Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pesaro Urbino


Urbino vola in vetta. Lucarini: "Ottimo avvio ma dobbiamo crescere!"

Il direttore sportivo pur credendo fermamente nel progetto che sta portando avanti, non si nasconde le difficoltà di un torneo molto equilibrato

URBINO. Reduce da un rotondo successo in campionato contro il Camerano, aggancia la vetta della classifica in Promozione (girone A) l'Urbino 1921, che si candida a recitare un ruolo da protagonista nel corso della stagione. Abbiamo provato a fare un punto sulla prima parte del torneo, in compagnia di Marco Lucarini (foto), direttore sportivo dei ducali.

Stiamo raccogliendo i frutti di un progetto nel quale crediamo fermamente – ci dice il diesse - stiamo lavorando bene e, pur consapevoli che nel calcio tutto sia sempre possibile, non siamo completamente sorpresi da questo approccio, diciamo che ci speravamo ma ovviamente non ne eravamo certi. In estate abbiamo operato degli aggiustamenti abbastanza mirati, pochi ma tutti ben ponderati e con un Cazzola che si conferma un lusso per la categoria. Abbiamo cercato di non sbagliare la scelta degli under, e per ora possiamo dire che siamo abbastanza soddisfatti del rendimento generale della squadra. E' ovvio – continua Lucarini – che l'obiettivo iniziale rimane quota 40 punti, ovvero una salvezza tranquilla; nel caso riuscissimo a centrarla con un buon anticipo proveremo a fare qualcosa di meglio, ma non sarà facile e lo stiamo vedendo. Al di la delle difficoltà oggettive di un campionato che si conferma molto equilibrato, noi dovremo lavorare molto dal punto di vista tecnico, cercando inoltre di completare la nostra crescita a livello di mentalità ed autostima".

"Ad esempio nella sconfitta interna contro l'Osimo Stazione ci siamo resi conto di come loro fossero più esperti e più pronti ad affrontare determinate situazioni, mentre contro il Gabicce Gradara non siamo riusciti a gestire fino in fondo una gara che avremmo meritato di vincere. Valutando con il giusto interesse la classifica attuale, credo che per le posizioni che contano, a gioco lungo torneranno in auge Osimana e Biagio Nazzaro, vedo ben messe anche Gabicce Gradara e Valfoglia e non trascuro la squadra che affronteremo nel prossimo turno, un Moie Vallesina che nonostante sia una neo promossa, esprime un ottimo gioco e può contare su alcune individualità di rilievo assoluto. Una gara importante nella quale non ci mancheranno certo le giuste motivazioni, sarà anche un passaggio significativo per misurare il nostro grado di maturazione, contro Osimana e Biagio abbiamo fatto bene, ma erano impegni casalinghi, ora proveremo a fare un salto di qualità anche in trasferta”.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 28/10/2019
 

Altri articoli dalla provincia...




Bertini story: fermato per problemi cardiaci, va in campo dopo 3 anni

Ad agosto 2017 aveva dovuto interrompere il suo sport preferito, il cuore faceva le bizze e dopo una visita specialistica arrivò la diagnosi: prolasso della valvola mitrale, stop al calcio. Oggi ricorda quel giorno così: "Piansi per tutto il viaggio, da Ravenna a casa, per il dispiacere di non poter più giocare a pallone", ha raccontato a Il Resto del Carlino....leggi
27/11/2019

Riccardo Ruggeri, che giornata. A 18 anni para due rigori!

Fino all'anno scorso guardava i suoi compagni dagli spalti, nell'ultima partita è stato protagonista assoluto parando due calci di rigore. Riccardo Ruggeri (foto), 18 anni, studente al quinto anno di Liceo Scientifico e con un futuro da ingegnere ("Il prossimo anno farò l'Università a Bologna...", confida), nella partita tra Villa Ceccolini...leggi
25/11/2019

"Atletico Gallo primo?" Canestrari spiega perchè non è una sorpresa

"L'Atletico Gallo in vetta costituisce una sorpresa solo per chi non lo conosce bene. Da anni è abituato a lottare per le prime posizioni e l'innesto di pedine di spessore l'ha reso ancor più competitivo. Lo stesso discorso vale per l'Urbania seconda che sta proseguendo sulla strada intrapresa la scorsa stagione". Al Corriere Adriatico parla il direttore sportivo ...leggi
15/11/2019

Sette gol in 4 partite: Simone Bracci ora sa come si fa

Sette gol in quattro partite. Simone Bracci (foto) non si ferma più. Dopo essere rimasto a digiuno nelle prime due giornate di campionato l’attaccante del Mondolfo si è scatenato contro Cantiano (2), Filottranese (2), Olimpia Marzocca e Barbara (2). “Sono molto contento – dice Bracci al Corriere Adriatico &...leggi
23/10/2019

