Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Edizione provinciale di Macerata


Il Matelica verso Macerata sul modello Giacomense-Spal?

Al momento sono voci e comunque, come sottolineato dal presidente, "deciderà il direttivo"

MATELICA. Più che il successo nella finale playoff contro il Pineto, l’interesse si è spostato nella sala stampa del Giovanni Paolo II quando sono iniziate a circolare voci sulla possibile “emigrazione” del Matelica. Tra l’altro voci ormai assodate e non nuovissime con il capoluogo di regione e quello di provincia pronte a strizzare l’occhio al presidente Mauro Canil (foto). Da un lato l’Anconitana che ha appena vinto con largo anticipo il campionato di Prima categoria B ma che punta a qualcosa di più della semplice Promozione: non sono mancati accostamenti, poi smentiti, con realtà di Eccellenza come il Marina. Per questo l’ipotesi capoluogo di regione resta possibile ma sullo sfondo. Quella che porta a Macerata invece è decisamente più calda.
Non è nuovo l’accostamento del presidente Canil ai biancorossi, in diverse forme e in diversi tempi. Ora il nodo sarebbe la possibilità di portare il titolo del Matelica a Macerata, magari utilizzando una forma simile a quella già vista con la Giacomense, diventata Spal e approdata fino alla Serie A. L’idea quindi di un Matelica che diventa Macerata, alzerebbe notevolmente le possibilità di un possibile ripescaggio in C visto che a quel punto l’impianto di gioco, l’Helvia Recina, sarebbe assolutamente importante. Si parla di ipotesi al momento ma di certo, come sottolineato dallo stesso Canil in sala stampa “il direttivo si riunirà in settimana, decidendo il da farsi: qualsiasi altra notizia è falsa. Sempre sono passato per ogni decisione dal direttivo e anche in questo caso si farà in questo modo”. Infatti al momento restano ipotesi e indiscrezioni, null’altro ma già la mancata secca smentita da parte del presidente del Matelica, resta un’apertura importante. Giorni decisivi in arrivo, senza dubbio, sotto molti punti di vista. D’altra parte i contatti tra il patron del Matelica e Macerata esistono da tempo e nel capoluogo la fame di calcio è tanta, dopo un anno di digiuno forzato come testimonia la nascita recente dell’Atletico Macerata. Vedremo. E il calcio a Matelica? C’è il Fabiani, reduce da un campionato di Seconda vinto alla grande e pronto ad essere protagonista assoluto anche nella prossima Prima categoria. Rimaniamo nelle ipotesi che però potrebbero diventare assai concrete.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 21/05/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



Trova i suoi abiti sotto la doccia. Arbitro resta in accappatoio!

POLLENZA. Se il calcio è lo specchio della nostra società, l'episodio capitato ieri nella gara tra il Montemilone Pollenza e Fiuminata, valida per la 21^ giornata del campionato di Prima categoria C, è la degna rappresentazione di una commedia all'italiana tanto in voga negli anni '80. Il direttore di gara rientrato nel suo spogliatoio alla...leggi
18/02/2019

Roberto Agostinelli: "Sei squadre si giocano il primo posto"

Ne ha vissuti di campionati interessanti Roberto Agostinelli (foto), ex direttore sportivo di Vis Macerata, Pollenza, Maceratese ed Elpidiense Cascinare, ma ammette che un torneo di Promozione B così bello e incerto non si era mai visto. "Sei squadre si giocano la vittoria finale - ha detto a Il Resto del Carlino - ritengo un gradino superiore Atlet...leggi
15/02/2019

Zannini: "A Potenza Picena un ottimo mix di gioventù ed esperienza"

POTENZA PICENA. Dopo un periodo difficile il Potenza Picena si sta tirando fuori dalla zona pericolosa del girone B della Promozione. Alcuni risultati positivi hanno proiettato la formazione giallorossa in una posizione di classifica più sicura e confortevole, rispetto a quella occupata solo poche settimane addietro. Superata la metà del cammino a...leggi
12/02/2019

COPPA ITALIA. Tolentino, stai in guardia: il Foligno è una corazzata!

FOLIGNO. Dalla polvere agli altari. Solo due stagioni fa il Foligno franava miseramente, concludendo in anticipo il campionato di serie D, con tanto di interdizione per l’allora patron e la radiazione dai ranghi federali. C’è voluto il soccorso della seconda squadra cittadina per ripartire dalla Promozione. La rabbia di una società e l...leggi
11/02/2019

Da Max Allegri e Cellino alla Sangiustese: la storia di Ignazio Carta!

