Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Edizione provinciale di Ancona


Gianluca Fenucci racconta il suo "derby": Montegiorgio-Biagio Nazzaro

Chiaravallese doc, ultimi due anni coi rossoblu fermani. "Gara che vale tantissimo per la squadra di Paci, la compagine di Chiaravalle può pensare ancora ai playoff.". E sul Fabriano Cerreto: "Dispiace aver avuto appena 8 giornate a disposizione"

CHIARAVALLE. E’ indubbiamente la “sua” partita o almeno quella che racchiude al meglio due delle sue grandi passioni calcistiche. E’ una gara speciale quella in scena domenica al Tamburrini tra Montegiorgio e Biagio Nazzaro per Gianluca Fenucci, tecnico di Chiaravalle che ha iniziato la sua carriera da tecnico proprio nella Biagio ma che nel recente passato ha visto anche l’esperienza biennale di Montegiorgio. “Una gara particolare indubbiamente per me – racconta Fenucci - che ho allenato per due anni di fila a Montegiorgio, nelle ultime stagioni. Mi permetto di dire che quest’anno è più importante per la capolista che si sta giocando un traguardo storico e importantissimo. La Biagio era una delle squadre che avrebbe potuto ambire ai playoff ma obiettivamente ora questo traguardo non è facilissimo da raggiungere. Le possibilità e le speranze, anche matematicamente, ci sono tutte”.
 
I RICORDI. Parlare di Biagio Nazzaro per Fenucci è anche toccare un angolo di cuore: “La squadra c’è indubbiamente e ha qualità. Per me riveste una importanza oltre il calcio: da Chiaravallese ci ho giocato e l’ho allenata, è un rapporto particolare che da parte mia è fatto unicamente d’amore. Un occhio di riguardo alla Biagio c’è sempre e poi il rossoblù lega entrambe le squadre”.

I due anni il al Montegiorgio che restano nella memoria: “La mente va a quell’ambiente che sa darti tantissimo soprattutto come modo di vivere il calcio. E’ stata una ripartenza per una seconda parte di carriera, quando non vedevo più nel calcio quella pulizia e quella sportività che li ho trovato. Ho dato abbastanza ma ho ricevuto la stessa moneta e probabilmente molto di più. Dirigenti di livello assoluto come Cesetti, Tacchetti e Vita solo per citarne alcuni ma poi penso a Lanfranco Beleggia e alla signora Rossella che sanno valutare persone e allenatori. Per me è stato particolare perché mi sono sentito coinvolto oltre il calcio, l’affetto e la passione restano immutati”.

LA PARTITA. Ma domenica si gioca e se da un lato c’è da difendere il primo posto, dall’altro c’è un playoff ancora raggiungibile. “Sfugge ad un un pronostico particolare e definito. Il Montegirogio ha bisogno di una vittoria dopo il successo con il Gallo che ha messo tante cose in chiaro e ha allungato in classifica. Vincere significherebbe essere ad un passo dalla D ma ripeto, la Biagio è da prendere con le molle. Conosco il valore del gruppo di tanti ragazzi che ho allenato come ad esempio Medici, Focante, Cavaliere, Doemnichetti oltre a tanti giovani molto interessanti. Intelaiatura e organico sono di altissimo livello. Mi aspetto un autentico big match”.

IL FABRIANO CERRETO. Quest’anno la sua annata è durata appena 8 giornate sulla panchina del Fabriano Cerreto che, proprio nelle ultime ore, ha ufficializzato ben 9 tagli di giocatori in un finale di stagione senza dubbio da dimenticare con un quasi certo ritorno in Eccellenza. “Mi dispiace molto vedere un tale finale, conosco alcuni dei ragazzi che sono stati tagliati. Il dispiacere maggiore è stato quello di non aver avuto troppo tempo per imporre il mio lavoro: otto giornate sono troppo poche per dare un’impronta e pensare che eravamo partiti bene. Qualcuno la pensava in maniera differente e alla fine è riuscito ad imporsi. In un campionato come la D in molti dovrebbero prendere ad esempio il Monticelli che ha scelto la continuità, non ha mai mollato e si sta giocando alla grande le proprie chance salvezza con una squadra giovanissima”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 13/04/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



FINALE COPPA ITALIA. HR Maceratese-Anconitana il 14/04 a Macerata

La finale di Coppa Italia di Promozione tra HR Maceratese e Anconitana si giocherà allo stadio Helvia Recina di Macerata domenica 14 aprile alle ore 16. La decisione è avvenuta tramite sorteggio. Per assistere alla partita biglietto unico (tribuna e gradinata) a 10 Euro. Risultato di parità al 90' si proced...leggi
21/03/2019

Luchetta da applausi: e il Borgo Minonna non finisce di stupire

L'impresa sfiorata l'anno scorso con quel pareggio contro l'Anconitana dal sapore di beffa (arrivò con un calcio d'angolo contestato), una striscia di ben 17 risultati utili consecutivi, il suo nome (insieme a quello di Bozzi) iscritto nella storia quarantennale della società e, per finire, il colpaccio di sabato scorso sul campo del Moie Vallesina (1-2) del nuovo tecnico Tiranti....leggi
18/03/2019

