Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


L'INTERVISTA. Fenucci: "Troppe poche 8 gare per incidere veramente"

Il tecnico di Chiaravalle racconta la sua esperienza al Fabriano Cerreto: "Sulla campagna acquisti vi dico come è andata..."

CHIARAVALLE. Ha iniziato la stagione alla guida del Fabriano Cerreto, tornando in D a distanza di alcune stagioni di Eccellenza, sempre su ottimi livelli. Attendeva questa sfida Gianluca Fenucci (foto) che però ha visto chiudere anzitempo la sua nuova esperienza di Serie D. Qualcuno pensava si stesse riaprendo un paio di settimane fa ma così non è stato e la società ha puntato su Francesco Monaco che Fenucci ha anche allenato.

Mister Fenucci, cosa è successo al Fabriano Cerreto?
“E’ successo che purtroppo la squadra ha 14 punti e sono state giocate 21 partite. Io ne ho giocate solo 8, mi pare un po’ pochino per attribuirmi tutte le colpe come velatamente leggo da qualche parte. Certo, alcune responsabilità le ho sicuramente. Chi guida la squadra, cioè l’allenatore, deve sempre rispondere in prima persona e non mi tiro indietro ma se si crede in un progetto non si caccia un tecnico dopo 8 partite. Meritavo almeno di avere qualche rinforzo come è accaduto successivamente. Avevamo iniziato benissimo con una grande partita e una splendida vittoria a Francavilla bissata dal successo contro l’Agnonese. C’era grande entusiasmo, poi dopo l’immeritata sconfitta di Campobasso subita su autogol a 7 minuti dalla fine dopo aver giocato con un uomo in meno per un’ora, la ruota è girata negativamente”.

Tre allenatori cambiati in 20 giornate: di certo non si può dire che tutto sia andato per il meglio. Giusto?
“Speravo di tornare in cuor mio anche se Sauro (Trillini n.d.r.) è bravo ed è un’ottima persona ma evidentemente hanno voluto perseguire un’altra strada. I risultati sono addirittura peggiorati nonostante diversi acquisti di grande valore. Ora c’è Francesco Monaco, mio coetaneo, che è un tecnico di grande spessore: curiosità vuole che io lo abbia allenato fa in Eccellenza nella splendida Settempeda dove il re del gol era Cristian Bucchi. Monaco mi diede una grande mano sia in campo che fuori: da lui c’è solo da imparare. Auguro a lui e al Fabriano Cerreto di salvarsi. Gli sforzi prodotti dal patron Porcarelli sono notevoli e meriterebbero la salvezza. Ora il Fabriano Cerreto è una signora squadra con giocatori forti, che valgono ampiamente squadre che precedono in classifica la mia ex squadra”.

Qualcuno punta l’indice su una campagna acquisti sbagliata. Cosa ne pensa?
“Queste cose fanno parte dei luoghi comuni del calcio. Se perdi qualche partita allora c’è chi pensa che si sia sbagliato tutto ed invece io non la penso così. Certamente qualcosa bisognava cambiare ed era necessario rinforzare la squadra, come è stato fatto, ma le cose si fanno insieme e con serenità anche perché erano passate solo 8 partite. Ho letto falsità di ogni genere e non ho mai replicato: tipo che io non avrei voluto la conferma di alcuni giocatori dello scorso anno, ad esempio Trillini e Omiccioli. Niente di più falso perché ho sempre detto che erano calciatori che avrebbero potuto far bene anche in  D, così come Tittarelli avrebbe potuto convivere con Piergallini, Pero Nullo, Cicino e Zepponi. Poi era normale cambiare qualcosa e rinforzare la squadra e c’è la volontà della società con cui fare i conti. Così come non mi pare giusto attribuire solo responsabilità, tanto per fare due nomi, a Berardi e Cicino, che sono andati altrove, erano ottimi calciatori e lo hanno sempre dimostrato ovunque sono stati a giocare.”

