Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


Il Castelfidardo che verrà. Intervista al presidente Baleani

CASTELFIDARDO. Archiviata l’ultima stagione con la conquista della salvezza nel campionato di serie D, il Castelfidardo si appresta a ripartire per la sua quinta avventura consecutiva nella quarta serie nazionale. E lo farà innanzitutto con una società che ha onorato e rinnovato i propri impegni anche per la prossima stagione e che in questi anni è riuscita a portare i colori biancoverdi ai suoi massimi livelli calcistici. Cambierà invece la guida tecnica della squadra, non più affidata a Roberto Vagnoni ma a Simone Pazzaglia.
“Vagnoni ha fatto molto bene e va ringraziato per il lavoro che ha svolto – osserva il presidente Franco Baleani (foto) – ma all’interno del consiglio direttivo in queste settimane si è parlato molto ed è emersa la voglia di cambiare e ripartire con nuovi stimoli. Pazzaglia ha grandi motivazioni, ha fatto bene in altre piazze e può fare molto bene anche in una realtà come la nostra".

Confermato l’assetto societario dell’ultima stagione?
"Sì, il direttivo è formato da collaboratori che hanno grande passione per questi colori. Penso a persone come Pigini, Bellucci, Camilletti e Ragaglia, senza dimenticare i nostri sponsor. Ripartiremo da questo gruppo".

L’obiettivo stagionale rimane la salvezza?
"Per noi rimanere in serie D equivale a vincere un campionato. Bisogna restare con i piedi per terra, il prossimo sarà un torneo molto difficile con tante squadre che puntano a far bene. Il Castelfidardo ormai ha la maturità giusta per dire la propria in questa categoria, che vogliamo difendere cercando di ottenere una salvezza senza patemi d’animo. Poi si può sempre migliorare, se capiterà di trovarci in una buona posizione di classifica coglieremo le opportunità".

Si ripartirà dal gruppo di giocatori dello scorso anno?
"Finora la priorità era decidere la guida tecnica. Ora che la casella è stata occupata penseremo alla squadra. In settimana chiameremo a colloquio tutti i giocatori dell’ultima stagione. Parleremo con loro e illustreremo i programmi della società. Sicuramente vogliamo valorizzare anche i ragazzi della Juniores Nazionale che hanno ottenuto un grandissimo risultato con la conquista dei playoff, ci sono prospetti interessanti ed è giusto far crescere i giovani".

I tifosi sono preoccupati per le voci che danno in partenza Luca Pigini…
"I nostri tifosi possono stare tranquilli. Luca è il capitano di questa squadra ed è una figura simbolo ormai per il Castelfiardo, credo che anche lui ormai si considera una bandiera di questa squadra e la società vuole assolutamente ripartire da lui in questo nuovo progetto".

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/06/2018
 

Altri articoli dalla provincia...






Jesina ko in casa: a fine partita giocatori a rapporto dai tifosi

JESI. Dopo tre risultati utili consecutivi la Jesina incappa in un brutto stop al "Carotti" contro l'Avezzano.Ad un primo tempo equilibrato, fa da contraltare una ripresa dove gli ospiti passano subito in vantaggio su rigore. Sterile la reazione dei leoncelli, con l'Avezzano che raddoppia nel finale.Sconfitta che ci può stare, ma a fine partita i gioca...leggi
19/11/2018








Anconitana sull'ottovolante: eguagliato il record del 1934-'35

ANCONA. L'Anconitana, con la vittoria di Filottrano (0-3), ha eguagliato il record delle 8 vittorie di fila stabilito nel campionato 1934-'35. Nell'allora Prima Divisione (la vecchia Serie C) l'Anconitana-Bianchi totalizzò 8 successi consecutivi piegando Sora (4-2), Sulmona (2-0), Ballator Frusino (2-1), Campobasso (2-0), Manfredonia (4-2), Taranto (1-0), Cerignola (...leggi
12/11/2018

MERCATO. L'attaccante Juba Ghanam si aggrega all'Anconitana

ANCONA. L'Anconitana sta lavorando nel monitoraggio dei fuoriquota da poter inserire in prima squadra nella riapertura del mercato di dicembre. Su quest'ottica è stato aggregato al gruppo di mister Nocera l'attaccante marocchino Juba Ghanam (foto), classe 2000 di proprietà del Gubbio ma scoperto qualche anno fa dalla Terza categoria....leggi
09/11/2018




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,77074 secondi