MONTE SAN GIUSTO. Da talismano di Cellino e cocco di Max Allegri, alla ripartenza con la Sangiustese. Storia particolare quella di Ignazio Carta (foto), ultimo arrivato in ordine di tempo in maglia rossoblù reduce da una prima parte di stagione nell’ombra della Vis Pesaro. “Sono arrivato luned&ig...leggi
05/02/2019

Strano lancia il Tolentino: "Fabriano Cerreto solido, ma noi ci siamo"

TOLENTINO. Un giocatore con il vizio del gol lo è sempre stato Emanuele Strano, 30 anni, centrocampista ma anche difensore all’occorrenza che ha stampato una doppietta pesante nella sfida vinta all’ultimo respiro dal Tolentino in casa del Fossombrone. “Ce la siamo complicata da soli – ha raccontato al Corrie...leggi
05/02/2019

"Cinque tiri e quattro gol". Andrea Giustozzi cala il poker!

TRODICA. Quattro gol, tutti in una partita. Andrea Giustozzi (foto, vedi scheda), classe 1987, al settimo anno con l'Aries Trodica sigla il suo primo poker in carriera e lo fa contro lo United Civitanova. "E' stata una di quelle classiche giornate dove ti rie...leggi
04/02/2019

Jack Bonaventura "cuore d'oro" non dimentica San Severino Marche

SAN SEVERINO MARCHE - Giacomo Bonaventura (foto) e San Severino Marche, la sua città: un legame forte che si è sempre mantenuto vivo, così come l’affetto verso i settempedani, anche negli ultimi anni – piuttosto intensi – in cui Jack è diventato un calciatore di primo piano con il Milan e la...leggi
02/02/2019

PROMOZIONE B: A Civitanova, Treia e Marina Palmense 3 derby decisivi

Si avvicina una giornata molto attesa nel girone B del campionato di Promozione. Nel prossimo fine settimana ci saranno delle gare di assoluto rilievo sia per la classifica, quanto per la tradizione e la rivalità calcistica. Al “Polisportivo” di Civitanova Marche i rossoblu locali riceveranno la visita dell'HR Maceratese, un confronto che ass...leggi
31/01/2019

Rocci: "Sono tornato per aiutare la Settempeda a risalire dove merita"

SAN SEVERINO MARCHE. Nella squadra della Settempeda che sta letteralmente facendo il vuoto nel girone F di Seconda categoria, sono molti i calciatori di qualità in grado di fare la differenza, ma è Lorenzo Rocci (foto) il finalizzatore, il bomber implacabile che si sta mettendo in grande evidenza, viaggiando alla bella me...leggi
30/01/2019

SERIE D. Il Matelica in semifinale di Coppa Italia! Troverà il Mantova

Matelica - Ambrosiana: 2-1 MATELICA (4-2-3-1): Avella; Arapi (46’st Visconti), Cuccato, Benedetti, Riccio; Lo Sicco, Pignat; Angelilli, Margarita (36' st Favo), Bugaro (31' st Melandri; Florian (39’st Dorato). A Disp. Luglio, De Santis, De Luca, De Marco, Demoleon. All.: TiozzoAMBROSIANA (4-3-3): Zanchetta (40’ Dani), Dall’Agnola, Acr...leggi
30/01/2019


Il Matelica è una cooperativa del gol: 47 totali, 18 marcatori diversi

Due vittorie di fila nelle ultime gare per il Matelica, a far dimenticare un periodo di appannamento che ha rilanciato il Cesena verso la serie C. Per la squadra di Luca Tiozzo però la reazione è stata di orgoglio e sono arrivati anche due punti rosicchiati alla leader con il distacco (che resta comunque quasi incolmabile) a -8 pu...leggi
28/01/2019

CLAMOROSO! Respinta di mano sulla linea. E' rigore? VIDEO

SANT'ELPIDIO A MARE. Episodio molto discutibile quello accaduto nella 18^ di Seconda categoria E, nella gara Casette d'Ete - Real Porto. Quando il risultato era ancora sull'1-1, sugli sviluppi di un calcio d'angolo a favore del Real Porto, un tiro viene respinto sulla linea da un difensore del Casette d'Ete, dalle immagini sembrerebbe tramite mano. L'arbitro non notando ha fatt...leggi
26/01/2019

In 3 anni da Montecosaro a... Cesena. Sangiustese, che scalata!

MONTE SAN GIUSTO. In tre anni ne è stata fatta di strada. Vivrà una giornata particolare la Sangiustese domani alle ore 15 al "Manuzzi" di Cesena: quarta contro prima in Serie D. Difficile se non impossibile immaginarlo appena 3 anni fa quando si viaggiava, sempre nelle parti nobili della classifica, ma in Promozione. Il 30 gennai...leggi
25/01/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,11208 secondi