Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


Mister Ceccacci porta gli Allievi del Candia ai Regionali

Un allenatore di calcio moderno sa insegnare calcio, ma anche educare alla vita. E' l'identikit di mister Christian Ceccacci, un allenatore che a pochi giorni dalla conquista della qualificazione al Campionato Regionale con gli Allievi 2003/2004 del Candia (vedi la classifica) parla ai suoi ragazzi di "cultura della sconfitta" e della fortuna, anzi del privilegio, di giocare a calcio.

“E’ proprio una sconfitta che, paradossalmente, ci ha fatto vincere il girone - racconta il Mister - la nostra squadra è una bella realtà: a giugno abbiamo vinto il torneo città di Jesi, dove abbiamo battuto in finale tutte le squadre più forti della provincia, compresa Vigor Senigallia, Junior Jesina, Moie, Filottranese e quindi avevamo, come si dice, tutti i favori del pronostico. All’inizio un po' tutti pensavano che il girone sarebbe stato tosto ma superabile. Poi è arrivata la batosta con l’Osimana: quella sconfitta ci ha fatto capire che nonostante fossimo un buon gruppo, per raggiungere la qualificazione dovevamo sudare, dovevamo lavorare con più intensità, con più qualità in allenamento, e questa forza di volontà da parte del gruppo ha fatto la differenza. E’ gratificante ma insieme una grande responsabilità - continua Ceccacci - essere considerati ad oggi come una delle migliori squadre di allievi a livello provinciale e regionale, tanto è vero che alcuni giocatori anche provenienti da realtà professionistiche hanno scelto di giocare con noi quest’anno”.

"Il gruppo Allievi - racconta il mister - e’ lo stesso gruppo che ho allenato l’anno scorso con l’aggiunta dei ragazzi del 2004 provenienti dai giovanissimi. Hanno una buona propensione al lavoro, hanno voglia di migliorarsi, e questo per un allenatore è molto gratificante. Il lavoro settimanale è veramente divertente e proficuo. Dal punto di vista tecnico e’ senz’altro un gruppo molto valido e i risultati, sia dello scorso anno che di questa prima parte di stagione, lo stanno confermando. Abbiamo fatto complessivamente una buona prima parte di stagione perché ci siamo qualificati con sette vittorie e una sconfitta contro avversari di tutto rispetto, tipo Villa Musone e Osimana, alla quale faccio i complimenti perché ha fatto un ottimo campionato ed e’ stata una rivale molto ostica. Dal punto di vista del gioco la squadra mi è piaciuta molto nel girone di ritorno, in quanto è migliorata molto la condizione fisica nonché tecnico-tattica. Nel girone di andata purtroppo non abbiamo espresso il nostro potenziale perché abbiamo avuto diversi infortuni che hanno rallentato il processo di crescita (tra l’altro due giocatori ancora non sono rientrati) però il gruppo e’ di qualità e numeroso, ed è stato bravo a sopperire alle varie assenze di questi giocatori".

Obiettivo per la Fase Regionale? "L’obiettivo per questa seconda fase e’ confermarci tra le migliori squadre della provincia e fare un buon campionato regionale, per mettere in risalto le qualità dei nostri giocatori. La qualità del lavoro settimanale non e’ mirata a vincere le partite, ma a far crescere e mettere in mostra questi ragazzi. A me e a tutto lo staff interessa che questi giovani il prossimo anno facciano dei campionati ancora più competitivi
Questo è il secondo anno consecutivo che la squadra si qualifica ai regionali con lo stesso gruppo di giocatori e staff. Già l’anno scorso avevamo fatto un bel lavoro, reso difficile dal fatto che giocavamo contro avversari più grandi di un anno: per i miei ragazzi è stata una palestra molto importante. La qualificazione è arrivata con due turni di anticipo giocando in casa contro la Giovane Offagna: lì abbiamo raggiunto la matematica qualificazione come miglior seconda. Poi la partita successiva è stata la classica ciliegina sulla torta, perché siamo andati a vincere in casa dell’Osimana ottenendo il primo posto in classifica.
Il nostro metodo di lavoro mira a migliorare le capacità del singolo individuo per metterle a disposizione della squadra. Oltre agli esercizi di tecnica e tattica individuale, che non devono mai mancare, ci avvaliamo di esercitazioni che migliorino la capacità di lettura, la capacità di attacco dello spazio e la capacità di scelta del giocatore. Oltre a questo crediamo molto nella componente tecnico-coordinativa e condizionale a cura di un professore Isef che usa una metodologia di lavoro “integrata”, cioè molti lavori condizionali e coordinativi vengono fatti con l’uso della palla. Prima delle partite importanti cerco sempre di trovare il giusto clima per affrontarle. Perché aldilà dell’importanza della partita e di quello che potrà essere il risultato finale i ragazzi devono andare in campo per divertirsi senza l’assillo del risultato, perché dobbiamo ricordarci che noi siano dei fortunati e privilegiati nel poter praticare questo sport. Quando scendiamo in campo non scendiamo in guerra, il nostro avversario non è un nemico, e se sarà più bravo lui pazienza, vorrà dire che ci alleneremo ancora per colmare il gap.
Con i ragazzi da sempre ho cercato di stabilire un rapporto diretto e sincero. Ho cercato di far capire subito al gruppo che io per loro cerco di essere un aiuto per trovare soluzioni e crescere. Si devono fidare di me. Mi arrabbio quando vedo che l’allenamento non viene fatto con intensità e serietà. Ma sono il primo a fare loro complimenti quando vedo che stanno dando il massimo a prescindere dal risultato. Aldilà dei contenuti tecnico tattici, la cosa che ci preme di più e’ formare degli uomini quindi far capire ai ragazzi quali sono i giusti valori dello sport e avere una buona cultura della sconfitta".

