Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Edizione provinciale di Ascoli Piceno


Patrich Amadio: 7° sigillo in carriera. Ora farà l'allenatore

Dopo aver vinto in 6 categorie diverse, l'ex calciatore inizia una nuova carriera all'Azzurra Mariner nello staff di mister Coccia

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. In estate è passato dall'altra parte della barricata, ma non prima di aver stabilito un altro record difficilmente superabile, parliamo di Patrich Amadio (foto) che dopo aver vinto il suo settimo titolo in carriera, ha deciso di iniziare una nuova carriera come allenatore.

Partiamo dalla vittoria del campionato con l'Azzurra Mariner.
“E' stata una cavalcata non semplice, pur consapevoli di essere un buon gruppo, abbiamo dovuto lottare con avversarie degne che non ci hanno certo regalato nulla. Per me è stata una soddisfazione ancora più grande, sapevo che sarebbe stata l'ultima stagione come calciatore e mi avrebbe fatto piacere chiudere con un successo. Grazie al contributo fondamentale di tutti i compagni e di una società seria ed organizzata, abbiamo centrato la promozione, per me si tratta della 7^ vittoria di un campionato in 6 categorie diverse, forse è un record, ma di sicuro è una grande soddisfazione”.

Nella tua carriera hai spaziato dalla Seconda categoria alla Serie C, sempre con successo, come si riesce ad avere motivazioni in campionati tanto diversi?
“Il motore di tutto è la passione e la voglia di sacrificarsi per raggiungere determinati obiettivi. Bisogna avere grande convinzione in quello che si sta facendo e crederci fino in fondo, in questo ho avuto un grande maestro in mio padre, che purtroppo ci ha lasciato da pochi giorni, il quale mi ha sempre spinto a non abbattermi e ad affronatare a testa alta e con determinazione la vita di tutti i giorni. Le sue parole sono state preziose e credo di essere stato sempre abbastanza umile e disponibile ad affronatre ogni tipo di categoria con le stesse motivazioni. Sono partito dall'FC Porto in Seconda categoria per arrivare a vincere il campionato di C con il Lanciano di mister Castori, credo di averci messo tanto di me stesso in queste avventure”.

A fine stagione hai deciso di intraprendere un nuovo percorso, ci pensavi da tempo?
“Il calcio è sempre stato la mia vita e la mia passione, giocando a buon livello ho avuto la fortuna di poter avere dei maestri di calcio di grande valore, da tutti ho cercato di prendere qualcosa, appuntandomi alcuni passaggi importanti ed alcune cose che ritenevo valide. Nel 2006 ho preso il patentino a Coverciano sapendo che prima o poi il mio percorso si sarebbe indirizzato verso quel traguardo”.

L'Azzurra Mariner ti ha dato la possibilità di misurarti inserendoti in uno staff molto organizzato.
“Ringrazio la società per la fiducia, nella mia carriera sono sempre partito dal basso per fare esperienza e questa volta non poteva essere diversamente. Lavorare nello staff di mister Massimiliano Coccia come vice allenatore e responsabile dell'allenamento della fase difensiva è un trampolino di lancio molto interessante, mi permette di misurarmi anche nel rapporto con i calciatori, molti dei quali fino a qualche settimana fa erano miei compagni di squadra. Chiaramente devo fare delle esperienze e maturare sotto questo profilo, ma non nascondo che nel prossimo futuro, nel caso ne avessi le capacità e le possibilità, mi piacerebbe provare un'esperienza come primo responsabile di una squadra, ma per ora va bene così e ci sarà tempo per pensare al futuro”.

Intanto il lavoro all'interno dell'Azzurra Mariner procede e vi state preparando per l'inizio della stagione.
“Dopo la vittoria del campionato, stiamo lavorando con grande volontà per recitare un ruolo non marginale anche nel prossimo campionato di Prima categoria. Abbiamo alle spalle una società che davvero non ci fa mancare nulla, dal punto di vista organizzativo siamo a livelli professionistici, però giustamente vuole anche dallo staff e dai calciatori un comportamento e dei risultati adeguati all'organizzazione. Abbiamo un gruppo valido che è stato rinforzato con intelligenza durante l'ultimo calciomercato, i primi riscontri nelle amichevoli sono buoni, ma come sappiamo benissimo lasciano il tempo che trovano. Le gare ufficiali saranno un banco di prova molto più indicativo, ma posso dire che lavoriamo con grande armonia, mister Coccia conosce il suo lavoro e lascia il giusto spazio ai suoi collaboratori per poter esprimere i loro concetti e loro idee, siamo un bel gruppo e speriamo di vivere tutti insieme una stagione ricca di soddisfazioni”.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 04/09/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



"Giovà, per la cabrio pensaci tu". Barzagli, aneddoto di Fioravanti

Dopo 206 presenze e 2 gol con la maglia della Juventus (e una lunga carriera tra serie A - dove ha iniziato con le maglie di Chievo e Palermo - e in Bundesliga con il Wolfsburg) Andrea Barzagli (foto) ha deciso di ritirarsi. Al 15' del secondo tempo della partita contro l'Atalanta, ha lasciato il campo tra gli applausi di tutto lo Stadium e non è riuscito a trat...leggi
20/05/2019

L'FC Vigor Senigallia può finalmente gridare: ECCELLENZA!

