Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


Intervista a Pigini: "Il Portorecanati non merita questa classifica"

Contro la Biagio Nazzaro una sfida cruciale per il prosieguo della stagione. Parla il presidente

PORTO RECANATI. E’ una partita importante, forse decisiva quella che si giocherà domenica al comunale di Chiaravalle. Almeno per il Portorecanati, che occupa la penultima posizione di classifica ed ha quattro punti di ritardo dalla zona playout. In caso di successo della Biagio Nazzaro, la squadra allenata da Franco Gianangeli si assicurerebbe quantomeno la partecipazione agli spareggi salvezza. “La partita con la Biagio ci da ancora l’opportunità di sperare, visto che affrontiamo una diretta concorrente – afferma Fausto Pigini (foto), presidente del Portorecanati – Noi siamo fiduciosi, non molleremo fino in fondo. I ragazzi devono fare la propria parte, la società li lascia sereni, li lascia lavorare, adesso sta a loro, noi più di così non possiamo fare”.

Pigini, in caso di sconfitta si farebbe veramente difficile la strada verso la salvezza per il Portorecanati.
“Giocheremo per vincere, anche perché la nostra squadra non ha particolari difficoltà ad affrontare l’avversario fuori casa. Per noi le partite sono tutte uguali, non abbiamo il problema del fattore campo. Semmai abbiamo il problema del campo, nel senso che la nostra è una squadra che gioca palleggiando, se non c’è un fondo adeguato facciamo fatica”.

Quali sono le cause di questa stagione difficile per il Portorecanati, oltre ad alcune decisioni arbitrali, l’ultima domenica scorsa.
“Lo scorso anno siamo stati fortunati a vincere il campionato. Quando vinci un campionato con sette sconfitte bisogna essere aiutati dalla fortuna, gli avversari ci hanno dato una mano, questo senza nulla togliere ai meriti della squadra e della società. Non ci ha regalato niente nessuno. Quest’anno invece la dea bendata ci sta togliendo qualcosa. Sicuramente le decisioni arbitrali non ci hanno favorito, quella di domenica scorsa mi ha lasciato un po’ di perplessità, siamo andati a prendere un arbitro di Saronno. Non mi sentirà mai dire che abbiamo perso a causa dell’arbitro. Di errori ne abbiamo fatti a partire dal presidente per arrivare a chi ha fatto la squadra, all’allenatore, ai ragazzi. Quando si perde, si perde tutti. L’unica cosa che mi sento di dire è che forse, per quello che abbiamo fatto in campo, non meritavamo questa classifica. Ce la siamo giocata con tutte le squadre che ci stanno davanti, purtroppo abbiamo perso tantissime partite alla fine. Se le nostre partite fossero terminate all’85’ il Portorecanati avrebbe dieci punti in più in classifica. Non so a cosa sia dovuto, se alla paura dei ragazzi, alla poca esperienza, non saprei. E’ un dato di fatto”.

Ha fatto una raccomandazione particolare ai giocatori per questo scontro salvezza con la Biagio Nazzaro?
“Sono entrato negli spogliatoi più di un mese e mezzo fa. Ho semplicemente detto ai ragazzi di alzare tutti l’asticella per quello che possono fare, perché noi vorremmo salvarci. Per il resto so che sono persone responsabili, a partire dallo staff tecnico a quelli che vanno in campo. Non mi sento di dire niente, io li ho lasciati sereni, sperando che ci aiutano ad arrivare in fondo. Loro sanno quello che devono fare. Non devo dire nient’altro. Sono sicuro che ce la metteranno tutta. Le partite, anche le ultime, non si è tirato indietro nessuno. Con la Biagio Nazzaro avremo la rosa al completo, è un vantaggio in più. Sono sicuro che ce la possiamo giocare. Non andrò nello spogliatoio ad urlare o incitare, serve a poco”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Andrea Cesca il 09/03/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Leonardo Curzi, che esordio! Para un rigore alla prima da titolare

MOGLIANO. Ha 21 anni, vive a Mogliano, ha fatto parte del vivaio dell'allora Moglianese senza mai giocare un minuto con la prima squadra. Dopo aver vinto i playout contro il Porto Potenza la società decise di non rifare la squadra e fu costretto di andare a giocare a Montegiorgio poichè era in atto una collaborazione tra i due paesi per il settore giovanile. ...leggi
26/11/2019

Andrea Pizzuti, il guardalinee eroe: "Così ho salvato quell'uomo"

Il guardalinee eroe. Andrea Pizzuti (foto), 29 anni, di Montecosaro, arbitro e segnalinee della sezione Aia di Macerata, lavora come autista soccorritore alla Croce Verde di Morrovalle e Montecosaro. Domenica, insieme ai colleghi Matteo Santinelli di Bergamo e Daniele Cordella di Pesaro, era stato designato per la gara Sassoferrato Genga - Marina di Eccellenza, vinta 2-1 dagli ...leggi
26/11/2019

Massimo Ciocci, addio Cina: "Grande esperienza. Ora sono sulla piazza"

“I miei ex giocatori e i colleghi mi hanno fatto una grande festa quando sono ripartito per l’Italia. Ho lasciato un buon ricordo, quando lavori con i ragazzi il risultato passa in secondo piano. Sembra una frase fatta, ma è davvero così”. Massimo Ciocci è tornato in Italia, nella sua Corridonia. Dopo due anni tra...leggi
18/11/2019

IL FATTO. Per arbitro e guardalinee questo è...simulazione e giallo!

