Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Fermo


15 risultati di fila, 4 vittorie oltre il 90'...San Marco, che numeri!

Il tecnico Peppino Amadio racconta una stagione epica culminata con la conquista dell'Eccellenza. E per il mister ascolano si tratta del quinto campionato vinto

SERVIGLIANO. Un intero paese che vive un sogno chiamato Eccellenza, impensabile fino a qualche anno ma ora con pieno merito è diventato realtà. Fa festa la San Marco Servigliano Lorese (vedi la rosa), nata dall’unione di intenti e di destini della San Marco e della Lorese con un grande protagonista e direttore d’orchestra in panchina come Peppino Amadio (nella foto con il presidente Dezi). Da un anno e mezzo sulla panchina biancoazzurra, il tecnico ascolano ha costruito il suo capolavoro passo dopo passo arrivando alla quinta promozione in carriera: dopo il secondo posto nel 2005-2006 con l’Atletico Piceno in Prima categoria (poi salito con gli spareggi) è arrivato il doppio salto con l’Arquata dalla Seconda alla Promozione tra il 2008 e il 2010 prima del successo in Prima categoria con l’Atletico Truentina nel 2013-2014.

Mister, una bella soddisfazione per lei con un percorso che nasce dallo scorso anno in Prima categoria.
“E’ stata la vittoria della continuità. Lo scorso anno siamo riusciti a risollevarci e siamo arrivati nei playoff dove ci siamo guadagnati la Promozione. La svolta societaria in estate ci ha portato la Promozione ma numeri alla mano saremmo stati ripescati perché vincemmo con la Pinturetta che alla fine è stata comunque ripescata. Sarebbe toccato a noi”.

Poi quest’anno è arrivata questa cavalcata incredibile: si aspettava un cammino simile?
“E’ stato un anno che si è concluso nel migliore dei modi, confesso che un po’ ci ho sempre creduto: vieni da un’altra categoria ma fin dalle prime volte ho visto la squadra allenarsi in un certo modo. Le scelte ero convinto che si sarebbero rilevate giuste”.

In molti vedevano in voi una squadra importante ma con la mancanza di un bomber “pesante” davanti. Era qualcosa che si percepiva nello spogliatoio?
“Beh si, questa cosa aleggiava anche un po’ all’interno della squadra. I giocatori vanno presi se servono: eravamo contentissimi della rosa ma davanti cercavamo anche qualcos’altro. Davanti numericamente eravamo contati e a dicembre abbiamo integrato la rosa. Poi chiaro che Raffaele Cerbone ci ha messo lo zampino con 11 gol nelle ultime sei giornate. Lui ha fatto benissimo ma la squadra lo ha assistito al meglio. Abbiamo ottenuto 15 risultati utili consecutivi e nelle 7 vittorie consecutive che abbiamo ottenuto abbiamo subito appena una rete. In tutto il girone di ritorno abbiamo preso solo 6 gol”.

Ha ritrovato la Promozione dopo alcuni anni: che differenze ha notato?
“Nessuna in particolare: si è confermato un girone in larga parte molto equilibrato e nel quale la differenza la fanno i dettagli durante le gare”.

Dettagli che raccontano di un tris di successi consecutivi oltre il novantesimo nel girone di ritorno: è arrivato lì lo slancio decisivo?
“Non è stato quello il momento decisivo per noi ma è stato un segnale importante per gli altri. Ci abbiamo creduto sempre in ogni gara: vincere così almeno quattro volte, considerando anche il match con il Colli all’andata, non è più un caso perché devi essere li fino alla fine. In tutte le gare disputate nell’ultima mezz’ora abbiamo fatto sempre molto bene”.

Dopo esser stato profeta in patria, ora questa esperienza lontano da casa: come si trova a Servigliano?
“Non sto vicino casa sicuramente ma ne è valsa la pena. Sono stato bene fin da subito: qui ho trovato quello che ho sempre desiderato, una squadra che si identificasse in un paese con persone che si mettono a disposizione. Sto molto bene a prescindere dai risultati e questo è molto importante. La vittoria è stata una grande soddisfazione, vedere la gioia dipinta sul volto di queste persone, dal presidente ai dirigenti tutti: sono state belle emozioni”.

Continuerà anche il prossimo anno in Eccellenza questo solido binomio?
“Non ne abbiamo ancora parlato, sono anche scaramantico e non ho voluto toccare questo punto prima di raggiungere il risultato finale ma ne avremo modo. Ora ci godiamo questa vittoria e ci prepariamo anche al titolo regionale, cosa a cui teniamo molto. Poi ci sarà modo di parlare, di confrontarci ma credo che non dovrebbero esserci grandi problemi, il rapporto è importante”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/05/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



LA CURIOSITA'. Tira, segna, esulta... ma nella porta sbagliata!

Durante una gara della 4^ giornata di andata del campionato di calcio UISP di Fermo, al termine del primo tempo le due formazioni rientravano negli spogliatoi con la squadra ospite in vantaggio per 2-0. Alla ripresa del gioco la squadra di casa si è mostrata subito arrembante per poter recuperare lo svantaggio. Qualche minuto e un attaccante, palla al pi...leggi
17/10/2018

Paniccià: il ritorno dopo un anno di stop. E a 42 anni è ancora al top

FERMO. Chi domenica era al comunale di Capodarco di Fermo ad assistere all’incontro di Promozione B tra Futura 96 e Atletico Azzurra Colli avrà potuto ammirare almeno due/tre palle gol neutralizzzate da un portierino niente male, 42 anni compiuti ad aprile, un fisico da far invidia a molti e una grinta come pochi. Stiamo parlando di Simone Paniccià...leggi
16/10/2018

Fischia la fine e scoppia a piangere pensando al papà morto!

