Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Fermo


15 risultati di fila, 4 vittorie oltre il 90'...San Marco, che numeri!

Il tecnico Peppino Amadio racconta una stagione epica culminata con la conquista dell'Eccellenza. E per il mister ascolano si tratta del quinto campionato vinto

SERVIGLIANO. Un intero paese che vive un sogno chiamato Eccellenza, impensabile fino a qualche anno ma ora con pieno merito è diventato realtà. Fa festa la San Marco Servigliano Lorese (vedi la rosa), nata dall’unione di intenti e di destini della San Marco e della Lorese con un grande protagonista e direttore d’orchestra in panchina come Peppino Amadio (nella foto con il presidente Dezi). Da un anno e mezzo sulla panchina biancoazzurra, il tecnico ascolano ha costruito il suo capolavoro passo dopo passo arrivando alla quinta promozione in carriera: dopo il secondo posto nel 2005-2006 con l’Atletico Piceno in Prima categoria (poi salito con gli spareggi) è arrivato il doppio salto con l’Arquata dalla Seconda alla Promozione tra il 2008 e il 2010 prima del successo in Prima categoria con l’Atletico Truentina nel 2013-2014.

Mister, una bella soddisfazione per lei con un percorso che nasce dallo scorso anno in Prima categoria.
“E’ stata la vittoria della continuità. Lo scorso anno siamo riusciti a risollevarci e siamo arrivati nei playoff dove ci siamo guadagnati la Promozione. La svolta societaria in estate ci ha portato la Promozione ma numeri alla mano saremmo stati ripescati perché vincemmo con la Pinturetta che alla fine è stata comunque ripescata. Sarebbe toccato a noi”.

Poi quest’anno è arrivata questa cavalcata incredibile: si aspettava un cammino simile?
“E’ stato un anno che si è concluso nel migliore dei modi, confesso che un po’ ci ho sempre creduto: vieni da un’altra categoria ma fin dalle prime volte ho visto la squadra allenarsi in un certo modo. Le scelte ero convinto che si sarebbero rilevate giuste”.

In molti vedevano in voi una squadra importante ma con la mancanza di un bomber “pesante” davanti. Era qualcosa che si percepiva nello spogliatoio?
“Beh si, questa cosa aleggiava anche un po’ all’interno della squadra. I giocatori vanno presi se servono: eravamo contentissimi della rosa ma davanti cercavamo anche qualcos’altro. Davanti numericamente eravamo contati e a dicembre abbiamo integrato la rosa. Poi chiaro che Raffaele Cerbone ci ha messo lo zampino con 11 gol nelle ultime sei giornate. Lui ha fatto benissimo ma la squadra lo ha assistito al meglio. Abbiamo ottenuto 15 risultati utili consecutivi e nelle 7 vittorie consecutive che abbiamo ottenuto abbiamo subito appena una rete. In tutto il girone di ritorno abbiamo preso solo 6 gol”.

Ha ritrovato la Promozione dopo alcuni anni: che differenze ha notato?
“Nessuna in particolare: si è confermato un girone in larga parte molto equilibrato e nel quale la differenza la fanno i dettagli durante le gare”.

Dettagli che raccontano di un tris di successi consecutivi oltre il novantesimo nel girone di ritorno: è arrivato lì lo slancio decisivo?
“Non è stato quello il momento decisivo per noi ma è stato un segnale importante per gli altri. Ci abbiamo creduto sempre in ogni gara: vincere così almeno quattro volte, considerando anche il match con il Colli all’andata, non è più un caso perché devi essere li fino alla fine. In tutte le gare disputate nell’ultima mezz’ora abbiamo fatto sempre molto bene”.

