Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ascoli Piceno


Manni & Matricardi: sono loro i gemelli del gol delle Marche!

I due attaccanti della Cossinea hanno realizzato 44 reti, superando Mastronunzio e Zaldua dell'Anconitana e Rocci e Fiecconi della Settempeda

COSSIGNANO. Si è conclusa in gloria la stagione regolare della Cossinea, che per la prima volta nella sua storia è approdata nel campionato di Prima categoria. Un successo forse inatteso per una società piccola, ma seria ed organizzata, magistralmente diretta da due grandi appassionati di calcio come Quintilio Silvestri e Pacifico Barbizzi che, tra gli altri, hanno avuto anche il merito di affidare la squadra ad un mister giovane e brillante, con un passato anche di ottimo calciatore, come Eraldo Volponi.

In campo tutti i calciatori hanno dato sempre il massimo delle loro possibilità, ma è chiaro che agli onori delle cronache sono saliti i due attaccanti, che con le loro reti hanno trascinato la squadra verso un traguardo tanto prestigioso. I gemelli del gol della Cossinea rispondono ai nomi di Walter Manni (foto a sx) e Alberto Matricardi (foto a dx), 44 reti per la coppia più prolifica dei campionati dilettantistici marchigiani, dall'Eccellenza alla Seconda categoria. Alle loro spalle nomi di assoluto prestigio come Mastronunzio e Zaldua dell'Anconitana a quota 40 reti, Rocci e Fiecconi della Settempeda che hanno chiuso con 39 centri, mentre Guido Galli e Gaggiotti del Fabriano Cerreto sono fermi a quota 38, ma con una gara ancora da disputare. Ci siamo fatti raccontare dai due bomber della Cossinea le loro impressioni, la loro stagione e le emozioni vissute soprattutto nella fase finale.

Walter Manni (20 reti): “Vincere non è mai semplice e riuscire a farlo è stata una soddisfazione straordinaria. Merito certamente della società, della squadra, ma anche di un intero piccolo paese come Cossignano che si è stretto attorno a noi e per tutta la stagione non ci ha mai fatto mancare il suo calore, nemmeno nei momenti difficili che pure abbiamo attraversato. E' stato bello poter festeggiare con un'intera comunità un successo tanto importante, non capita spesso di vincere e quando accade è giusto condividere la gioia con chi ti è stato vicino e ti ha sostenuto. Venivamo già da una buona stagione – ricorda Manni - ed in estate quando siamo partiti, ci siamo resi subito conto che potevamo competere con le migliori, ma non pensavamo certamente di riuscire ad emergere in maniera così evidente. Il merito principale è di un gruppo molto solido che anno dopo anno si è compattato sempre di più, tutti hanno dato il massimo ed anche nei momenti di difficoltà con tante assenze, chiunque è sceso in campo ha contribuito in maniera determinante ai successi della squadra".

"Decisiva la mentalità vincente che mister Volponi ha saputo trasmetterci, il suo lavoro è stato straordinario. Nel corso del campionato – sottolinea il calciatore – con Alberto si è instaurato un rapporto che è andato anche oltre al campo, tra di noi c'è stima reciproca e probabilmente abbiamo delle caratteristiche che non solo ci permettono di coesistere, ma ci consentono di esprimere al massimo il nostro potenziale. Resta inteso che le nostre reti, pur importanti, vanno condivise con tutta la squadra che ci ha sempre messo nella condizione di rendere al meglio e con il mister che ha saputo valorizzare un gruppo che meritava di vivere una stagione come questa. Dopo le finale regionali – conclude Manni - staccheremo un pochino la spina e poi vedremo per l'anno prossimo. Ascolteremo il progetto della società e penso che possano esserci i presupposti per andare avanti e disputare un dignitoso torneo di Prima categoria, ma ora pensiamo a finire bene, per il futuro c'è tempo”.

