Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Tutti gli articoli scritti da: La Redazione


<< precedente   successiva >>   

17 anni fa moriva Carlo Urbani, il medico eroe della Sars

"Se non riusciamo a fermare il contagio questa nuova malattia sarà una nuova spagnola". Parole profetiche, pronunciate nel 2003 da Carlo Urbani, esperto di malattie infettive per l'Oms, vittima in quello stesso anno della Sars, che aveva contribuito ad individuare come nuova patologia. Per l'emergenza coronavirus sono state cancellate le iniziative in programma a Castelplanio, la sua città, e in altre località delle Marche, domani per l'anniversario della sua morte. La moglie Giuliana Chiorrini e il figlio Tommaso ricordano con l'ANSA quei giorni drammatici, tra Hanoi dove abitava con moglie e 3 figli piccoli e Bangkok dove morì. "Ci fu un grande scambio di mail con l'Oms e con i governi, che non volevano chiudere le frontiere - raccontano -, ci vollero dieci gi...leggi

29/03/2020, La Redazione , SPECIALE CRONACA
Nome: La Redazione
Cognome:
Data di nascita:
Mail:
Telefono:
Residenza:
Professione:
Curriculum:

Coronavirus, Spadafora: "400 milioni per le società dilettantistiche"

Il ministro dello sport Vincenzo Spadafora (foto) ha rilasciato un’intervista a La Repubblica in cui parla del calcio dilettantistico.“Il calcio non ricomincerà il 3 maggio. Pensavo ai nostri ragazzi abituati a stringersi, abbracciarsi, passarsi la bottiglietta d'acqua: tutto questo mancherà per molto tempo. Riprendere le partite il 3 maggio è irrealistico.” Spadafora che proporrà al Governo di prorogare il blocco per tutto il mese di aprile, anche per quello che riguardano gli allenamenti, oltre a chiedere di stanziare un finanziamento allo sport, in modo particolare alle società dilettantistiche."Domani proporrò di prorogare per tutto aprile il blocco delle competizioni sportive di ogni ordine e grado. Ed estenderò ...leggi

29/03/2020, La Redazione , Slider

Panichi: "Dopo il 3 aprile molto probabile proroga della sospensione"

Il calcio dilettantistico delle Marche si interroga se e quando ripartire. Interviene anche il vice presidente vicario del Comitato Regionale Ivo Panichi (foto): "Inevitabilmente mi ricollego a quanto già sottolineato dal presidente Cellini e dalle autorità competenti in materia - ha detto a Il Resto del Carlino -  è chiaro che il punto di partenza sia lo sviluppo della questione sanitaria che in questo momento coinvolge non solo il nostro paese ma l’Europa e il resto del mondo. Dipende quindi da cosa dirà il Governo dopo il 3 aprile, visto che fino a quella data la sospensione è già decisa. Bisognerà attendere gli aggiornamenti che arriveranno a quel punto ma è chiaro che, vista l’attuale evoluzione, è pr...leggi

28/03/2020, La Redazione , PRIMO PIANO

Paolino Giampaoli: "Ho vinto la partita contro il Covid-19"

Il "primo caso" di Ancona ce l’ha fatta. E il "primo caso" era Paolino Giampaoli, super tifoso dell'Ancona e personaggio amato da tutti, che sui social racconta la “cronaca” della sua partita vinta contro il Covid-19:“Grazie a Dio, ai medici e a tutto il personale sanitario, anche stavolta sono qui a raccontarla.Onestamente questo 2020 per me non è iniziato nel migliore dei modi. Il 1° gennaio ero già ricoverato da due giorni per una crisi epilettica e speriamo che questa volta il detto si sbagli.... Provo a raccontarmi la mia odissea di 23 giorni con Covid 19:Venerdì 28 febbraio non mi sento bene respiro male e chiamo il 118. Subito si pensa al Coronavirus. Al Pronto Soccorso nel frattempo sale un po’ di febbre, passo la notte nella s...leggi

27/03/2020, La Redazione , SPECIALE CRONACA

Gravina (FIGC): "L'obiettivo primario è riprendere la stagione"

Gabriele Gravina (foto), presidente della FIGC, ha rilasciato un’intervista a Radio Sportiva. Ecco le sue parole: "L’obiettivo primario è riprendere la stagione, abbiamo tracciato uno scenario che prevede la ripresa dei campionati perché credo che sia la scelta più giusta. Questa è un’ipotesi che abbiamo il dovere di portare avanti ma stiamo lavorando anche su ipotesi alternative per dare risposte concrete alle nostre società e ai nostri tifosi“. Date“Oggi possiamo elaborare qualunque scenario che poi potrebbe essere smentito dai fatti, ma abbiamo la certezza di cercare in tutti i modi di salvare il campionato attuale e senza compromettere il prossimo. Avremo gli Europei e altri impegni delle nazionali e non possiamo pensare...leggi