FERMO. Quando l’emozione prende il sopravvento ci si può lasciare andare ad un pianto disperato. E’ quanto accaduto ieri a fine gara in Fermana - Sudtirol, chiusa a reti inviolate, al "Recchioni" di Fermo. Match di Serie C (girone B) nel quale la direzione di gara è stata senza dubbio sufficiente e proprio il fischietto fiorentino Marco Ricci...leggi
15/10/2018

LA SORPRESA. Futura 96 in testa! Cingolani: "Merito di Clerici"

CAPODARCO DI FERMO. Vetta della classifica (vedi) dopo 3 giornate per la Futura 96 nel campionato di Promozione girone B. I ragazzi di mister Gianni Clerici, dopo la prestigiosa vittoria contro la Civitanovese, condividono il primato con il Chiesanuova e possono ...leggi
11/10/2018

Adami punta a 100 reti: "P.S.Elpidio, non ti accontentare!"

PORTO SANT'ELPIDIO. E’ iniziata decisamente bene la stagione del Porto Sant’Elpidio che in 5 gare non è mai uscito sconfitto (bottino pieno in casa nei 2 incontri disputati e 3 pareggi esterni). Domenica inoltre è arrivato anche il primo gol di Gianluca Adami (foto, ...leggi
10/10/2018

Eleuteri: "Destro mi fece esordire in C a 16 anni. Gli devo molto!"

FERMO. Uno dei motivi d'interesse della gara di domenica al “Recchioni” tra Fermana e Ravenna, è rappresentato dalla presenza tra le file degli ospiti di un ragazzo marchigiano che deve molto a mister Flavio Destro. Parliamo di Alessandro Eleuteri (foto), originario di Amandola e residente con la sua famiglia a Castel di Lama, il qu...leggi
05/10/2018


Promozione, 1^ e 2^ cat. valanga di reti: 6 triplette e 19 doppiette!

Attaccanti in grande spolvero nei campionati di Promozione, Prima e Seconda categoria partiti nell'ultimo fine settimana. La stagione è iniziata con un gran numero di reti segnate e quello che più salta all'occhio è la notevole quantità di doppiette ed anche di triplette messe a segno dai bomber nostrani. Nel girone A di Promozione ...leggi
24/09/2018

Francesco Totti: i primi palleggi sulla spiaggia di Porto San Giorgio!

"A otto mesi ho cominciato a camminare a Porto San Giorgio, sempre col pallone vicino", ha raccontato Francesco Totti a Fabio Fazio nella trasmissione Che Tempo Che Fa in onda su Rai Uno, ricordando la sua infanzia e le radici di una passione viscerale, quella per il calcio. "C'erano certe breccole così a Porto San Giorgio... le breccole sono i sassi”, ha aggiunto ancora l'e...leggi
23/09/2018

Il debutto del difensore Giuseppe Aquino? In porta (senza subire gol)

Ha giocato anche in Serie C con Sangiustese, San Marino e Pro Vasto, ruolo difensore, ultime 3 stagioni passate al Chiesanuova in Promozione, è stato ingaggiato negli ultimissimi giorni dal San Marco Lorese (neo promossa in Eccellenza) e alla prima giornata di campionato eccolo debuttare ma in....porta! Proprio così. Il San Marco di scena a Fossombrone (final...leggi
24/09/2018

Eccellenza, primo hurrà del debuttante Eddy Mengo: "Le mie favorite"

PORTO SANT'ELPIDIO. Quattro punti dopo due partite (un pareggio e una vittoria), il bicchiere di Eddy Mengo (foto) è mezzo pieno: da debuttante sulla panchina del Porto Sant'Elpidio getta lo sguardo sulla classifica anche se dopo 180' è alquanto un azzardo, anche se... "Finora è un campionato equilibrato - ha ...leggi
19/09/2018

PROMOZIONE B al via: ecco come si presenterà ai nastri di partenza

  Si alzerà sabato prossimo il sipario sul campionato di Promozione che vedrà nel girone B un lotto di concorretti di grande prestigio. Ci apprestiamo a vivere uno dei tornei di più alto livello degli ultimi anni, nobilitato dalla presenza di alcune squadre che hanno fatto la storia del calcio marchigiano e non solo. Sulla cart...leggi
19/09/2018

"Nè Ferrara e nè Battipaglia: contro l'Ischia presi 10 in pagella"

A Fermo se dici Di Fabio dici "Capitano", dici Fermana, dici Serie B, dici cuore gialloblu... Passano gli anni ma per nulla si sbiadisce l'amore della città di Fermo per Guido Di Fabio (foto), storica bandiera canarina e attuale trainer del Martinsicuro, Eccellenza abruzzese. Noi di MarcheinGol abbiamo deciso di intervistarlo per parlare della stagione in corso...leggi
14/09/2018

A scuola Marani sognando Dida, ecco Paolo Grifi: "Grilli, grazie!"

Portiere fermano classe 1997 lo scorso anno ha vinto il suo primo campionato indossando la casacca del Monte e Torre, Seconda categoria (girone E). Per lui che già ha fatto tanta gavetta, vestendo le maglie di Futura, Fermana e Folgore Veregra, è il momento di compiere il grande salto e affermarsi nel campionato di Prima categoria, un campionato tosto e competitiv...leggi
12/09/2018

"Io 'sposato' più Croceri e Cocciaretto per una Palmense protagonista"

Da qualche settimana Simone Fagiani (foto) ha sposato la sua bella Jessica ma il tempo di festeggiare è finito; si torna a sudare per la maglia della Palmense, c'è un campionato di Promozione da affrontare e altre soddisfazioni da togliersi. Dopo la vittoria del campionato dello scorso anno hai deciso di proseguire con il...leggi
30/08/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 2,34841 secondi