Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Edizione provinciale di Fermo


Rivoluzione Invictus FC! Tizi: "Qui nuove idee. I risultati si vedono"

Il tecnico di Monte Urano è responsabile 'tecnica di base e tattica individuale' di ogni ragazzo iscritto. "In questa società lavoriamo con un'idea rivoluzionaria di calcio: ci definiamo un'officina di giovani calciatori"

GROTTAZZOLINA. "Differenti per forza" è lo slogan di un istituto bancario, quello dell'Invictus FC potrebbe essere "differenti per qualità". In effetti è così. L'offerta didattica e formativa del settore giovanile dell'Invictus FC si distingue da tutte le altre, e i numeri stanno dando ragione alla giovane realtà nata da un intuito di Pierluigi Paolini: in un anno e mezzo gli iscritti sono passati da 39 a circa 80. Il livello di singoli e di squadra è un crescendo continuo. Un esempio? La società ha "spedito" 4 squadre al Torneo della Befana a Firenze e qui i gruppi hanno strappato applausi e ottenuto mirabolanti risultati superando addirittura i parietà di club come Livorno e Ternana. Nessuna bacchetta magica, solo un nuovo modo di lavorare.
Tra i protagonisti di questa rivoluzione c'è Luca Tizi (foto), 47 anni, di Monte Urano. Allena nei settori giovanili (con tanto di diploma Uefa B) da 25 anni, ha un trascorso nei vivai di Monturanese, Archetti, Porto Sant'Elpidio e Monturano Campiglione. Un bel giorno il presidente Paolini gli ha telefonato, un caffè insieme, ed eccolo all'Invictus FC come responsabile 'tecnica di base e tattica individuale' di ogni ragazzo iscritto. "Ringrazio la società dell'Invictus che mi ha permesso di mettere in pratica queste idee, che non sono innovative ma diverse rispetto al tipo di lavoro svolto da altre società. Potrà sembrare una tecnica rivoluzionaria ma non lo è - sottolinea Tizi - si tratta di lavorare sul campo con un'impostazione diversa".

A seguire gli allenamenti non c'è mai un singolo allenatore per squadra, sempre 2-3, uno segue la parte motoria, uno la squadra e lui, Tizi, che prende in consegna 3-4 ragazzi alla volta e si concentra sulla tecnica individuale e sulla tattica. Ogni allenamento è diviso in tre parti e sul campo si lavora circa un'ora e trequarti.
"Lavorare con pochi ragazzi permette maggiore concentrazione, eliminare i tempi morti, stimolare i ragazzi di continuo e i risultati di crescita sono enormi e ben visibili - sottolinea Tizi - il nostro è un lavoro di squadra, ci confrontiamo sull'operatività e poi mettiamo in pratica quello che serve per far crescere e accrescere il bagaglio tecnico-tattico di ogni singolo ragazzo: ci possiamo definire un'officina di giovani calciatori".

Ancora Tizi: "Ogni ragazzo può migliorare solo se lavora in gruppi piccoli, noi tutti dobbiamo avere l'umiltà di capire che ci sono ragazzi molto bravi ma non per questo bisogna uniformare il lavoro: è importante lavorare con i ragazzi che sono più avanti, senza ovviamente trascurare gli altri. Livellare il lavoro ed estenderlo alla stessa maniera a tutti i ragazzi non serve, qui non si lavora per raccogliere le quote d'iscrizione e i genitori l'hanno capito e ci ringraziano per questo perchè hanno compreso che questa è una società diversa dalle altre".

All'Invictus si lavora duramente ma i genitori portano volentieri i propri figli perchè qui si bada alla qualità dei singoli, ai valori del gruppo e della buona educazione.
Tizi si pone una domanda: "Perchè non escono più ragazzi di talento? Eppure tutte le società ne hanno di ragazzi potenzialmente interessanti. Dipende tutto dal metodo di lavoro. Un ragazzo talentuoso non può ricevere gli stessi allenamenti di un ragazzo meno dotato, così non crescerà mai. E invece a noi, più che le vittorie nelle partite, interessa che i nostri possano crescere e valorizzarsi ognuno con un loro percorso individuale".