TOLENTINO. Minnozzi ruba palla ad Allegra, entra in area solo contro il portiere, l'avversario lo trattiene per la maglia, l'attaccante cremisi cade ma per l'arbitro è simulazione e cartellino giallo. Apriti cielo! Correva il 47' del secondo tempo, Tolentino - Agnonese finirà 1-2 (...leggi
18/11/2019

Arbitro e giocatori con la stessa divisa! Ma queste regole chi le fa?

Tra le nuove regole che ogni tanto piovono sulla testa delle squadre dilettantistiche, questa volta vorremmo segnalarne una ai nostri affezionati lettori che crediamo sia tra le più cervellotiche. Da questa stagione i direttori di gara hanno l'obbligo di indossare la giacchetta di un solo colore, un verde tipo evidenziatore, che crediamo tutti abbiano av...leggi
11/11/2019


Saimon Carnevali giocatore totale! "Per me le maglie dall'1 all'11"

Attaccante, centrocampista, difensore e all’occorrenza portiere. Saimon Carnevali (foto), 40 anni compiuti, terminata l’esperienza con l’Aurora Treia ha deciso di rimettersi in gioco con la maglia della Folgore Castelraimondo (Seconda categoria F). Nella partita vinta con il Telusiano ha ritrovato anche la via della rete.“E&rsq...leggi
04/11/2019


"Fare il Ds a Macerata era il mio sogno: ora vinciamo il campionato"

MACERATA. “Fare il Direttore Sportivo della Maceratese era il mio sogno. Adesso che si è avverato, punto a vincere il campionato”. Jonathan Proculo (foto) non nasconde le ambizioni della Maceratese. “Secondo me dobbiamo fare attenzione solamente all’Atletico Ascoli – spiega Proculo a IGsport47 – Monturano Ca...leggi
23/10/2019


Arian e Giacomo Vrioni, quando il gol è un vizio di famiglia...

Il gol è un vizio di famiglia a casa Vrioni. Arian (foto a sinistra), attaccante del Fabiani Matelica, continua a fare gol nonostante i 38 anni compiuti (sua è la rete del 3 a 0 con il Mancini Ruggero Pioraco). Giacomo (foto centrale), 21 anni festeggiati da poco, gioca centravanti con il Cittadel...leggi
21/10/2019

Massimo Ciocci, cuore nerazzurro: non dimentica l'amico Alberto!

"Amici per sempre..." ha postato il 30 dicembre 2018. E in quella foto stava con Massimo Ciocci, ex golden boy dell'Inter (memorabile la sua doppietta nel 4-2 alla Roma del 27 marzo 1988), originario di Corridonia (MC). Nei giorni scorsi ha scosso tutti la vicenda personale di Alberto Rivolta, ex difensore dell’Inter dei record guidata da Giovann...leggi
15/10/2019

Le 900 panchine. Il Comandante Giuseppe Santoni sempre presente!

POTENZA PICENA. Quando si raggiungono le 900 panchine in carriera ed ancora c'è davanti una lunga strada da percorrere, significa che si è fatto e si sta facendo qualcosa di davvero importante. Nella gara del campionato di Promozione B di ieri tra Potenza Picena e Monterubbianese, Giuseppe Santoni (foto) ha potuto festegg...leggi
14/10/2019

Il Sindaco di Monte S.Giusto Gentili entra a gamba tesa su Pantanetti

MONTE SAN GIUSTO. Il sindaco di Monte San Giusto Andrea Gentili (foto a sinista) interviene per replicare all’ex patron della Sangiustese, Antonio Pantanetti (foto a destra), che ha additato il primo cittadino come principale responsabile per il trasloco in riva all’Adriatico del sodalizio rossoblù (...leggi
12/10/2019

"Monaco, Giovannini, Iachetta". I giocatori top di Luca Pavoni

PORTO RECANATI. Viaggia meglio fuori casa il Portorecanati (guarda la rosa) ma è giunta l'ora anche di raccogliere punti al "Monaldi", di fronte al pubblico amico, anche se il prossimo avversario non è dei più facili: arriva l'Atletico Ascoli. "E' una delle squadre più forti ma ci faremo trova...leggi
10/10/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13137 secondi