Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


Da +7 a -7 in due mesi: il Matelica è in crisi

In otto settimane i biancorossi hanno dilapidato 14 punti rispetto al Cesena. Tiozzo: "Bisogna alzare il livello di concentrazione: ci risolleveremo!"

Da +7 a -7 in due mesi. Il Matelica è in crisi. In otto settimane i biancorossi hanno dilapidato 14 punti rispetto al Cesena. La squadra di Luca Tiozzo (foto) ha perso lo smalto di inizio campionato e le 4 sconfitte nelle ultime 6 gare testimoniano questa involuzione pericolosa. Lassù il Cesena sembra aver preso il passo giusto anche se mister Angelini non vuole abbassare la tensione: "È impossibile rilassarsi qui. Sono i tifosi a tenerci svegli”, le sue parole.

A Matelica invece non si vivono i giorni migliori: "Secondo me ha giocato un brutto scherzo il fatto che abbiamo viaggiato a ritmi incredibili nella prima parte - è l'analisi di Tiozzo - non penso che i ragazzi abbiano sentito il peso del primo posto, la squadra si è sempre allenata bene, con serietà e serenità, poi nel calcio ci sta di vincere o perdere. E' successo che alcune volte avremmo meritato di pareggiare ed abbiamo vinto, mentre altre abbiamo perso e meritavamo almeno un pareggio, credo che alla fine si sia bilanciato il tutto. Squadra stanca? Io non parlo mai di stanchezza sia fisica sia mentale, è un aspetto al quale io non credo. Maciniamo chilometri durante la settimana e la Domenica non è possibile che siamo stanchi. Serve essere più attenti e concentrati, cercare di cambiare il nostro modo di fare e migliorare il nostro livello, lo abbiamo fatto per gran parte del girone di andata ora abbiamo bisogno di cambiare il trend.

Tiozzo, 23 gol subiti, ma miglior attacco con 17 giocatori andati in gol: perché questa medaglia a due facce?
"Abbiamo mandato in gol tanti attaccanti, Melandri è il nostro capocannoniere ed è entrato in squadra più tardi degli altri, ha sbagliato anche un rigore, altrimenti sarebbe in linea con gli attaccanti del nostro girone. Siamo il miglior attacco perché secondo me abbiamo fatto meglio delle altre squadre la fase di costruzione di gioco e probabilmente in questo periodo è andata peggio la fase di non possesso. Ci difendiamo tutti insieme e attacchiamo tutti insieme, se una di queste due fasi non la facciamo bene non saremo più il miglior attacco e sicuramente non si può essere tra le migliori difese".

Inizia un altro periodo tostissimo per i suoi ragazzi, Sabato l’anticipo con il Pineto, Mercoledì il Cesena all’Orogel Stadium, cosa non dovrà mancare in campo e fuori?
"Ci vuole ancora lavoro, ma non basta più quello normale, ci vuole il coraggio di cambiare, di modificare il nostro modo di pensare durante l’allenamento ed è per questo che bisognerà alzare il livello di concentrazione, non ci possiamo permettere un secondo di riposo a livello mentale neanche quando si va a bere un bicchiere d’acqua, questa secondo me è la strada da percorrere per invertire la rotta. Il Pineto è una squadra forte, che da metà campionato in poi ha cambiato marcia, con ottimi elementi e ben guidata, poi Mercoledì ci aspetta la capolista in una partita che sarà bellissima. Ora siamo concentrati sul Pineto perché vogliamo e dobbiamo trovare la svolta e lo faremo tutti insieme. Dico questo perché non era Tiozzo il fenomeno prima ma lo era tutto il Matelica, fatto di grandi persone, di grandi giocatori, di un grande staff e di una grande società e lo è adesso nei momenti negativi, lo siamo tutti insieme e tutti insieme ci risolleveremo. Non mi nascondo di certo, mi piacerebbe fare risultato con il Pineto per andare con uno stato d’animo e con una emotività diversa all’Orogel Stadium di Cesena per giocare una grande partita contro la capolista".

GUARDA LE STATISTICHE DEL MATELICA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/01/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Pera torna re dei bomber: "Quando non segno sto male"

RECANATI. Doppietta contro la Sammaurese e Manuel Pera (foto, vedi scheda) torna re dei marcatori portandosi a quota 17 e staccando di una rete Ricciardo (Cesena), Minella (Notaresco) e Dos Santos (Francavilla). E dire che Pera ha saltato, per acciacchi vari, almeno se...leggi
26/03/2019

Anconitana e Valdichienti, "gemelli diversi" verso l'Eccellenza!

Un percorso a braccetto tra due realtà profondamente diverse, con storie diametralmente opposte. Una capoluogo di regione, con un passato glorioso che vanta due stagioni in A, tantissime di Serie B e una storia recente che l’ha vista ripartire dalla Prima categoria. L’altra invece per la prima volta in Promozione, nascendo come società di settore...leggi
19/03/2019

INTERVISTA. "Questo Tolentino mi ha sorpreso: è vincente e pure bello"

TOLENTINO. Il Tolentino marcia spedito verso il traguardo, ma deve fare i conti con il Porto Sant’Elpidio. A sette giornate dal termine della stagione regolare il campionato di Eccellenza sembra aver scelto le sue contendenti. Nell’ultima giornata sia la squadra cremisi che quella allenata da Eddy Mengo hanno vinto in trasferta per 4 a 0, rispettivamente contro Atle...leggi
19/03/2019

