Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


Francesco Livi: "Il ruolo del diesse è fondamentale nelle società"

Il direttore sportivo del Montecosaro parla anche del prossimo confronto con il Monturano Campiglione e della stagione della sua squadra.

MONTECOSARO. Reduce da una vittoria molto significativa, ottenuta sabato scorso contro l'Atletico Azzurra Colli, il Montecosaro è atteso dalla trasferta in casa della più bella realtà del campionato di Promozione di quest'anno, ovvero il Monturano Campiglione. Un confronto non banale per la squadra di mister Cantatore, uno snodo che potrebbe permettere di guardare sotto un'ottica diversa tutta la stagione dei giallorossi. Abbiamo fatto un punto della situazione insieme a Francesco Livi (foto), alla sua terza stagione a Montecosaro con il ruolo di direttore sportivo.


Partiamo da un giudizio sulla prossima gara di campionato.
“Ci rendiamo conto che quella di Monte Urano è una trasferta delicata, un'avversaria in gran forma con il morale alle stelle, che dispone inoltre di un organico di primissimo piano e di un tecnico esperto e capace come pochi. Ciò non toglie che noi andremo per far bene, provando a portare a casa un risultato positivo”.
Qual'è il programma che ad inizio stagione vi siete dato con la società?
“L'input della nostra società è chiaro, l'obiettivo è il mantenimento di una categoria che pensiamo di meritare, per questo motivo lavoriamo con un gruppo che nel corso dell'ultimo periodo è cambiato pochissimo, giocatori che conosciamo e stimiamo e sui quali sappiamo di poter contare ad occhi chiusi”.
Accanto a loro avete però inserito dei giovani che si stanno disimpegnando bene.
“Lavoriamo per far crescere questi ragazzi e anche quest'anno si stanno mettendo in luce alcuni elementi molto interessanti, che si stanno facendo largo con discreta autorità. Abbiamo una decina di classe 2000 e 2001 ai quali stiamo dando sempre più spazio: Del Gobbo, Tramannoni, Bartolini, Ciucci, Acquaroli, Lattanzi, Mecozzi, Foresi, Mariani, senza contare i '99 che ormai sono dei punti fermi come Mauro Torresi, Quintabà e Mazzante. Tutti questi ragazzi sono i fiori all'occhiello della nostra attività”.


Sei da tanti anni nel settore, sempre con ottimi risultati, proviamo a riepilogare alcuni passaggi significativi della tua carriera che ricordi con particolare piacere.
“Così di primo acchitto...la vittoria del campionato di Promozione con la Fermana, la vittoria in Prima categoria con il Servigliano che quando arrivai era al sesto posto, la salvezza con il Corridonia nel campionato di Eccellenza nella stagione in cui c'era anche la Sambenedettese. Credo però che l'annata più incredibile sia quella con il Montelupone, mi chiamarono con la squadra ultima con 5 punti alla fine del girone di andata, nel ritorno facemmo 34 punti e ci salvammo direttamente. Quel ricordo resta indelebile”
Di questi anni a Montecosaro che ci dici?
“Sono soddisfatto, stiamo facendo quello che è nelle nostre possibilità. Al mio arrivo pur facendo benissimo non riuscimmo a salvarci e fummo però ripescati, l'anno scorso 41 punti e campionato tranquillo, ora siamo a metà classifica quota 23. Niente di starordinario, ma in linea con le nostre ambizioni”.
Nel tuo lavoro: la costruzione di una squadra, la scelta di un allenatore e dei giocatori, quanto conta la fortuna e quanto incide la bravura di un direttore sportivo?
“Difficile quantificare in percentuale, sono dell'avviso che la professionalità incida molto. D'altra parte i numeri di solito non tradiscono, anzi parlano molto chiaro. Conoscere le persone, saper valutare determinati soggetti, seguire di persona molte gare, saper valutare freddamente le situazioni, a mio avviso sono aspetti determinanti. I dirigenti di società, a volte per troppo amore, sono spesso coinvolti in situazioni che invece necessitano di una persona esterna, quasi super partes, in grado di fare una valutazione realistica delle varie situazioni. Non è un caso, a mio modo di vedere, che quelle società che hanno al loro interno una figura professionale riconosciuta, di norma funzionino meglio delle altre”.
Chiudiamo con una nota di colore. Sabato ritroverai due tuoi pupilli: Ulivello e Cozzi, cosa ti senti di dire loro?
“Due ragazzi che stimo e con i quali ho vissuto tanti momenti indimenticabili e che vorrei avere sempre nella mia squadra, sia per le loro qualità morali che tecniche. Capisco però che talvolta la vita ci mette di fronte a un bivio e dobbiamo scegliere da quale parte andare, mi auguro per loro che abbiano fatto la scelta giusta”.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 31/01/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Sacchi a Melchiorri, un "giallo" da maceratese a maceratese!

