Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


Intervista a Pigini: "Il Portorecanati non merita questa classifica"

Contro la Biagio Nazzaro una sfida cruciale per il prosieguo della stagione. Parla il presidente

PORTO RECANATI. E’ una partita importante, forse decisiva quella che si giocherà domenica al comunale di Chiaravalle. Almeno per il Portorecanati, che occupa la penultima posizione di classifica ed ha quattro punti di ritardo dalla zona playout. In caso di successo della Biagio Nazzaro, la squadra allenata da Franco Gianangeli si assicurerebbe quantomeno la partecipazione agli spareggi salvezza. “La partita con la Biagio ci da ancora l’opportunità di sperare, visto che affrontiamo una diretta concorrente – afferma Fausto Pigini (foto), presidente del Portorecanati – Noi siamo fiduciosi, non molleremo fino in fondo. I ragazzi devono fare la propria parte, la società li lascia sereni, li lascia lavorare, adesso sta a loro, noi più di così non possiamo fare”.

Pigini, in caso di sconfitta si farebbe veramente difficile la strada verso la salvezza per il Portorecanati.
“Giocheremo per vincere, anche perché la nostra squadra non ha particolari difficoltà ad affrontare l’avversario fuori casa. Per noi le partite sono tutte uguali, non abbiamo il problema del fattore campo. Semmai abbiamo il problema del campo, nel senso che la nostra è una squadra che gioca palleggiando, se non c’è un fondo adeguato facciamo fatica”.

Quali sono le cause di questa stagione difficile per il Portorecanati, oltre ad alcune decisioni arbitrali, l’ultima domenica scorsa.
“Lo scorso anno siamo stati fortunati a vincere il campionato. Quando vinci un campionato con sette sconfitte bisogna essere aiutati dalla fortuna, gli avversari ci hanno dato una mano, questo senza nulla togliere ai meriti della squadra e della società. Non ci ha regalato niente nessuno. Quest’anno invece la dea bendata ci sta togliendo qualcosa. Sicuramente le decisioni arbitrali non ci hanno favorito, quella di domenica scorsa mi ha lasciato un po’ di perplessità, siamo andati a prendere un arbitro di Saronno. Non mi sentirà mai dire che abbiamo perso a causa dell’arbitro. Di errori ne abbiamo fatti a partire dal presidente per arrivare a chi ha fatto la squadra, all’allenatore, ai ragazzi. Quando si perde, si perde tutti. L’unica cosa che mi sento di dire è che forse, per quello che abbiamo fatto in campo, non meritavamo questa classifica. Ce la siamo giocata con tutte le squadre che ci stanno davanti, purtroppo abbiamo perso tantissime partite alla fine. Se le nostre partite fossero terminate all’85’ il Portorecanati avrebbe dieci punti in più in classifica. Non so a cosa sia dovuto, se alla paura dei ragazzi, alla poca esperienza, non saprei. E’ un dato di fatto”.

Ha fatto una raccomandazione particolare ai giocatori per questo scontro salvezza con la Biagio Nazzaro?
“Sono entrato negli spogliatoi più di un mese e mezzo fa. Ho semplicemente detto ai ragazzi di alzare tutti l’asticella per quello che possono fare, perché noi vorremmo salvarci. Per il resto so che sono persone responsabili, a partire dallo staff tecnico a quelli che vanno in campo. Non mi sento di dire niente, io li ho lasciati sereni, sperando che ci aiutano ad arrivare in fondo. Loro sanno quello che devono fare. Non devo dire nient’altro. Sono sicuro che ce la metteranno tutta. Le partite, anche le ultime, non si è tirato indietro nessuno. Con la Biagio Nazzaro avremo la rosa al completo, è un vantaggio in più. Sono sicuro che ce la possiamo giocare. Non andrò nello spogliatoio ad urlare o incitare, serve a poco”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Andrea Cesca il 09/03/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Emanuele Fermani, 8 campionati vinti e un "no" alla Triestina in B...

“Il campionato non è ancora terminato, solo alla fine deciderò cosa fare”. Emanuele Fermani (foto), classe 1977, difensore del Valdichienti Ponte, si racconta a il Resto del Carlino. Ha indossato le maglie di Grottese, Sangiustese, Morro d’Oro, Castelfidardo, Recanatese, Tolentino, Lorese, San Marco Lorese. Ques...leggi
23/04/2019

INTERVISTA. Zannini: "A Potenza Picena vissuta un'annata strepitosa!"

POTENZA PICENA. Si chiuderà il prossimo 25 aprile la stagione del Potenza Picena nel girone B del campionato di Promozione, ma quando manca ancora una gara al termine, i giallorossi possono già andare fieri di una posizione in classifica di tutto rispetto. Una salvezza tranquilla ed anche una piccola possibilità, ora sfumata, di agganciare ...leggi
19/04/2019

"Voglio restare al Tolentino e aprire un ciclo come Castori"

TOLENTINO. "Spero che mister Castori sia orgoglioso di me per questo successo. Nel corso dell’anno mi è stato vicino e mi ha dato tanti consigli: questa vittoria è stata anche la sua". Queste le parole del tecnico del Tolentino Andrea Mosconi (foto) il giorno stesso della vittoria del campionato. Ma Mosconi si spinge oltre riguardo il tecnico di San...leggi
18/04/2019

HR Maceratese ko a testa alta: l'Anconitana trionfa in Coppa Italia

Coppa Italia Promozione - Finale: HR Maceratese - Anconitana 2-3 HR Maceratese: Tomba, Bigoni, Brugiapaglia (1'st Argalia), Arcolai, Capparuccia, Campana, Girotti (1'st Massini), Moriconi (35'st Agostinelli), Ridolfi, Mongiello, Suwareh (1'st Andreucci). A disp. Farroni, Falco, Tartabini, Ghannoui, Cervigni. All. Francesco MoriconiAnconita...leggi
14/04/2019

INTERVISTA. Campionato, Coppa, papà e... politica: Ruggeri fa poker!