Papà e mister: doppio magic moment per Simone Pazzaglia

Cosa chiedere ad un allenatore di calcio che allo stesso tempo è anche un tenero papà? Ci proviamo: stare in testa alla classifica e festeggiare la maggiore età della propria figlia? Detto, fatto. Simone Pazzaglia (foto) ha assaporato entrambe le sensazioni: la sua Urbania svetta in Eccellenza, sua figlia ha festeggiato 18 anni (...leggi
21/10/2019

La passione batte il dolore: Bonci para un rigore con un dito rotto

Questa storia potrebbe essere raccolta in un libro dedicato ai portieri, i numeri 1 ma anche i 12, quelli che non corrono tanto ma che debbono avere sempre le spalle larghe perché quando gli avversari segnano, beh, la colpa è sempre un po' la loro.Gianluca Bonci (foto), classe 2002, da sempre tesserato Junior Pergolese, terzo portiere della ...leggi
18/10/2019

Portiere para tutto con una mano rotta: stoico Mazzini

In campo per 70 minuti con una mano rotta. In un  ruolo dove le mani sono essenziali. Si tratta di Davide Mazzini (foto), 19 anni, portiere dell’Atletico Gallo Colbordolo. Una storia tutta da raccontare. Sabato scorso il Gallo impegnato a Colli del Tronto aveva il titolare della porta, Lorenzo Cappuccini, squalificato, quindi toccava a scend...leggi
16/10/2019

"I 4 gol a 38 anni? Sto bene, ma più forte di tutti è Mastronunzio"

Quattro gol in cinque partite. Enrico Bartolini (foto), attaccante dell’Atletico Gallo Colbordolo, non si smentisce. La squadra di pesarese comanda la classifica del campionato d’Eccellenza e il suo bomber è vicecapocannoniere nella classifica dei marcatori dietro Salvatore Mastronunzio (a quota 5).“Sta a...leggi
14/10/2019

Lorenzo Elezaj da applausi: compie 19 anni, il giorno dopo fa 3 gol!

Lorenzo Elezaj (foto), classe 2000, proveniente dal Valfoglia e alla prima stagione al Santa Veneranda, ha festeggiato nel migliore dei modi il suo 19° compleanno. In che modo? Siglando una tripletta in casa della Mercatellese! "Vero, il 4 ottobre ho compiuto 19 anni - sottolinea - ma non sono uscito la sera a festeggiare, il giorno do...leggi
07/10/2019


Mariotti: "Atletico Gallo primo a 9 punti? Tutto bene anche con 5..."

Lassù c'è l'Atletico Gallo, sotto le big Anconitana, Vigor Senigallia e Castelfidardo. Dopo tre giornate di Eccellenza ecco la classifica che non t'aspetti: Gallo a punteggio pieno con 9 punti, le altre che hanno riempito anche le caselle "pareggi" e "sconfitte". Ettore Mariotti (foto), da 15 anni direttore sportivo, non ...leggi
30/09/2019

Dalla Serie A della Romania al Lunano, la storia di Gabriel Bosoi

Ha segnato il gol del pareggio per 3-3 in casa del Santa Veneranda, ma la storia di Gabriel Bosoi (foto), giocatore classe 1987 della Romania in forza al Lunano (Prima categoria A), merita attenzione. Gabriel è arrivato in Italia tre mesi fa. La sua storia calcistica inizia a 14 anni nel paese natio, poi il trasferimento in una ...leggi
18/09/2019

Eccellenza 'griffata' Mastronunzio e Rizzato: "No alla C per il Gallo"

E' il 'colpaccio' dell'Eccellenza dopo Mastronunzio al Montefano. Simone Rizzato (foto) da ieri è un giocatore dell’Atletico Gallo. Quasi incredulo il direttore sportivo Ettore Mariotti: "Si allenava con l’Azzurra da qualche settimana di fianco a noi e non avevamo quasi neppure il coraggio di parlarci e fargli la proposta. Poi...leggi
11/09/2019

Alessandro Sperandio, 41 anni e 22 di Atletico Gallo Colbordolo!

E' tra le realtà più piccole dell'Eccellenza e il suo presidente Alessandro Sperandio (foto) vanta un doppio record: è giovane, ha 41 anni, ed è al timone della società da ben 22. "Era il 1997 - racconta Sperandio - al paese non c'era più la squadra, così con un gruppo di ragazzi decid...leggi
09/08/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12011 secondi