27/03/2020, La Redazione , Slider

La storia di Francesco studente e guardalinee: "Abbandonato al Nord"

"Non sono un “mammone”, chiedo un rientro organizzato al Sud. Non una fuga, ma la possibilità di tornare a casa per risparmiare su affitto, bollette e spesa". A parlare è Francesco La Spina, 23 anni, siciliano, originario di Caltagirone, ma da cinque anni a Torino per studiare alla scuola di economia e management. L’ennesimo fuorisede, l’ennesimo giovane che lascia la sua terra per trasferirsi altrove. Ora Francesco si trova nel suo appartamento, costretto a stare a casa – così come prevedono i decreti per contenere la diffusione del Coronavirus in Italia – senza poter andare all’università e soprattutto senza poter lavorare. Per mantenersi Francesco fa l’assistente arbitrale, in Promozione, per il Comitato degli ...leggi

27/03/2020, La Redazione , SPECIALE CRONACA

Coronavirus, la Ministra Azzolina: "No scuola luglio o agosto"

"Sicuramente ci sarà una proroga: si andrà oltre la data del 3 aprile, l'obiettivo è garantire che gli studenti ritornino a scuola quando stra-certo e stra-sicuro che possono tornare salute è prioritaria". Così la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina (foto) a “La vita in diretta”, parlando delle scuole in relazione al coronavirus. A chi doveva essere rimandato, "si permetterà di recuperare gli apprendimenti, laddove fosse necessario. Sono decisioni che stiamo vagliando sulla base di quando e se si tornerà a scuola. Esiste l'autonomia scolastica, i docenti conoscono molto i loro studenti. Il percorso di uno studente è lungo, se parliamo dei maturandi è iniziato 5 anni fa, gli apprendimenti degli studenti i docenti...leggi

27/03/2020, La Redazione , SPECIALE CRONACA

In Nicaragua si gioca: in campo con guanti e mascherine

In America il calcio non si è fermato in Nicaragua. Si va in campo, per decisione del Governo che ha deciso di non fermare il campionato, e si gioca a porte chiuse e con guanti in lattice e mascherina. Lo ha raccontato al 'Mundo Deportivò l'attaccante uruguayano Bernardo Laureiro, del Cacique Diriangén, che così 'equipaggiatò ha segnato la doppietta che ha dato alla sua squadra la vittoria per 2-0 sul Deportivo Ocotal. «Dovevamo dare un messaggio alla gente, così abbiamo giocato in modalità protetta - spiega -. È stato strano, però la decisione è stata condivisa dal sindacato locale dei calciatori. Ma io dopo venti minuti la mascherina me la sono levata, perché mi era praticamente impossibile respirare. Lo s...leggi

27/03/2020, La Redazione , CALCIO...SHOW!

Fabriano Cerreto, Maraniello ai suoi ragazzi: "Quanto prima al campo"

Il responsabile della Scuola Calcio del Fabriano Cerreto Pino Maraniello (foto) lancia un messaggio sui social per i suoi ragazzi: "Buongiorno a tutti, con queste poche righe io e la società, volevamo salutare tutti i nostri atleti, le loro famiglie, tutti i nostri dirigenti ed i nostri mister. Spero che tutti voi stiate bene e spero quanto prima di rivedervi "al campo" e lasciarci alle spalle questo delicato momento che sta colpendo tutti noi. Ne usciremo tutti insieme e torneremo più forti ed operativi di prima. Approfittate di questi giorni in famiglia e mi raccomando continuate ad allenarvi in casa ... IL CALCIO VI ASPETTA!"....leggi

27/03/2020, La Redazione , CALCIO GIOVANILE

Il calcio dilettantistico guardi a Bergamo: "Torneremo a giocare"

Una speranza per il calcio dilettantistico del dopo Coronavirus arriva da Bergamo, la città italiana più falcidiata per contagi e vittime da Covid-19. "Noi non ci arrendiamo, vogliamo tornare a giocare". Questo quanto emerso nella conference call di mercoledì sera promossa dal Delegato locale della Figc Giovanni Capoferri (foto): più di 100 persone collegate, Dario Silini in rappresentanza del CRL, diversi Delegati provinciali, i vertici delle sezioni arbitrali e degli allenatori. Oltre ovviamente ad allenatori, dirigenti e presidenti di tutta la bergamasca, la zona che più di tutte in questo momento sta soffrendo in questa emergenza. L’incontro, che si è tenuto tramite l’applicazione Zoom sulla scia di quanto fatto da Alberto Pasquali ...leggi

27/03/2020, La Redazione , PRIMO PIANO

<< precedente   successiva >>   
Change privacy settings