Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


INTERVISTA. Campionato, Coppa, papà e... politica: Ruggeri fa poker!

Il capitano del Tolentino a tutto campo

TOLENTINO. E’ il simbolo della squadra cremisi tornata finalmente in Serie D ma per Federico Ruggeri (foto) è stata un’annata senza dubbio da ricordare. Contro il Montefano ha timbrato la presenza numero 200 (durata appena dieci minuti causa infortunio) con questa maglia, giocando tutte le gare stagionali nonostante le 35 primavere. Lo scorso anno ha fatto parte, fino a dicembre, del gruppo del Montegiorgio che ha poi vinto l’Eccellenza (“Diciamo che per metà ho contribuito anche io, con quest’anno è un campionato e mezzo vinto”) prima del cammino vincente di questa stagione.

Federico, cosa hai provato al fischio finale mercoledì sera?
“Diciamo che c’era qualche conto in sospeso con questa maglia. Persi un campionato all’ultima giornata al Della Vittoria contro la Folgore Veregra, due finali di Coppa Italia. Quest’anno li abbiamo saldati tutti questi conti, vincendo Coppa Italia e campionato. E un piccolo rammarico per la sfida con il Foligno ce l’ho: avessimo passato il turno, sono sicuro che saremmo arrivati in fondo. Comunque è accaduto tutto in appena 4-5 mesi e le emozioni di quei momenti raccontano veramente tutto: sembrava un sogno. E poi quest’anno sono diventato anche papà, quindi per me la festa è totale”.

Domanda d’obbligo, quale è stato segreto dei cremisi?
“Eravamo un bel gruppo nutrito e la bravura del mister è stata quella di creare feeling ed eliminare quelle piccole invidie che potrebbero nascere perché magari in quattro ti giochi due maglie da titolare. Se guardi bene le presenze in campo tutti in pratica sono intorno alle 22-23 presenze, vuol dire aver coinvolto e reso partecipi tutti. Devo essere sincero, l’unico ad averle giocate praticamente tutte sono stato io. Senza un allenatore che riesce a trasmettere determinati valori comunque non riesci a vincere. Poi è naturale che l’intero ambiente ti aiuta e in questo senso il grazie va ai tifosi che ci hanno sempre sostenuto: l’altra sera lo spettacolo era incredibile”.

 E’ un successo che parte magari proprio dal mese di dicembre dello scorso anno?
“Beh, eravamo terz’ultimi in classifica quando sono arrivato, non conoscevo l’allenatore e la maggior parte dei compagni. Ma è stato proprio il mister a volermi fortemente anche se non ci conoscevamo: lui insieme a Stefano Serangeli e Crocetti. Era un buon gruppo ma c’erano tante cose da risolvere anche se il finale di stagione ha determinato certe dinamiche importanti. Qualcosa nasce proprio da li ma tutto è dipeso poi dall’allenatore e dalla fiducia della società”.

Per te, il 26 maggio ci sarà un’altra competizione, del tutto nuova, ma ugualmente stimolante. Giusto?
“Beh si, sono candidato al consiglio comunale nel mio paese, Torre San Patrizio. E’ una esperienza nuova, mi hanno chiesto se avevo voglia e ho deciso che era il caso di provarci. Porto in campo le mi idee per i giovani e per iniziative di tipo sociale. E’ un’altra esperienza, di tipo diverso da quella sportiva, ma da vivere al meglio e con lo spirito giusto”.

Superata anche lo scoglio delle elezioni si guarderà alla Serie D: ci sarà Federico Ruggeri in maglia cremisi?
“Il mio obiettivo era quello di andare in Serie D con il Tolentino e il resto vedremo che succederà. Alla mia età non ho l’ambizione particolare di giocare in D per forza. Valuteremo come sempre le esigenze della società e anche quelle mie personali. Parliamo della quarta serie nazionale dove si parla quasi di semiprofessionismo. Ma per queste valutazioni c’è tempo: ora godiamoci la festa e onoriamo al meglio le ultime giornate”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 12/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Damiano Sbrollini ha vinto la partita della vita!

"Oggi è stato il giorno dell’ ultima terapia. Ancora non so se sia tutto reale ma so che la promessa che mi ero fatto oggi è stata mantenuta. HO VINTO IO”. Damiano Sbrollini ha deciso di condividere con i suoi amici tutta la propria gioia affidandosi ad un post sulla pagina Facebook. Il centrocampista della Vigor Montecosaro...leggi
23/05/2019

"Il Centenario della Civitanovese deve essere un momento di unità"

CIVITANOVA MARCHE. Il tifo della Civitanovese si sta preparando a festeggiare il Centenario della nascita della storica società rossoblu. La storia del tifo è anche la storia di malumori, come riporta Il Resto del Carlino. A cominciare dagli anni 70, quando lo stadio si riempiva ogni domenica e debordava nei match che contavano. Anche allora non mancavano i contra...leggi
23/05/2019

INTERVISTA. Andrea Bucchi si congeda con una tripletta...