Dopo esser stato profeta in patria, ora questa esperienza lontano da casa: come si trova a Servigliano?
“Non sto vicino casa sicuramente ma ne è valsa la pena. Sono stato bene fin da subito: qui ho trovato quello che ho sempre desiderato, una squadra che si identificasse in un paese con persone che si mettono a disposizione. Sto molto bene a prescindere dai risultati e questo è molto importante. La vittoria è stata una grande soddisfazione, vedere la gioia dipinta sul volto di queste persone, dal presidente ai dirigenti tutti: sono state belle emozioni”.

Continuerà anche il prossimo anno in Eccellenza questo solido binomio?
“Non ne abbiamo ancora parlato, sono anche scaramantico e non ho voluto toccare questo punto prima di raggiungere il risultato finale ma ne avremo modo. Ora ci godiamo questa vittoria e ci prepariamo anche al titolo regionale, cosa a cui teniamo molto. Poi ci sarà modo di parlare, di confrontarci ma credo che non dovrebbero esserci grandi problemi, il rapporto è importante”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/05/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



Peppe Sfredda: "Torno con entusiasmo per un progetto serio!"

MONTE URANO. Dopo un anno e mezzo di assenza torna nel mondo del calcio un personaggio che ha accumulato una grande esperienza ed ha sempre dato prova di notevoli capacità. Con grande piacere abbiamo scambiato alcune battute con Giuseppe Sfredda (foto), che da alcuni giorni è il nuovo direttore sportivo del Monturano Campiglione...leggi
07/12/2018

Cataclisma in Promozione: due sconfitte a tavolino per la Sangiorgese!

PORTO SAN GIORGIO. Due reclami delle società di Montalto ed Atletico Centobuchi hanno completamente ribaltato le ultime posizioni della classifica del girone B di Promozione. A farne le spese è stata la Sangiorgese. Il motivo? La presenza irregolare del calciatore Lamin Ndoje nella 8^ e nella 9^ giornata di campio...leggi
28/11/2018

MATELICA SHOW. Con l’86% di vittorie è seconda solo alla Juventus!

Quasi tre mesi di campionato ormai in archivio a ritmo serrato nel girone F dove la leader incontrastata è il Matelica che viaggia a ritmi stratosferici: ben 7 punti di vantaggio sul Cesena, leader designata del girone. Il successo sul Forlì di sabato è stato il numero 14 della stagione biancorossa con soli due stop all’attivo: quelli...leggi
26/11/2018

Marilungo sigla una clamorosa cinquina: "E con queste fanno 100 reti!"

SANT'ELPIDIO A MARE. La 10^ giornata di andata è stata caratterizzata nel girone E di Seconda categoria da alcuni risultati importanti, su tutti spicca il rotondo 6-1 inflitto dalla Vigor Sant'Elpidio alla Pennese. In copertina ovviamente Giacomo Marilungo (foto), autore di una splendida “cinquina”: “A livell...leggi
26/11/2018

Difesa record al Porto S. Elpidio: la squadra segue il "maestro" Mengo

PORTO SANT'ELPIDIO. Inutile negarlo, il Porto Sant'Elpidio è la squadra del momento nel campionato di Eccellenza. Non solo vince con il Tolentino e si issa al vertice della graduatoria, ma continua a mantenere una solidità difensiva che comincia ad assumere aspetti clamorosi. In 12 partite la squadra di mister Mengo ha subito solo 3 reti, in pratica un gol ogni ...leggi
26/11/2018


AMARCORD. Amaolo, l' "ammazzagrandi" pronto ad un tuffo nel passato!

Chiamatelo se volete “ammazzagrandi” il Pineto che, sul terreno amico, ha regolato prima il Matelica (alla seconda giornata) e poi il Cesena domenica scorsa: unica squadra capace di un cammino simile. Merito di un tecnico marchigiano (di Porto San Giorgio) che nelle ultime tre stagioni ha guidato gli abruzzesi come Daniele Amaolo e ...leggi
20/11/2018

"Montepacini, tutto falso: abbiamo salvato l'arbitro dal linciaggio"

Il presidente della Real Cuprense Maurizio Drago (foto a sinistra) non ci sta che la sua squadra passi da razzista. E replica sia sui social che per telefono al resoconto del responsabile della Save The Youths Montepacini Marco Marchetti, la squadra composta da immigrati e rifugiati. "Io non commento, aspetto le decisioni del giudice sportivo e successivamente difender...leggi
19/11/2018

Squadra "sfrattata" dai cinghiali: campo rovinato e partita rinviata!

