Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Edizione provinciale di Ancona


GIANLUCA VS GIOVANNI. La prima volta contro dei fratelli Fenucci!

Tredici anni di differenza, l'uno ha allenato l'altro, lo scorso anno hanno collaborato a Fabriano. Entrambi sicuri: "Sarà una sfida speciale"

Fratelli contro a darsi battaglia in campo da calciatori non sono mancati nel calcio dilettantistico di casa nostra; di certo la sfida tra due fratelli in panchina è probabilmente una prima ssoluta che andrà in scena domenica ad Urbania. Protagonista Gianluca e Giovanni Fenucci, chiaravallesi doc, rispettivamente alla guida di Urbania e Biagio Nazzaro. Il primo è il tecnico più esperto in categoria, con tantissime piazze all’attivo, ripartito quest’anno dai giovani dell’Urbania per un progetto che lo ha affascinato. Il fratello Giovanni, 13 anni più giovane, è alla sua prima esperienza da allenatore nella sua Chiaravalle: lo stesso inizio di tanti anni fa anche per il fratello Gianluca, intorno a metà anni Novanta. Domenica per entrambi, di sicuro non sarà una sfida come le altre visto che si gioca proprio Urbania-Biagio Nazzaro.

GIOVANNI FENUCCI. “Con Gianluca ci ho giocato insieme da compagno di squadra – ammette - mi ha allenato e ci siamo affrontati da giocatore: l’ultima volta è stata due anni fa, io con la Biagio e lui da tecnico del Montegiorgio. Per un paio di mesi lo scorso anno ho collaborato con lui al Fabriano Cerreto, in particolare curando gli aspetti della fase difensiva. E’ normale che avrà un sapore in più e si vivrà un’emozione speciale in avvio ma poi io sinceramente credo che sia come tutte le altre. E’ la terza di campionato e per noi sarà difficile perché lui è preparatissimo e lavora molto bene. Ha una squadra giovane e con i giovani ha sempre tirato fuori il massimo”.

Una sfida affascinante e bella da vivere per un tecnico alla prima esperienza in panchina come Giovanni: “E’ veramente qualcosa di molto bello – conferma - e mi trovo bene. E’ stata una scelta ponderata ma con tanto cuore: l’ho fatta esclusivamente perché andavo ad allenare la Biagio dove ho iniziato e finito anche se sono stato lontano tanti anni. Sono partito a 14 anni e tornato a 38, sono stato fuori tanto tempo. Ho ritrovato tutto quello che avevo lasciato ma se ho fatto calcio è grazie alla Biagio, ne vado fiero ed orgoglioso”.

GIANLUCA FENUCCI. Emozioni speciali anche per il fratello maggiore Gianluca. “Pensavo fosse una qualcosa di normale. Forse quando ci sfidavamo da allenatore contro giocatore lui era meno emotivamente coinvolto. So cosa vuol dire fare l’allenatore: ai giocatori si perdonano più cose, da allenatore molto meno. Ci ho pensato molto in questi giorno. Non voglio essere banale ma i sentimenti non finiranno al fischio iniziale anche se cercherò di estraniarmi. Abbiamo bisogno di pensare al campo e alle cose da fare: emotivamente so che li vicino, le panchine sono al mio fianco, c’è mio fratello anche se dentro al campo si prova a vincere sempre”.

Su Giovanni il pensiero, sia come atleta che come tecnico, è ben chiaro: “Se Giovanni avesse avuto un procuratore di grido, avrebbe fatto almeno una dozzina di stagioni tra i professionisti. Ha frequentato quei campionati ben meno di quanto meritava. Non parliamo quasi mai di calcio: abbiamo vissuto insieme l’esperienza dello scorso anno, conciliando i tempi del suo lavoro. E’ un tecnico moderno che vuole proporre calcio. Va a cercare di fare risultato ma non snatura la sua indole di calcio come estetica. Mi dicono che per esempio non meritasse di perdere sabato scorso e anche all’esordio ha fatto vedere buone cose. E’ molto preparato per avere giocato ed è uno meticoloso in tutte le cose che fa: diciamo che è molto più pignolo di me”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 20/09/2018
 

Altri articoli dalla provincia...



Il Castelfidardo farà domanda di ripescaggio in Serie D!

CASTELFIDARDO. "Vogliamo tornare in Serie D". Questo l'annuncio del presidente del Castelfidardo Franco Baleani (foto). La società, reduce da un'amara retrocessione, farà domanda di ripescaggio: "Possiamo farla perché sono passati più di tre anni dalla precedente e vedremo se potremo tornare in D - le sue parole al Corriere Adr...leggi
23/05/2019

Frulla: "Senigallia in Eccellenza è il frutto del lavoro sui giovani"

SENIGALLIA. Senigallia in Eccellenza, tutto stupendo! Il succeso di ieri contro l'Atletico Ascoli che apre le porte del massimo torneo regionale all'FC Vigor Senigallia è la ciliegina sulla torta di un percorso iniziato tre anni fa, con l'abbraccio tra il Miciulli Senigallia e la Scuola Calcio Vigorina. Al termine della partita tutti con gli occhi l...leggi
20/05/2019

L'FC Vigor Senigallia può finalmente gridare: ECCELLENZA!

