Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Ascoli Piceno


L'Eccellenza di Izzotti: "Equilibrio, ma Anconitana davanti a tutti"

Il tecnico abruzzese grande conoscitore anche del nostro massimo torneo, esprime un giudizio sulla stagione alle porte

E' senza alcun dubbio uno degli allenatori più in vista nel panorama dilettantistico locale, parliamo di Domenico Izzotti (foto) tecnico che ha diviso la sua carriera tra Marche ed Abruzzo, raccogliendo ovunque grandi successi. Nella stagione che si è appena conclusa ha guidato con ottimi risultati l'Alba Adriatica, nel campionato di Eccellenza Abruzzo, ed ora osserva con attenzione quanto sta accadendo nelle due regioni che lo hanno visto spesso protagonista.

Partiamo appunto dall'avventura all'Alba Adriatica, buoni risultati ma alla fine arriva la separazione.
“Era un progetto stimolante, basato su tanti giovani, avevo deciso di rimettermi in gioco pur rischiando molto, perchè amo lavorare con i ragazzi e mi piace vederli crescere e migliorare. Avevamo a disposizione un budget molto limitato e siamo scesi in campo sempre con tantissimi under, alla fine i risultati sono stati ottimi e mi aspettavo che mi facessero continuare a lavorare con tranquillità. Purtroppo alcune incomprensioni con una parte della dirigenza, mi hanno spinto a chiudere il rapporto, e a fine stagione ho deciso di andarmene”.

Restano comunque gli attestati di stima: il premio dei colleghi di Abruzzogol come migliore allenatore, i riconoscimenti del Comitato Abruzzese della FIGC, ed anche la meritata fama nell'ambiente giornalistico per il tuo ruolo di opinionista.
“Tutti riconoscimenti che mi fano molto piacere, qualunque sia il ruolo che svolgo cerco sempre di farlo nel migliore dei modi. Chiaramente il mio mestiere è quello di allenatore, ma devo dire che l'apprezzamento da parte di tanti addetti ai lavori, per le mie disamine sulle partite e sui vari campionati, mi hanno fatto molto piacere. Un compito se vogliamo anche abbastanza complesso, ma assolutamente gratificante e comunque molto stimolante”.

Hai frequentato per anni e conosci benissimo il campionato di Eccellenza marchigiano, proviamo a formulare un primo giudizio sulle squadre, tenendo presente che il calciomercato è ancora in pieno fermento.
“Non è semplice visto che le cose, da qui a qualche giorno, potrebbero cambiare radicalmente, ma ci proviamo. Credo che l'Anconita, per blasone, disponibilità economica ed organizzazione generale, parta con il favore dei pronostici. Tuttavia non deve commettere l'errore di pensare di aver già vinto, questo è un torneo con tante ottime squadre guidate da eccellenti allenatori e le partite non sono mai facili. Ricordo in passato quanto hanno dovuto tribolare squadre importanti come la Sambenedettese o la Fermana per risalire la china, sarà dura ma è ovvio che hanno tutto per far bene”.

Alle spalle della grande favorita, come credi potrà svolgersi la stagione?
“Ad oggi è difficile prevederlo, visto che il mercato potrebbe cambiare di molto le carte in tavola. Sono portato a pensare che una piazza importante come quella del Fabriano Cerreto, avendo preso un tecnico navigato e di sicuro affidamento come Fenucci, possa provare a recitare un ruolo da protagonista. Nel passato campionato la squadra non ha brillato, potrebbero far tesoro dell'esperienza e ripartire con grande voglia di far bene, lasciandosi definitivamente alle spalle un campionato per certi versi deficitario”.

