Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


SERIE D. Il girone F è una incognita. Soluzioni con 18 o 20 squadre?

Le 6 marchigiane al centro di un incrocio intricatissimo per la composizione del girone insieme a romagnole, abruzzesi, molisane e umbre. Scenari apertissimi e almeno tre soluzioni. Scongiurato (almeno sulla carta) il rischio Bari

Se la Serie C è sicuramente rimandata al prossimo 2 settembre (decisiva sarà la riunione del prossimo 22 agosto in Lega Pro) non può di certo sorridere la Serie D che attende di conoscere l'organico definito e dunque anche i gironi. Tempi lunghissimi ma inevitabili, considerando tutto quello che sta succedendo nella calda estate del calcio italiano. Molto dipende dalle situazioni delle big catapultate in Serie D. Il Modena era noto da tempo ma insieme ai canarini nelle ultime ore ecco ad esempio la nuova Reggiana e il Bari targato De Laurentis: budget da oltre tre milioni di euro che potrebbe raddoppiare nel caso questa mattina il colloquio tra il sindaco barese e Fabbricini porti ad una riammissione in C dei galletti. Molto improbabile mentre un Bari in D complicherebbe la costruzione dei gironi, operazione quest’anno molto complessa. La tendenza che si apprende è quella di non inserire, anche se i precedenti raccontano di situazioni diverse, le big in sovrannumero nel medesimo girone. Ecco dunque che Reggiana e Modena andrebbero in gironi differenti di certo mentre diverso è il discorso per l’RC Cesena che riparte dalla matricola del Romagna Centro. Possibile pensare ad un Modena nel medesimo girone dei bianconeri anche se in terra di Romagna sembrano aver avuto rassicurazioni che questo non avverrà. Quindi Rc Cesena con le marchigiane? E’ una delle possibilità. In totale sono 5 le romagnole considerando anche il San Marino che diventano 6 considerando anche il Classe, la squadra di Ravenna che eliminò ai playoff di Eccellenza proprio il porto D’Ascoli. Facendo due conti potrebbe essere un girone da 18 con le s6 romagnole (Classe, Rc Cesena, Savignanese, Forlì, Sammaurese e Santarcangelo), 6 marchigiane (Castelfidardo, Jesina, Matelica, Recanatese, Sangiustese, Montegiorgio) e le 6 abruzzesi (SN Notaresco, Real Giulianova, Pineto, Francavilla, Avezzano, Vastese). Ipotesi possibile ma nella quale vanno considerate almeno un paio di soluzioni alternative.

Le tre molisane. Sono Isernia, Campobasso, Agnonese e la questione principale riguarda proprio la “Città delle Campane” che ha uno stadio senza barriere, unico al sud. Per questo l’Osservatorio Nazionale ha sempre insistito con il Comitato Interregionale per evitare che l’Agnonese fosse inserita con le squadre pugliesi, evitando dunque molte gare a porte chiuse per ordine pubblico. Sarà confermata questa tendenza o ci saranno novità dovuta anche alla particolarità dell’organico di Serie D? Fosse confermate le molisane tornerebbero a giocare con abruzzesi e marchigiane.