FC Vigor Senigallia - Atletico Ascoli 2-1FC Vigor Senigallia: Minardi, Candolfi, Guerra, Morganti, Magi Galluzzi, Vitali, Carbonari, Alessandro Pesaresi (30'st Gresta), Denis Pesaresi, D'Errico (30'st Siena), Cinotti (15'st Sabbatini). A disp. Morbidelli, Rosi, Marzano, Cuomo, Roberto, Falcinelli. All. Massimiliano GuiducciAtletico Ascoli:...leggi
19/05/2019

ECCELLENZA. P.S. Elpidio agli spareggi nazionali. Il primo in Abruzzo

Porto Sant’Elpidio - Fabriano Cerreto: 2-1PORTO SANT’ELPIDIO (4-3-1-2): Gagliardini; Frinconi, Nicolosi, Monserrat, Stortini; Orazi (12’ st Zira), Panichelli, Palladini; Cuccù; Ceijas (12’ st Marozzi), Ruzzier (27’ st Adami). A disp. Smerilli, Cantarini, Balestra, Santacroce, Raffaeli, D’Alessandro. All. Mengo  FA...leggi
12/05/2019

ECCELLENZA. Fabriano Cerreto in finale playoff: battuta l'Urbania

Eccellenza - Finale play-off: Fabriano Cerreto - Urbania 2-0FABRIANO CERRETO (4-2-3-1): Santini; Bordi, Gilardi, Cenerini, Morazzini (39’ st Mariucci); Borgese, Bartoli (49’ st Berettoni); Baldini (49’ Montecchia), Benedetti, Bartolini; Galli (47’ st Giuliacci). All. Tasso.URBANIA (4-1-3-2): Ducci; Renghi (45’ st Lucciarini), Rebiscini,...leggi
08/05/2019

24 gol, ora i play-off: è Guido Galli il re dei bomber dell'Eccellenza

FABRIANO. Il gol contro il Tolentino non è stato sufficiente per blindare la seconda posizione del Fabriano Cerreto ma ha santificato la migliore stagione in termini di gol realizzati da parte di Guido Galli (foto) che ha chiuso con 24 gol all’attivo in 34 giornate. Una incidenza di 0,7 gol realiz...leggi
06/05/2019

Bastava un punto, ne arrivano tre: Vigor Castelfidardo in Promozione!

DA CASTELFIDARDO Andrea Cesca.La Vigor Castelfidardo torna in Promozione. Contro il Moie Vallesina, nello scontro al vertice (Prima categoria girone B) giocato allo stadio Gabbanelli, agli uomini di mister Fermanelli bastava il pareggio. E’ arrivata un’altra vittoria, la numero venti di questo campionato, grazie ad una rete su calcio di punizi...leggi
04/05/2019


Tutto solo col vessillo del Castelfidardo tra gli 8mila del Cesena!

Tutto solo contro gli 8.000 dell'Orogel Stadium di Cesena (foto sotto). Lui a tifare un Castelfidardo già retrocesso in Eccellenza, loro a sostenere una squadra in odor di promozione in Serie C. L'impresa (domenica scorsa, risultato 4-1 per i cesenati) è del supertifoso Claudio Carli, immortalato allo stadio di Cesena col vessillo del Cas...leggi
02/05/2019

LA STORIA. Samuele Rossini annuncia: "A 43 anni domenica dirò stop"

MONTEFANO. Domenica sarà una giornata assolutamente speciale per Samuele Rossini (foto), autentica bandiera del Montefano. Non sarà infatti solo l’ultima gara di questo campionato di Eccellenza (si giocherà in casa del Camerano) per lui visto che appenderà gli scarpini al chiodo a...leggi
30/04/2019


"Con il gol 194 ho fatto piangere i compagni e la mia famiglia"

Cecchini scambia la palla con Santoni, sulla rasoiata dal fondo si avventa condor Taddei, il piattone è vincente. La Vigor Castelfidardo espugna in extremis il campo del Borghetto grazie alla rete del suo giocatore simbolo. “Avevo paura si spararla sopra la traversa – racconta Giovanni Taddei (foto), attaccante della Vigor C...leggi
28/04/2019


LA RIFLESSIONE. Tre gare non disputate... 25 Aprile scelta sbagliata!

Con il senno di poi forse è troppo facile prendere un certo tipo di posizione, ma siamo certi che giocare una giornata decisiva di campionato il 25 Aprile sia stata un'idea geniale? Al di la della Festa Nazionale che forse sarebbe giusto rispettare, si trattava per i campionati di Promozione e Seconda categoria dell'ultima di campionato, decisiva in alcu...leggi
26/04/2019

Stoccata di patron Mosconi: "Fare calcio a Jesi? Impossibile"

JESI "Noi vogliamo andare avanti, con tutte le nostre forze. Ma, da soli, è complicato. Fare calcio a Jesi? Dire che è difficile è troppo blando. Forse la parola giusta è: impossibile". A dirlo, attraverso le colonne del Corriere Adriatico, è Gianfilippo Mosconi (foto), presidente della Jesina. Affermazioni che sanno ...leggi
24/04/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 9,50205 secondi