L'Urbania arriva da una stagione stupenda, potrà ripetrsi?
“Ripetersi non è mai semplice, ma è chiaro che se la squadra non verrà smembrata, i tanti giovani che si sono messi in evidenza, avendo un anno in più di esperienza potrebbero fare benissimo. Non ci sarà più mister Fenucci, ma è arrivato comunque un tecnico di grande qualità come Pazzaglia, penso che se confermeranno lo zoccolo duro inserendo magari 2/3 elemeti di categoria, potrebbe ancora essere protagonisti”.

Sono comunque diverse le squadre si candidano a far bene.
“A mio giudizio farà una buona stagione il Porto d'Ascoli, ha una struttura forte, un settore giovanile di prim'ordine, ha accanto la Samb dove eventualmente può pescare qualche giovane interessante. Dopo un campionato senza grandi sussulti mi aspetto una crescita piuttosto marcata”.

Potrebbero far bene anche due neopromosse che non nascondono progetti ambiziosi per il prossimo futuro.
“Sono d'accordo, sia il Valdichienti Ponte che la Vigor Senigallia hanno ptenzialità enormi. Alla squadra maceratese ed al tecnico Giandomenico vanno i miei complimenti per la stagione che hanno disputato. Vincere con autorità contro un lotto di avversarie come quello dell'ultimo campionato, non è facile per nessuno. Tanto di cappello! Hanno dalla loro una società molto forte, un grande settore giovanile ed un entusiasmo che potrebbe rivelarsi determinante per ben figurare in stagione. Stesso discorso, o quasi, per la Vigor Senigallia che oltre al blasone sta dimostrando di saper lavorare in maniera eccellente con i giovani. Da quello che mi risulta hanno alcuni ragazzi di grossa caratura, che uniti ad alcuni elementi esperti di cui dispongono, potrebbero permettere la disputa di una stagione di assoluto prestigio”.

Abbiamo parlato delle favorite, ma vogliamo provare ad indicare anche le squadre che potrebbero essere un pochino in ritardo?
“A mio parere non ce ne sono. La caratteristica del campionato di Eccellenza Marche è il livello omogeneo di tutte le protagoniste. Al contrario dell'Abruzzo dove ci sono differenze piuttosto marcate tra le compagini di vertice e quelle di coda, nella vostra regione regna un equilibrio incredibile ed anche per questo il campionato è sempre molto appassionante e ricco di spunti interessanti”. 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/07/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Highlander Cinelli: "Ma quale Boranga: a 72 anni io gioco alla Pirlo"

Presidente, allenatore, capitano e giocatore. E poco importa se il prossimo 22 luglio spegne 72 candeline. Personaggio eclettico Gabriele Cinelli (foto), deus ex machina della Picena Sport, società di Ascoli Piceno militante nel campionato Amatori FIGC nelle cui fila giocano grandi ex calciatori, da Francesco Ilari a Guido Di Fa...leggi
15/07/2019


"Qui mi sento a casa". A voi mister Sarri nel suo ritiro di Acquaviva

"Ho comprato molti libri, ora mi sono fissato con i gialli”. Maurizio Sarri (nella foto con il sindaco di San Benedetto del Tronto, Piunti) scende poco a San Benedetto del Tronto e quando lo fa non rinuncia a lunghe passeggiate in centro, con tappe immancabili in libreria. Il sito lanuovariviera.it ha incontrato il neo tecnico della Juventus nel suo buen retiro d...leggi
27/06/2019

Francesco Castelli rilancia il Monticelli: Fusco in panchina, Zaini dg

ASCOLI PICENO. Fumata bianca in casa Monticelli che sarà ai nastri di partenza del prossimo campionato di Promozione con un format rinnovato. “La storia del Monticelli non poteva fermarsi, per questo mi sono preso l'onere e l'onore di portare avanti la società”. Esordisce così Francesco Castelli, nuovo ...leggi
26/06/2019

Agli Europei Under 21 la Spes Valdaso tifa Orsolini!

