Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


INTERVISTA. Zannini: "A Potenza Picena vissuta un'annata strepitosa!"

Il tecnico che ha ritrovato dopo diverse stagioni una panchina over, si rimette alle decisioni del presidente Andrea Savoretti

POTENZA PICENA. Si chiuderà il prossimo 25 aprile la stagione del Potenza Picena nel girone B del campionato di Promozione, ma quando manca ancora una gara al termine, i giallorossi possono già andare fieri di una posizione in classifica di tutto rispetto. Una salvezza tranquilla ed anche una piccola possibilità, ora sfumata, di agganciare le posizioni che contano. Abbiamo tracciato un bilancio sulla stagione in compagnia di mister Gianfranco Zannini (foto), dalla scorsa estate sulla panchina del Potenza Picena.

Lei mister mancava dal calcio degli over da circa 10 anni, quali sensazioni ha provato nel momento in cui ha avuto la possibilità di allenare in un campionato come la Promozione?
“Veramente non ho mai staccato, negli ultimi anni ho lavorato con settori giovanili di società anche molto importanti, il mio rapporto con la panchina non si è mai interrotto. Per me non fa differenza allenare ragazzi di 16 anni o uomini maturi di 35 o 40, io cerco di prendere il meglio da ognuno di loro, sempre in funzione del progetto che si intende portare avanti”.

Avere a che fare con ragazzi giovani o con atleti già affermati, comporta un lavoro da svolgere piuttosto diverso. Non è così?
“Io parto dal presupposto che il calciatore, sia esso giovane o esperto, riesce ad esprimere il meglio quando vede che la sua crescita è corrispondente alle sue ambizioni. Se tutto ciò accade non ci sono problemi, una volta sposato il progetto lo si porta vanti al meglio. Con i ragazzi magari occorrono delle sedute più lunghe, più intense, si lavora anche sulla qualità, ci vogliono 4/5 allenamenti settimanali, è fondamentale che si svolgano di giorno, insomma un’organizzazione più complessa. Tutte cose che comunque non mi spaventano, ma al contrario mi trasmettono stimoli straordinari”.

Il Potenza Picena è una squadra giovane che ha fatto molto bene, quanto sono cresciuti questi ragazzi nel corso del campionato?
“Posso affermare che a livello caratteriale i più giovani sono migliorati di un buon 30%, hanno acquisito conoscenze che saranno utilissime in futuro. Ce ne sono 3 o 4 che potrebbero salire tranquillamente in Eccellenza o anche in Serie D, mentre gli altri hanno tutto per continuare il progetto giovane della società e diventarne protagonisti. Voglio anche sottolineare il grande supporto che questi ragazzi hanno avuto, da gente seria e pienamente inserita nel progetto, come ad esempio Ionni, Pantone e Natali, degli uomini straordinari, prima che dei grandissimi calciatori. Il loro sostegno è stato determinante”.

Che valutazione di può dare di questo campionato di Promozione?
“Un livello altissimo, squadre come Valdichienti, Atletico Ascoli, Civitanovese o Maceratese, a mio avviso avrebbero fatto un’ottima figura anche in Eccellenza. La stessa Monturano Campiglione mi ha fatto una bella impressione ed ha ancora qualche speranza di centrare i play off. In generale comunque tante grosse squadre, come non si vedeva da tempo”.

Dopo una stagione come questa, cosa farà mister Zannini il prossimo anno?
“Io ho una sola ambizione: allenare. Credo di meritarlo e vorrei continuare. Se il presidente, che è persona saggia ed intelligente, deciderà di dare seguito al rapporto, sarò ben lieto di proseguire. Se dovesse decidere diversamente mi adeguerò senza problemi, Andrea Savoretti sa perfettamente qual’è il meglio per la sua squadra e qualunque decisione vorrà prendere, avrà sempre il mio rispetto”.

Come è stato il suo rapporto con l’ambiente di Potenza Picena?
“Assolutamente eccellente, in primis con il presidente, ma in generale con tutta la società e con le persone vicine alla squadra, un ambiente dove si può fare calcio. A tal proposito colgo l’occasione per ringraziare anche lo Staff che ha collaborato con me in maniera impeccabile, con grande passione ed estrema professionalità: Andrea Gramaccini, Tiziano Bovetta, Simone De Giorgi, Flavio Menghini e Rudi Natali che oltre al portiere ha fatto anche il preparatore dei portieri, persone serie e di grande spessore”.

Qual’è stata la partita di questa stagione che anche in futuro ricorderà con maggiore piacere?
“Senza alcun dubbio la gara con la Civitanovese, a 10’ dal termine eravamo sotto di una rete e con un grande finale siamo riusciti a capovolgere la situazione. Sono momenti che non si dimenticano. Mi resta solo il dispiacere che quel risultato è costato la panchina a Emiliano Da Col, un mio ex giocatore che stimo molto, ma queste sono le cose del calcio”.

Se dovesse scegliere un aspetto da evidenziare della sua esperienza al Potenza Picena, cosa sceglierebbe?
“La tifoseria, unica ed insostituibile. Voglio ringraziare Marco Pagnanini e tutti i supporters giallorossi per il calore e l'affetto nei nostri confronti. Tutti loro non sono dei semplici tifosi, ma dei sostenitori puliti ed onesti che con il contatto umano e la continua vicinanza sono riusciti a trasmettere, specialmente ai più giovani, la fede incrollabile in quella casacca giallorossa che è il simbolo della loro passione. Fanno parte a pieno titolo del nostro percorso”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 19/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



L'FC Vigor Senigallia può finalmente gridare: ECCELLENZA!