Chi completerebbe il girone F? Si andrebbe dunque alla conformazione dello scorso anno con Marche, Abruzzo e Molise per un totale però di 15 squadre, numero insufficiente che ha bisogno di una integrazione. Già detto che a Sud (pugliesi) non si può guardare per ordine pubblico, restano due sole possibilità. Un girone da 20 con le cinque romagnole (il Classe andrebbe in questo caso nel girone B) che comporrebbe un aumento delle giornate (ben 38) e almeno 4-5 turni infrasettimanali per una stagione massacrante. Altra ipotesi quella delle 18 squadre con l’inserimento delle tre umbre ovvero Trestina, Bastia e la neo-ripescata Cannara con maerchigiane, abruzzesi e molisane. Altra ipotesi che potrebbe non essere scartata quella delle 6 romagnole, insieme alle marchigiane e alle umbre per un totale di 15 con il girone che potrebbe essere completato a nord o sud con l’allargamento ad alcune squadre emiliano romagnole o alle abruzzesi della parte nord della regione per arrivare a 18. Ultima soluzione possibile quella "Adriatica" definiamola così con le 6 romagnole, le 6 marchigiane e le 6 abruzzesi tutte insieme: in questo caso "escluse" umbre e molisane ma con incognita dell'ordine pubblico per queste ultime. Tante le proiezioni  che circolano e le ipotesi da fare: di certo una situazione molto complessa per la quale i prossimi giorni saranno assolutamente decisivi e le tappe sono ben chiare. Innanzitutto definire l’organico completo (venerdì potrebbe essere giornata decisiva) e poi il via ai gironi. Va ricordato che il 19 agosto si gioca la prima gara ufficiale con il turno preliminare di Coppa Italia. Tra soli 11 giorni: vietato dunque scherzare con il fuoco!

Nella foto i tecnici delle marchigiane nella prossima Serie D: Ciampelli (Jesina), Pazzaglia (Castelfidardo), Tiozzo (Matelica), Alessandrini (Recanatese), Senigagliesi (Sangiustese), Paci (Montegiorgio)

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/08/2018
 

Altri articoli dalla provincia...




Maxi rissa in campo: doppia sconfitta e 29 squalificati!

ANCONA. Nel girone D di Terza Categoria girone D, per la gara Atletico Ponterosso - L'Aquila è stata assegnata la sconfitta 0-3 a tavolino ad entrambe le squadre. Motivo della decisione, come indicato nel C.U. n 39 di Ancona, è stato l'impossibilità per l'arbitro di proseg...leggi
08/11/2018

A Senigallia non si passa. Per l'Fc solo un gol subito in 7 partite!

SENIGALLIA. A Senigallia non si passa. Appena un gol subito in 7 partite, e per di più su rigore nell'1-1 contro il Valfoglia alla prima giornata di campionato. La squadra non subisce non subisce gol su azione dal 6 maggio scorso. Il segreto? "Nessun segreto in particolare - racconta il tecnico Massimiliano Guiducci, 48 anni, primo anno all'Fc...leggi
06/11/2018

Anconitana & Mastronunzio in viaggio verso un doppio record

ANCONA. Con la vittoria n° 7 sulla Laurentina (7-0) l'Anconitana ha superato la striscia di 6 vittorie consecutive conseguita dall'Ancona di Vincenzo Guerini nella stagione 1991-1992 in Serie B. Ora la squadra dorica di mister Nocera va a caccia del record di 8 successi di fila che dura da 84 anni datato 1934/35. Nell'allora Prima Divisione (la vecchia Serie C) l'Anconi...leggi
05/11/2018

Nasce terzino ma a 44 anni non smette di segnare. Fenomeno Giansanti!

ANCONA. Al Pietralacroce 73 è un istituzione. E' alla sua ottava stagione e non ha voglia di fermarsi nonostante le 44 primavere (45 il prossimo 24 gennaio). Michele Giansanti (foto) è così, gioca per il gusto di giocare, segna perchè vede ancora la porta come pochi. Sabato ha realizzato la rete decisiva contro la Real Came...leggi
31/10/2018

Due volti nuovi, Renè Agosto sempreverde e Labor da record!

SANTA MARIA NUOVA. E' la squadra che le ha vinte tutte insieme all'Anconitana, 6 su 6, en plein, ma se per la Dorica questo score non fa notizia, per la Labor potrebbe essere una bella novità anche se non più di tanto perchè l'anno scorso chiuse al terzo posto. E pensare che questa stagione era cominciata male, con la defezione di tre giocatori important...leggi
29/10/2018

ECCELLENZA. Decisivi e Millenians: Zira, Salvatori e Paglialunga super

Tre colpi risolutivi, tutti nella seconda parte di gara che hanno portato successi importantissimi alle proprie squadre. Classe 2000, ovvero "Millenians" come va di moda chiamarli oggi, alla ribalta nel campionato di Eccellenza con gol che di sicuro resteranno nella loro memoria. Per tutti e tre infatti si tratta delle prima rete in Eccellenza. ...leggi
29/10/2018

Il gol, la corsa verso i tifosi dorici: Zagaglia ha coronato un sogno!