TOLENTINO. E’ il simbolo della squadra cremisi tornata finalmente in Serie D ma per Federico Ruggeri (foto) è stata un’annata senza dubbio da ricordare. Contro il Montefano ha timbrato la presenza numero 200 (durata appena dieci minuti causa infortunio) con questa maglia, giocando tutte le gare stagionali nonostante le 35 primavere. Lo scorso...leggi
12/04/2019

Recordman Iommi: 4° successo di fila ed 8° in carriera. Un mostro!

MONTE SAN GIUSTO. Nel Valdichienti Ponte che ha festeggiato ieri pomeriggio l'approdo nel campionato di Eccellenza, uno dei calciatori che può esultare con maggiore entusiasmo è senza alcun dubbio Giacomo Iommi (foto), che ha raggiunto l'incredibile traguardo di 8 campionati vinti. “Effettivamente è così, la mia o...leggi
11/04/2019

Tolentino, è qui la festa. Dopo 10 anni ritorna la Serie D!

DA TOLENTINO Diego Cartechini.Bastava un punto per festeggiare, e un punto col Montefano è arrivato. Finisce 0-0 al Della Vittoria e con il +10 in classifica a tre giornate dal termine il Tolentino si assicura il campionato di Eccellenza e dopo 10 anni ritrova la Serie D. Primo tempo di marca locale (al 10' il Tolentino perde il capitano Rugge...leggi
10/04/2019

Valdichienti Ponte hurrà: poker al Montalto e vola in Eccellenza!

MONTE SAN GIUSTO. Il Valdichienti Ponte è in Eccellenza. La squadra di Luigi Giandomenico aveva un compito ben preciso nel match casalingo con il Montalto: fare tre punti per non aspettare nessun altro risultato e puntualmente ha compiuto il suo dovere. Un primo tempo con l’acceleratore premuto è st...leggi
10/04/2019

Renzo Morreale selezionatore per la Juniores Cup: "Sono orgoglioso!"

PORTO SANT'ELPIDIO. “Non vedevo l’ora di rimettere quelle scarpette e tornare sul rettangolo di gioco, mi mancava troppo”. E’ entusiasta al telefono Renzo Morreale (foto) che proprio ieri ha iniziato ufficialmente la sua nuova avventura. Attenzione, nessun cambio di panchina in Eccellenza o giù di li. E’ in realtà il selezion...leggi
10/04/2019

Sorichetti, e 7! "San Severino ha dimostrato di avere fame di calcio"

SAN SEVERINO MARCHE. Nella vittoria della Settempeda (promossa in Prima categoria) c'è tanto di Roberto Sorichetti (nella foto con il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei), 50 anni a luglio, circa 800 presenze in tutte le categorie e... sette campionati vinti. Ricapitoliamo: due a Pollenza, uno a Tolentino, uno a Matelica, uno a San S...leggi
09/04/2019


Ribichini family, Andrea a Mattia: "Onora la maglia e fatti valere!"

Bomber di padre in figlio. Il papà è Andrea Ribichini, per tutti "Furia" (foto in alto a destra), un mito a Corridonia, oltre 25 anni di onorata carriera e circa 320 reti segnate con cinque campionati vinti indossando sedici maglie in tutte le categorie, il figlio è Mattia (foto, ...leggi
03/04/2019

COPPA ITALIA D. Il Matelica manda ko il Mantova (2-1) e vola in finale

MATELICA. Alla fine il Matelica sigilla una pagina di storia autentica con la qualificazione alla finalissima di Coppa Italia. Pubblico delle grandi occasioni a Matelica, oltre 600 presenti (una cinquantina giunti da Mantova) per quello che può essere un pomeriggio storico per i biancorossi maceratesi, in palio un posto nella finalissima della Co...leggi
03/04/2019

MINNOZZI STORY. Parla papà Massimo: "Vi racconto il mio Matteo..."

Suo papà Massimo Minnozzi (foto a sinistra), 50 anni, è stato un attaccante di rango che ha militato in diverse importanti società come Portorecanati, Osimana, Porto Potenza e Sangiustese (solo per citarne alcune) che negli ultimi anni si è cimentato come allenatore alla guida di Nuova Picena, Montecassiano e Real Castelfidardo. Lasciato il ...leggi
02/04/2019

Fabrizia Ghergo, una presidente...Real: "La vittoria del gruppo"

CIVITANOVA MARCHE. Una donna maceratese che vince a Civitanova Marche. Può sembrare un fatto anomalo ma non lo è se conosci la protagonista e gli artefici dell'impresa. Il Real Citanò vola in Seconda categoria (con 3 giornate di anticipo) dopo aver dominato il girone F di Terza categoria (...leggi
01/04/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,78599 secondi