FC Vigor Senigallia - Atletico Ascoli 2-1FC Vigor Senigallia: Minardi, Candolfi, Guerra, Morganti, Magi Galluzzi, Vitali, Carbonari, Alessandro Pesaresi (30'st Gresta), Denis Pesaresi, D'Errico (30'st Siena), Cinotti (15'st Sabbatini). A disp. Morbidelli, Rosi, Marzano, Cuomo, Roberto, Falcinelli. All. Massimiliano GuiducciAtletico Ascoli:...leggi
19/05/2019

"La mia Under 19 campione regionale! Siamo partiti con 5 ragazzi..."

ASCOLI PICENO. Un weekend di grandi soddisfazioni per l’Atletico Ascoli che sabato ha conquistato il passaggio in finale playoff di Promozione B superando la Maceratese mentre domenica è arrivato addirittura il titolo regionale Under 19 con il successo finale sull'FC Vigor Senigallia. Grande la soddisfazione del direttore sportivo Mario Mar...leggi
08/05/2019

Manni & Matricardi: sono loro i gemelli del gol delle Marche!

COSSIGNANO. Si è conclusa in gloria la stagione regolare della Cossinea, che per la prima volta nella sua storia è approdata nel campionato di Prima categoria. Un successo forse inatteso per una società piccola, ma seria ed organizzata, magistralmente diretta da due grandi appassionati di calcio come Quintilio Silvestri e Pacifico Barbizzi ...leggi
30/04/2019



La Cuprense saluta Daniel Angelici, presidente del Boca Juniors

CUPRA MARITTIMA. Una piacevole domenica mattina quella vissuta a Cupra Marittima, è infatti tornato a fare visita alla sua città di origine un personaggio illustre del mondo dello sport, stiamo parlando di Daniel Angelici, presidente di una delle squadre più famose ed importanti del mondo: il Boca Juniors. Il numero...leggi
29/04/2019

LA RIFLESSIONE. Tre gare non disputate... 25 Aprile scelta sbagliata!

Con il senno di poi forse è troppo facile prendere un certo tipo di posizione, ma siamo certi che giocare una giornata decisiva di campionato il 25 Aprile sia stata un'idea geniale? Al di la della Festa Nazionale che forse sarebbe giusto rispettare, si trattava per i campionati di Promozione e Seconda categoria dell'ultima di campionato, decisiva in alcu...leggi
26/04/2019

Orsolini: l'ascolano tra la salvezza del Bologna e il sogno Juve

Sta diventando sempre più interessante la lotta per non retrocedere in Serie A, con squadre come il Bologna, l’Empoli, l’Udinese ed il Cagliari impegnate in questo rush finale che si annuncia ricco di sorprese e di colpi di scena. Proprio nel Bologna, squadra allenata da mister Sinisa Mihajlovic, gioca uno...leggi
19/04/2019

Cossinea in 1^ cat: parlano gli artefici di una storia straordinaria

COSSIGNANO. La Cossinea scrive la storia! Potrebbe sembrare la solita frase retorica, invece sabato scorso è accaduto davvero qualcosa di incredibile. Vincendo una gara non facile di campionato, la squadra di un piccolo comune dell'entroterra ascolano, si è guadagnata con una gara di anticipo, l'accesso al prossimo campionato di Prima categoria. P...leggi
16/04/2019

A Cossignano è festa: per la Cossinea una fantastica Prima categoria

Cossinea - Petritoli: 2-1 Cossinea: De Benedittis, Fiorino,Capriotti, Massari, D'Angelo N. , Lucidi (75'  Mestichelli), Straccia, Celestini (70' Silvestri), Matricardi , Manni , Giudici.  All. VolponiPetritoli: Monaldi, Lupi, Buozzi, Rossi, Ilari, Galosi, Nerla, Tomassini, Tiburzi, Brilli, Rastelli (62' Vallati). All. Bu...leggi
13/04/2019

Nessuno come Theo Senghor! 26 gol e non vuole fermarsi

CASTEL DI LAMA. Taglia il traguardo, anche con un certo anticipo, il Santa Maria Truentina, assoluta dominatrice del girone H della Seconda categoria. Una cavalcata straordinaria per la squadra allenata da mister Gabriele Cori che sabato scorso, battendo la Rotellese, ha raggiunto per la prima volta nella sua storia in campionato di Prima categoria. L'uomo cope...leggi
09/04/2019

Compagnoni: "A Rotella Orsolini supera il... Porco Festival"

Per arrivare a Federico Chiesa o a Nicola Zaniolo si vocifera che la Juventus riscatterà Riccardo Orsolini (foto) dal Bologna per una cifra che si aggira sui 15 milioni di euro. L’attaccante ascolano attualmente in forza al Bologna è andato a segno nuovamente in campionato: nella partita con l’Atalanta ha realizzato un gol straordinari...leggi
05/04/2019

40 anni, 11 gol e la Serie D col Muravera: infinito Giorgio La Vista!

Compirà 40 anni esatti venerdì ma gli piace ancora troppo calcare quel rettangolo verde. E anche vincere. Si perché Giorgio La Vista (nella foto) proprio domenica ha vinto ancora un campionato…e lo ha fatto da protagonista. Siamo in Eccellenza sarda e precisamente a Muravera, pochi chilometri da Cagliari, do...leggi
03/04/2019

Gare l'11 Aprile: sale la protesta. Ma si può giocare di giovedi?

Probabilmente la maggior parte degli appassionati del calcio dilettantistico e dei dirigenti delle squadre non si erano accorti di un piccolo fatto che, con l'approssimarsi del finale di stagione, sta mettendo in un certo allarme molti addetti ai lavori. Viste le date del “Torneo delle Regioni” che si svolgerà a Matera in Basilicata dal 12 al 19 April...leggi
01/04/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,14618 secondi