Loreto, stadio Salvo D'Acquisto, minuto 92 di Loreto - Anconitana, risultato di 0 a 2... Ma c'è ancora tempo per un'altra emozione! È il classe 2000 Lorenzo Zagaglia a regalarla. Lui, anconetano e tifoso biancorosso da sempre, si regala la gioia di segnare il suo primo gol con la casacca della squadra per cui ha sempre fatto il tifo. Ma al di l...leggi
24/10/2018

Ultras e musica: il tifo dell'Anconitana si ispira al Vardy's on fire

ANCONA. C’è un nuovo coro da stadio che unisce ultras e musica disco, è della Curva Nord dell’Anconitana e si ispira al mitico Vardy’s on fire. Questo coro si sta diffondendo in fretta in tutta Italia ed è arrivato anche nelle Marche, tra la tifoseria dorica. Ecco i tifosi dell’Anconitana in trasferta ad Osimo (...leggi
20/10/2018

Castelfidardo, Pazzaglia si dimette. Torna Roberto Vagnoni

CASTELFIDARDO. Roberto Vagnoni (foto) torna alla guida del Castelfidardo. Nella stagione appena passata il mister sambenedettese aveva condotto la squadra fidardense alla salvezza (44 punti, massimo storico per il club in Serie D) ma un finale di stagione un po' fiacco aveva spinto la società alla separazione optando per Simone Pazzaglia. Ora il ritorno...leggi
20/10/2018

"Anconitana super favorita, ma occhio a Osimana e FC Vigor Senigallia"

Osserva, studia, aspetta. Massimo Lombardi (foto), dopo le esperienze sulle panchine di Biagio Nazzaro, Osimana e Dorica Torrette, nella stagione in corso è un tecnico in stand by. E dice la sua sul campionato di Promozione girone A dominato, dopo queste 3 prime giornate, dall'Anconitana che viaggia a punteggio pieno (9 punti, ...leggi
09/10/2018

Dopo 36 anni torna Osimana-Anconitana: l'amarcord di Lorenzo Angeloni

OSIMO. Si avvicina il giorno di Osimana - Anconitana, non una gara come tutte le altre, ma un derby che in passato ha scaldato i cuori di tanti appassionati e che rivedrà la luce al "Diana" dopo ben 36 anni. Sulle colonne del Corriere Adriatico è Lorenzo Angeloni, ex dirigente e memoria storica del calcio osimano, a ripercorre i momenti ...leggi
03/10/2018

Biagio Nazzaro, la gioia di Parasecoli: in rete a 17 anni. VIDEO!

CHIARAVALLE. Neanche 120 secondi di gioco per timbrare il primo gol con la maglia della Biagio Nazzaro in Eccellenza ad appena 17 anni. Bella storia quella di Nicolò Parasecoli, classe 2001, alla Biagio Nazzaro fin dalle giovanili che nella giornata di ieri ha portato in vantaggio la sua squadra nella sfida alla corazzata Fabriano Cerreto. Pareggio raggi...leggi
01/10/2018


L'ADDIO. Tommaso Polenta lascia l'Anconitana...e il calcio

ANCONA. La società US Anconitana saluta ed augura un grande in bocca al lupo a Tommaso Polenta (foto) per la sua nuova carriera professionale. Polenta, anconetano e tifoso biancorosso da sempre, dopo essersi laureato con il massimo dei voti presso l'Università Economia e Commercio di Ancona ha deciso di appendere le scarpe...leggi
27/09/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,81257 secondi