Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pesaro Urbino


Vadese, storia di un declino: dalla "quasi" C2 alla Seconda categoria

L'analisi della 'bandiera' Gianni Antonini

SANT'ANGELO IN VADO. La Vadese è retrocessa in Seconda categoria (VEDI CLASSIFICA 1^ CATEGORIA A). Eppure nella stagione 1980/'81 la gloriosa società di Sant'Angelo in Vado conquistò addirittura la Serie D dove rimase per 12 anni (record italiano diviso con il Penne), per poi retrocedere in Eccellenza nella stagione 1992/93 dove i giallorossi rimasero per altre 7 stagioni. Insomma, per una cittadina che conta appena 4.000 abitanti un vero record e infatti per anni e anni si parlò di "miracolo Vadese" anche a livello nazionale. Gianni Antonini (foto), per tanti anni giocatore e poi allenatore dei giallorossi che sotto la sua guida nella stagione 1987/88 sfiorarono addirittura la C2, è chiaramente uno dei primi ad essere dispiaciuto dell’attuale situazione. "E’ inutile dire - sottolinea Antonini in un'intervista a Il Resto del Carlino  - che c’è amarezza e delusione, ma drammatizzare più di tanto serve a poco. Bisogna prendere atto della realtà e passata «la buriana» provare a guardare al futuro».

Ma come è potuto accadere tutto ciò? "Non è facile rispondere e forse sono la persona meno indicata essendo fuori dall’ambiente da diverso tempo. Quando le cose vanno male le cause sono molteplici e inizierei dal grave incidente che ha messo fuori gioco il nostro giocatore di maggior talento e mi riferisco a Rossetti".

Può bastare questo? "Certamente no ma non mi sembra giusto fare processi. Più in generale aggiungerei che nel corso degli anni per un motivo (scomparsa del compianto Presidente Giovanni Lombardo), o per l’altro la Vadese ha perso dirigenti importanti e adesso intorno al Presidente Lucio Cottini (quasi sempre fuori sede per impegni universitari), c’è rimasta poca gente che comunque va ringraziata per l’impegno profuso in tutti questi anni".

Proviamo a guardare indietro. "Lo faccio ben volentieri ma bisogna capire che quelle sono state stagioni straordinarie ed irripetibili di cui dobbiamo andare orgogliosi ma, come ho già detto, irripetibili. Avevamo una forte società alle spalle guidata da un binomio indissolubile per più di 20 anni (Romano Gregorini e Lucio Sartini), un settore giovanile invidiato da tutti che ha portato in prima squadra elementi che hanno poi fatto grande la Vadese (senza voler far torto a nessuno cito solo quelli che poi arrivarono nei Prof. Guerra I e Guerra II, Sacchi, Baggiarini, Pazzaglia, Badalotti). I migliori giovani dei paesi vicini finivamo da noi. Tanto per fare qualche nome ricordo Giovagnoli, Pazzaglia, Sbrega, Ottavi, Galletti, Tombari (e chiedo scusa a tutti gli altri), che poi approdarono tutti nei professionisti. Avevamo una zona industriale, che era il nostro fiore all’occhiello, che dava lavoro a tutti, amici che trovavano sponsor importanti, tutto un paese che seguiva la squadra (ricordo anche che il volley femminile sfiorò la Serie B). Avete capito di cosa vi sto parlando? Ecco, tutto questo non ce lo toglie nessuno e ne dobbiamo andare fieri, ma ormai fa parte del passato".

Invece guardando avanti? "Bisogna sedersi ad un tavolo cercando di programmare il futuro con calma e idee chiare, superando quelle incomprensioni che certamente ci sono state in questi anni. In questo anche i nostri calorosi tifosi, mettendo per un attimo da parte la rabbia, possono dare un valido e importante contributo".

Magari con Antonini in un ruolo importante. "Ogni frutto ha la sua stagione e la mia è passata da diverso tempo. Non servono «monumenti» ma persone serie, appassionate e disponibili e vi garantisco che nel nostro paese, fortunatamente, ancora ce ne sono". 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 23/05/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



RECUPERI. Arriva l'ufficialità: il 29 e 30 dicembre si scende in campo

Dopo la riunione svoltasi nella sede ufficiale in Ancona, è stata confermata l'ipotesi data dalla nostra redazione in mattinata. Le squadre dilettantistiche marchigiane scenderanno in campo nel weekend tra Natale e Capodanno. Il Comitato Regionale Marche ha scelto i giorni 29 e 30 dicembre come date di recupero delle gare dall'Eccellen...leggi
10/12/2018


LA PRIMA VOLTA. Stefano Sensi si racconta: "Da Urbania alla Nazionale"

