Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


Matelica, intervista al responsabile tecnico Alberto Virgili

MATELICA. Correva l’anno 2016 quando la Società Sportiva Matelica Calcio decide di investire sugli impianti al Giovanni Paolo II realizzando un manto in erba sintetica di nuova generazione, 4 spogliatoi per le squadre, 2 per gli allenatori, una segreteria per il settore giovanile, un magazzino e una sala stampa ed un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica. L’esigenza era, ed è ancora, quella di permettere al maggior numero di ragazzi di giocare a calcio creando appunto spazi idonei. Secondo la filosofia biancorossa il percorso di crescita societario passa anche e soprattutto per i tecnici e collaboratori che mettono a disposizione le loro competenze per raggiungere gli scopi prefissati. Da tempo la S.S. Matelica è stata riconosciuta come scuola calcio, ma è giusto, secondo la società del patron Mauro Canil, puntare sempre più in alto. Con questa ottica nasce la volontà di intraprendere il percorso per avere il riconoscimento di scuola calcio d’élite. A parlare di settore giovanile e di scuola calcio è il professor Alberto Virgili (foto) che è il responsabile tecnico del settore giovanile biancorosso.

Professor Virgili è giunto alla terza stagione alla guida del settore giovanile del Matelica, quali sono state le principali novità introdotte da quando è arrivato?
"Innanzi tutto vorrei ringraziare la società per la fiducia accordatami e rinnovata nel corso degli anni. All’inizio di questo percorso ho cercato di analizzare cosa ereditavo dalle passate gestioni per poi capire come e dove migliorare il percorso del settore giovanile sia dal punto di vista tecnico e metodologico, sia da quello educativo. Negli anni abbiamo mantenuto i parametri della scuola calcio chiedendo ai tecnici e ai genitori di condividere un percorso basato su un metodo d’insegnamento innovativo che mette al centro del progetto il ragazzo e che prevede un approccio fatto di domande anziché di soluzioni. I dirigenti, molto numerosi e presenti, hanno condiviso le linee guida su quelle che sono buone pratiche organizzative. Siamo coscienti di essere comunque “dilettanti” ma allo stesso tempo tutti i dirigenti della società garantiscono professionalità e programmazione. Ci tengo a ringraziare il preside e le insegnanti dell’istituto comprensivo “E. Mattei” che ci hanno permesso di inserirci nelle scuole di diverso grado con i nostri tecnici al fine di aumentare le ore di pratica sia per i ragazzi che già svolgono attività sportiva, sia per coloro che non praticano. Considero queste attività un importante momento di confronto e un’opportunità in più per tutti di affacciarsi al mondo sportivo. Un’altra novità importante è stata quella di introdurre i test motori differenziati per fasce di età che ci permettono di individuare il profilo motorio/tecnico dei ragazzi. I risultati ottenuti ci consentono da una parte di impostare una programmazione dimensionata e specifica per gli atleti, dall’altra di poter dare ai genitori una consapevolezza sulla crescita dei propri figli che poi in autonomia potranno approfondire con specialisti del settore medico. Inoltre non sono mancate iniziative a sostegno del sociale che hanno visto i ragazzi più grandi, under 17 e under 19, presenziare in alcuni momenti specifici dell’anno le strutture a sostegno degli anziani presenti nel Comune di Matelica".

Come sceglie i suoi collaboratori, nello specifico quali caratteristiche devono avere?
"La scelta dei collaboratori non è mai cosa semplice; prima di tutto valuto l’aspetto caratteriale, la voglia di mettersi in gioco, la tollerabilità al sacrificio e alla condivisione; poi tutto quello che è l’aspetto tecnico fatto di competenza e applicazione dei concetti condivisi nella programmazione annuale. Due nuove figure sono entrate a far parte del nostro settore giovanile: il Prof. Omar Ippoliti, responsabile dell’attività di base e dell’area fisico motoria e Stefano Serangeli responsabile dell’area scouting".

