Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Fermo


"Amandola è una piazza storica. Vorrei scrivere anch'io una pagina"

Oliviero Di Lorenzo arrivato da due settimane al capezzale degli amaranto, spera di riuscire ad invertire definitivamente la rotta e riportare entusiasmo ai piedi dei Sibillini

AMANDOLA. Dopo una serie di risultati negativi torna alla vittoria l'Amandola, sabato scorso gli amaranto hanno superato in rimonta l'AFC Fermo, invertendo finalmente una situazione che cominciava a farsi preoccupante. Da due settimane al timone della squadra sibillina è arrivato Oliviero Di Lorenzo (foto), tecnico che non ha bisogno di presentazioni, molto conosciuto anche nell'ambiente del beach soccer dove, alla guida della compagine sambenedettese della Happy Car, ha mietuto allori sia a livello nazionale che internazionale.

Alla fine della stagione 2017/18 la deciso di prendersi un anno sabbatico, come mai?
“Dopo 8 stagioni molto intense al Castignano, sommate agli impegni estivi del beach soccer, nell'ultimo periodo mi ero reso conto di non aver quasi più tempo per me e per la mia famiglia, era diventato indispensabile staccare un attimo la spina. Durante questa sosta qualcuno mi ha cercato, ma sono rimasto fedele al mio proponimento”.
Da 15 giorni è tornato in panchina, come è stato questo nuovo inizio?
“L'approccio è stato buono, nonostante all'esordio sia arrivata l'immeritata sconfitta di Pagliare, sono stato ben accolto da tutto l'ambiente e tutti si sono adoperati per farmi sentire a mio agio. Ho trovato una società sana dalla conduzione quasi familiare, mi sono piaciuti i modi semplici ed appassionati dei dirigenti, disponibili a venirmi incontro anche per allargare la rosa, e nonostante le difficoltà di classifica e le condizioni logistiche, per me molto scomode, non ho saputo dire di no”.

Quali altri elementi ha valutato per la sua scelta?
“Indubbiamente Amandola è una piazza storica ed importante a questi livelli, avere questa possibilità diciamo che mi stuzzicava. Ogni volta che sono stato qui, sia da calciatore che da allenatore, in tribuna c'erano sempre tante persone, spero di riuscire anch'io a trascinare i nostri tifosi e poter regalare loro qualche soddisfazione. In fondo in questo ambiente si vive anche per queste piccole cose.”.
Come è stato accolto dai ragazzi al suo arrivo?
“Quando si cambia è chiaro che ci sono dei problemi, il gruppo credo fosse consapevole di tutto ciò e devo dire che da subito ho avuto la massima collaborazione da parte di tutti. I ragazzi si sono messi educatamente a disposizione, poi è anche una questione di carattere, con qualcuno leghi velocemente, mentre con altri ci vuole qualche giorno in più, ma in linea di massima sono soddisfatto della risposta del gruppo”.

La vittoria di sabato indubbiamente aiuta molto sotto questo punto di vista.
“E' vero, un successo prezioso per la classifica, ma dal valore incalcolabile dal punto di vista dell'entusiasmo, dell'autostima, della consapevolezza nei propri mezzi. Dopo 6 sconfitte consecutive dovevamo assolutamente invertire la rotta, i ragazzi sono stati bravissimi nella circostanza e sappiamo benissimo che non era una cosa semplice”.
Dopo il vantaggio dell'AFC Fermo poteva esserci il tracollo, invece è arrivata la riscossa.
“In quegli attimi siamo stati formidabili, una reazione di testa e di cuore che mi fa ben sperare per il futuro. Non ci siamo abbattuti, anzi siamo stati ancora più determinati ed in pochi minuti abbiamo ribaltato una situazione pesante come un macigno”.

Con il senno di poi, che valutazione può fare della gara di sabato scorso?
“Un buon primo tempo nel quale però ci è mancato un pochino il ritmo, molto bene la ripresa nella quale, a parte l'episodio del gol, siamo stati quasi perfetti per intensità e costruzione della manovra. Ora dovremo essere bravi a ripartire da quel secondo tempo”.
Nel prossimo turno trasferta Montalto, di certo un campo non semplice.
“In questo campionato non credo ci siano campi semplici, anzi tutte le squadre sono ben attrezzate. Il Montalto è una squadra tosta, ben messa in campo e con qualche individualità di rilievo, ma è chiaro che andremo per far bene, rispettiamo i nostri avversari ma il nostro intento sarà quello di vincere”.
Dopo una lunga serie negativa, a volte capita che si innesti la marcia contraria, dica la verità ci spera?
“Più che sperare diciamo che stiamo lavorando per far bene e risalire la classifica. I ragazzi ci mettono impegno, abbiamo delle buone qualità che speriamo di riuscire a far emergere, a mio avviso ci sono i presupposti per fare una buona stagione, ma è chiaro che non possiamo perdere altro tempo se vogliamo avere l'ambizione di rialzare la testa”.

 

Print Friendly and PDF
Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 19/11/2019
 

Altri articoli dalla provincia...





Nello Viti: "Il Monturano Campiglione non mollerà di un centimetro!"

