Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


24 gol, ora i play-off: è Guido Galli il re dei bomber dell'Eccellenza

L'attaccante del Fabriano Cerreto chiude la stagione regolare da capocannoniere: "Soddisfazione incredibile ma anche rammarico per il mancato secondo posto. Ora testa all'Urbania e un pensiero anche alla San Marco di mio fratello Giorgio"

FABRIANO. Il gol contro il Tolentino non è stato sufficiente per blindare la seconda posizione del Fabriano Cerreto ma ha santificato la migliore stagione in termini di gol realizzati da parte di Guido Galli (foto) che ha chiuso con 24 gol all’attivo in 34 giornate. Una incidenza di 0,7 gol realizzati per ognuna delle singole gare di campionato. Come termine di paragone nel 2017-2018 Matteo Minnozzi del Porto D’Ascoli si laureò capocannoniere con 20 reti su 30 giornate, una incidenza di 0,66 per ogni gara. Ecco che la stagione personale di Guido Galli, assume contorni personali in termini numeri elevatissimi soprattutto pensando che non nasce centravanti.

Guido, hai chiuso con 24 gol realizzati: difficile immagini numeri simili ad inizio stagione?
“Dal punto di vista personale senza dubbio molto bene anche se mi aspettavo di fare tanti gol. Ho raggiunto consapevolezza del ruolo e anche del modo di giocare della squadra, sempre estremamente propositiva e votata all’attacco. Farne 24 è una soddisfazione incredibile: sarei stato molto soddisfatto anche sopra quota 15 reti ma diciamo che superare i 20 gol è stato super”.

Il pareggio di ieri vi ha “tolto” il secondo posto. C’è un po’ di rammarico?
“Beh indubbiamente si. Una gara che abbiamo approcciato bene, all’inizio abbiamo anche costruito molto ma purtroppo abbiamo preso gol su una disattenzione che un po’ ci ha tagliato le gambe. La squadra c’è stata sempre ma purtroppo il secondo gol non è arrivato. Non siamo riusciti a chiudere il secondo posto ma questo ormai è il passato, dobbiamo guardare subito avanti”.

Piazza d’onore andata al Porto Sant’Elpidio che ha un po’ stupito tutti. Te lo aspettavi?
“Beh, non lo scopriamo ora. Hanno mostrato in tutta la stagione grandissima compattezza facendo della difesa il proprio punto di forza (appena 19 gol subiti, ndr) e hanno raggiunto un risultato importantissimo. I playoff sono gare particolari, si decidono in 90 e 120 minuti. Bisogna avere entusiasmo e serve giocare per vincere”.

Porto Sant’Elpidio in finale, voi mercoledì avrete contro in semifinale una bestia nera come l’Urbania. 
“A differenza delle altre è una squadra giovane e molto fresca che ha grandissimo entusiasmo. Hanno raggiunto un risultato forse maggiore di quello che si aspettavano, ma assolutamente meritato, e poi noi la conosciamo bene perché ci hanno battuto in campionato sia in casa che fuori. A questo punto contano fattori come la freschezza atletica e anche l’esperienza in certe gare può essere un fattore importante. Mercoledì non sarà affatto semplice”.

Ben 24 gol realizzati: quali i più belli o quelli che ti sono rimasti dentro?
“Non ne ho qualcuno in particolare, sono sincero. Per me ogni gol è una soddisfazione grandissima: realizzato uno, cercavo subito di farne un altro. Quando ti capitano queste stagioni in cui hai confidenza vera con la porta devi pensare solo a farne più possibile. Ogni singolo gol fatto per me vale tantissimo ed è uno splendido ricordo”.

Per te i playoff mentre tuo fratello Giorgio domenica prossima si giocherà la salvezza con la San Marco, nel playout casalingo con il Camerano. Sarà il primo pensiero a fine gara?
“Come ho fatto ieri a fine gara e come ho fatto sempre durante la stagione, anche domenica chiederò quel risultato. Per loro è stata una stagione storta ma hanno bisogno di chiuderla bene. In un playout possono far valere la loro esperienza e possono senza dubbio raggiungere il loro obiettivo”. 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/05/2019
 

Altri articoli dalla provincia...





Frulla: "Senigallia in Eccellenza è il frutto del lavoro sui giovani"

SENIGALLIA. Senigallia in Eccellenza, tutto stupendo! Il succeso di ieri contro l'Atletico Ascoli che apre le porte del massimo torneo regionale all'FC Vigor Senigallia è la ciliegina sulla torta di un percorso iniziato tre anni fa, con l'abbraccio tra il Miciulli Senigallia e la Scuola Calcio Vigorina. Al termine della partita tutti con gli occhi l...leggi
20/05/2019

L'FC Vigor Senigallia può finalmente gridare: ECCELLENZA!