Torna a vincere l'Urbanitas Apiro del nuovo mister Simone Ultimi

APIRO. E' cambiata la panchina all'Urbanitas Apiro. La società che aveva pareggiato contro Spes Jesi e perso contro l'Aurora Jesi per 2-1 ha sollevato dall'incarico il tecnico Francesco Bedetti, ringraziato per il lavoro svolto con serietà e professionalità. Come sostituto è stato scelto una vecchia conoscenza come Simone Ult...leggi
18/03/2019

La Biagio Nazzaro alza la voce e contesta le designazioni arbitrali

Riceviamo e pubblichiamo un Comunicato Ufficiale della società Biagio Nazzaro Chiaravalle che di seguito riportiamo integralmente. "A sette partite dalla fine del campionato, con i giochi ancora tutti da fare e, soprattutto, con i verdetti tuttora da stabilire, la società Biagio Nazzaro Chiaravalle è sempre pi&ugrav...leggi
18/03/2019



Dorica Torrette: disposta l'esclusione dal campionato

E' stata ufficialmente notificata dal Comitato Regionale Marche l'esclusione dal campionato di Seconda Categoria girone C del Dorica Torrette: "Vista la formale rinuncia al proseguo del campionato fatta pervenire dalla Società Dorica Torrette - recita il Comunicato n. 165 del 20 marzo 2019 - si dispone l'esclusione dal campionato del...leggi
20/03/2019

Izzotti stupito dalla posizione della Biagio: "Organico forte..."

Allena l'Alba Adriatica (Eccellenza abruzzese) ma segue sempre con attenzione l'Eccellenza delle Marche. Per Domenico Izzotti (foto) sarà un campionato in equilibrio fino all'ultima giornata perchè, ha detto al Corriere Adriatico - "tutti gli allenatori sono bravi e preparati e tutte le squadre sono impostate in maniera perfetta...leggi
13/03/2019

Villa Musone: esonerato Caccia, promosso Capitanelli

VILLA MUSONE. Cambio di guardia (il terzo in questa stagione) sulla panchina del Villa Musone (Promozione girone A). La società fa sapere che Cristiano Caccia non è più l’allenatore dei gialloblu. Il trainer anconetano paga la situazione di classifica non ottimale, la squadra si trova in penultima e attualmente non potrebbe disputare ...leggi
12/03/2019

AIAC Marche: una primavera ricca di iniziative ed appuntamenti

Proseguono a livello regionale le iniziative programmate dall'Associazione Italiana Allenatori Calcio (AIAC), presieduta nella nostra regione da Angelo Ortolani (foto), che ha riassunto in un breve comunicato i prossimi appuntamenti.- Pubblicato in Albo corso allenatori UEFA C che si svolgerà in Ancona dal 29 Aprile al 22 Giu...leggi
11/03/2019

Moie Vallesina, c'è il dopo Perini: arriva Stefano Tiranti

MOIE. Ufficializzato in serata il nome nuovo per la panchina del Moie Vallesina. Dopo l'esonero di Tito Perini, la società ha comunicato di aver affidato la guida della squadra a Stefano Tiranti (foto). Per il tecnico si tratta di un gradito ritorno avendo frequentato per diverse stagioni l'ambiente calcistico di Moie sia da giocatore che da all...leggi
12/03/2019

Caimmi: "A Castelferretti tanti ricordi, ma il futuro è Portuali AN!"

ANCONA. Dopo la sconfitta subita dai Portuali Ancona sul campo di Castelferretti (Prima categoria B), ha rilasciato un'intervista al nostro portale Giacomo Caimmi (foto) che ora collabora con i Portuali, dopo essere stato negli anni scorsi prima il Team Manager e quindi il Direttore Sportivo del Castelfrettese. La Castelfrettese vola, rammarico?...leggi
06/03/2019

Novità in panchina al Piano San Lazzaro!

ANCONA. La sconfitta per 4-1 a Falconara contro l'Olimpia è stata fatale a mister Leonardo Portaleone. La società sportiva Piano San Lazzaro (Terza categoria D, vedi la classifica) comunica il cambio di panchina, la squadra è stata...leggi
06/03/2019

Jesina, saldate le vecchie pendenze. Gli ex in coro: "Complimenti"

JESI. Una chiamata per molti quasi inattesa ma indubbiamente molto gradita. La Jesina ha deciso di liquidare tutte le vecchie pendenze maturate da chi, nel corso delle stagioni, ha vestito la casacca biancorossa senza vedersi riconosciuto quanto spettava loro. “Siamo rimasti a bocca aperta – ha raccontato l’ex numero uno ...leggi
04/03/2019

Non vinceva da quattro mesi. Finalmente Avis Arcevia!

ARCEVIA. Quattro mesi senza assaporare il sapore della vittoria. Tredici partite masticando amaro. Poi di colpo un secco 3 - 0 a Montemarciano e tre punti che fanno bene al morale e alla classifica. E' quanto ha vissuto l'Avis Arcevia che in campionato (Prima categor...leggi
04/03/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09883 secondi