Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Macerata


LA STORIA. Ciro Hosseini Varde'I: "Io, dal Tolentino all'Armenia"

Ha iniziato nel 2013 nella società cremisi con Pagliari e Gesuelli, dal gennaio 2018 è il preparatore atletico del Pyunik, squadra che giovedì affronterà ai preliminari di Europa League il Wolverhampton dell'ex Milan Cutrone

"Lavorare con Raffaele Gesuelli è stato molto formativo, è un periodo che ricordo volentieri". Un lustro dopo eccolo preparatore atletico del Pyunik, squadra professionistica armena che giovedì sfiderà il Wolverhampton dell'ex Milan Patrick Cutrone ai preliminari di Europa League. Ne ha fatta di strada Ciro Hosseini Varde'I, 29 enne di Tolentino che nel 2013 iniziò da tirocinante al Tolentino Calcio con Ivo Pagliari. Tre anni in cremisi tra settore giovanile e scuola calcio e poi l'incarico di preparatore atletico nella Juniores provinciale di Gesuelli.
Mamma italiana e papà iraniano, la sua famiglia gestisce il Bar Jolly di Tolentino.
"Tutto è iniziato grazie al Tolentino Calcio - ci racconta via telefono dall'Armenia - poi ho deciso di prendere un dottorato all'Università di Urbino". Da lì l'ingresso alla K-Sport, azienda fondata dal montelabbatese Mirko Marcolini che monitora partite ed allenamenti dal punto di vista tecnologico con l'utilizzo di telecamere, Gps e magliette sensorizzate. "Qui sono stato due anni - prosegue - ho fatto dal consulente fino al testing dei nuovi prodotti e dell'hardware".
Ed eccoci al contatto con il Pyunik, la squadra più titolata dell'Armenia con 14 campionati nazionali vinti e 8 coppe in bacheca. "Hanno acquistato del materiale ma volevano che uno dell'azienda svolgesse sul posto due mesi di formazione, sono andato io, alla fine mi hanno proposto di restare e ricoprire il ruolo di preparatore atletico... dal gennaio del 2018 sono qui a Yerevan, capitale dell'Armenia".

Meno di tre milioni di abitanti, un terzo dei quali residente nella capitale Yerevan, l'Armenia è un'ex repubblica sovietica situata nella regione montuosa del Caucaso, a cavallo tra Asia ed Europa. Confina con la Turchia a ovest, la Georgia a nord, l'Azerbaigian e la repubblica de facto dell'Artsakh (già Nagorno Karabakh) a est, l'Iran e l'exclave azera del Nakhchivan a sud. "Mi trovo bene, la società mi ha messo a disposizione un abitazione, con l'Italia siamo due ore avanti come fuso orario, il clima è continentale e accettabile - racconta - a livello calcistico si stanno facendo progressi importanti, sia dal punto di vista tecnico che di impianti sportivi. La società ha di recente una nuova proprietà e l'impulso verso una ulteriore professionalizzazione è notevole, l'accesso al terzo turno dei preliminari di Europa League ne è una dimostrazione. Un altro esempio sono i luoghi dei ritiri: noi li abbiamo fatti in Turchia, a Cipro... La lingua? Inizialmente avevo un traduttore a disposizione, con l'allenatore attuale Alexander Tarkhanov che non parla inglese comunico in russo".

La rosa è formata prevalentemente da calciatori armeni, presenti 4-5 russi, 2 macedoni, un ucraino... ci sono elementi di qualità, su tutti spicca Erik Vardanyan con un passato al settore giovanile del Barcellona poi rientrato in patria per problemi fisici. La Serie A armena è formata da 10 squadre, sette sono della capitale, in Armenia ci sono alcuni stadi di livello, quello di Yerevan contiene circa 15 mila spettatori e giovedì contro il Wolverhampton si annuncia il tutto esaurito. "Il campionato, come quello russo, si ferma nel periodo invernale e a dicembre ne approfitto per tornare a Tolentino - conclude Ciro - poi ritorno ancora verso maggio/giugno, il volo non è diretto, si fa scalo a Mosca o in Turchia". Hajoghut’yun Ciro! (In bocca a lupo!).  

 
Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/08/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Questione Polisportivo Civitanova: arriva la fumata bianca

CIVITANOVA MARCHE. Si è svolta presso la "Sala dell'Amicizia" di Palazzo Sforza la riunione riguardante l'uso dello stadio Polisportivo di Civitanova Marche. Problematica all'ordine del giorno è stata ovviamente la richiesta della Sangiustese di utilizzare per il prossimo campionato di Serie D l'impianto principale della città, cosa ch...leggi
02/08/2019

Ripescaggi in Eccellenza: anche la Maceratese alza la voce

MACERATA. Sul tema della composizione delle graduatorie dei ripescaggi in Eccellenza, città e tifoseria attendevano con ansia una presa di posizione della S.S. Maceratese, cosa che è avvenuta nella giornata di ieri con la società che tramite l'Avvocato Giancarlo Giulianelli ha inviato una PEC al Comitato Region...leggi
01/08/2019

Procaccini: "Finalmente Corridonia può gioire!"