L'impegno di Tizi è quotidiano: tutti i giorni al campo, sabato e domenica a vedere le partite. "Io lavoro sui difetti e creo difficoltà ai ragazzi che alleno, se appiattisco il lavoro diventa tutto standardizzato, bisogna invece portare il ragazzo a crescere per steep. Noi vogliamo che i ragazzi che giungono alla fine del percorso formativo con l'Invictus debbano avere determinate caratteristiche e siano pronti ad affrontare sfide calcistiche sempre più importanti".

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 10/01/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Gli Esordienti al decano dell'Usa Santa Caterina: Piero Governatori

FERMO. E' il decano dello staff tecnico dell'Usa Santa Caterina. Ha 68 anni e la passione di un ragazzino. Piero Governatori (foto) allena dal 1982. Ha iniziato nel 1976 in Terza categoria (lui giocava pure), poi l'amore per i settori giovanili. Tirassegno (dove è stato 9 anni), Firmum, da due anni è al Santa Caterina: qui allena il grupp...leggi
22/01/2019

Elite Sangiorgese, Montemaggio: "I genitori? Apprezzano il lavoro"

PORTO SAN GIORGIO. Fa crescere ed è prestigioso lavorare griffati Milan, questo lo status vissuto dagli istruttori della Elite Sangiorgese, società diventata Milan Academy. Marco Montemaggio (foto), 40 anni, fa parte dello staff tecnico della società sangiorgese presieduta da Andrea Zega, all...leggi
17/01/2019

Montegiorgio & Tignum: 2 Allievi in Rappresentativa Regionale

MONTEGIORGIO. Soddisfazione doppia per il Montegiorgio Calcio e per la Tignum con due ragazzi classe 2002 convocati in Rappresentativa Regionale Allievi. Dopo quella di Matteo Moreschini arriva la convocazione anche per Lorenzo Marziali (foto), che dovrà presentarsi al raduno in programma alle ore 14,45 di...leggi
11/01/2019

Veregrense: i Giovanissimi vincono il 15° Memorial "Antonio Catani"

MONTEGRANARO. Fine anno col botto per i ragazzi della Veregrense. I Giovanissimi 2004/2005 di mister Emanuele Poggi si aggiudicano il Memorial "Antonio Catani" battendo in finale 3-0 la Junior Macerata con le reti di Matteo Paoloni e doppietta di Pavel Cappelletti.Il Memorial "Antonio Catani", giunto alla 15^ edizione, è un torneo a carattere regionale organizzato ...leggi
31/12/2018

Grilli, i suoi Allievi, i collaboratori... Il calcio romantico di Vita

MONTE URANO - CAMPIGLIONE DI FERMO. Al primo anno vinse la Coppa Disciplina con la formazione Giovanissimi cadetti, l'anno scorso sempre con i Giovanissimi chiuse al vertice la seconda fase, quest'anno è alla guida degli Allievi e li ha portati alla Fase Regionale. Moreno Vita (foto), 47 anni, da 4 anni alla società Archetti Campiglione Monturan...leggi
21/12/2018

"Orgoglioso di allenare al Santa Caterina". Parla Stefano Funari

FERMO. Per un fermano doc come lui allenare in una società della sua città ha un significato doppio. Per non parlare se lo fai in un settore giovanile dove più che un allenatore sei un istruttore e un educatore. Di tutto questo Stefano Funari (foto) ne è consapevole e in questa stagione sta infatti raddoppiando l'impegno per raggiungere i suoi obiet...leggi
19/12/2018