Curioso siparietto al "Renato Curi" di Perugia dove il giorno di Pasquetta era in programma la partita fra la squadra allenata da Alessandro Nesta ed il Lecce. L’arbitro dell’incontro, il maceratese Juan Luca Sacchi, al 34’ del primo tempo ha sventolato in faccia al concittadino Federico Melchiorri il cartellino giallo per un fallo comme...leggi
23/04/2019


COPPA MARCHE 1. Rigori decisivi. Il K-Sport Azzurra supera il Muccia

Muccia – K-Sport Azzurra: 3-4 d.c.r. (0-0)MUCCIA: Palanca, Massei, Innocenzi, Toma, Trabalza, Ferri, Dibra, Gentili (35’ Santoni), Fede, Zaccheo, Caporali. A disp. Rocchi, Rossi, Albano, Alfani, Piermarini. All. Paolo RossiK-SPORT AZZURRA: Pigliapoco, Liera, Baldini, Mazzoli, Pangrazi, Bellucci, Pagnini, Bartolini, Piermaria (50’ Rossi Alessandro),...leggi
20/04/2019


La Scuola Calcio Elite Potenza Picena in visita all'AS Roma

Una giornata speciale quella trascorsa con la società del Potenza Picena al centro sportivo di Trigoria. Una delegazione di dirigenti ed istruttori della Scuola Calcio giallorossa si sono recati a Roma ed hanno potuto assistere alle sedute di allenamento delle categorie Under 16 e Under 14. Nel corso della giornata molto inten...leggi
19/04/2019

LA SENTENZA. Caldarola, sconfitta a tavolino e 1 punto di penalità!

CALDAROLA. Gara persa 3-0 a tavolino, un punto di penalizzazione e 100 euro di multa. L’attesa sentenza del Giudice Sportivo è arrivata nella giornata di oggi, in merito alla gara che non è stata fatta disputare lo scorso 13 aprile tra Caldarola e San Francesco Cingoli. E’ stato assegnato il 3-0 a tavolino al San F...leggi
17/04/2019

Matelica e Sangiustese: "Notizie false per disturbare l'ambiente"

Una doppia puntualizzazione arrivata dopo alcune indiscrezioni uscite nella giornata di ieri che non sono di certo state apprezzate da Sangiustese e Matelica, che hanno puntualizzato le relative questioni sui rispettivi siti ufficiali. Notizie anche legate a possibili intrecci di mercato che coinvolgono le due squadre.  MATELICA. P...leggi
17/04/2019

Camerino, è rottura con Matteo Ruffini: c'è l'esonero!

CAMERINO. Gli ultimi 90’ della stagione regolare del Camerino, in programma il prossimo 25 aprile in casa dell'Atletico Azzurra Colli, avverranno senza il tecnico Matteo Ruffini (foto). La società ieri ha deciso di sollevarlo dall'incarico. "Decisione presa per ragioni di gestione del gruppo", le parole del presid...leggi
19/04/2019



Bordoni: "Il Valdichienti Ponte pronto a ripartire dai suoi giovani"

Si è goduto il fine settimana finalmente da vincitore, essendo già sceso in campo col suo Valdichienti Ponte mercoledi, nel turno anticipato per lo stop dettato dal Torneo delle Regioni. Il patron Claudio Bordoni (foto) a distanza di pochi giorni dal poker realizzato contro il Montalto che ha segnato la data storica ...leggi
15/04/2019

Abbadiense olè: si va in Seconda categoria!

L'Abbadiense dilaga su La Saetta (6-0) e si regala la promozione in Seconda categoria con una giornata di anticipo. La squadra di Santa Maria in Selva, frazione di Treia con circa 400 abitanti (VEDI LE STATISTICHE), domina il girone E di Terza categoria e con il +5 sull'Atleti...leggi
13/04/2019

Il Caldarola si difende: "Il conteggio del Comitato è errato"

CALDAROLA. Il presidente del Caldarola Leonardo Maccari, in merito alla decisione della FIGC di non far disputare la partita Caldarola - San Francesco Cingoli, interviene attraverso la pagina Facebook della società: "In merito ai fatti sono a comunicare che purtroppo non c’erano i presupposti per bloccare l’attività sportiva in quanto non erano decorsi...leggi
15/04/2019

Il Real Citanò festeggia la vittoria volando in Cina con la ViaSoccer

CIVITANOVA MARCHE. Dopo aver vinto il campionato di Terza categoria - girone F, il Real Citanò festeggia volando addirittura in Estremo Oriente L’estate scorsa infatti il Real Citanò è entrato ufficialmente nel progetto della ViaSoccer che prevede lo scambio e la cooperazione tra squadre di calcio italiane e cinesi....leggi
12/04/2019

FESTA TOLENTINO. Mosconi commosso: "Dedicata ai miei genitori"

TOLENTINO. "Allenatore testardo ma capace di creare un gruppo unito e bravo a plasmare la squadra". Queste le parole del presidente Marco Romagnoli riferite al tecnico Andrea Mosconi (foto), leader del Tolentino tornato in D a distanza di 10 anni. E' un Mosconi da libro Cuore quello che festeggia la vittoria del campionato: "E' una vi...leggi
11/04/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06537 secondi