Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


SERIE D. Matelica in finale play-off. Affronterà il Pineto

I padroni di casa superano nettamente L'Aquila ed ora dovranno vedersela con la compagine di mister Amaolo che a sorpresa ha eliminato l'Avezzano

Semifinale play-off Serie D girone F      Matelica - L'Aquila 3 - 0

MATELICA (4-4-2): Kerezovic, Brentan, De Gregorio, Meneghello, Lo Sicco (66' Malagò), Cuccato, Angelilli (87' Messina), Gerevini, Kyeremateng (64' D’Appolonia), Gabbianelli (76' Callegaro), Lillo (63' Tonelli). A Disp.: Rivosecchi, Gilardi, Riccio, Arapi. All. Tiozzo in panchina Ortolani
L’AQUILA 1927 (4-3-3): Farroni (95' Scolavino), Sieno, Steri, Pupeschi, Ruci, De Iulis (86' Fabrizi), Boldrini, Padovani (61' Ibe), Di Paolo (46' Busce’), Cafiero (76' Gagliardini),Esposito. A Disposizione: Boninsegni, Di Natale, Sbarzella, Fermo. All. Battistini
Arbitro: De Tommaso di Rieti Assistenti: Caviano e Pascali
Marcatori: 39’ Gabbianelli (rig.), 50’ Cuccato, 94’ Callegaro (rig.)
Ammoniti: Lo Sicco, Esposito, Angelilli, De Gregorio, Brentan, Malagò, Callegaro
Espulsi: Malago’ e Esposito
Angoli 2 – 6. Spettatori: 700 circa con rappresentanza ospite.
Osservato prima della gara un minuto di selenzio in memoria di Elio Giulivi.

(di Nunzio Foresi) MATELICA – Dopo una settimana dal rovescio di Avezzano, costato la vittoria del campionato, il Matelica tornava in campo per la semi-finale dei play off contro L’Aquila, 5^ classificata nella regular season. Partono forte i padroni di casa e già al 4’ su punizione dal vertice sinistro, Boldrini costringe il portiere alla deviazione in angolo. Due minuti dopo era Kyeremateng che forniva a Gabbianelli un prezioso assist, sciupato banalmente. Due occasioni per Lillo, tra il 12’ e il 13’, entrambe fallite dall’attaccante matelicese. La pressione dei padroni di casa è costante e al 25’ ancora Lillo mette una palla dentro dopo aver raccolto il cross di Brentan, ma Gerevini cicca clamorosamente la palla. Il vantaggio è nell’aria e arriva al 39’ quando l’arbitro concede un calcio di rigore per fallo su Angelilli, si incarica della battuta Gabbianelli che batte Farroni. Prima del riposo è ancora Lillo a sfiorare la traversa con un tiro dal vertice sinistro.
La ripresa si apre con una bella azione ospite, del neo entrato Buscè, ma il suo tiro viene bloccato da Kerezovic. Al 50’ il Matelica raddoppia: angolo di Gabbianelli e palla in area, dopo un batti e ribatti la deviazione decisiva è di Cuccato. Ancora due minuti ed un assist al bacio di Malago’ per Lillo che al volo alza di un soffio la mira mancato il terzo gol. Al 55’ un difensore matelicese svirgola pericolosamente una palla e mette in condizioni Padovani di calciare a rete, ma la risposta di Kerezovic è strepitosa. Il Matelica controlla senza eccessivi affanni sfiorando ancora la rete con una conclusione è alta al 70’ e una punizione dal vertice di sinistra Boldrini, sulla quale la difesa libera in affanno. Nel recupero fallo di Esposito su Messina è rigore, batte Callegaro siglando il terzo gol che vale la finale con il Pineto che ha eliminato l’Avezzano.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 13/05/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



INTERVISTA. Andrea Bucchi si congeda con una tripletta...

Andrea Bucchi si congeda con una tripletta. Il bomber di Grottammare vince la classifica dei marcatori nel campionato di Prima categoria girone C con la maglia dell’Urbis Salvia. Nella partita decisiva, sul campo della Pinturetta Falcor, l’Urbis Salvia si impone con un roboante 6 a 0. “Meglio di così non poteva finire &nda...leggi
22/05/2019

Sangiustese-BIS: è ancora Campione d'Italia nella Coppa Disciplina!

MONTE SAN GIUSTO. La società più corretta della Serie D nazionale per il secondo anno consecutivo è la Sangiustese: la società del presidente Andrea Tosoni si è aggiudicata la “Coppa Disciplina 2018-2019”, trionfando per sportività e correttezza davanti alle 167 Società di tutta Italia appartenen...leggi
22/05/2019

L'FC Vigor Senigallia può finalmente gridare: ECCELLENZA!