BOLOGNA. Entra Riccardo Orsolini e l’Italia Under 21 ribalta la Spagna. Allo stadio "Dall’Ara" di Bologna, dove l’attaccante di Rotella è l’idolo di casa, gli azzurrini superano la Spagna per 3 a 1 nella partita d’esordio dell’Europeo Under 21. Le furie rosse sono imprendibili nelle ...leggi
17/06/2019

Passiatore: "Le Marche che passione! Allenarci sarebbe un onore"

ASCOLI PICENO. Uno dei protagonisti più applauditi della manifestazione “Ieri, oggi e sempre Ascoli Calcio” svoltasi sabato scorso nella città delle cento torri, è stato senza alcun dubbio Francesco Passiatore (foto) indimenticato bomber bianconero, ora stimato allenatore, il cui nome era circolato negli ultimi tempi anche accostato a s...leggi
13/06/2019


CHE COLPO. Clamoroso Samb: per la panchina c'è Paolo Montero!

SAN BENEDETTO DEL TRONTO. La Sambenedettese parlerà uruguagio: il nuovo allenatore è Paolo Montero, 48 anni, ex difensore di Juventus (dal 1996 al 2005, totalizzando 277 presenze e vincendo 4 campionati, 3 supercoppe italiane, una Coppa Intercontinentale, una Supercoppa europea e una Coppa Intertoto), Atalanta, San Lorenzo e Penarol. Per lui ...leggi
06/06/2019

Un pizzico di Samb nel trionfo del Chelsea in Europa League

C’è anche un po' di Samb nel Chelsea che ieri sera ha conquistato l’Europa League battendo in finale 4-1 l’Arsenal. Quel tocco è rappresentato da Marco Ianni, aquilano classe 1982, stretto collaboratore di Maurizio Sarri che proprio a San Benedetto del Tronto ha vissuto la sua ultima esperienza da calciatore prim...leggi
30/05/2019

"Giovà, per la cabrio pensaci tu". Barzagli, aneddoto di Fioravanti

Dopo 206 presenze e 2 gol con la maglia della Juventus (e una lunga carriera tra serie A - dove ha iniziato con le maglie di Chievo e Palermo - e in Bundesliga con il Wolfsburg) Andrea Barzagli (foto) ha deciso di ritirarsi. Al 15' del secondo tempo della partita contro l'Atalanta, ha lasciato il campo tra gli applausi di tutto lo Stadium e non è riuscito a trat...leggi
20/05/2019

L'FC Vigor Senigallia può finalmente gridare: ECCELLENZA!

FC Vigor Senigallia - Atletico Ascoli 2-1FC Vigor Senigallia: Minardi, Candolfi, Guerra, Morganti, Magi Galluzzi, Vitali, Carbonari, Alessandro Pesaresi (30'st Gresta), Denis Pesaresi, D'Errico (30'st Siena), Cinotti (15'st Sabbatini). A disp. Morbidelli, Rosi, Marzano, Cuomo, Roberto, Falcinelli. All. Massimiliano GuiducciAtletico Ascoli:...leggi
19/05/2019

"La mia Under 19 campione regionale! Siamo partiti con 5 ragazzi..."

ASCOLI PICENO. Un weekend di grandi soddisfazioni per l’Atletico Ascoli che sabato ha conquistato il passaggio in finale playoff di Promozione B superando la Maceratese mentre domenica è arrivato addirittura il titolo regionale Under 19 con il successo finale sull'FC Vigor Senigallia. Grande la soddisfazione del direttore sportivo Mario Mar...leggi
08/05/2019

Manni & Matricardi: sono loro i gemelli del gol delle Marche!

COSSIGNANO. Si è conclusa in gloria la stagione regolare della Cossinea, che per la prima volta nella sua storia è approdata nel campionato di Prima categoria. Un successo forse inatteso per una società piccola, ma seria ed organizzata, magistralmente diretta da due grandi appassionati di calcio come Quintilio Silvestri e Pacifico Barbizzi ...leggi
30/04/2019




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07973 secondi