Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


Le Torri: Luca Scortichini e 4 giocatori per la stagione del rilancio

Svolta giovane per una compagine che intende comunque ben figurare dopo una stagione difficile

CASTELPLANIO. Dopo una stagione difficile ed anomala che ha visto nel campionato di Prima categoria girone B, il dominio incontrastato dell'Anconitana, ci si avvia a ripartire per un campionato che sarà certamente più emozionante e ricco di fascino. Le Torri, una delle realtà più importanti del raggruppamento anconetano, ha già iniziato a muoversi in vista del prossimo torneo e a tal proposito ha provveduto a gettare le basi partendo dalla scelta del nuovo allenatore. Dopo il commiato da Jacopo Mannelli, la panchina è stata affidata a Luca Scortichini (foto), nell'ultimo campionato al Moie Vallesina, un tecnico ritenuto all'altezza di un progetto che prevede una svolta verso elementi giovani e promettenti. Al momento sono diversi i giocatori che hanno salutato Le Torri: Tiziano Cocilova, Alessandro Orlando, Valerio Guidarelli, Giacomo Biocco, i fratelli Matteo e Michele Mancini, Luca Campana e Gabriele Ceccacci, mentre in entrata si registrano i tesseramenti dei fratelli Riccardo e Gianmarco Sorana (dal Montemarciano), di Karen Onourah (dal Belvedere) e di Edoardo Nicolini (dal Castelbellino).

L'addio di alcuni “senatori” ha spinto la dirigenza a dare sempre maggiore rilievo a tanti giovani interessanti, che avranno maggiori occasioni per mettersi in luce. La società, dopo la parentesi dell'ultimo campionato, si appresta ad affrontare la nuova stagione con rinnovato entusiasmo. Si pensa a far bene, non ponendosi limiti ben precisi, l'obiettivo è quello di togliersi delle soddisfazioni e, se possibile, lottare per traguardi importanti. Come sempre nel calcio ci potranno essere anche delle difficoltà, ma resta la certezza che alla fine sarà come sempre il campo il vero giudice. Ora si attende di iniziare questa nuova ed emozionante avventura, non senza dedicare un pensiero all'ex allenatore Jacopo Mannelli ed ai ragazzi che sono stati in rosa fino alla stagione scorsa, augurando a tutti loro le migliori fortune per futuro.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 12/07/2018
 

Altri articoli dalla provincia...




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 2,20829 secondi