Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


GIANLUCA VS GIOVANNI. La prima volta contro dei fratelli Fenucci!

Tredici anni di differenza, l'uno ha allenato l'altro, lo scorso anno hanno collaborato a Fabriano. Entrambi sicuri: "Sarà una sfida speciale"

Fratelli contro a darsi battaglia in campo da calciatori non sono mancati nel calcio dilettantistico di casa nostra; di certo la sfida tra due fratelli in panchina è probabilmente una prima ssoluta che andrà in scena domenica ad Urbania. Protagonista Gianluca e Giovanni Fenucci, chiaravallesi doc, rispettivamente alla guida di Urbania e Biagio Nazzaro. Il primo è il tecnico più esperto in categoria, con tantissime piazze all’attivo, ripartito quest’anno dai giovani dell’Urbania per un progetto che lo ha affascinato. Il fratello Giovanni, 13 anni più giovane, è alla sua prima esperienza da allenatore nella sua Chiaravalle: lo stesso inizio di tanti anni fa anche per il fratello Gianluca, intorno a metà anni Novanta. Domenica per entrambi, di sicuro non sarà una sfida come le altre visto che si gioca proprio Urbania-Biagio Nazzaro.

GIOVANNI FENUCCI. “Con Gianluca ci ho giocato insieme da compagno di squadra – ammette - mi ha allenato e ci siamo affrontati da giocatore: l’ultima volta è stata due anni fa, io con la Biagio e lui da tecnico del Montegiorgio. Per un paio di mesi lo scorso anno ho collaborato con lui al Fabriano Cerreto, in particolare curando gli aspetti della fase difensiva. E’ normale che avrà un sapore in più e si vivrà un’emozione speciale in avvio ma poi io sinceramente credo che sia come tutte le altre. E’ la terza di campionato e per noi sarà difficile perché lui è preparatissimo e lavora molto bene. Ha una squadra giovane e con i giovani ha sempre tirato fuori il massimo”.

Una sfida affascinante e bella da vivere per un tecnico alla prima esperienza in panchina come Giovanni: “E’ veramente qualcosa di molto bello – conferma - e mi trovo bene. E’ stata una scelta ponderata ma con tanto cuore: l’ho fatta esclusivamente perché andavo ad allenare la Biagio dove ho iniziato e finito anche se sono stato lontano tanti anni. Sono partito a 14 anni e tornato a 38, sono stato fuori tanto tempo. Ho ritrovato tutto quello che avevo lasciato ma se ho fatto calcio è grazie alla Biagio, ne vado fiero ed orgoglioso”.

GIANLUCA FENUCCI. Emozioni speciali anche per il fratello maggiore Gianluca. “Pensavo fosse una qualcosa di normale. Forse quando ci sfidavamo da allenatore contro giocatore lui era meno emotivamente coinvolto. So cosa vuol dire fare l’allenatore: ai giocatori si perdonano più cose, da allenatore molto meno. Ci ho pensato molto in questi giorno. Non voglio essere banale ma i sentimenti non finiranno al fischio iniziale anche se cercherò di estraniarmi. Abbiamo bisogno di pensare al campo e alle cose da fare: emotivamente so che li vicino, le panchine sono al mio fianco, c’è mio fratello anche se dentro al campo si prova a vincere sempre”.

Su Giovanni il pensiero, sia come atleta che come tecnico, è ben chiaro: “Se Giovanni avesse avuto un procuratore di grido, avrebbe fatto almeno una dozzina di stagioni tra i professionisti. Ha frequentato quei campionati ben meno di quanto meritava. Non parliamo quasi mai di calcio: abbiamo vissuto insieme l’esperienza dello scorso anno, conciliando i tempi del suo lavoro. E’ un tecnico moderno che vuole proporre calcio. Va a cercare di fare risultato ma non snatura la sua indole di calcio come estetica. Mi dicono che per esempio non meritasse di perdere sabato scorso e anche all’esordio ha fatto vedere buone cose. E’ molto preparato per avere giocato ed è uno meticoloso in tutte le cose che fa: diciamo che è molto più pignolo di me”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 20/09/2018
 

Altri articoli dalla provincia...





RECUPERI. Arriva l'ufficialità: il 29 e 30 dicembre si scende in campo

Dopo la riunione svoltasi nella sede ufficiale in Ancona, è stata confermata l'ipotesi data dalla nostra redazione in mattinata. Le squadre dilettantistiche marchigiane scenderanno in campo nel weekend tra Natale e Capodanno. Il Comitato Regionale Marche ha scelto i giorni 29 e 30 dicembre come date di recupero delle gare dall'Eccellen...leggi
10/12/2018

Vagnoni, l'allenatore-regista premiato per il Docufilm "Oltre il gol"

Importante riconoscimento del Coni provinciale di Ascoli Piceno per Ernesto Vagnoni (foto), premiato ieri sera presso l’Auditorium comunale di San Benedetto del Tronto per il Docufilm “Oltre il Gol”, di cui è regista e sceneggiatore con la sua casa di produzione Lux Video. L’altra grande passione di Vagnoni, oltre al...leggi
06/12/2018

Palombina Vecchia tra metodo "DICTA" e il poker di Taormina...

