Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Macerata


Intervista a Pigini: "Il Portorecanati non merita questa classifica"

Contro la Biagio Nazzaro una sfida cruciale per il prosieguo della stagione. Parla il presidente

PORTO RECANATI. E’ una partita importante, forse decisiva quella che si giocherà domenica al comunale di Chiaravalle. Almeno per il Portorecanati, che occupa la penultima posizione di classifica ed ha quattro punti di ritardo dalla zona playout. In caso di successo della Biagio Nazzaro, la squadra allenata da Franco Gianangeli si assicurerebbe quantomeno la partecipazione agli spareggi salvezza. “La partita con la Biagio ci da ancora l’opportunità di sperare, visto che affrontiamo una diretta concorrente – afferma Fausto Pigini (foto), presidente del Portorecanati – Noi siamo fiduciosi, non molleremo fino in fondo. I ragazzi devono fare la propria parte, la società li lascia sereni, li lascia lavorare, adesso sta a loro, noi più di così non possiamo fare”.

Pigini, in caso di sconfitta si farebbe veramente difficile la strada verso la salvezza per il Portorecanati.
“Giocheremo per vincere, anche perché la nostra squadra non ha particolari difficoltà ad affrontare l’avversario fuori casa. Per noi le partite sono tutte uguali, non abbiamo il problema del fattore campo. Semmai abbiamo il problema del campo, nel senso che la nostra è una squadra che gioca palleggiando, se non c’è un fondo adeguato facciamo fatica”.

Quali sono le cause di questa stagione difficile per il Portorecanati, oltre ad alcune decisioni arbitrali, l’ultima domenica scorsa.
“Lo scorso anno siamo stati fortunati a vincere il campionato. Quando vinci un campionato con sette sconfitte bisogna essere aiutati dalla fortuna, gli avversari ci hanno dato una mano, questo senza nulla togliere ai meriti della squadra e della società. Non ci ha regalato niente nessuno. Quest’anno invece la dea bendata ci sta togliendo qualcosa. Sicuramente le decisioni arbitrali non ci hanno favorito, quella di domenica scorsa mi ha lasciato un po’ di perplessità, siamo andati a prendere un arbitro di Saronno. Non mi sentirà mai dire che abbiamo perso a causa dell’arbitro. Di errori ne abbiamo fatti a partire dal presidente per arrivare a chi ha fatto la squadra, all’allenatore, ai ragazzi. Quando si perde, si perde tutti. L’unica cosa che mi sento di dire è che forse, per quello che abbiamo fatto in campo, non meritavamo questa classifica. Ce la siamo giocata con tutte le squadre che ci stanno davanti, purtroppo abbiamo perso tantissime partite alla fine. Se le nostre partite fossero terminate all’85’ il Portorecanati avrebbe dieci punti in più in classifica. Non so a cosa sia dovuto, se alla paura dei ragazzi, alla poca esperienza, non saprei. E’ un dato di fatto”.

Ha fatto una raccomandazione particolare ai giocatori per questo scontro salvezza con la Biagio Nazzaro?
“Sono entrato negli spogliatoi più di un mese e mezzo fa. Ho semplicemente detto ai ragazzi di alzare tutti l’asticella per quello che possono fare, perché noi vorremmo salvarci. Per il resto so che sono persone responsabili, a partire dallo staff tecnico a quelli che vanno in campo. Non mi sento di dire niente, io li ho lasciati sereni, sperando che ci aiutano ad arrivare in fondo. Loro sanno quello che devono fare. Non devo dire nient’altro. Sono sicuro che ce la metteranno tutta. Le partite, anche le ultime, non si è tirato indietro nessuno. Con la Biagio Nazzaro avremo la rosa al completo, è un vantaggio in più. Sono sicuro che ce la possiamo giocare. Non andrò nello spogliatoio ad urlare o incitare, serve a poco”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Andrea Cesca il 09/03/2019
 

Altri articoli dalla provincia...




Questione Polisportivo Civitanova: arriva la fumata bianca

CIVITANOVA MARCHE. Si è svolta presso la "Sala dell'Amicizia" di Palazzo Sforza la riunione riguardante l'uso dello stadio Polisportivo di Civitanova Marche. Problematica all'ordine del giorno è stata ovviamente la richiesta della Sangiustese di utilizzare per il prossimo campionato di Serie D l'impianto principale della città, cosa ch...leggi
02/08/2019

Ripescaggi in Eccellenza: anche la Maceratese alza la voce

MACERATA. Sul tema della composizione delle graduatorie dei ripescaggi in Eccellenza, città e tifoseria attendevano con ansia una presa di posizione della S.S. Maceratese, cosa che è avvenuta nella giornata di ieri con la società che tramite l'Avvocato Giancarlo Giulianelli ha inviato una PEC al Comitato Region...leggi
01/08/2019

Procaccini: "Finalmente Corridonia può gioire!"

