Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Fermo


Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Un normale sabato italiano. Il calcio raccontato da un nostro lettore

Una gara di Seconda categoria: Monteluponese-Montegranaro come specchio di una realtà che sotto gli occhi di tutti sta prendendo una brutta piega

Da un nostro appassionato lettore riceviamo e pubblichiamo una mail, nella quale prova a raccontarci una giornata, purtroppo come tante altre, nei nostri campionati dilettantistici. Se vogliamo “Un normale sabato italiano”.

"Sono un attento lettore di Marcheingol.it e come voi della Redazione ho la passione per il calcio locale e quando posso, di solito il sabato, vado a vedere qualche partita dei campionati di Prima e Seconda categoria. Sabato scorso in occasione della Commemorazione dei Defunti, trovandomi nel maceratese, sono andato a Montelupone dove i locali affrontavano il Montegranaro. Avevo già letto qualcosa in merito alla squadra ospite, che di norma scende in campo con molti ragazzi sotto i 20 anni, ed incuriosito ho osservato con attenzione lo svolgimento della gara".

"Seguo il calcio fin da quando ero un ragazzino e con dispiacere devo ammettere che con il passare del tempo l'atmosfera sui campi di calcio peggiora a vista d'occhio. Dispiace per le società, che ci mettono soldi e passione e per i ragazzi che sudano e si impegnano senza risparmio, ma ripeto, l'ambiente lascia sempre più a desiderare. Veniamo a sabato: dopo un inizio partita condito dai peggiori insulti all’arbitro, da parte di una trentina di tifosi presenti sugli spalti, ho avuto modo di notare le buone qualità dei giovani gialloblù che dopo aver sfiorato più volte la rete, sono passati meritatamente in vantaggio verso la mezzora. Sotto nel risultato il Montelupone ha abbozzato una reazione, ma senza grandi risultati e si chiudeva il primo tempo con il vantaggio degli ospiti".

"Quando le squadre tornavano in campo per la ripresa, si vedeva subito che il Montelupone aveva una grinta diversa, il Montegranaro vacillava ma reggeva all'urto fino a quando l'arbitro, probabilmente anche influenzato dalle urla offensive che arrivavano dagli spalti, fischiava un rigore che da neutrale faccio davvero fatica a spiegare. Era la svolta della gara, i giovani giallobù si disunivano, cominciavano a litigare anche col pubblico, finendo per deragliare completamente e poco dopo subivano il 2-1. Venti minuti dopo l’arbitro, probabilmente resosi conto dell'errore commesso, restituiva il favore concedendo al Montegranaro un calcio di rigore, anche questo molto discutibile. In pratica per correggere un errore ne commette un'altro, peggiorando ancora di più la situazione. Per la cronaca la gara è terminata con la vittoria della Monteluponese per 3-2, ma tecnicamente poteva considerarsi chiusa già dopo il rigore dell'1-1".

"In tanti anni di calcio ho visto di tutto e non mi scandalizzo di certo, i fatti che ho descritto sono abbastanza normali e molto più frequenti di quanto si creda in queste categorie, ma una domanda mi assale sempre più spesso quando me ne torno a casa e questa volta vorrei condividerla con voi. Sono sempre di più le società che per motivi di budget, ma anche per precise scelte a livello sociale, si affidano a ragazzi giovani e con poca esperienza, ebbene questi sodalizi a mio avviso meritevoli di di stima, devrebbero preoccuparsi di farli giocar bene i loro ragazzi, trasmettendo loro quella educazione che serve tanto nella vita di tutti i giorni? Oppure insegnargli ad ad essere amanti di uno sport dove l’ingiustizia, la furbizia, la prepotenza e la prevaricazione del prossimo, sono ormai all'ordine del giorno e sono l'esatto contrario del vivere civile?"

"La gara di sabato scorso è solo un esempio, se vogliamo anche un pretesto, per mettere in luce un modo di fare che troppo spesso vediamo sui campi di calcio e nella vita di tutti i giorni. Non sono un ragazzino, anzi mi considero ormai un vecchio, forse anche dentro, e so benissimo che il calcio non è uno sport per signorine, ma voglio sottolineare che sta prendendo una bruttissima piega. Se non si interverrà per tutelare le squadre più giovani, più povere, meno organizzate ma comunque meritevoli e capaci sul campo, se non si riuscirà a difendere arbitri spesso anche poco preparati, ma minacciati e maltrattati quasi ovunque, questo sport sarà destinato a sparire. Non è un caso che siano sempre di meno i giovani che si avvicinano a questa disciplina, non è un caso che siano in aumento i paesi dove ormai non c'è più la squadra di calcio e non è assolutamente un caso che siano sempre di meno le persone sugli spalti a seguire le gare. Se andremo avanti di questo passo tra qualche anno gli anelli deboli di questa catena si spezzeranno e sparirà tutto. Il pallone si sgonfierà! Siamo proprio sicuri che è quello che vogliamo?”.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/11/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



La FC Veregra cambia: panchina affidata a Mariano Ciglic

MONTEGRANARO. Da alcuni giorni la FC Veregra ha un nuovo allenatore al posto di Fabrizio Ciccola. La squadra gialloblu ha deciso infatti di affidarsi a Mariano Ciglic (foto), tecnico giovane ma con una buona esperienza alle spalle avendo già guidato Montegranaro, Monteluponese, Casette d'Ete e Piane MG. Raggiunto telefonicamente il nuovo...leggi
20/11/2019

Pieroni: "Orgoglio per i nostri risultati e piedi piantati per terra"