FALCONARA. Con quattro gol Riccardo Taormina (foto in basso a sinistra), attaccante e bandiera del Palombina Vecchia, ha determinato con una prestazione super la partita tra Palombina Vecchia e Monsano terminata con il risultato finale di 6-2 per i gialloverdi.La squadra, guidata dai tecnici Sampaolesi e Petrella, sta applicando in allenamento il...leggi
05/12/2018

LA STORIA. Protagonista con una costola fratturata: stoico Francesco!

Il calcio sa dare sempre una rivincita anche quando sembra che tutto sia perduto. Prendete il caso di Francesco Bontempo (foto), 15 anni, ruolo portiere. Fa parte del Marina Calcio. Il ragazzo - come riporta la brillante penna di Aldo Nicolini - in procinto di passare al primo anno di Allievi si è trovato improvvisamente senza squadra perch&egra...leggi
03/12/2018

La vittoria della Jesina sul Matelica? Merito del magazziniere!

JESI. Vittoria pesante quella della Jesina sulla capolista Matelica (1-0, gol di Trudo), vittoria che nasconde anche un piccolo segreto. A svelarlo, al termine della partita, è stato direttamente il tecnico leoncello Davide Ciampelli (foto): "Io dico grazie alla squadra, allo staff tecnico per quello che hanno fatto e a tutti quelli ch...leggi
03/12/2018

Gianni Taddei, 44 anni e non sentirli: "A 200 gol smetto. Forse..."

CASTELFIDARDO. Sei in campo da un minuto e ti arriva quella palla che aspettavi da tempo. La calci, vedi la porta gonfiarsi ed i tuoi compagni correre ad abbracciarti. E' già bellissimo così, ma se sei Gianni Taddei (foto), 44 anni, allora il tutto è ancora più bello. Taddei, cosa hai provato a segnare nella partit...leggi
30/11/2018

Guido Galli: dall'intesa con Gaggiotti al derby col fratello Giorgio!

FABRIANO-CERRETO D’ESI. Domenica ha colpito da ex, senza esultare, il Monticelli con la sua ottava rete stagionale che vale al momento la vetta della classifica marcatori. Momento di grande forma quello del bomber Guido Galli, classe 1987, che guarda tutti dall’alto della classifica marcatori, 8 centri con il Fabriano Cerreto, anche se il ...leggi
20/11/2018

FC Vigor Senigallia nella storia! "Complimenti ai ragazzi e al mister"

SENIGALLIA. Ha fermato la corazzata Anconitana al "Del Conero" costringendola al pari (1-1 davanti a oltre 2.000 spettatori) dopo 8 vittorie di fila impedendole di superare il primato dell'allora Anconitana-Bianchi del campionato 1934-'35 di Prima Divisione. E, smaltita l'euforia, la squadra di mister Guiducci mostra la caratura giusta per dare ai biancorossi del filo da torcere fino alla fi...leggi
20/11/2018


Maxi rissa in campo: doppia sconfitta e 29 squalificati!

ANCONA. Nel girone D di Terza Categoria girone D, per la gara Atletico Ponterosso - L'Aquila è stata assegnata la sconfitta 0-3 a tavolino ad entrambe le squadre. Motivo della decisione, come indicato nel C.U. n 39 di Ancona, è stato l'impossibilità per l'arbitro di proseg...leggi
08/11/2018

A Senigallia non si passa. Per l'Fc solo un gol subito in 7 partite!

SENIGALLIA. A Senigallia non si passa. Appena un gol subito in 7 partite, e per di più su rigore nell'1-1 contro il Valfoglia alla prima giornata di campionato. La squadra non subisce non subisce gol su azione dal 6 maggio scorso. Il segreto? "Nessun segreto in particolare - racconta il tecnico Massimiliano Guiducci, 48 anni, primo anno all'Fc...leggi
06/11/2018

Anconitana & Mastronunzio in viaggio verso un doppio record

ANCONA. Con la vittoria n° 7 sulla Laurentina (7-0) l'Anconitana ha superato la striscia di 6 vittorie consecutive conseguita dall'Ancona di Vincenzo Guerini nella stagione 1991-1992 in Serie B. Ora la squadra dorica di mister Nocera va a caccia del record di 8 successi di fila che dura da 84 anni datato 1934/35. Nell'allora Prima Divisione (la vecchia Serie C) l'Anconi...leggi
05/11/2018

Due volti nuovi, Renè Agosto sempreverde e Labor da record!

SANTA MARIA NUOVA. E' la squadra che le ha vinte tutte insieme all'Anconitana, 6 su 6, en plein, ma se per la Dorica questo score non fa notizia, per la Labor potrebbe essere una bella novità anche se non più di tanto perchè l'anno scorso chiuse al terzo posto. E pensare che questa stagione era cominciata male, con la defezione di tre giocatori important...leggi
29/10/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 2,10521 secondi