Omar Ippoliti è sul campo quotidianamente per assistere e coordinare gli allenamenti delle varie categorie di base dove la metodologia dell’allenamento e dell’insegnamento condivisa dovranno fare la differenza nel medio lungo termine. Stefano Serangeli ha il compito di muoversi sul territorio provinciale e regionale per osservare e selezionare i migliori profili per il Matelica, inoltre cura i rapporti con le società professionistiche per agevolare il passaggio di atleti del nostro settore giovanile che potenzialmente potrebbero ambire a palcoscenici più importanti.

Che tipo di ambiente è quello matelicese e come ha risposto ai cambiamenti che lei ha apportato?
"A Matelica si vive un ambiente molto attento al mondo calcistico, simile alle “piazze” del sud italia, sempre molto calde, dove tutti conoscono le sorti del Matelica calcio. Questa caratteristica va valorizzata facendo attenzione che non diventi opprimente. I cambiamenti portano sempre qualche disagio, cerchiamo di gestirli al meglio facendo capire che le scelte hanno sempre una logica e vengono attuate per avere un miglioramento per il collettivo calcistico matelicese".

Una grossa novità per questa stagione appena iniziata è quella che la S.S. Matelica ha intrapreso il percorso per ottenere il riconoscimento di Scuola Calcio d’élite. Cosa comporta?
"Sì abbiamo deciso di fare un ulteriore salto di qualità, infatti la scuola calcio di élite rappresenta il più alto riconoscimento della Federazione Italiana Giuoco Calcio e prevede una serie di requisiti molto restrittivi e peculiari che la S.S. Matelica, con il lavoro svolto, li ha soddisfatti tutti ed ha raggiunto anche la “maturità” organizzativa e tecnica per poter ambire a questo traguardo. La Scuola Calcio d’Elite, inoltre, da l’opportunità alla nostra società di poter programmare iniziative interessanti che approfondiremo più avanti".

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 02/10/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Si alza il sipario sul settore giovanile della Sangiustese

MONTE SAN GIUSTO. Sabato scorso al Cineteatro “Durastante” di Monte San Giusto è stato presentato alla cittadinanza il Settore Giovanile della Sangiustese Calcio.Dopo i primi passi mossi lo scorso inverno con l’allestimento delle formazioni Primi Calci e Piccoli Amici, in questa stagione il sodalizio rossoblù, grazie al grande lavoro del Responsabile del Se...leggi
24/09/2019

Maceratese: prosegue la partership con l'azienda "Oro della Terra"

Come prima, più di prima. La SS Maceratese comunica il prolungamento della partnership per la stagione calcistica 2019-2020 con l’azienda Oro della Terra che, dunque, sarà il main sponsor della Scuola Calcio e del Settore Giovanile biancorosso. Un'importante conferma, una rinnovata collaborazione fortemente voluta da ambo le parti. ...leggi
20/09/2019

All'Aurora Treia per il terzo anno il titolo di Scuola Calcio

PASSO DI TREIA. Per il terzo anno consecutivo l’Aurora Treia potrà vantare il titolo di Scuola Calcio per il proprio settore giovanile. Un’altra bella soddisfazione per la società che, con la sua prima squadra, disputa il Campionato di Promozione girone B ed ha festeggiato un ottimo esordio stagionale. Il sodalizio ha focalizzato da an...leggi
17/09/2019

Recanatese: 24 ragazzi, tanti 2002. Al via la Juniores Nazionale

RECANATI. Negli ultimi tre anni la Juniores Nazionale ha regalato moltissime soddisfazioni alla società, su tutti lo scudetto conquistato nella stagione 2017/2018. Lo scorso anno il cammino della Juniores si è fermato agli ottavi di finale, ma si è tolta comunque la soddisfazione di vince il proprio girone.Si riparte dunque domani (sabato 14 settembre...leggi
13/09/2019

Massimo Di Luca pronto per la trentesima stagione da allenatore!

