Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Esordienti, esperti e fedelissimi. Ecco le panchine d'ECCELLENZA!

Tre sono alla prima volta: la palma del più giovane spetta a Ricci del Sassoferrato. Il più esperto è Gianluca Fenucci, il fedelissimo Gastone Mariotti

Diciotto squadre al via della prossima Eccellenza, già da domani in campo con l’anticipo Porto D’Ascoli-San Marco Lorese ad aprire le danze. Campionato che cambia format con 18 squadre al via, gare tutte di domenica (salvo alcune rare eccezioni con accordi tra le squadre in largo anticipo) e un numero di retrocessioni ancora da stabilire: probabilmente saliranno a 4 ma si attende la comunicazione ufficiale. Intanto si parte e 18 sono anche i tecnici chiamati in causa, molte vecchie conoscenze, molti “spostamenti” ma anche alcuni volti nuovi e sfide tutte da raccontare.

ESORDI ASSOLUTI. Sono 3 i tecnici esordienti totali su una panchina domenica. Una bella emozione per loro che però ne hanno viste tante da calciatori. Parliamo di Simone Ricci del Sassoferrato Genga, Giovanni Fenucci della Biagio Nazzaro ed Eddy Mengo del Porto Sant’Elpidio. Tra l’altro Fenucci fa il suo esordio a casa sua, a Chiaravalle, dove vive e dove ha giocato a lungo e indossato la fascia da capitano.  

CAMBI DI PANCHINA. Sono 8 le squadre che hanno cambiato guida tecnica rispetto all’anno scorso. Ai tre esordienti già citati sopra si aggiungono Renzo Tasso al Fabriano Cerreto, Gianluca Fenucci all’Urbania, Luigi Zaini al Monticelli, Aldo Clementi alla Pergolese e Omar Manuelli all’Atletico Alma.

TANTA ESPERIENZA ANCHE IN D. Ben 6 allenatori hanno già conosciuto il palcoscenico della Serie D da tecnici e potranno riportare la loro esperienza in questa Eccellenza: Andrea Mosconi guidò il Ravenna nel 2015-2016, Omar Manuelli il Gualdo Casacastalda, Aldo Clementi il Matelica, Luigi Zaini la Folgore Veregra, Matteo Possanzini Recanatese e Vis Pesaro oltre a Gianluca Fenucci che in D ha maturato una lunga esperienza tra Fermana, Fabriano Cerreto, Jesina, Tolentino, Monturanese, Pergolese e Civitanovese.

IL PIU’ GIOVANE. Il primato spetta proprio a Simone Ricci, 31 anni il prossimo 12 novembre: a lui lo scettro di tecnico più giovane del torneo per distacco. Alle sue spalle Matteo Possanzini, 36 anni, ben cinque in più del collega del Sassoferrato Genga. Curiosità: entrambi provengono dal girone A di Promozione.

I PIU’ ESPERTI. Nel pesarese si è puntato molto sul fattore esperienza. L’Urbania ha scelto Gianluca Fenucci, classe 1960, per guidare un gruppo molto giovane. Alle sue spalle Gastone Mariotti, classe 1961, dell’Atletico Gallo Colbordolo mentre il Fossombrone ha in panchina Pierangelo Fulgini, classe 1963.

IL FEDELISSIMO. E' Gastone Mariotti dell'Atletico Gallo Colbordolo dove allena per il terzo anno di fila come Atletico Gallo Colbordolo. Ma in realtà il rapporto è ben più lungo considrando le stagioni con Azzurra e Gallo di Petriano: in totale sono 16 stagioni nella stessa realtà.

FRATELLI CONTRO. La sfida senza dubbio più curiosa è quella tra Gianluca Fenucci e il fratello Giovanni. Il primo con tanti anni di carriera alle spalle, il secondo alla prima uscita assoluta da tecnico della prima squadra. Sono stati insieme nello staff tecnico del Fabriano Cerreto lo scorso anno con Giovanni a fare da collaboratore al fratello. Ora il primo guida l’Urbania, il secondo la Biagio Nazzaro e attesissima è la doppia sfida tra le due squadre. Prima il 23 settembre ad Urbania, il ritorno il 27 gennaio in quella Chiaravalle che è paese nativo e di residenza per entrambi. Sarà un match da non perdere.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/09/2018
Tempo esecuzione pagina: 1,11370 secondi