Alberto Matricardi (24 reti): “Sono tornato a Cossignano, dopo la parentesi comunque positiva al Montalto, perchè qui avevo lasciato un gruppo di amici, mi sono voluto rimettere in gioco convinto che avessimo la possibilità di disputare una stagione da protagonisti. Non mi ero sbagliato – sottolinea il calciatore – siamo andati anche oltre le previsioni, per merito di ragazzi eccezionali che hanno saputo dare il massimo per raggiungere un traguardo prestigioso. Siamo partiti molto bene e strada facendo abbiamo capito che c'erano le possibilità di emergere. Dopo Natale, guardando la classifica, abbiamo iniziato a credere ancora di più nelle nostre possibilità e non abbiamo più mollato. Anche nei momenti difficili siamo stati bravi a non perdere la testa, magari non vincevamo, ma un punticino lo portavamo sempre a casa ed alla fine siamo stati premiati per il nostro impegno. Determinante il supporto della società, dei nostri tifosi e di un allenatore preparato come Volponi che oltre a lavorare sul fisico, con 3 allenamenti settimanali, è stato uno psicologo eccellente, trasmettendo quella mentalità vincente e positiva che forse in parte mancava".

"Per me che sono un attaccante – continua Matricardi – è chiaro che il gol è fondamentale, ma è altrettanto evidente che il successo va condiviso con tutta squadra che ha sempre lavorato per metterci nelle migliori condizioni possibili. Con Walter abbiamo collaborato, ci siamo sempre aiutati, in campo funzioniamo abbastanza bene e ci integriamo al meglio. Durante la stagione abbiamo anche rafforzato la nostra amicizia frequantandoci spesso anche fuori dal campo, e questo credo ci abbia anche aiutato a dare il meglio di noi stessi per la squadra. E' stata una grande stagione, ho raggiunto quota 100 reti e sono orgoglioso di averlo fatto con la Cossinea, l'intero paese ci ha festeggiato come degli eroi, una serie infinita di cene ed anche la festa in piazza con i fuochi d'artificio, ci ha fatto piacere regalare a questo paese un momento di gioia. Per il futuro vedremo – conclude Matricardi – parlerò con la società, valuteremo le prospettive e spero possano esserci i presupposti di andare avanti insieme e magari disputare anche un bel campionato di Prima categoria”.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 30/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Dottori: "Vi racconto i primi due mesi come vice di Montero alla Samb"

Una carriera ventennale spesa nei settori giovanili ad iniziare dai Piccoli Amici della Jesina fino alla formazione Allievi leoncella. Poi Ancona, Camerano, Maceratese e Recanatese con il quale ha vinto il titolo di campione d’Italia alla guida della formazione Juniores. Gianluca Dottori da Castelbellino (patentino da allenatore Uefa B) aveva ottenuto la conferma sulla pa...leggi
27/08/2019

Fioravanti: "Ecco perchè l'Atletico Azzurra Colli è in Eccellenza"

COLLI DEL TRONTO. In una intervista video rilasciata sulla propria pagina Facebook, il presidente dell’Atletico Azzurra Colli Giovanni Fioravanti (nella foto al centro), spiega nel dettaglio la questione relativa al ripescaggio della sua squadra in Eccellenza tra graduatorie e comunicati corretti.  “All’ultima giornat...leggi
07/08/2019

Uno sguardo sul calcio marchigiano con Claudio Cicchi

Abbiamo chiesto come ogni anno a Claudio Cicchi (foto), responsabile dell'Area Tecnica del Castelnuovo Vomano nell'Eccellenza Abruzzo, ma profondo conoscitore del calcio dilettantistico marchigiano, un giudizio sui campionati che prenderanno il via a breve. Quest'anno lei è andato al Castelnuovo Vomano. Con quali obiettivi?“I...leggi
30/07/2019

Dall'Eccellenza alla 1^ cat. La nuova geografia del calcio marchigiano

Con la mancata iscrizione della Pergolese al prossimo campionato di Eccellenza, che dovrà comunque essere ratificata dal Comitato Regionale, si modificherà anche la geografia dei vari gironi di Promozione e Prima categoria. Senza voler mancare di rispetto a nessuno, abbiamo provato a fare una simulazione su come potrebbero essere suddivisi gli org...leggi
25/07/2019

Famiglia Cappelli da Libro Cuore...quando un rene cambia la vita!