FC Vigor Senigallia - Atletico Ascoli 2-1FC Vigor Senigallia: Minardi, Candolfi, Guerra, Morganti, Magi Galluzzi, Vitali, Carbonari, Alessandro Pesaresi (30'st Gresta), Denis Pesaresi, D'Errico (30'st Siena), Cinotti (15'st Sabbatini). A disp. Morbidelli, Rosi, Marzano, Cuomo, Roberto, Falcinelli. All. Massimiliano GuiducciAtletico Ascoli:...leggi
19/05/2019

Il Matelica è nella storia: arriva la Coppa Italia Serie D

Coppa Italia Serie D - Finale: Messina - Matelica 0-1MESSINA (3-4-2-1): Meo; Sambinha, Zappalà, Ferrante (82' Ba); Biondi Traditi, Pirrone (46' Marzullo), Aldrovandi (46' Selvaggio); Cocimano, Catalano; Tedesco (74' Carini). A disp.: Prisco, Barbera, Janse, Dascoli, Amadio. All. Infantino.MATELICA (4-2-...leggi
18/05/2019


HR Maceratese, S.S. Maceratese... così si muove il calcio a Macerata

MACERATA. L'HR Maceratese ripartirà dal campionato di Promozione ma giocherà le sue partite interne a Villa Potenza (dalla stagione 2020-2021 ritornerà a chiamarsi Helvia Recina), ricomincia in Prima categoria invece la S.S. Maceratese grazie al cambio di denominazione e spostamento della sede di una squadra confinante col territorio comuna...leggi
14/05/2019

Piovono critiche a Macerata: "L'anno prossimo tornerà Helvia Recina"

MACERATA. Dopo l'eliminazione dai playoff, che vuol dire addio al salto in Eccellenza, sono aumentate le polemiche della tifoseria contro l'HR Maceratese. Critiche che erano facili da prevedere, dopo un campionato non iniziato nel migliore dei modi e terminato con una giusta sconfitta contro l'Atletico Ascoli. E' soprattutto sui canali social che viene mostrata tutta la delusio...leggi
09/05/2019

Quadraroli choc: "Retrocessione Camerino? Ricattati da 3 giocatori!"

CAMERINO. “Quello appena terminato è stato probabilmente il campionato peggiore da quando sono presidente del Camerino, non solo per il risultato finale”. Domenico Quadraroli (foto), numero uno del sodalizio ducale da 25 anni, non nasconde la propria delusione. La sconfitta interna nei playoff con la Palmense ha fatto retrocedere il Camerino in Prima...leggi
09/05/2019



Leo Messi a Recanati per le elezioni comunali? Cartolina inviata...

RECANATI. "Qualche giorno fa è partita la cartolina per il concittadino illustre” fa sapere il sindaco uscente di Recanati, Francesco Fiordomo. Avendo la doppia cittadinanza, Lionel Andres Messi il 26 maggio potrebbe presentarsi a Recanati e votare per il nuovo sindaco e per il nuovo consiglio comunale. “Credo che mio pap...leggi
02/05/2019

BOMBER DA LEGGENDA. Papasodaro: 48 anni e 606 gol in carriera

Il bomber per tutti i tempi e tutte le stagioni. Da San Vito sullo Jonio al trono delle Marche come attaccante da leggenda. E a 48 anni ancora non se la sente di smettere. Martino Papasodaro sabato scorso ha segnato il gol n° 606 della sua infinita carriera. Le squadre? Una filastrocca. Corridonia, Urbisaglia, Casette Verdini, Caldarola, Amatori Corridonia, Cluentina, Franc...leggi
30/04/2019

Portorecanati, Guercio brucia le tappe: in gol a 15 anni e 8 mesi!

Per i baby nel campionato di Eccellenza è stata una domenica in bella evidenza con diverse storie da raccontare ma una salta indubbiamente agli occhi. Quella messa a segno da Lorenzo Guercio (foto) ieri contro il Sassoferrato Genga non è solo una rete di pregevole fattura, splendida conclusione ...leggi
29/04/2019

Coppa Marche 3 e Seconda categoria: doppietta Atletico Macerata!

Coppa Marche 3 e promozione in Seconda categoria, l'Atletico Macerata mette a segno una doppietta storica dato che la società è stata fondata la scorsa estate. Allo stadio di Villa San Filippo a Monte San Giusto, i ragazzi di mister Cencioni superano 3-0 La Montottonese e volano nella categoria superiore con il trofeo in tasca. IL TABELLINO...leggi
25/04/2019

LA RIFLESSIONE. Tre gare non disputate... 25 Aprile scelta sbagliata!

Con il senno di poi forse è troppo facile prendere un certo tipo di posizione, ma siamo certi che giocare una giornata decisiva di campionato il 25 Aprile sia stata un'idea geniale? Al di la della Festa Nazionale che forse sarebbe giusto rispettare, si trattava per i campionati di Promozione e Seconda categoria dell'ultima di campionato, decisiva in alcu...leggi
26/04/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,44241 secondi