì scorso presso il Centro Villa Conti Anthropos, durante il quale l'Arbitro Benemerito e formatore di giovani arbitri Gilberto Sacchi, padre del giovane fischietto di serie A Juan Luca, ha ...leggi
30/11/2018

Doppio hurrà Montemilone Pollenza: Allievi e Giovanissimi ai Regionali

Doppio hurrà al Montemilone Pollenza, per la società del presidente Giuseppino Marinangeli arriva la grande soddisfazione di accedere alla fase regionale sia con gli Allievi che con i Giovanissimi e non solo: le due squadre infatti lo fanno vincendo i rispettivi gironi provinciali e da imbattute.Gli Allievi del mister Fausto Curzi erano inse...leggi
21/11/2018

Giovanissimi ai Regionali con una partenza boom: Villa Musone ok

I Giovanissimi Provinciali del Villa Musone (vedi la rosa della squadra) accedono alla fase regionale. I ragazzi di mister Maurizio Pozzi e Simone Cecchi, dopo un cammino quasi perfetto, ottengono il prestigioso traguardo che nella passata stagione era sfuggito d'un soffio. Una bell...leggi
20/11/2018



Tolentino: Allievi ai Regionali con numeri da record

TOLENTINO. Un girone (n° 12, vedi il campionato) dominato fin dalla prima giornata: 9 vittorie su 9 partite fin qui disputate, 71 gol fatti e appena 3 subiti. E manca ancora una partita da giocare (contro il Corridonia) per chiudere la prima fase. La formazione Allievi...leggi
15/11/2018

Tolentino: accordo di collaborazione con il Montecosaro

TOLENTINO. Verso i 100 anni di storia con l'orgoglio di vestire cremisi. In prima squadra come nel settore giovanile. Dopo la novità dell'accordo tra Tolentino e AC Milan (la società cremisi è stata scelta come centro tecnico del club rossonero nelle Marche), arriva la collaborazione con la società del Montecosaro,...leggi
05/11/2018


Più forte il legame tra Robur e Perugia! In cantiere tante iniziative

MACERATA. A poco più di un anno dalla presentazione, sta entrando sempre più nel vivo l’attività legata all’affiliazione della PGS Robur 1905 con A.C. Perugia Football Academy, progetto avviato dal vicepresidente Roberto Salvatori ed ora affidato per la parte tecnico organizzativa a mister Stefano De Stephanis. La collaborazione...leggi
20/10/2018

Giovanissimi e Allievi olè! Doppio primato per il Montemilone Pollenza

POLLENZA. Le formazioni Giovanissimi e Allievi del Montemilone Pollenza viaggiano al primo posto nei rispettivi campionati. I ragazzi Giovanissimi di mister Angelo Carducci (foto), da oltre un quinquennio responsabile tecnico del settore giovanile della società presieduta da Giuseppe Marinangeli...leggi
16/10/2018

Academy Civitanovese, gli Allievi di Bertarelli non si fermano più

CIVITANOVA MARCHE. La sua mano si vede. Mauro Bertarelli (foto), ex attaccante professionista con Ancona, Sampdoria, Empoli e Ravenna, è alla seconda stagione alla guida degli Allievi dell'Academy Civitanovese e i suoi ragazzi, dopo quattro partite, hanno dimostrato di che pasta sono fatti: nel girone 11 (...leggi
15/10/2018

A Tolentino nasce il primo "Centro Tecnico" del Milan delle Marche

TOLENTINO. L’U.S. Tolentino 1919 presenterà venerdì 12 (ore 21) presso l’aula magna della scuola “Lucatelli” l’importante accordo di collaborazione, relativamente al settore giovanile, concluso con l’A.C. Milan. Sulla base di tale accordo sorgerà il primo “Centro Tecnico”...leggi
08/10/2018

Continuità e innovazione, Mandola racconta il progetto Portorecanati

PORTO RECANATI. Al settore giovanile del Portorecanati è arrivato in estate e gli sono bastate poche settimane per diventarne entusiasta. Carlo Mandola, 35 anni, ex calciatore professionista con Fiorentina e Siena, salernitano d'origine, l'anno scorso ha allenato al Villa Musone, a fine luglio il passaggio al Portorecanati. "Ho trovato un ambi...leggi
04/10/2018

Corridonia: Pettinari e Giacomini a Udine per un corso di formazione

CORRIDONIA. Un corso di formazione per entrare nella mentalità Udinese e trasmettere agli altri istruttori metodi e filosofia del club friulano. L'allenatore Rossano Pettinari (foto) e il preparatore atletico Tommaso Giacomini del Corridonia F.C. nei giorni scorsi sono stati a Udine per partecipare ad un corso di form...leggi
19/09/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 3,92909 secondi