Montegiorgio, convocazione storica: Tassetti in Rappresentativa U17

MONTEGIORGIO. Una giornata assolutamente perfetta quella del Montegiorgio di ieri. Oltre al successo della prima squadra contro il Giulianova grazie alla rete di Albanesi, è arrivata una splendida soddisfazione per quanto riguarda la Juniores Nazionale. Il tecnico della Rappresentativa Nazionale Under 17 ha diramato la convocazioni, in a...leggi
13/12/2018

Invictus FC, un tocco di Spagna a Grottazzolina. Parla Pieragostini

GROTTAZZOLINA. Il calcio spagnolo o lo si ama o lo si detesta. Ma non si può negare che club come Barcellona e Real Madrid per storia, tradizione e trofei conquistati rappresentano il gotha del calcio planetario. Guglielmo Pieragostini (foto) della mentalità spagnola ne è affascinato e cerca di trasmetterla quotidianamente al suo gruppo di lavoro. ...leggi
06/12/2018

La ViolaSCHOOL si prepara a festeggiare il Natale

SANT'ELPIDIO A MARE. Il gruppo di lavoro capitanato da David Lazzarini si prepara al giro di boa.I primi tre mesi di attività hanno visto scendere in campo ben 8 compagini tra settore giovanile e scuola calcio.Tocca ad Alessio Zancocchia, il più longevo in fatto di militanza, ad oggi allenatore delle categorie Esordienti e Primi calci, a spiegarci l'...leggi
06/12/2018

Tutte le novità della Scuola Calcio dell'Elpidiense Junior!

SANT'ELPIDIO A MARE. Il suo arrivo all'Elpidiense Calcio Junior coincide con la nascita stessa della società, avvenuta otto anni fa. Maurizio Antonioli (foto) è responsabile della Scuola Calcio e allena gli Esordienti 2007, categoria che predilige perchè, sottolinea, "è una categoria transitoria che sviluppa il giocato...leggi
04/12/2018


Veregrense: Poggi porta Allievi e Giovanissimi alla fase regionale!

MONTEGRANARO. La Veregrense porta Allievi e Giovanissimi alla fase regionale, la firma è di Emanuele Poggi (foto), responsabile della Scuola Calcio e al timone delle due formazioni: a dargli una mano negli Allievi c'è Paolo Camerlengo, Giacomo Santoni nei Giovanissimi. "Il gruppo Allievi è...leggi
21/11/2018

Tignum Montegiorgio nella storia: Giovanissimi e Allievi ai Regionali

MONTEGIORGIO. Una doppietta spettacolare, forse impensabile ad inizio stagione per la Tignum Montegiorgio che piazza alla Fase Regionale sia i Giovanissimi che gli Allievi. Una doppia soddisfazione importante per l’intera società espressione del mondo calcistico giovanile rossoblù e legata a doppio filo con il Montegiorgio C...leggi
19/11/2018

ViolaSCHOOL, i Pulcini nelle mani di Danilo Cognigni

SANT'ELPIDIO A MARE. E' al quinto anno alla ViolaSCHOOL, settore giovanile elpidiense, in passato ha sempre allenato fino agli Esordienti, quest'anno guida i Pulcini (9 anni). Ex giocatore dilettante con un trascorso alla Lido Cluana, Danilo Cognigni (foto), 47 anni, è in possesso di regolare patentino e la sua è quasi...leggi
13/11/2018

In arrivo il Torneo Esordienti 1° anno "Città di Porto Sant'Elpidio"

PORTO SANT'ELPIDIO. Siamo alla terza edizione; il Torneo "Città di Porto Sant'Elpidio", consueto appuntamento invernale marchigiano del settore giovanile è alle porte. Organizzato dalla società Atletico Calcio Porto S.Elpidio e riservato alla categoria ESORDIENTI 1° ANNO nati dal 01.01.2007 al 31.12.2007 è ormai diventato un punto di riferimento in tutta l...leggi
12/11/2018


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12390 secondi