MONTE URANO. Rilancia la sua posizione in zona playoff il Monturano Campiglione che passa sul campo di Ascoli Piceno contro il Monticelli, confermando il suo quinto posto in classifica nel girone B di Promozione. Le valutazioni sul campionato in compagnia di mister Nello Viti (foto). “Il successo ...leggi
28/01/2020


L'Amandola sbotta: "Non siamo mica su Scherzi a Parte. Ora basta!"

Riceviamo dall’Amandola (Prima categoria D) una mail nella quale il sodalizio amaranto intende portare a conoscenza delle altre società e di quanti hanno a cuore le sorti di questo sport, alcuni avvenimenti che si sono registrati nel corso del campionato. Gentile Redazione, leggiamo ormai quasi quotidianamente sul vostro portale le rimostranze dell...leggi
28/01/2020

Borraccini: "Una tripletta per i sogni del Montottone Grottese"

MONTOTTONE. Tra i risultati dell'ultimo fine settimana, non passa certamente inosservato un 2-7 piuttosto insolito, con il quale la capolista del girone G di Seconda categoria, Montottone Grottese si è imposta sul terreno dell'Avis Ripatransone. Tra i protagonisti del largo successo Giacomo Borraccini (foto) autore di una tripletta. ...leggi
20/01/2020

Silveri non ci sta: "Che senso ha tirare in ballo il Rapagnano?"

RAPAGNANO. Archiviato il rotondo successo casalingo di sabato scorso contro la Cossinea, abbiamo ricevuto da Vitaliano Silveri (foto), presidente del Rapagnano (Prima cat.D), alcune precisazioni in merito ad articoli apparsi sul nostro portale che chiamavano in causa la sua società. “Ho letto con un certo stupore l'articolo pubblic...leggi
20/01/2020

Clamoroso a Monterubbiano: gara sospesa per scarsa visibilità al 40'st

MONTERUBBIANO. Clamoroso a Monterubbiano dove la Monterubbianese si giocava la partita contro il Monticelli. L'arbitro, signor Luca Pasqualini di Macerata, ha sospeso la partita per scarsa visibilità al 40' del secondo tempo sul risultato di 2-0 per i locali (in gol Ferranti e Donzelli). Decisione incomprensibile per alcuni presenti alla...leggi
18/01/2020

Marchionni: "Il Montegiorgio deve solo pensare alla salvezza"

MONTEGIORGIO. Due stop consecutivi contro Olympia Agnonese e Matelica che hanno rallentato il cammino del Montegiorgio, che non dimentica l'obiettivo primario fissato da inizio stagione, la salvezza. Lorenzo Marchionni (foto), autore di uno splendido gol che non è bastato ad evitare la sconfitta, rimette i rossoblù con i piedi per te...leggi
15/01/2020

Seghetta: "La Vigor Montecosaro vuol essere ancora protagonista"

MONTECOSARO. Bastano pochi dati per riassumere la stagione della Vigor Montecosaro nel girone E della Seconda categoria: un ottimo secondo posto alle spalle della lanciatissima Appignanese, 37 punti in 17 gare frutto di 12 vittorie ed un pareggio. Già così un ottimo percorso, ma la squadra non si accontenta certo di quanto fatto e punta a migliora...leggi
14/01/2020

Silveri: "FIGC, AIA e Società devono affrontare la questione arbitri!"

RAPAGNANO. Mentre la stagione sta entrando nella sua fase calda e naturalmente decisiva, non possiamo non raccogliere la garbata, ma comunque sentita e ponderata riflessione del presidente del Rapagnano Vitaliano Silveri (foto). Con la sua squadra che sta disputando un eccellente campionato nel girone D di Prima categoria, il massimo dirigente rossover...leggi
14/01/2020

Per la panchina della Monterubbianese scelto Massimo Cardelli

MONTERUBBIANO. Arriva dunque la decisione per la panchina della Monterubbianese che in giornata aveva accettato le dimissioni presentate dal mister Francesco Romanelli e dal diesse Claudio Salvi. La società biancorossa, nel dare il benvenuto al nuovo allenatore, ha voluto ringraziare due degli artefici dei successi della squadra in quest...leggi
14/01/2020

Renzi: "Per l'Elpidiense Cascinare ora salvezza possibile!"

SANT’ELPIDIO A MARE. E’ un’Elpidiense Cascinare molto rinnovata quella che si è presentata ai nastri di partenza del girone di ritorno nel campionato di Prima categoria C. Uscita sconfitta di misura ed immeritatamente dal confronto con il Trodica, la squadra elpidiense si è prontamente riscattata, infliggendo una sconfitta in rim...leggi
14/01/2020

Agostini: "Tutti uniti per la salvezza del Magliano Calcio!"

MAGLIANO DI TENNA. Parte con il piede giusto il girone di ritorno del Magliano Calcio, nel girone G di Seconda categoria. La compagine del presidente Alessandro Agostini (foto), supera il Borgo Rosselli e pur restando in una posizione di classifica ancora non tranquilla si tira fuori, almeno per il momento, dalla zona play out. Insieme...leggi
08/01/2020

Cuccù: "La classifica sorride alla Futura 96 ma guai a rilassarsi!"

CAPODARCO. Chiusa positivamente la prima parte di stagione, si è aperto con il segno più anche il girone di ritorno della Futura 96, nel girone B di Promozione. La squadra di mister Stefano Cuccù (foto) ha infatti superato in trasferta una diretta concorrente per la lotta salvezza come la Monterubbianese, ripagando...leggi
08/01/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,14780 secondi