Quanto è cambiato il calcio rispetto a qualche stagione fa?
“Il calcio è il più bel gioco del mondo, sono gli uomini che lo rendono difficile e lo…sporcano. C’è un proliferare di personaggi che vivono alle spalle di allenatori e calciatori: molti procuratori sono grandi persone ed ottimi professionisti poi ce ne sono alcuni che non lo sono. Sta alle società decidere e dovrebbero essere presidenti e dirigenti a dettare la linea e gli acquisti piuttosto che farsi imporre qualche pedina che non è funzionale. Personalmente ho grande rimpianto per alcuni personaggi con cui ho lavorato e che non sono più nel calcio regionale: Sandro Marcaccio che ho avuto a Civitanova e Tolentino e Augusto Bonacci con cui sono stato a Castelferretti e nella irresistibile cavalcata alla Jesina sono direttori sportivi inimitabili, così come Zeno Cesetti del Montegiorgio. Gente che conosce il calcio e gli uomini, persone che fanno gli esclusivi interessi della loro società e della loro squadra. Ci sono altri DS davvero bravi come l’espertissimo Roberto Canestrari dell’Alma Fano e il giovanissimo Stefano Serangeli del Tolentino tanto per fare due nomi. Spesso gli allenatori sono l’anello debole della catena ma non dovrebbe essere così: a Montegiorgio, tanto per dire, un tecnico può lavorare nel tempo e plasmare la squadra e i tanti giovani a disposizione. Non sempre purtroppo è così e i risultati si vedono”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 30/01/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



MERCATO. L'Anconitana dà il benvenuto a Venturim!

L'Anconitana dà il benvenuto al centrocampista Juninho Denilson Venturim (classe 1992), ufficialmente nuovo giocatore della formazione dorica. Il brasiliano è stato tesserato ieri ma già si allenava col gruppo da un paio di settimane. Lo scorso anno a Civitanova, torna alla corte di mister Nocera che ne conosce le caratteristiche tecniche ...leggi
22/09/2018

MERCATO. Colpaccio Castelfidardo: Alessandro Radi!

CASTELFIDARDO. Una pedina di indiscusso valore per il Castelfidardo e che mister Pazzaglia avrà già a disposizione per la seconda gara di campionato di Serie D a Giulianova. La società del presidente Baleani ha infatti ufficializzato l'arrivo dell'esperto difensore Alessandro Radi, protagonista della vittoria dello scorso torneo con ...leggi
21/09/2018

Villa Musone, arriva Menghi e si parte! L'analisi di Masi

Il Villa Musone apre le danze in campionato subito con un derby. I villans ripartono per un nuovo campionato di Promozione nella sfida casalinga contro l’Osimostazione CD, neo promossa, per cercare di riprendere la competizione dove l’avevano chiusa la scorsa stagione ovvero con una vittoria. I ragazzi di mister Angelo Cetera sono reduci da un buon ...leggi
20/09/2018

GIOVANISSIMI Provinciali, si parte! Ecco tutti i calendari

Ai nastri di partenza le società iscritte ai campionati Giovanissimi Provinciali. I ragazzi cominceranno sabato 22 settembre con la prima giornata della 1^ fase. Su Marcheingol.it e sulla App Italiagol sarà possibile seguire ed aggiornare i risultati giornata per giornata.     Di seguito i link ai calendari comple...leggi
21/09/2018

ALLIEVI ai nastri di partenza: on-line tutti i calendari della 1^ fase

Sono pronti a partire le squadre Allievi che da sabato 22 settembre partiranno con la prima fase dei Campionati Provinciali, con le migliori di ogni girone che accederanno alla fase regionale. Su Marcheingol.it e sulla App Italiagol saranno consultabili ed aggiornabili tutti i risultati.   Di seguito i link ai calendari dei 22 g...leggi
21/09/2018

"Filottrano, Ancona e Loreto diranno di che pasta è fatta l'Osimana"

