Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Fermo


LA STORIA. In gol dopo due anni: favola a lieto fine per Luca Cognigni

L'infortunio con l'Ancona, la lunga riabilitazione, il ritorno in campo contro il Sudtirol e la stoccata al Menti che spezza un incubo

Vai alla galleria

FERMO. I calvari calcistici hanno spesso a volentieri un lieto fine. Ieri è stato il turno di Luca Cognigni (foto), attaccante classe 1990 che, dopo due anni di operazioni al ginocchio, è tornato alla rete con la maglia della Fermana, squadra della sua città. Tutto inizia in un Ancona-Sudtirol 4-3: Cognigni, allora capitano della squadra dorica allenata da Fabio Brini, ha appena messo a segno una tripletta d’autore. Invece di portarsi il “pallone a casa” a pochi istanti dal termine arriva l’intervento deciso da parte di Tait e il ginocchio che fa crack. Un’operazione non basta perché nel ginocchio resta una vite e quindi si deve tornare sotto i ferri: insomma, un calvario che termina con il ritorno in campo quest’anno con la Fermana. Ma il destino è incredibile e il tutto avviene con il Sudtirol, dove gioca proprio Tait: “Ci siamo salutati a fine gara – commenterà in sala stampa quel giorno – avevamo giocato insieme ai tempi del Mezzocorona. Nessun astio, ci mancherebbe altro. Mi scrisse un messaggio dopo l'infortunio, oggi è venuto a chiedermi come stavo. Mi ha fatto piacere incontrarlo e avergli fatto capire che sono cose che capitano”.

Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Da quel giorno, era il 22 gennaio, diversi spezzoni di gara e anche un match dall’inizio prima di ieri a Vicenza, dove arriva la rete sottomisura che spezza un incubo. “Da tempo sognavo un’emozione come questa -  ha raccontato nel dopo partita del Menti – e farlo in uno stadio come questo è tutto ancora più bello. La mie dediche vanno a tutti coloro che in questo lungo periodo mi sono stati vicini: alla mia famiglia, alla mia ragazza, passando per i medici e per Walter Costi della Fermana che mi ha effettivamente rimesso in campo”. Faccia pulita, sguardo da bravo ragazzo e una voce rotta dall’emozione. Un volto pulito del calcio che torna a gioire in campo con i suoi compagni di squadra. Un’arma in più anche per la Fermana in questo finale di stagione con la salvezza ancora da conquistare.

Galleria fotografica
  • Luca Cognigni
Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/04/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



Dalla B con la Fermana al bis con Monterubbiano: Di Salvatore forever

E' sceso nei Dilettanti nel 2006, dopo quasi due decenni nei professionisti e soprattutto dopo aver contribuito a scrivere la pagina più importante della storia della Fermana, nel 1999 volata in Serie B. Andrea Di Salvatore (foto), 45 anni, umbro ma ormai marchigiano a tutti gli effetti (vive a Fermo), si appresta a disputare la seconda stagione con la ...leggi
27/08/2018

LA FAVOLA DI PETRUCCI: dalla Promozione B alla... Serie B col Carpi

Difficile pensare che in quei due anni vissuti in Promozione B, potesse un giorno immaginare di sostituire quella parola Promozione, con Serie e spiccare il volo definitivo nel calcio che conta. Per Andrea Petrucci la giornata di oggi è speciale perchè segna la definitiva consacrazione di un sogno, un volo assoluto che parte dai campi della sua As...leggi
04/07/2018



Matteo del Colorado Cafè dirigente di 3 società: La passione è tutto!

COMUNANZA. Quando la passione dello sport coinvolge a fondo le persone, le stesse sono portate a compiere dei gesti che probabilmente non farebbero in altre circostanze. Vogliamo raccontarvi la storia di Matteo Ricciardi (foto), titolare di un locale che da tanti anni ormai è un punto di riferimento per tutti gli sportivi dell'entroterra piceno e non solo: il ...leggi
01/12/2017

Il gesto di fair play costa una rete. Capuani: "Ne è valsa la pena"

PETRITOLI. Nella gara di sabato scorso a Pagliare, tra i locali della Real Virtus e il Petritoli, valevole per la 10^ giornata del campionato di Prima categoria D, ci fa piacere sottolineare il gesto di fair play di Manuel Capuani (foto), difensore della squadra ospite. I fatti raccontati dal protagonista: “Alla ...leggi
27/11/2017

Annarita Pilotti, passione Porto Sant'Elpidio: "Per me sono 20 figli"

PORTO SANT’ELPIDIO. I suoi ragazzi hanno dominato il campionato di Promozione B a suon di punti e record e lei li ha seguiti sempre con passione ed amore. Annarita Pilotti (foto), titolare marchio Loriblu, è orgogliosa dei suoi ragazzi che hanno chiuso una stagione strepitosa: "Lo scorso anno ci siamo salvati in extremis – afferma a Il Re...leggi
11/05/2017

Balestrini a quota 10 reti: 44 anni e non sentirli!

FERMO. Raggiunge la doppia cifra tra i marcatori nel girone E della Seconda categoria Francesco Balestrini (foto). L'attaccante dell'AFC Fermo non perde il vizio principale che ha sempre contraddistinto la sua carriera: il fiuto del gol. Nonostante i suoi 44 anni Balestrini, con le 10 reti siglate fino ad ora, è il miglior marcatore della sua squadra e...leggi
20/03/2017

Cuccù giura amore eterno al P.S.Elpidio: "Voglio giocare solo qui"

PORTO SANT'ELPIDIO. Simbolo della squadra della sua città, anno scorso premiato come miglior giocatore del campionato, quest’anno la fortuna gli ha voltato le spalle. Riccardo Cuccù (foto), classe 1993, è uno dei simboli veri di questo Porto Sant’Elpidio che ha spiccato il volo verso l’Eccellenza con 12 punti di vantaggio...leggi
03/03/2017

L'ALMANACCO FOTOGRAFICO ASCOLI-FERMO 2015-'16

E' uscito l'ALMANACCO FOTOGRAFICO griffato MARCHEINGOL edizione Ascoli Piceno - Fermo. Ci sono le squadre dalla Serie B alla Terza categoria (dall'Ascoli Picchio alla Vis Stella) della stagione 2015-2016. 128 pagine a colori con le foto di dirigenti, allenatori e giocatori. Un manuale imperdibile, completo (110 squadre, tra ...leggi
18/02/2016

Uncalcioallapovertà: le foto delle prime opere costruite in Kenya

Va avanti a ritmo spedito il "grande sogno" di Gaia Capponi e Saverio Pedalino, di realizzare delle aule scolastiche ed un campo da calcio nel villaggio Keniano di Majengo. L'iniziativa partita due anni fa, con il pieno appoggio della FIGC e del suo presidente Carlo Tavecchio sta procedendo nel migliore dei modi. Già realizzate alcune a...leggi
31/07/2017


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 3,04994 secondi