Andrea Bucchi si congeda con una tripletta. Il bomber di Grottammare vince la classifica dei marcatori nel campionato di Prima categoria girone C con la maglia dell’Urbis Salvia. Nella partita decisiva, sul campo della Pinturetta Falcor, l’Urbis Salvia si impone con un roboante 6 a 0. “Meglio di così non poteva finire &nda...leggi
22/05/2019

Sangiustese-BIS: è ancora Campione d'Italia nella Coppa Disciplina!

MONTE SAN GIUSTO. La società più corretta della Serie D nazionale per il secondo anno consecutivo è la Sangiustese: la società del presidente Andrea Tosoni si è aggiudicata la “Coppa Disciplina 2018-2019”, trionfando per sportività e correttezza davanti alle 167 Società di tutta Italia appartenen...leggi
22/05/2019

L'FC Vigor Senigallia può finalmente gridare: ECCELLENZA!

FC Vigor Senigallia - Atletico Ascoli 2-1FC Vigor Senigallia: Minardi, Candolfi, Guerra, Morganti, Magi Galluzzi, Vitali, Carbonari, Alessandro Pesaresi (30'st Gresta), Denis Pesaresi, D'Errico (30'st Siena), Cinotti (15'st Sabbatini). A disp. Morbidelli, Rosi, Marzano, Cuomo, Roberto, Falcinelli. All. Massimiliano GuiducciAtletico Ascoli:...leggi
19/05/2019

Il Matelica è nella storia: arriva la Coppa Italia Serie D

Coppa Italia Serie D - Finale: Messina - Matelica 0-1MESSINA (3-4-2-1): Meo; Sambinha, Zappalà, Ferrante (82' Ba); Biondi Traditi, Pirrone (46' Marzullo), Aldrovandi (46' Selvaggio); Cocimano, Catalano; Tedesco (74' Carini). A disp.: Prisco, Barbera, Janse, Dascoli, Amadio. All. Infantino.MATELICA (4-2-...leggi
18/05/2019


HR Maceratese, S.S. Maceratese... così si muove il calcio a Macerata

MACERATA. L'HR Maceratese ripartirà dal campionato di Promozione ma giocherà le sue partite interne a Villa Potenza (dalla stagione 2020-2021 ritornerà a chiamarsi Helvia Recina), ricomincia in Prima categoria invece la S.S. Maceratese grazie al cambio di denominazione e spostamento della sede di una squadra confinante col territorio comuna...leggi
14/05/2019

Piovono critiche a Macerata: "L'anno prossimo tornerà Helvia Recina"

MACERATA. Dopo l'eliminazione dai playoff, che vuol dire addio al salto in Eccellenza, sono aumentate le polemiche della tifoseria contro l'HR Maceratese. Critiche che erano facili da prevedere, dopo un campionato non iniziato nel migliore dei modi e terminato con una giusta sconfitta contro l'Atletico Ascoli. E' soprattutto sui canali social che viene mostrata tutta la delusio...leggi
09/05/2019

Quadraroli choc: "Retrocessione Camerino? Ricattati da 3 giocatori!"

CAMERINO. “Quello appena terminato è stato probabilmente il campionato peggiore da quando sono presidente del Camerino, non solo per il risultato finale”. Domenico Quadraroli (foto), numero uno del sodalizio ducale da 25 anni, non nasconde la propria delusione. La sconfitta interna nei playoff con la Palmense ha fatto retrocedere il Camerino in Prima...leggi
09/05/2019



Leo Messi a Recanati per le elezioni comunali? Cartolina inviata...

RECANATI. "Qualche giorno fa è partita la cartolina per il concittadino illustre” fa sapere il sindaco uscente di Recanati, Francesco Fiordomo. Avendo la doppia cittadinanza, Lionel Andres Messi il 26 maggio potrebbe presentarsi a Recanati e votare per il nuovo sindaco e per il nuovo consiglio comunale. “Credo che mio pap...leggi
02/05/2019

BOMBER DA LEGGENDA. Papasodaro: 48 anni e 606 gol in carriera

Il bomber per tutti i tempi e tutte le stagioni. Da San Vito sullo Jonio al trono delle Marche come attaccante da leggenda. E a 48 anni ancora non se la sente di smettere. Martino Papasodaro sabato scorso ha segnato il gol n° 606 della sua infinita carriera. Le squadre? Una filastrocca. Corridonia, Urbisaglia, Casette Verdini, Caldarola, Amatori Corridonia, Cluentina, Franc...leggi
30/04/2019

Portorecanati, Guercio brucia le tappe: in gol a 15 anni e 8 mesi!

Per i baby nel campionato di Eccellenza è stata una domenica in bella evidenza con diverse storie da raccontare ma una salta indubbiamente agli occhi. Quella messa a segno da Lorenzo Guercio (foto) ieri contro il Sassoferrato Genga non è solo una rete di pregevole fattura, splendida conclusione ...leggi
29/04/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10261 secondi