FC Vigor Senigallia - Atletico Ascoli 2-1FC Vigor Senigallia: Minardi, Candolfi, Guerra, Morganti, Magi Galluzzi, Vitali, Carbonari, Alessandro Pesaresi (30'st Gresta), Denis Pesaresi, D'Errico (30'st Siena), Cinotti (15'st Sabbatini). A disp. Morbidelli, Rosi, Marzano, Cuomo, Roberto, Falcinelli. All. Massimiliano GuiducciAtletico Ascoli:...leggi
19/05/2019

ECCELLENZA. P.S. Elpidio agli spareggi nazionali. Il primo in Abruzzo

Porto Sant’Elpidio - Fabriano Cerreto: 2-1PORTO SANT’ELPIDIO (4-3-1-2): Gagliardini; Frinconi, Nicolosi, Monserrat, Stortini; Orazi (12’ st Zira), Panichelli, Palladini; Cuccù; Ceijas (12’ st Marozzi), Ruzzier (27’ st Adami). A disp. Smerilli, Cantarini, Balestra, Santacroce, Raffaeli, D’Alessandro. All. Mengo  FA...leggi
12/05/2019

ECCELLENZA. Fabriano Cerreto in finale playoff: battuta l'Urbania

Eccellenza - Finale play-off: Fabriano Cerreto - Urbania 2-0FABRIANO CERRETO (4-2-3-1): Santini; Bordi, Gilardi, Cenerini, Morazzini (39’ st Mariucci); Borgese, Bartoli (49’ st Berettoni); Baldini (49’ Montecchia), Benedetti, Bartolini; Galli (47’ st Giuliacci). All. Tasso.URBANIA (4-1-3-2): Ducci; Renghi (45’ st Lucciarini), Rebiscini,...leggi
08/05/2019

Bastava un punto, ne arrivano tre: Vigor Castelfidardo in Promozione!

DA CASTELFIDARDO Andrea Cesca.La Vigor Castelfidardo torna in Promozione. Contro il Moie Vallesina, nello scontro al vertice (Prima categoria girone B) giocato allo stadio Gabbanelli, agli uomini di mister Fermanelli bastava il pareggio. E’ arrivata un’altra vittoria, la numero venti di questo campionato, grazie ad una rete su calcio di punizi...leggi
04/05/2019


Tutto solo col vessillo del Castelfidardo tra gli 8mila del Cesena!

Tutto solo contro gli 8.000 dell'Orogel Stadium di Cesena (foto sotto). Lui a tifare un Castelfidardo già retrocesso in Eccellenza, loro a sostenere una squadra in odor di promozione in Serie C. L'impresa (domenica scorsa, risultato 4-1 per i cesenati) è del supertifoso Claudio Carli, immortalato allo stadio di Cesena col vessillo del Cas...leggi
02/05/2019

LA STORIA. Samuele Rossini annuncia: "A 43 anni domenica dirò stop"

MONTEFANO. Domenica sarà una giornata assolutamente speciale per Samuele Rossini (foto), autentica bandiera del Montefano. Non sarà infatti solo l’ultima gara di questo campionato di Eccellenza (si giocherà in casa del Camerano) per lui visto che appenderà gli scarpini al chiodo a...leggi
30/04/2019



LA RIFLESSIONE. Tre gare non disputate... 25 Aprile scelta sbagliata!

Con il senno di poi forse è troppo facile prendere un certo tipo di posizione, ma siamo certi che giocare una giornata decisiva di campionato il 25 Aprile sia stata un'idea geniale? Al di la della Festa Nazionale che forse sarebbe giusto rispettare, si trattava per i campionati di Promozione e Seconda categoria dell'ultima di campionato, decisiva in alcu...leggi
26/04/2019

Stoccata di patron Mosconi: "Fare calcio a Jesi? Impossibile"

JESI "Noi vogliamo andare avanti, con tutte le nostre forze. Ma, da soli, è complicato. Fare calcio a Jesi? Dire che è difficile è troppo blando. Forse la parola giusta è: impossibile". A dirlo, attraverso le colonne del Corriere Adriatico, è Gianfilippo Mosconi (foto), presidente della Jesina. Affermazioni che sanno ...leggi
24/04/2019

"Il segreto della Passatempese? Compattati dalle incertezze estive"

PASSATEMPO DI OSIMO. Per lui il campionato di Prima categoria girone C non è stato una novità (tanti anni fa l'ha vinto con il Loreto e poi l'ha stravinto con il Portorecanati) ma quello di quest'anno presentava delle incognite estive pesanti: la Passatempese ripescata in Promozione, anzi no, inserita nel girone B di Prima categoria e invece no, eccola dentro al g...leggi
23/04/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06534 secondi