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 29/11/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Giovanissimi, Allievi e Juniores. L'Olimpia Ostra Vetere fa il pieno!

OSTRA VETERE. Grandissima soddisfazione per l’Olimpia Ostra Vetere che per la prima volta nei suoi 70 anni di storia vede tutte le squadre agonistiche giovanili qualificate alle fasi regionali dei rispettivi campionati. La squadra dei Giovanissimi, allenati da Mister Andrea Pandolfi (foto a destra), ha disputato un’ottima f...leggi
27/11/2019

Filottranese: aggiornamento tecnico Inter Grassroots Program

FILOTTRANO. Mercoledì 20 Novembre i tecnici del settore giovanile dell'Inter saranno a Filottrano per un aggiornamento tecnico sia in campo che in aula degli allenatori biancorossi. Uno degli incontri che per la Filottranese rientra nella ormai consolidata collaborazione con la società nerazzurra e nell'Inter Grassroots Pr...leggi
19/11/2019



Osimo Stazione: l'Under 19 continua a stupire, parla Angeloni

L'Under 19 dell'Osimo Stazione di Massimiliano Angeloni si è imposta 2-1 contro l'Anconitana (vedi campionato Under 19 girone B). Una doppietta di Alex Ippoliti (classe ’01 nel giro della prima squadra) e una grande prestazione corale hanno permesso di centrare...leggi
11/11/2019

"C'era una volta il cortile": il progetto di Giovane Ancona e Atalanta

ANCONA. Prosegue e si intensifica la collaborazione tra la Giovane Ancona e l’Atalanta. Il nuovo progetto, frutto della stretta collaborazione tra i tecnici dorici e bergamaschi, è combattere l’analfabetismo motorio, sempre più diffuso tra i bambini. “Una volta c’erano l’oratorio e i cortili - spiega il coord...leggi
04/11/2019

La Biagio Nazzaro a Ferrara per pianificare la Spal Cup 2020

Mercoledì pomeriggio i ds del settore giovanile della Biagio Nazzaro, Maurizio Massimi e Marco Pirani, insieme al referente Biagio Affiliazione Spal, Stefano Tanfani, si sono recati a Ferrara per la presentazione della seconda edizione della SPAL CUP (torneo nazionale dedicato alle 78 società affiliate Spal), organizzata in collaborazione con Adriasport, che si disputerà da...leggi
27/09/2019

Marotta e Atalanta ancora insieme

È ripresa a settembre l’attività del settore giovanile dell’ U.S. Marotta con rinnovato entusiasmo. Continua l’affiliazione tra rossoblu e Atalanta Calcio e domenica 22 settembre dirigenti e responsabile tecnico si sono recati a Bergamo per la programmazione della nuova stagione. Novità si attendono anche per il calcio femminile.Iscrizioni sempre ape...leggi
23/09/2019

Il Moie Vallesina riconfermato con il titolo di Scuola Calcio

ANCONA. La società del Moie Vallesina è stata riconfermata Scuola Calcio. Venerdì scorso in occasione della prima riunione programmatica del Settore Giovanile presso la Federazione, il Responsabile del Settore Giovanile Dimitri Possanzini ed il Responsabile Tecnico Matteo Rossi hanno ritirato la targa di tale riconoscimento che ripaga il ta...leggi
17/09/2019

Loreto: Fossi Dawit si trasferisce tra i pro con il Fano

LORETO. Il classe 2004 Fossi Dawit (foto) dal Loreto passa al Fano in Serie C. Il ragazzo è stato ceduto a titolo temporaneo con diritto di riscatto. Dopo il '99 Walid Cheddira, fresco di contratto con il Parma, un altro calciatore del vivaio gialloverde in questa stagione passa tra i professionisti....leggi
29/08/2019


Ecco lo staff tecnico della Junior Calcio Ancona

ANCONA. La Junior Calcio Ancona, società con circa 180 iscritti, è pronta per la nuova stagione; Piero Medini sarà il dirigente responsabile della società, mentre lo staff giovanile vedrà in prima fila Stefano Pizzi in qualità di responsabile tecnico e allenatore della squadra Allievi. Umberto Taddei sarà il mister...leggi
27/08/2019

Sassoferrato Genga: l'attività giovanile riparte a gonfie vele

L'attività giovanile dell'ASD Sassoferrato Genga è pronta a ripartire con grande entusiasmo per affrontare la prossima stagione sportiva 2019/20, con un testimonial d'eccezione... il Capitano Michele Monno, cresciuto nella Scuola Calcio e nel Settore Giovanile sentinate! Il diktat della Società &e...leggi
12/08/2019

Giovane Ancona: nasce l'Under 18 in sinergia con il Camerano

ANCONA. La Giovane Ancona cresce ancora. La società di Schiavoni e Franzoni aggiunge al suo organico la formazione Under 18, in sinergia con lo storico vivaio del Camerano, per dare continuità al progetto di crescita dei suoi talenti. “Una scelta che viene a conclu...leggi
08/08/2019

Accordo di collaborazione tra Camerano e Giovane Ancona

CAMERANO. Con l'obiettivo di migliorare la crescita dei giovani da poter inserire in prima squadra, il Camerano Calcio ha siglato un accordo di collaborazione con la Giovane Ancona. A spiegare questa sinergia con la florida Scuola Calcio biancorossa, tra le pagine del Corriere Adriatico, è il tecnico Stefano Fontana, che copre anche...leggi
01/08/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,45152 secondi