CORRIDONIA. Una stagione lunghissima, culminata con la sconfitta nella finale play off di Loreto contro il Moie Vallesina. Poi un’attesa lunga, a tratti snervante, per sapere se ci fosse la possibilità concreta di essere ripescati. Il Corridonia adesso può finalmente festeggiare il ritorno nel campionato di Promozione. “Noi ci abbiamo sempre cr...leggi
26/07/2019

Dall'Eccellenza alla 1^ cat. La nuova geografia del calcio marchigiano

Con la mancata iscrizione della Pergolese al prossimo campionato di Eccellenza, che dovrà comunque essere ratificata dal Comitato Regionale, si modificherà anche la geografia dei vari gironi di Promozione e Prima categoria. Senza voler mancare di rispetto a nessuno, abbiamo provato a fare una simulazione su come potrebbero essere suddivisi gli org...leggi
25/07/2019

A Corridonia sale la febbre: "Tutti ci chiedono: vi ripescano o no?"

CORRIDONIA. "In città tutti ci chiedono: ma vi ripescano o no?". Martino Martinelli (foto), tecnico del Corridonia fresco di riconferma, aspetta. Come aspetta la società e una città intera che ha voglia di tornare in alto. Un po' di mercato si è fatto ma tra Prima categoria e Promozione la differenza c'è...leggi
19/07/2019

Il civitanovese Michele Paolucci giocherà in Canada con il Valour Fc!

Continua l’esperienza estera del bomber civitanovese Michele Paolucci (foto): dopo la doppia parentesi maltese con le maglie di Floriana e Tarxien Rainbows (e in precedenza una breve avventura in terra rumena) per lui è arrivato il momento di volare oltre oceano. Ha appena firmato con il...leggi
17/07/2019

UFFICIALE. La Sangiustese trasloca al Polisportivo di Civitanova

Con la documentazione inviata e validata è arrivata l'ufficialità. La Sangiustese giocherà le gare interne del prossimo campionato di Serie D al "Polisportivo" di Civitanova Marche. La vicenda che durava da diversi mesi si è conclusa quindi con il trascolo dei rossoblù di Monte San Giusto in riva all'Adriatico.&nb...leggi
13/07/2019

UFFICIALE: Riparte il Muccia targato Foligno!

MUCCIA. Da una riunione tenutasi ieri sera è scaturita la tanto attesa fumata bianca, sia pure tra tante difficoltà il Muccia Calcio riparte. Grazie alla fattiva collaborazione dell'Amministrazione Comunale e di alcuni imprenditori locali, la squadra di calcio che nelle ultime stagioni ha orgogliosamente lottato nel campionato di Prima categoria, riuscendo an...leggi
12/07/2019

L'Eccellenza di Izzotti: "Equilibrio, ma Anconitana davanti a tutti"

E' senza alcun dubbio uno degli allenatori più in vista nel panorama dilettantistico locale, parliamo di Domenico Izzotti (foto) tecnico che ha diviso la sua carriera tra Marche ed Abruzzo, raccogliendo ovunque grandi successi. Nella stagione che si è appena conclusa ha guidato con ottimi risultati l'Alba Adriatica, nel c...leggi
11/07/2019


Scuffia, voglia di Pro: "Ma la regola Under penalizza i portieri over"

Nelle Marche ha difeso la porta di Maceratese (la squadra della propria città) ed Ancona, e dopo aver spiccato il volo verso la Fiorentina è stato in altre piazze importanti fra cui Catanzaro, Lecce e Rimini. Stiamo parlando di Tommaso Scuffia (foto), portiere di 27 anni, nelle ultime due stagioni protagonista con il Roccella Jonica di al...leggi
09/07/2019

Civitanovese, Rosati: "Troppa improvvisazione. E a Profili dico..."

Ha portato il Trapani in Serie B, poi ha salutato perchè è cambiata la proprietà e sono subentrate logiche politiche che non gli sono piaciute. Ha ripreso l'aereo ed è tornato a casa. Vive a Carpi, spesso anche a Cupramarittima, il suo nome è dinastico, Gianni Rosati (foto): suo padre Armando portò la Civitanovese per la p...leggi
08/07/2019

Torna la S.S. Maceratese 1922

MACERATA. Rinasce ufficialmente la Società Sportiva Maceratese 1922 la gloriosa compagine nata 97 anni fa che ha scritto la storia del calcio di Macerata. Ieri mattina infatti, nel corso di una conferenza stampa, i simboli, i colori, le denominazioni e il logo della storica società, sono stati consegnati dal sindaco Romano Carancini, a titolo g...leggi
06/07/2019



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10141 secondi