CORRIDONIA. Una stagione lunghissima, culminata con la sconfitta nella finale play off di Loreto contro il Moie Vallesina. Poi un’attesa lunga, a tratti snervante, per sapere se ci fosse la possibilità concreta di essere ripescati. Il Corridonia adesso può finalmente festeggiare il ritorno nel campionato di Promozione. “Noi ci abbiamo sempre cr...leggi
26/07/2019

Dall'Eccellenza alla 1^ cat. La nuova geografia del calcio marchigiano

Con la mancata iscrizione della Pergolese al prossimo campionato di Eccellenza, che dovrà comunque essere ratificata dal Comitato Regionale, si modificherà anche la geografia dei vari gironi di Promozione e Prima categoria. Senza voler mancare di rispetto a nessuno, abbiamo provato a fare una simulazione su come potrebbero essere suddivisi gli org...leggi
25/07/2019

A Corridonia sale la febbre: "Tutti ci chiedono: vi ripescano o no?"

CORRIDONIA. "In città tutti ci chiedono: ma vi ripescano o no?". Martino Martinelli (foto), tecnico del Corridonia fresco di riconferma, aspetta. Come aspetta la società e una città intera che ha voglia di tornare in alto. Un po' di mercato si è fatto ma tra Prima categoria e Promozione la differenza c'è...leggi
19/07/2019

Il civitanovese Michele Paolucci giocherà in Canada con il Valour Fc!

Continua l’esperienza estera del bomber civitanovese Michele Paolucci (foto): dopo la doppia parentesi maltese con le maglie di Floriana e Tarxien Rainbows (e in precedenza una breve avventura in terra rumena) per lui è arrivato il momento di volare oltre oceano. Ha appena firmato con il...leggi
17/07/2019

UFFICIALE. La Sangiustese trasloca al Polisportivo di Civitanova

Con la documentazione inviata e validata è arrivata l'ufficialità. La Sangiustese giocherà le gare interne del prossimo campionato di Serie D al "Polisportivo" di Civitanova Marche. La vicenda che durava da diversi mesi si è conclusa quindi con il trascolo dei rossoblù di Monte San Giusto in riva all'Adriatico.&nb...leggi
13/07/2019

UFFICIALE: Riparte il Muccia targato Foligno!

MUCCIA. Da una riunione tenutasi ieri sera è scaturita la tanto attesa fumata bianca, sia pure tra tante difficoltà il Muccia Calcio riparte. Grazie alla fattiva collaborazione dell'Amministrazione Comunale e di alcuni imprenditori locali, la squadra di calcio che nelle ultime stagioni ha orgogliosamente lottato nel campionato di Prima categoria, riuscendo an...leggi
12/07/2019

L'Eccellenza di Izzotti: "Equilibrio, ma Anconitana davanti a tutti"

E' senza alcun dubbio uno degli allenatori più in vista nel panorama dilettantistico locale, parliamo di Domenico Izzotti (foto) tecnico che ha diviso la sua carriera tra Marche ed Abruzzo, raccogliendo ovunque grandi successi. Nella stagione che si è appena conclusa ha guidato con ottimi risultati l'Alba Adriatica, nel c...leggi
11/07/2019


Scuffia, voglia di Pro: "Ma la regola Under penalizza i portieri over"

Nelle Marche ha difeso la porta di Maceratese (la squadra della propria città) ed Ancona, e dopo aver spiccato il volo verso la Fiorentina è stato in altre piazze importanti fra cui Catanzaro, Lecce e Rimini. Stiamo parlando di Tommaso Scuffia (foto), portiere di 27 anni, nelle ultime due stagioni protagonista con il Roccella Jonica di al...leggi
09/07/2019

Civitanovese, Rosati: "Troppa improvvisazione. E a Profili dico..."

Ha portato il Trapani in Serie B, poi ha salutato perchè è cambiata la proprietà e sono subentrate logiche politiche che non gli sono piaciute. Ha ripreso l'aereo ed è tornato a casa. Vive a Carpi, spesso anche a Cupramarittima, il suo nome è dinastico, Gianni Rosati (foto): suo padre Armando portò la Civitanovese per la p...leggi
08/07/2019

Torna la S.S. Maceratese 1922

MACERATA. Rinasce ufficialmente la Società Sportiva Maceratese 1922 la gloriosa compagine nata 97 anni fa che ha scritto la storia del calcio di Macerata. Ieri mattina infatti, nel corso di una conferenza stampa, i simboli, i colori, le denominazioni e il logo della storica società, sono stati consegnati dal sindaco Romano Carancini, a titolo g...leggi
06/07/2019


Addio alla maglia viola dopo 11 anni: Gianluca Cesari saluta Montefano

MONTEFANO. Il Montefano perde un pezzo di storia. Dopo undici anni saluta il sodalizio viola Gianluca Cesari. “E’ stata dura prendere questa decisione, ma dopo 11 anni finisce questa splendida avventura, vissuta sempre con grande entusiasmo – dice Cesari - E’ stato un onore aver indossato questa maglia ed è stato facile aver da...leggi
24/06/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09769 secondi