Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Promozione Girone B 2019/2020


Prima di aggiungere i marcatori assicurati che siano presenti le rose di P. S.Elpidio e di At. Centobuchi

P. S.Elpidio At. Centobuchi
2 : 0
 

Commento


PORTO S. ELPIDIO: Lattanzi, Simoni, Marconi, Cozzi, Marcantoni, Mengo, Quinzi ( 71’ Santacroce), Marozzi, Cingolani (75’ Minnucci), Cucu’ (91’ Belleggia), Stortini. A disp.: Genga, Cannoni, Cirella, Islami. Allenatore: Cucu’

ATLETICO PICENO: Calvaresi Vittorio, Oddi (86’ Fagotti), Spinelli, Picchini, Grilli, Garagliano, Giovannini, Calvaresi Matteo, Plebani, Ruggieri (62’ Traini), Gatti. A disp.: Cinquegrana, Miglietta, Mascitti. Allenatore: Massi

Reti 27’ Cingolani, 36’ Marozzi

Arbitro: Cleri (PU)

Esce sconfitto l’Atletico Piceno dal confronto con la prima della classe pero’ a testa alta, eppure nei primi minuti tutto faceva presagire in una sorpresa sui pronostici avversi. Al 10’ un difensore locale con un incertezza insieme al proprio portiere rischia clamorosamente l’autogol, pochi minuti piu’ tardi Giovannini fa’ partire un bolide da fuori area che colpisce il palo alla destra di Lattanzi, ma alla prima occasione vera dei locali da pochi passi nell’area piccola mette dentro Cingolani. Passano pochi minuti e Ruggeri perde palla sulla tre quarti e in contropiede Marozzi raddoppia. Nella ripresa l’Atletico ci mette l’anima per cercare almeno di riaprire la partita ma il Porto S. Elpidio squadra molto quadrata ed esperta controlla sempre piu’ o meno bene aiutato un po’ da un distratto arbitro che colleziona errori su errori favorendo cosi il risultato negativo per i ragazzi di Mister Massi. Un rigore ancora una volta non dato e un imbarazzante calcio d’angolo che il portiere Calvaresi assegna con correttezza agli avversari che l’arbitro non aveva visto clamorosamente dimostrando grande sportivita’ e facendo fare una brutta figura all’arbitro Ilaria Cleri di Pesaro.

(Claudio Fares)