Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

LA SVOLTA. Via alle Squadre B in Lega Pro e stop ai ripescaggi!

Lo ha annunciato Costacurta: saranno composte da Under 21 e faranno classifica (possono essere promosse o retrocedere). Non ci saranno ripescaggi: i posti vacanti in C saranno coperte da queste nuove realtà

Una novità tanto attesa che arriva però come un fulmine a ciel sereno in vista del prossimo campionato di Serie C. A darne l’annuncio è stato il sub commissario della Figc Alessandro Costacurta che ha annunciato l’apertura del bando per i club di Serie A per l’iscrizione alla prossima terza serie nazionale: “Le secondo squadre che i club di A decideranno di iscrivere -  ha sottolineato Costacurta - giocheranno in Lega Pro e occuperanno i posti dei club che non si iscrivono. Quest'anno non ci saranno ripescaggi e i "buchi" saranno occupati dai club che aderiranno al bando”. Già da tempo diversi club di A avevano confermato di essere pronti per l’avvento delle squadre B e sicuramente aderiranno al bando. Squadre che dovranno essere composte interamente da Under 21, con due “jolly” Under 23 e in generale una percentuale piuttosto alta (ancora da definire) di atleti convocabili in nazionali. Nessun limite per queste squadre: potranno essere promosse o retrocedere, ma non potranno mai giocare nella stessa serie delle formazioni principali.

NODO RIPESCAGGI. Iniziativa importante ma che cambia radicalmente però la questione relativa ai ripescaggi in Lega Pro. Salvo scenari clamorosi, con un numero elevatissimo di squadre non iscritte, sarà assai improbabile vedere ripescaggi di formazioni retrocesse dalla C o vincenti playoff della Serie D (con apposita graduatoria). I posti vacanti infatti saranno coperti da queste nuove realtà, con buona pace di chi sta per andarsi a giocare la post – season in Serie D a partire da domenica prossima. Decisione importante e che sa di svolta per il calcio italiano anche se la tempistica utilizzata lascia il tempo che trova.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/05/2018
Tempo esecuzione pagina: 3,10968 secondi