ASCOLI PICENO. Chi frequenta il mondo del calcio, quello ascolano in particolare, si è imbattuto certamente in un signore molto gentile ed estremamente preparato nello svolgere il suo ruolo di allenatore. Stiamo parlando di Paolo Cappelli (nella foto con i figli Matteo e Andrea), che per tante stagioni ha legato il suo nome a diverse squadre del settore giovanil...leggi
23/07/2019

Nasce l'asse Ascoli - Fano. A Gaetano Fontana la panchina dell'Alma

Un'accordo di collaborazione per la crescita dei rispettivi settori giovanili e del rafforzamento del rapporto tra le due compagini. Sono questi i cardini dell'intesa siglata tra Ascoli Calcio ed Alma Juventus Fano. Si tratta di una trattativa che andava avanti ormai da mesi tra le due società e, con l'ufficialità della riammissione in terza serie...leggi
20/07/2019

L'Atletico Azzurra Colli non ci sta: "Noi i primi in graduatoria"!

COLLI DEL TRONTO. Non ci sta l’Atletico Azzurra Colli che contesta la graduatoria pubblicata dalla Figc Marche, che la vede relegata alle spalle della Filottranese, attualmente prima in graduatoria, e dunque in pole position per l’eventuale posto lasciato libero in Eccellenza da parte della Pergolese...leggi
17/07/2019

Highlander Cinelli: "Ma quale Boranga: a 72 anni io gioco alla Pirlo"

Presidente, allenatore, capitano e giocatore. E poco importa se il prossimo 22 luglio spegne 72 candeline. Personaggio eclettico Gabriele Cinelli (foto), deus ex machina della Picena Sport, società di Ascoli Piceno militante nel campionato Amatori FIGC nelle cui fila giocano grandi ex calciatori, da Francesco Ilari a Guido Di Fa...leggi
15/07/2019

L'Eccellenza di Izzotti: "Equilibrio, ma Anconitana davanti a tutti"

E' senza alcun dubbio uno degli allenatori più in vista nel panorama dilettantistico locale, parliamo di Domenico Izzotti (foto) tecnico che ha diviso la sua carriera tra Marche ed Abruzzo, raccogliendo ovunque grandi successi. Nella stagione che si è appena conclusa ha guidato con ottimi risultati l'Alba Adriatica, nel c...leggi
11/07/2019


"Qui mi sento a casa". A voi mister Sarri nel suo ritiro di Acquaviva

"Ho comprato molti libri, ora mi sono fissato con i gialli”. Maurizio Sarri (nella foto con il sindaco di San Benedetto del Tronto, Piunti) scende poco a San Benedetto del Tronto e quando lo fa non rinuncia a lunghe passeggiate in centro, con tappe immancabili in libreria. Il sito lanuovariviera.it ha incontrato il neo tecnico della Juventus nel suo buen retiro d...leggi
27/06/2019

Francesco Castelli rilancia il Monticelli: Fusco in panchina, Zaini dg

ASCOLI PICENO. Fumata bianca in casa Monticelli che sarà ai nastri di partenza del prossimo campionato di Promozione con un format rinnovato. “La storia del Monticelli non poteva fermarsi, per questo mi sono preso l'onere e l'onore di portare avanti la società”. Esordisce così Francesco Castelli, nuovo ...leggi
26/06/2019

Agli Europei Under 21 la Spes Valdaso tifa Orsolini!

BOLOGNA. Entra Riccardo Orsolini e l’Italia Under 21 ribalta la Spagna. Allo stadio "Dall’Ara" di Bologna, dove l’attaccante di Rotella è l’idolo di casa, gli azzurrini superano la Spagna per 3 a 1 nella partita d’esordio dell’Europeo Under 21. Le furie rosse sono imprendibili nelle ...leggi
17/06/2019

Passiatore: "Le Marche che passione! Allenarci sarebbe un onore"

ASCOLI PICENO. Uno dei protagonisti più applauditi della manifestazione “Ieri, oggi e sempre Ascoli Calcio” svoltasi sabato scorso nella città delle cento torri, è stato senza alcun dubbio Francesco Passiatore (foto) indimenticato bomber bianconero, ora stimato allenatore, il cui nome era circolato negli ultimi tempi anche accostato a s...leggi
13/06/2019



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12054 secondi