Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Favorite, sorprese e...fratelli contro: l'ECCELLENZA pronta al via!

18 squadre e 34 giornate: apre l'anticipo Porto d'Ascoli - San Marco

Prende il via come da copione in questo weekend l’Eccellenza marchigiana e lo fa con un format nuovo e rinnovato con 18 squadre al via e ben 34 giornate di campionato. Apriranno le danze il Porto d’Ascoli e il San Marco Servigliano che si sono accordate per l’anticipo al sabato: da quest’anno tutte le gare si giocheranno di domenica, unica possibilità la richiesta congiunta di anticipo con 10 giorni di preavviso. Situazione che non ha entusiasmato molte squadre ma che era stata ampiamente anticipata già dalla scorsa stagione. Altra situazione ancora da conoscere quella relativa alle retrocessioni: dovrebbero salire da tre a quattro (due dirette e due con i playout) ma si attende ancora la decisione ufficiale del Comitato Regionale Marche.

LE FAVORITE. Mai come in questa stagione manca forse la possibile ammazza campionato, almeno sulla carta. Ma alcune squadre sono destinate ad un ruolo di vertice. Su tutte occhio al Fabriano Cerreto e Tolentino: i cartai dispongono di un organico da fuori serie e hanno mostrato in pre-campionato tutta la propria solidità. Tolentino, per l’anno del centenario (sarà il 2019), punta al grande salto e il poker in Coppa Italia sul Porto Sant’Elpidio lo conferma. Occhio anche al Porto D’Ascoli che lo scorso anno ha sfiorato la D e vorrà quantomeno riprovarci, fino alla fine, nonostante la partenza del bomber Minnozzi. Sono loro le favorite numero uno per il successo finale ma le outsider non mancano. L’Atletico Gallo Colbordolo negli ultimi anni è sempre stato da playoff e vuole confermarsi come le due neopromosse San Marco Servigliano e Portorecanati vorranno dire la loro: i fermani hanno costruito un organico di lusso per la categoria mentre gli arancioni si sono rinforzati in maniera mirata.

ESORDIENTI & SORPRESE. Proprio il San Marco è esordiente assoluta in categoria così come le altre neopromosse Montefano e Sassoferrato Genga. Le ultime due si sono sfidate lo scorso anno nella finalissima playoff di Promozione con la squadra di Roberto Lattanzi che si impose sul neutro di Chiaravalle per 3-0. Per il Sassoferrato si è dovuto attendere il ripescaggio della Jesina per fare festa ufficialmente.

I TECNICI. Su 18 squadre al via ben 8 hanno allenatori differenti rispetto allo scorso anno. Particolare il caso del Sassoferrato Genga che ha affidato la panchina a Simone Ricci, lo scorso anno vice di mister Goffredi, ed ora titolare. Altre sette hanno sposato un nuovo progetto tecnico e in alcuni casi si tratta di un esordio assoluto. Parliamo del Porto Sant’Elpidio che ha spostato Eddy Mengo dal campo alla panchina e di Giovanni Fenucci, alla prima da tecnico nella sua Chiaravalle.

FRATELLI CONTRO. Giovanni Fenucci al suo primo anno in panchina vivrà anche la sfida tutta in famiglia con suo fratello Gianluca, quest’anno all’Urbania. Sarà sufficiente attendere il 23 settembre quando si sfideranno appunto Urbania e Biagio Nazzaro. Non sarà l’unica sfida fra fratelli in quanto il 23 dicembre si incontreranno Fabriano Cerreto e San Marco Servigliano che in attacco schiereranno Guido e Giorgio Galli.

Nella foto (in senso orario) i tecnici: Roberto Lattanzi (Montefano), Gastone Mariotti (Atletico Gallo), Andrea Mosconi (Tolentino), Renzo Tasso (Fabriano Cerreto), Gianluca Fenucci (Urbania), Eddy Mengo (Porto Sant'Elpidio).

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/09/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,92295 secondi