Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ascoli Piceno


Orsolini: l'ascolano tra la salvezza del Bologna e il sogno Juve

Sta diventando sempre più interessante la lotta per non retrocedere in Serie A, con squadre come il Bologna, l’Empoli, l’Udinese ed il Cagliari impegnate in questo rush finale che si annuncia ricco di sorprese e di colpi di scena.

Proprio nel Bologna, squadra allenata da mister Sinisa Mihajlovic, gioca uno dei calciatori che in questo finale di campionato può fare la differenza in positivo per la squadra rossoblù. Stiamo parlando di Riccardo Orsolini, giovane ascolano che in questa prima stagione da protagonista in Serie A, dopo l’avventura con l’Atalanta, sta dimostrando di essere uno dei prospetti più interessanti del panorama calcistico nazionale. Nonostante le difficoltà iniziali, grazie alle sue prestazioni il Bologna resta comunque in vantaggio sull’Empoli per la permanenza in Serie A secondo il sito www.bottadiculo.it, anche se le prossime gare potrebbero dire molto sul risultato stagionale finale.

Il giovane attaccante di proprietà della Juventus viene spesso utilizzato come esterno di attacco e vanta una buona fisicità e di un dribbling bruciante, abbinati ad un mancino tagliente che lo rende pericolosissimo quando ha la possibilità di accentrarsi partendo dalla destra. La sua storia calcistica parte da lontano, ed è tutta da raccontare. Riccardo Orsolini si fa notare già all’età di otto anni con la maglia dell’Ascoli. Orsolini si diverte a imitare i numeri e i colpi dell’idolo Cristiano Ronaldo, compie la trafila nelle giovanili del club marchigiano e arriva a segnare anche 22 gol nel campionato Berretti 2014-15, stagione nella quale fa il suo esordio nel campionato di Lega Pro. Ma è l’estate successiva che cambia per sempre la vita del mancino di Rotella: il ripescaggio dell’Ascoli in Serie B gli permette di misurarsi nel campionato Primavera, sotto la guida di mister Di Mascio (mentore, per citare tre nomi a caso, di Grosso, Oddo e Verratti).

In quella stagione l’esplosione del talento di Ascoli: 18 gol nelle 12 partite giocate tra gennaio e marzo del 2016 fanno capire che la dimensione del ragazzo, ormai, è ben diversa da quella del calcio giovanile. Devis Mangia lo lancia in prima squadra e Orsolini diventa ben presto il trascinatore del Picchio, contribuendo al raggiungimento di due salvezze consecutive. Dopo gli otto gol messi a segno nel campionato di Serie B 2016/2017 arriva la grande chiamata, quella della Juventus, che lo cede prima in prestito all’Atalanta e poi al Bologna.

Il primo gol in Serie A arriva il 30 settembre, ed è di quelli che non si dimenticano perché vale i tre punti nella sfida salvezza con l’Udinese; il secondo lo segna contro il Chievo, ancora da subentrato e ancora decisivo per conquistare un punto prezioso in trasferta. Il tutto prima della prestazione da mattatore in Coppa Italia contro il Crotone.

Con l’arrivo di Sinisa Mihajlovic in panchina l'esterno cresciuto nell'Ascoli è entrato nel giro dei titolari e, infortuni a parte, non ne è più uscito. Nelle ultime sei partite è stato protagonista con due gol e due assist: numeri da trascinatore, che hanno portato al Bologna quattro vittorie fondamentali nella corsa alla salvezza.

Le sue prestazioni non stanno di certo passando inosservate, soprattutto in casa Juventus, proprietaria del cartellino del gioiellino ascolano classe ’97. a Juve su Orsolini punta molto, da quando nel gennaio 2017 insistette a lungo per averlo, pagandolo sei milioni di euro più quattro di bonus. L'allora ad Beppe Marotta e lo stesso Paratici si incontrarono diverse volte con Cristiano Giaretta - ex dirigente dell'Ascoli - e Donato Di Campli - agente del giocatore - per concludere l'operazione. Ora la Juve si ritrova in casa un piccolo gioiello, una carta importante anche in ottica mercato. Orsolini sta attirando l'interesse di diversi club e i bianconeri possono pensare di inserirlo come contropartita in qualche operazione per il futuro, come quelle per Nicolò Zaniolo o Federico Chiesa, due grandi obiettivi per la Juve che sarà.

Nel frattempo il talento mancino punta a racimolare buone prestazioni, accompagnate da gol e assist, sognando di poter tornare alla Juventus e giocarsi un posto da protagonista al fianco di calciatori del calibro di Cristiano Ronaldo, Paulo Dybala, Mario Mandzukic e Miralem Pjanic. La personalità di certo non manca a questo calciatore che ha già dimostrato di avere le spalle abbastanza larghe per trascinare il Bologna verso una salvezza che fino a qualche mese fa sembrava essere molto lontana. 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 19/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Dottori: "Vi racconto i primi due mesi come vice di Montero alla Samb"

Una carriera ventennale spesa nei settori giovanili ad iniziare dai Piccoli Amici della Jesina fino alla formazione Allievi leoncella. Poi Ancona, Camerano, Maceratese e Recanatese con il quale ha vinto il titolo di campione d’Italia alla guida della formazione Juniores. Gianluca Dottori da Castelbellino (patentino da allenatore Uefa B) aveva ottenuto la conferma sulla pa...leggi
27/08/2019

Fioravanti: "Ecco perchè l'Atletico Azzurra Colli è in Eccellenza"