Era tutto pronto per giocare la partita, ma all'arrivo al campo sportivo ecco l'amara sorpresa: il terreno di gioco era stato "arato" dai cinghiali (foto). Risultato: partita rinviata e recuperata su un altro campo sportivo, preso in prestito. E' quanto accaduto alla squadra della Montevidonese (il paese è Monte Vidon Corrado, provincia di Fermo) che nell'ul...leggi
13/11/2018

Gagliardini, saracinesca del P.S. Elpidio: solo 3 gol in 10 partite!

PORTO SANT'ELPIDIO. Si conferma imperforabile la difesa del Porto Sant'Elpidio che nelle prime 10 gare di campionato ha subito solo 3 reti. Protagonista anche nella gara contro il Marina il portiere Federico Gagliardini (foto), arrivato in estate nella cittadina calzaturiera: “Lo scorso anno ho disputato la prima parte di stagione con il Messin...leggi
12/11/2018

Il difensore si fa male, lui può segnare ma sbaglia: Adami da applausi

Il Porto Sant'Elpidio ha espugnato il campo di Grottammare (0-1) ma più che i tre punti a far notizia è il bel gesto del giocatore ospite Gianluca Adami (come racconta Michele Rossi su tmnotzie.it). Pochi minuti dopo la rete di Cuccù (53'), c'è un contropiede per gli ospiti, il difensore locale Di Antonio è sulla palla ma d...leggi
05/11/2018

ECCELLENZA. Decisivi e Millenians: Zira, Salvatori e Paglialunga super

Tre colpi risolutivi, tutti nella seconda parte di gara che hanno portato successi importantissimi alle proprie squadre. Classe 2000, ovvero "Millenians" come va di moda chiamarli oggi, alla ribalta nel campionato di Eccellenza con gol che di sicuro resteranno nella loro memoria. Per tutti e tre infatti si tratta delle prima rete in Eccellenza. ...leggi
29/10/2018

Cristian Pazzi: "La mia esperienza al servizio della Spes Valdaso"

VALMIR DI PETRITOLI. Imbattuta nelle prime 4 gare del girone G della Seconda categoria, continua la marcia della Spes Valdaso, trascinata dalle reti di Cristian Pazzi (foto) autore già di 4 marcature. Il bomber locale non ha certo bisogno di presentazioni, stagioni ad alto livello, tra le altre, con Sambenedettese, Maceratese, Matelica, Vis Pesa...leggi
19/10/2018

LA CURIOSITA'. Tira, segna, esulta... ma nella porta sbagliata!

Durante una gara della 4^ giornata di andata del campionato di calcio UISP di Fermo, al termine del primo tempo le due formazioni rientravano negli spogliatoi con la squadra ospite in vantaggio per 2-0. Alla ripresa del gioco la squadra di casa si è mostrata subito arrembante per poter recuperare lo svantaggio. Qualche minuto e un attaccante, palla al pi...leggi
17/10/2018

Paniccià: il ritorno dopo un anno di stop. E a 42 anni è ancora al top

FERMO. Chi domenica era al comunale di Capodarco di Fermo ad assistere all’incontro di Promozione B tra Futura 96 e Atletico Azzurra Colli avrà potuto ammirare almeno due/tre palle gol neutralizzzate da un portierino niente male, 42 anni compiuti ad aprile, un fisico da far invidia a molti e una grinta come pochi. Stiamo parlando di Simone Paniccià...leggi
16/10/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 2,66567 secondi