Una vita passata sui campi ad insegnare calcio ai ragazzini. Massimo Di Luca (foto), 58 anni, pronto più che mai per affrontare la trentesima stagione consecutiva da allenatore. Di Luca è un punto fermo del calcio giovanile del territorio maceratese e deus ex machina dell'Atalanta Footbal Camp che ogni estate anima i campi di Pioraco e Castelraimondo. "G...leggi
06/09/2019

Potenza Picena: Matteo Viti pronto a debuttare nell'U15 dell'Ascoli

POTENZA PICENA. Soddisfazione nell'ambiente della società del Potenza Picena, Matteo Viti (foto), passato all'Ascoli, domenica prossima debutterà con la maglia bianconera nel campionato nazionale Under 15 a Castellammare contro la Juve Stabia. Un enorme In bocca al lupo al ragazzo da tutta la società sportiva....leggi
04/09/2019


Tolentino: 4 e 5 settembre Leva Calcistica 2007-2014

TOLENTINO. L'US Tolentino 1919 comunica che mercoledi 4 e giovedi 5 Settembre dalle ore 17:00 presso lo Stadio della Vittoria, LEVA CALCISTICA per ragazzi nati tra 2007 - 2014. I tecnici cremisi insieme al responsabile Tecnico Attività di Base U.S. Tolentino1919 Sig. Cappelletti Giammario illustreranno ai genitori ...leggi
03/09/2019

Maceratese, è iniziata la stagione del settore giovanile

MACERATA. Con il primo allenamento delle squadre Allievi allo Stadio della Vittoria è iniziata la stagione 2019-2020 del settore giovanile della SS Maceratese. Dal 26 agosto sarà la volta dell’Under 19 di mister Luca Barone e dei team della categoria Giovanissimi, mentre il 2 e 3 settembre si terr&agrav...leggi
21/08/2019

Treiese ed Udinese ancora insieme

TREIA. La Treiese (in collaborazione con il Chiesanuova) e l’Udinese proseguono anche nella stagione 2019/2020 il rapporto di affiliazione. La bella esperienza della passata stagione si è conclusa con l’Udinese Camp all’Acquaparco Verde Azzurro di San Faustino di Cingoli. Il presidente della Treiese Rodolfo Micucci, e...leggi
19/08/2019

La Ponte San Giusto Academy riaccende i motori

Si scaldano i motori in casa Ponte San Giusto Academy per la stagione 2019/20. Tutto pronto per la Scuola Calcio con l'inizio dell'attività ormai prefissato per il 29 agosto per gli Esordienti classe 2007 e 2008; per il 2 settembre per i Pulcini nati nel 2009 e 2010; 9 settembre per i Pri...leggi
16/08/2019

Successo per gli Open Day della Civitanovese

CIVITANOVA. Grande successo per gli Open Day del settore giovanile della Civitanovese. L'iniziativa voluta dal responsabile tecnico Giovanni Ciarlantini, e che ha visto il coinvolgimento di tutto lo staff tecnico rossoblu, è stata un'occasione importante sia per far riprendere confidenza con il campo ai giovani atleti sia per farsi conosce...leggi
12/08/2019

Alessandro Seghetti da oggi in ritiro con l'Under 16 del Perugia

Oggi il maceratese Alessandro Seghetti, classe 2004, inizierà il ritiro a Cascia con l’under 16 del Perugia. Il giocatore, originario di Pollenza, è infatti approdato al club umbro dopo aver militato rispettivamente nella Robur Macerata e nel Tolentino. L’under 16 del Perugia è stata affidata al tecnico Nicola Polverini. L’augurio è...leggi
08/08/2019


Maceratese: Stefano Baldoni entra nello staff del settore giovanile

Il rinnovato e ritrovato settore giovanile della S.S. Maceratese si presenta in grande stile piazzando il colpo Stefano Baldoni (foto). Ascolano di 54 anni, Baldoni entra a far parte della famiglia biancorossa e si occuperà della squadra Allievi. Ma non solo, farà molto di più per il vivaio della Rata...leggi
26/07/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,20219 secondi