OSIMO. Nella settimana che porta all’esordio in campionato, abbiamo scambiato due parole con il vero protagonista dell’Osimana 2018/19: quel mister Roberto Mobili (foto) che, con la bella rimonta della seconda parte della scorsa stagione e con la grinta che gli è riconosciuta, è ormai entrato nei cuori della tifoseria osimana. ...leggi
19/09/2018

Ecco il Belvedere. Carletti: "In ritardo ma proveremo a recuperare"

BELVEDERE OSTRENSE. Dimenticare le due retrocessioni di fila disputando un campionato da protagonista. È l’obiettivo del Belvedere che riparte dal Girone C di Seconda categoria dopo 21 anni trascorsi in palcoscenici superiori con l’apice di quattro indimenticabili stagio...leggi
19/09/2018

Il "nuovo" FC Osimo pronto per il campionato di Seconda categoria

OSIMO. Dopo un’estenuante e lunghissimo tiro e molla estivo, l’FC Osimo è rivoluzionato per la nuova stagione agonistica in tutti i settori societari. Hanno abbandonato non senza rammarico il presidente Catena e il factotum Enzo De Biase lasciando nello sconcerto più assoluto i quadri dirigenziali societari, i quali non si aspettavano decisioni di abba...leggi
18/09/2018

Castelfidardo, Grazioso spiega la sua esultanza polemica...

CASTELFIDARDO. Leo Grazioso ha spiegato al Corriere Adriatico il perchè della sua esultanza polemica al gol del momentaneo pareggio contro il Notaresco (finale 1-3). "L’anno scorso ho avuto vari problemi muscolari e non sono riuscito a esprimere al meglio le mie caratteristiche - ha sottolineato il mediano del Castelfidardo. - È ...leggi
18/09/2018

UFFICIALI tutti i calendari di Seconda categoria (anche A e C)

Pubblicati i calendari dei campionati di Seconda Categoria, che prenderanno il via sabato 22 settembre. Comunicati anche i calendari relativi ai gironi A e C, che nella giornata di ieri non erano ancora stati resi noti. Apportate modifiche nel calendario del girone E con scambi di gara che hanno interessato San Giuseppe, Monteg...leggi
13/09/2018


Martino non si nasconde: "Vigor Castelfidardo punta al primo posto"

CASTELFIDARDO. Domani parte ufficialmente la stagione della Vigor Castelfidardo. Al "Gabbanelli" arriva la Passatempese per quello che è il primo turno di Coppa Marche 1. Per tastare la situazione in squadra abbiamo deciso di fare due chiacchiere con il portiere Daniele Martino (foto). L'attuale stagione rappresenta per te ...leggi
07/09/2018

Nelle Marche il calcio si apre al futuro con Arno Sport Service

ANCONA. Nel calcio moderno che deve adeguarsi continuamente al mondo che cambia velocemente, nascono nuove figure e nuove realtà che si propongono di dare una consulenza alle società sportive ed agli atleti, sia che siano professionisti o anche dilettanti. Grazie all'iniziativa dell'ex calciatore dell'Ancona Marco Arno (foto) è ...leggi
06/09/2018

Ecco l'altra Ancona: Piano San Lazzaro pronto per un torneo di vertice

ANCONA. Il Piano San Lazzaro, storico brand calcistico di Ancona, vuole tornare protagonista nel calcio del capoluogo e lo fa puntando ad un campionato di vertice in Terza categoria. Al timone della squadra ci sarà Leonardo Portaleone (subentra a Massimo Falcioni), vice Matteo D’Agruma, direttore sportivo Luca Lanari, segretario Daniele Mascellini....leggi
05/09/2018

La rosa dell'Osimo Stazione CD per la Promozione

OSIMO. Dopo la cavalcata dello scorso campionato alle spalle dell'Anconitana che aveva visto comunque l'Osimo Stazione CD approdare nel campionato di Promozione, è praticamente pronto l'organico che affronterà la prossima stagione. Di seguito la rosa dell'Osimo Stazione Conero Dribbling pronta a partire agli ordini di mister Paolo Meng...leggi
03/09/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 2,20871 secondi