COLLI DEL TRONTO. In una intervista video rilasciata sulla propria pagina Facebook, il presidente dell’Atletico Azzurra Colli Giovanni Fioravanti (nella foto al centro), spiega nel dettaglio la questione relativa al ripescaggio della sua squadra in Eccellenza tra graduatorie e comunicati corretti.  “All’ultima giornat...leggi
07/08/2019

Uno sguardo sul calcio marchigiano con Claudio Cicchi

Abbiamo chiesto come ogni anno a Claudio Cicchi (foto), responsabile dell'Area Tecnica del Castelnuovo Vomano nell'Eccellenza Abruzzo, ma profondo conoscitore del calcio dilettantistico marchigiano, un giudizio sui campionati che prenderanno il via a breve. Quest'anno lei è andato al Castelnuovo Vomano. Con quali obiettivi?“I...leggi
30/07/2019

Dall'Eccellenza alla 1^ cat. La nuova geografia del calcio marchigiano

Con la mancata iscrizione della Pergolese al prossimo campionato di Eccellenza, che dovrà comunque essere ratificata dal Comitato Regionale, si modificherà anche la geografia dei vari gironi di Promozione e Prima categoria. Senza voler mancare di rispetto a nessuno, abbiamo provato a fare una simulazione su come potrebbero essere suddivisi gli org...leggi
25/07/2019

Famiglia Cappelli da Libro Cuore...quando un rene cambia la vita!

ASCOLI PICENO. Chi frequenta il mondo del calcio, quello ascolano in particolare, si è imbattuto certamente in un signore molto gentile ed estremamente preparato nello svolgere il suo ruolo di allenatore. Stiamo parlando di Paolo Cappelli (nella foto con i figli Matteo e Andrea), che per tante stagioni ha legato il suo nome a diverse squadre del settore giovanil...leggi
23/07/2019

Nasce l'asse Ascoli - Fano. A Gaetano Fontana la panchina dell'Alma

Un'accordo di collaborazione per la crescita dei rispettivi settori giovanili e del rafforzamento del rapporto tra le due compagini. Sono questi i cardini dell'intesa siglata tra Ascoli Calcio ed Alma Juventus Fano. Si tratta di una trattativa che andava avanti ormai da mesi tra le due società e, con l'ufficialità della riammissione in terza serie...leggi
20/07/2019

L'Atletico Azzurra Colli non ci sta: "Noi i primi in graduatoria"!

COLLI DEL TRONTO. Non ci sta l’Atletico Azzurra Colli che contesta la graduatoria pubblicata dalla Figc Marche, che la vede relegata alle spalle della Filottranese, attualmente prima in graduatoria, e dunque in pole position per l’eventuale posto lasciato libero in Eccellenza da parte della Pergolese...leggi
17/07/2019

Highlander Cinelli: "Ma quale Boranga: a 72 anni io gioco alla Pirlo"

Presidente, allenatore, capitano e giocatore. E poco importa se il prossimo 22 luglio spegne 72 candeline. Personaggio eclettico Gabriele Cinelli (foto), deus ex machina della Picena Sport, società di Ascoli Piceno militante nel campionato Amatori FIGC nelle cui fila giocano grandi ex calciatori, da Francesco Ilari a Guido Di Fa...leggi
15/07/2019

L'Eccellenza di Izzotti: "Equilibrio, ma Anconitana davanti a tutti"

E' senza alcun dubbio uno degli allenatori più in vista nel panorama dilettantistico locale, parliamo di Domenico Izzotti (foto) tecnico che ha diviso la sua carriera tra Marche ed Abruzzo, raccogliendo ovunque grandi successi. Nella stagione che si è appena conclusa ha guidato con ottimi risultati l'Alba Adriatica, nel c...leggi
11/07/2019


"Qui mi sento a casa". A voi mister Sarri nel suo ritiro di Acquaviva

"Ho comprato molti libri, ora mi sono fissato con i gialli”. Maurizio Sarri (nella foto con il sindaco di San Benedetto del Tronto, Piunti) scende poco a San Benedetto del Tronto e quando lo fa non rinuncia a lunghe passeggiate in centro, con tappe immancabili in libreria. Il sito lanuovariviera.it ha incontrato il neo tecnico della Juventus nel suo buen retiro d...leggi
27/06/2019

Francesco Castelli rilancia il Monticelli: Fusco in panchina, Zaini dg

ASCOLI PICENO. Fumata bianca in casa Monticelli che sarà ai nastri di partenza del prossimo campionato di Promozione con un format rinnovato. “La storia del Monticelli non poteva fermarsi, per questo mi sono preso l'onere e l'onore di portare avanti la società”. Esordisce così Francesco Castelli, nuovo ...leggi
26/06/2019

Agli Europei Under 21 la Spes Valdaso tifa Orsolini!

BOLOGNA. Entra Riccardo Orsolini e l’Italia Under 21 ribalta la Spagna. Allo stadio "Dall’Ara" di Bologna, dove l’attaccante di Rotella è l’idolo di casa, gli azzurrini superano la Spagna per 3 a 1 nella partita d’esordio dell’Europeo Under 21. Le furie rosse sono imprendibili nelle ...leggi
17/06/2019

Passiatore: "Le Marche che passione! Allenarci sarebbe un onore"

ASCOLI PICENO. Uno dei protagonisti più applauditi della manifestazione “Ieri, oggi e sempre Ascoli Calcio” svoltasi sabato scorso nella città delle cento torri, è stato senza alcun dubbio Francesco Passiatore (foto) indimenticato bomber bianconero, ora stimato allenatore, il cui nome era circolato negli ultimi tempi anche accostato a s...leggi
13/06/2019



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09359 secondi