FC Vigor Senigallia - Atletico Ascoli 2-1FC Vigor Senigallia: Minardi, Candolfi, Guerra, Morganti, Magi Galluzzi, Vitali, Carbonari, Alessandro Pesaresi (30'st Gresta), Denis Pesaresi, D'Errico (30'st Siena), Cinotti (15'st Sabbatini). A disp. Morbidelli, Rosi, Marzano, Cuomo, Roberto, Falcinelli. All. Massimiliano GuiducciAtletico Ascoli:...leggi
19/05/2019

Il Matelica è nella storia: arriva la Coppa Italia Serie D

Coppa Italia Serie D - Finale: Messina - Matelica 0-1MESSINA (3-4-2-1): Meo; Sambinha, Zappalà, Ferrante (82' Ba); Biondi Traditi, Pirrone (46' Marzullo), Aldrovandi (46' Selvaggio); Cocimano, Catalano; Tedesco (74' Carini). A disp.: Prisco, Barbera, Janse, Dascoli, Amadio. All. Infantino.MATELICA (4-2-...leggi
18/05/2019


HR Maceratese, S.S. Maceratese... così si muove il calcio a Macerata

MACERATA. L'HR Maceratese ripartirà dal campionato di Promozione ma giocherà le sue partite interne a Villa Potenza (dalla stagione 2020-2021 ritornerà a chiamarsi Helvia Recina), ricomincia in Prima categoria invece la S.S. Maceratese grazie al cambio di denominazione e spostamento della sede di una squadra confinante col territorio comuna...leggi
14/05/2019

Piovono critiche a Macerata: "L'anno prossimo tornerà Helvia Recina"

MACERATA. Dopo l'eliminazione dai playoff, che vuol dire addio al salto in Eccellenza, sono aumentate le polemiche della tifoseria contro l'HR Maceratese. Critiche che erano facili da prevedere, dopo un campionato non iniziato nel migliore dei modi e terminato con una giusta sconfitta contro l'Atletico Ascoli. E' soprattutto sui canali social che viene mostrata tutta la delusio...leggi
09/05/2019

Quadraroli choc: "Retrocessione Camerino? Ricattati da 3 giocatori!"

CAMERINO. “Quello appena terminato è stato probabilmente il campionato peggiore da quando sono presidente del Camerino, non solo per il risultato finale”. Domenico Quadraroli (foto), numero uno del sodalizio ducale da 25 anni, non nasconde la propria delusione. La sconfitta interna nei playoff con la Palmense ha fatto retrocedere il Camerino in Prima...leggi
09/05/2019



Leo Messi a Recanati per le elezioni comunali? Cartolina inviata...

RECANATI. "Qualche giorno fa è partita la cartolina per il concittadino illustre” fa sapere il sindaco uscente di Recanati, Francesco Fiordomo. Avendo la doppia cittadinanza, Lionel Andres Messi il 26 maggio potrebbe presentarsi a Recanati e votare per il nuovo sindaco e per il nuovo consiglio comunale. “Credo che mio pap...leggi
02/05/2019

BOMBER DA LEGGENDA. Papasodaro: 48 anni e 606 gol in carriera

Il bomber per tutti i tempi e tutte le stagioni. Da San Vito sullo Jonio al trono delle Marche come attaccante da leggenda. E a 48 anni ancora non se la sente di smettere. Martino Papasodaro sabato scorso ha segnato il gol n° 606 della sua infinita carriera. Le squadre? Una filastrocca. Corridonia, Urbisaglia, Casette Verdini, Caldarola, Amatori Corridonia, Cluentina, Franc...leggi
30/04/2019

Portorecanati, Guercio brucia le tappe: in gol a 15 anni e 8 mesi!

Per i baby nel campionato di Eccellenza è stata una domenica in bella evidenza con diverse storie da raccontare ma una salta indubbiamente agli occhi. Quella messa a segno da Lorenzo Guercio (foto) ieri contro il Sassoferrato Genga non è solo una rete di pregevole fattura, splendida conclusione ...leggi
29/04/2019

Coppa Marche 3 e Seconda categoria: doppietta Atletico Macerata!

Coppa Marche 3 e promozione in Seconda categoria, l'Atletico Macerata mette a segno una doppietta storica dato che la società è stata fondata la scorsa estate. Allo stadio di Villa San Filippo a Monte San Giusto, i ragazzi di mister Cencioni superano 3-0 La Montottonese e volano nella categoria superiore con il trofeo in tasca. IL TABELLINO...leggi
25/04/2019

LA RIFLESSIONE. Tre gare non disputate... 25 Aprile scelta sbagliata!

Con il senno di poi forse è troppo facile prendere un certo tipo di posizione, ma siamo certi che giocare una giornata decisiva di campionato il 25 Aprile sia stata un'idea geniale? Al di la della Festa Nazionale che forse sarebbe giusto rispettare, si trattava per i campionati di Promozione e Seconda categoria dell'ultima di campionato, decisiva in alcu...leggi
26/04/2019

Festa San Claudio: dopo 44 anni arriva il salto in Prima categoria!

Il San Claudio è in Prima categoria. Nell’ultima giornata di campionato (Seconda Categoria girone E) la squadra di mister Cesaretti batte la Vigor Sant’Elpidio per 2-0 e si aggiudica la vittoria finale.“E’ un’emozione grandissima, mi viene da piangere – dice il presidente del San Claudio...leggi
25/04/2019

Emanuele Fermani, 8 campionati vinti e un "no" alla Triestina in B...

“Il campionato non è ancora terminato, solo alla fine deciderò cosa fare”. Emanuele Fermani (foto), classe 1977, difensore del Valdichienti Ponte, si racconta a il Resto del Carlino. Ha indossato le maglie di Grottese, Sangiustese, Morro d’Oro, Castelfidardo, Recanatese, Tolentino, Lorese, San Marco Lorese. Ques...leggi
23/04/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13887 secondi