Un figlio che segna contro la squadra del padre? E' Borioni story

"Terminata la partita mi ha detto: "Era meglio se non giocavi...". Un figlio che segna contro la squadra del padre. E' successo questo in Vigor Macerata - Settempeda (Seconda categoria F) dove Jacopo Borioni (foto), attaccante della Settempeda, ha realizzato il gol del pareggio (1-1) in casa della Vigor Macerata, squadra allenata dal padre ...leggi
18/03/2019

Federico Ruggeri suona la carica: "Tolentino, puoi vincerle tutte"

TOLENTINO. “Ci attendono otto finali, se le vinciamo tutte nessuno ci può riprendere”. Sono parole da leader quelle del capitano del Tolentino Federico Ruggeri, quest’oggi sul Corriere Adriatico, utili a lanciare la squadra in questo rush finale. Al momento sono tre i punti di vantaggio sul Porto Sant’Elpidio di scen...leggi
14/03/2019

Intervista a Pigini: "Il Portorecanati non merita questa classifica"

PORTO RECANATI. E’ una partita importante, forse decisiva quella che si giocherà domenica al comunale di Chiaravalle. Almeno per il Portorecanati, che occupa la penultima posizione di classifica ed ha quattro punti di ritardo dalla zona playout. In caso di successo della Biagio Nazzaro, la squadra allenata da Franco Gianangeli si assicurerebbe quantomeno la parteci...leggi
09/03/2019

E' primavera...tremano le panchine. 10 giorni di ordinaria follia!

Con l'avvicinarsi della fase decisiva della stagione, nei diversi campionati molte squadre stanno vivendo dei momenti di fibrillazione, volendo ad ogni costo raggiungere quei traguardi che si erano prefissi l'estate scorsa. Negli ultimi giorni si sono registrati diversi avvicendamenti che abbiamo cercato di riportare puntualmente. Le società ed in molti casi gli stessi allenatori, hanno ...leggi
08/03/2019

Pepi: "Sceso dall'areo subito in campo...solo per il Potenza Picena!"

POTENZA PICENA. Da Barcellona a Potenza Picena, dall'Erasmus al campo di calcio, potrebbe riassumersi così la storia di Alessandro Pepi (foto), autore domenica scorsa di una delle due reti che hanno consentito ai giallorossi di superare l'Atletico Ascoli. Il calciatore potentino, iscritto alla Facoltà di Ingegneria Civile ed Ambientale al...leggi
06/03/2019

COPPA ITALIA. Tolentino beffato! Foligno avanti ai rigori ad oltranza

DA FOLIGNO Diego Cartechini.Servono i rigori ad oltranza per qualificare il Foligno e l'errore di Borghetti che contrasta il gol di Salvucci che fa scatenare l'esplosione del Blasone. Per il Tolentino è una grande beffa dopo aver completato la rimonta, ma i rigori sono molto molto amari.Ottavi di ritorno della Coppa Italia nazionale allo stadio Enzo Blasone a...leggi
06/03/2019


LA MORTE DI GIANLUCA CAROTTI. "Abbiamo perso il nostro capitano"

Gianluca ed Elisa non ci sono più, colpa del peggiore dei balordi (come ha scritto il sindaco di Castelfidardo). I loro bambini sono ancora in ospedale. Carotti, dopo un trascorso da calciatore, allenava i Pulcini del Villa Musone, dove era stato una colonna dei villans dal 2005 vincendo il campionato di Seconda categoria. "Sono 15 anni che era una colonna del Villa Musone, pri...leggi
04/03/2019

COPPA ITALIA ECCELLENZA. Il Tolentino stecca: la prima è del Foligno

Da TOLENTINO Diego Cartechini. Il Tolentino stecca la prima: l'andata degli ottavi di finale di Coppa Italia la porta a casa il Foligno con la vittoria per 2-1. Si parte, e al 9' l'estremo cremisi Rossi compie due miracoli, prima su Peluso che provava il pallonetto, poi su Zanchi. Ma al terzo tentativo, errore di Tartabini, si invola Gjnaj e il Folig...leggi
27/02/2019

Espulso per fallo, chiede scusa negli spogliatoi: fair-play Cingolani!

MONTEFANO. E' terminata 2-2 la sfida di Eccellenza tra Montefano e Portorecanati ma al di là del punteggio è da segnalare il bel gesto fair-play del giocatore locale Andrea Cingolani (foto), sottolineato anche dalla società arancione sui social: Cingolani, espulso per fallo su Pablo Ismael Garcia, al termine della ...leggi
25/02/2019

BORRELLI STENDE IL CESENA!

RECANATI. Vittoria dal peso specifico enorme per la Recanatese che, come già successo nel girone di andata, batte la capolista Cesena con il punteggio di 2-1 grazie alla doppietta di Davide Borrelli (foto).  "Abbiamo giocato bene come in altre partite, la differenza sostanziale è che con il Cesena abbiamo vinto". Il tecnico M...leggi
24/02/2019

COPPA ITALIA D. Matelica, ci pensa Dorato: a Mantova finisce 1-1

Pareggio di prestigio e che aumenta le possibilità di qualificazione per il Matelica al "Martelli" di Mantova, davanti ad una discreta cornice di pubblico (500 presenti) per un match di mercoledì. La squadra di Morgia è andata in vantaggio nella ripresa con la stoccata di Yeboah cui ha replicato Dor...leggi
27/02/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08876 secondi