Un CT marchigiano come Roberto Mancini non poteva che dare l’opportunità della prima convocazione in Nazionale ad uno dei maggiori talenti tra i centrocampisti azzurri in circolazione, marchigiano ovviamente. Parliamo di Stefano Sensi (foto), cresciuto nella sua Urbania, società dalla quale ha spiccato il volo verso...leggi
14/11/2018


Canapini: "Nessun episodio di razzismo: qui vince il 'terzo tempo'"

FANO. "Dopo il vostro articolo ho ricevuto tanto di quelle telefonate... ". Il presidente del Sant'Orso Antonino Canapini (foto sotto) ha alzato il telefono per replicare all'esternazione di Seck Mohamed: "Non so cosa abbia spinto il ragazzo a fare questa uscita - ci ha detto - il giocatore della mia squadra in mezzo al campo ha ri...leggi
27/10/2018


L'Atletico Alma si coccola Christian Damiano: "Qui per rilanciarmi"

FANO. Si è portato a casa simbolicamente il pallone dal match di Gallo di Petriano ma la sua tripletta pesa moltissimo non solo per il cammino dell’Atletico Alma ma anche per la sua risalita tecnica e individuale. Una domenica fantastica per Christian Damiano (foto), classe 1996, da questa stagione attaccante di rifer...leggi
08/10/2018

CALCIO & SOCIALITA'. Il Filo della Gioia sbarca in Terza categoria!

Il calcio è socialità, è crescita, è voglia di stare insieme e può rappresentare una vittoria per chi dalla vita è stato sconfitto e cerca riscatto civile e morale. Questo lo scopo di una nuova realtà del panoranma FIGC di Terza categoria, l'ASD Il Filo della Gioia, partecipante al girone B (...leggi
03/10/2018

La Mercatellese protesta: "A Lunano due metri di giudizio diversi!"

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO IL COMUNICATO DELLA U.S. MERCATELLESE CALCIO: "La Mercatellese Calcio alla prima uscita stagionale è costretta a gettare le armi nell’ ardito derby di Lunano, facendo i complimenti alla squadra locale, dopo la vittoria di sabato scorso (per 4-1) ai dan...leggi
25/09/2018

Promozione, 1^ e 2^ cat. valanga di reti: 6 triplette e 19 doppiette!

Attaccanti in grande spolvero nei campionati di Promozione, Prima e Seconda categoria partiti nell'ultimo fine settimana. La stagione è iniziata con un gran numero di reti segnate e quello che più salta all'occhio è la notevole quantità di doppiette ed anche di triplette messe a segno dai bomber nostrani. Nel girone A di Promozione ...leggi
24/09/2018

PROMOZIONE A al via! Ecco favorite e outsider...

Scatta sabato con le prime 6 partite il girone A di Promozione, nobilitato dalla presenza dell’Anconitana. Alle spalle dei biancorossi, favoriti assoluti per struttura societaria, assortimento di rosa e tifoseria senza eguali a questi livelli, si piazzano però le nobili Fc Vigor Senigallia e Osimana, desiderose di tornare agli splendori di un tempo...leggi
20/09/2018

GIANLUCA VS GIOVANNI. La prima volta contro dei fratelli Fenucci!

Fratelli contro a darsi battaglia in campo da calciatori non sono mancati nel calcio dilettantistico di casa nostra; di certo la sfida tra due fratelli in panchina è probabilmente una prima ssoluta che andrà in scena domenica ad Urbania. Protagonista Gianluca e Giovanni Fenucci, chiaravallesi doc, rispettivamente alla guida di Urbania...leggi
20/09/2018

Marotta, colpo ultras. Tesserato "Il Bocia" Claudio Galimberti!

MAROTTA. Dal punto di vista mediatico un autentico colpo da novanta quello messo a segno dal Marotta che si assicura le prestazioni di un’autentica celebrità delle curve italiane. La società infatti, attraverso il suo sito internet, ha ufficializzato la firma di Claudio Galimberti, 45 anni, per tutti “Il Bocia&rdq...leggi
17/09/2018

Ufficiali i gironi di Promozione e Prima Categoria

Sono stati resi noti nel pomeriggio dal Comitato Regionale Marche, tramite Comunicato Ufficiale n. 11, i gironi relativi ai campionati di Promozione e Prima Categoria 2018-'19, dei quali si conosceranno presto anche i relativi calendari. Due raggruppamenti da 16 squadre per quanto riguarda la Promozione, me...leggi
22/08/2018

LA STORIA. Riccardo Pandolfi in Costa Smeralda (ma per giocare)

C'è chi in Costa Smeralda ci va in vacanza, e chi per lavorare. In questo caso per giocare. Lui è Riccardo Pandolfi (foto), difensore di 22 anni, uno dei tanti talenti delle Marche che girano l'Italia. Bravo con i piedi, veloce nei movimenti, Pandolfi (nato ad Urbino) risiede a Fossombrone con la propria famiglia. La sua carriera &egrav...leggi
22/08/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,84398 secondi