SANT'ELPIDIO A MARE. Settimana dopo settimana la Vigor Sant'Elpidio si conferma come una delle più belle realtà del girone E del campionato di Seconda categoria. Cogliendo il terzo successo consecutivo, la compagine elpidiense si è portata al terzo posto della classifica, dopo essere partita in estate tra tante difficoltà e con ...leggi
20/11/2019


Vitali: "Petritoli lavora per una Quarta Categoria già a Gennaio"

PETRITOLI. Lavora senza sosta Giuseppe Vitali (foto), Presidente dell’ASD Petritoli 1960 che milita nel girone G di Seconda Categoria, dividendosi tra gli impegni della sua squadra e il progetto “Anche noi in campo” rivolto a ragazzi dagli 8 anni in su con disabilità cognitivo-relazionale, residenti nel territorio comun...leggi
20/11/2019

"Amandola è una piazza storica. Vorrei scrivere anch'io una pagina"

AMANDOLA. Dopo una serie di risultati negativi torna alla vittoria l'Amandola, sabato scorso gli amaranto hanno superato in rimonta l'AFC Fermo, invertendo finalmente una situazione che cominciava a farsi preoccupante. Da due settimane al timone della squadra sibillina è arrivato Oliviero Di Lorenzo (foto), tecnico che non ha bisogno di presenta...leggi
19/11/2019

Rogante: "Futura 96 vittima di sviste ed errori, ma noi non molliamo!"

CAPODARCO. Sconfitta interna per la Futura 96 nel confronto con la Maceratese. Una battuta d'arresto che complica notevolmente il cammino della squadra fermana, scivolata intanto in fondo alla graduatoria del girone B di Promozione. Per fare un punto sulla situazione, abbiamo voluto tastare l'umore del sempre cortese presidente Fausto Rogante ...leggi
18/11/2019

Bene: "Non parlo di Pinturetta. Questi episodi fanno male a tutti!"

PORTO SANT'ELPIDIO. La molla che muove il calcio dilettantistico è la passione, lo ripetiamo da sempre e ne siamo convinti. Solo la passione può infatti spingere tanti ragazzi a battagliare spesso su terreni improbabili, in condizioni atmosferiche difficili, il più delle volte senza nessun riconoscimento economico, ma solo per la voglia di misurarsi e di divertirsi. Anche n...leggi
18/11/2019


Lapedonese: Gianni Testa si dimette, squadra a Gesuiti

LAPEDONA. L'ASD Lapedonese (Terza categoria G) comunica di aver ricevuto le dimissioni dell'allenatore Gianni Testa. La società intende ringraziare mister Testa per la professionalità, l’impegno, la passione e la dedizione p...leggi
16/11/2019

David Cintio lascia la Polisportiva Mandolesi, il saluto della società

PORTO SAN GIORGIO. A seguito delle dimissioni di mister David Cintio (foto) dalla guida della Polisportiva Mandolesi, la dirigenza del sodalizio sangiorgese ha voluto esprimere il proprio ringraziamento al tecnico. “David per noi è più di un simbolo e le porte di questa società, per lui sono e saranno sempre apert...leggi
15/11/2019

MERCATO. Juan Emmanuel Garbuio lascia la Sangiorgese

PORTO SAN GIORGIO. La Sangiorgese Calcio tramite comunicato ha ufficializzato la separazione con l'attaccante Juan Emmanuel Garbuio (foto). L'attaccante argentino ha chiesto alla società nerazzurra di essere liberato, essendo suo desiderio proseguire la propria attività calcistica nella serie D spagnola. Grandi saluti al campo di allename...leggi
12/11/2019

Properzi: "Prima C mostruosa. Al completo la Pinturetta farà bene"

PORTO SANT'ELPIDIO. Sta disputando senza alcun dubbio un bel campionato la Pinturetta Falcor nel girone C della Prima categoria. Reduce dal rotondo successo contro la Settempeda abbiamo voluto sentire il parere dell'allenatore Paolo Properzi (foto). “Tutto sommato possiamo dire che stiamo facendo abbastanz...leggi
11/11/2019

Facciaroni: "Rapagnano vive un sogno, per favore non svegliateci!"

RAPAGNANO. Continua a macinare risultati importanti il Rapagnano nel girone D della Prima categoria. La squadra rossoverde, reduce dal prezioso successo in casa della Cuprense, dopo le prime 8 giornate è da sola in vetta alla classifica. Abbiamo fatto un punto sulla situazione in compagnia di Luca Facciaroni (foto), da questa st...leggi
05/11/2019

Svolta all'Amandola: Sirocchi ai saluti, arriva Oliviero Di Lorenzo

AMANDOLA. Salta un'altra panchina nel girone D di Prima Categoria. La quinta sconfitta consecutiva ricevuta per mano del Lama United ha decretato la separazione tra l'Amandola ed il tecnico Massimo Sirocchi insieme al collaboratore Mario Caioni. La scelta della società per il nome nuovo per la panchina è caduta su un profilo esper...leggi
04/11/2019

Pirro: "A Montegranaro partito un progetto giovane ed affascinante"

MONTEGRANARO. Sembra aver trovato il passo giusto la stagione del Montegranaro, nel girone E della Seconda categoria. Dopo un avvio titubante, la squadra affidata quest'anno a Francesco Pirro (foto), pare aver imboccato la strada verso un crescita che tutti si augurano possa essere, nel prossimo futuro, ricca di risultati positivi....leggi
31/10/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,15422 secondi