Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Coverciano apre le porte al Calcio Femminile. Marche protagoniste!

Presenti, oltre al presidente del Comitato regionale Paolo Cellini, il delegato Mario Borroni e diversi rappresentanti delle società marchigiane

COVERCIANO. Il calcio femminile ha raggiunto un grande traguardo. Infatti giovedì 3 ottobre si è svolta presso la sala convegni del Museo del Calcio a Coverciano la riunione indetta dal Vice Presidente LND Delegato del Calcio Femminile Sandro Morgana con le società di calcio femminile di Serie C, di Eccellenza e Promozione delle Regioni del Centro Italia. Il Centro Tecnico Federale di Coverciano è stato sempre il quartier generale del calcio maschile, ma grazie  ai Mondiali in Francia, soprattutto all’impegno dei dirigenti della Federazione nazionale e regionale del calcio femminile, che in questi anni hanno tentato di sdoganare i vecchi preconcetti nei confronti delle atlete del calcio femminile, le cose stanno cambiando.
Il calcio femminile infatti inizia ad avere quella equa visibilità e stima che merita da parte di tutto il mondo calcistico senza distinzione di “sesso”.
Il calcio è unico e fare discriminazioni in questo sport tanto amato dagli italiani, proprio in questo momento storico, dove tanto si parla di superare discriminazioni e diseguaglianze, non promuovere il calcio femminile alla stregua di quello maschile, sarebbe veramente una regressione del mondo civile.
Nella riunione di giovedì 3 si sono infatti discusse tematiche relativa all’organizzazione, allo sviluppo del calcio femminile e della discriminazione nel calcio nonchè di prevenzione. Infatti alla riunione un medico “donna” insieme ad un equipe hanno presentato il progetto intitolato “scendere in campo per la prevenzione” riguardante la prevenzione del tumore al seno. Un progetto che verrà divulgato a tutte le società di calcio femminile, per sensibilizzare le atlete a volersi bene, partendo proprio “dagli spogliatoi” sulla prevenzione non solo del tumore al seno ma sulla prevenzione a 360^.
Le società presenti alla riunione provenivano dall’Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Sardegna, Lazio e Marche.
Proprio le Marche hanno dato dimostrazione di grande professionalità e attenzione al calcio Femminile. E’ stata la regione meglio rappresentata alla riunione sia per il numero elevato dei partecipanti ma anche per gli interventi fatti dai nostri addetti ai lavori. Infatti oltre al Presidente della F.I.G.C. Marche il Prof. Paolo Cellini, al Delegato regionale del Calcio Femminile marchigiano Mario Borroni (foto), al Consigliere regionale Paolo De Grandis, la collaboratrice del delegato regionale Anna Maria Mancinelli, Antonio Censi tecnico della rappresentativa marchigiana, erano presenti molti dirigenti delle società di calcio Femminile Marche. Per la Vis Pesaro c’era Alberto Cavoli, per l’Ancona Respect Alessio Abram e Zacconi Giacomo, per la Jesina Luigi Romano, per Macerata Massimiliano Avallone, Romina Amici e Alberto Scuffia.
La riunione si è conclusa con la promessa che lavorando in sinergia il calcio femminile potrà decollare e arrivare a raggiungere risultati positivi.
Per quanto riguarda il calcio nelle Marche, grazie al Delegato Regionale Mario Borroni appoggiato dal Presidente Cellini, si è potuto disputare nella nostra regione una Coppa Marche e un campionato di Eccellenza. Domenica 13 ottobre inizierà la Coppa Marche e si concluderà a Dicembre. Infatti venerdì 4 ottobre è uscito il calendario delle partite. Attualmente sono 6 le squadre che parteciperanno alla Coppa: Vis Pesaro, Ancona Respect, Jesina femminile, Vis Civitanova, YFit Macerata, Sambenedettese F.C.. Mentre il Campionato di Eccellenza inizierà a gennaio. Per il campionato si accoderanno anche altre squadre tra queste la Stella d’Oro Ancona. Per le altre ancora c’è il riserbo.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 08/10/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,07677 secondi