Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Ascoli Piceno


Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Le società di Prima D in coro: "Ecco le nostre proposte per ripartire"

I presidenti hanno lanciato le loro idee: "Iscrizione gratuita, contributi a fondo perduto per chi ha settore giovanile, deduzioni e agevolazioni fiscali oltre a contributi ai Comuni per manutenzione o messa a norma degli impianti"

C’è tantissima incertezza e confusione sulle sorti del calcio dilettantistico e in questo contesto interviene l’iniziativa congiunti di diversi presidenti del Fermano e dell’Ascolano con proprie iniziative e proposte, soprattutto si tratta di società partecipanti alla Prima categoria D.

In questo momento di confusione ed incertezza in merito alle sorti del calcio dilettantistico marchigiano, segnaliamo l’iniziativa di diverse società del Fermano e dell’Ascolano, in particolare le partecipanti al girone D di Prima categoria. Una richiesta concreta di sostegno che arriva da una parte di società che durante l’emergenza si sono mosse spesso anche con gesti di solidarietà e al servizio della collettività, confermando che la priorità assoluta è il superamento della crisi prima salutare e poi economica.

“Alla luce del grande lavoro svolto nel corso degli anni, ed anche in questo difficile periodo storico, noi presidenti vorremmo che tutto il movimento possa avere un futuro e che questo tessuto sportivo, senza scopo di lucro, possa sopravvivere. E’ nostra intenzione continuare ad operare nella promozione sportiva e sociale nelle nostre piccole realtà urbane, spesso dell’entroterra ed alcune nelle zone del “cratere del sisma 2016”, permettendo a tutti i cittadini, in particolare i più giovani, di praticare sport a costi assolutamente contenuti. Siamo consapevoli che dopo questa dolorosa pandemia molte cose dovranno cambiare, e per fare in modo che il calcio possa continuare ad esistere, anche nelle nostre zone, ci permettiamo di proporre alcune soluzioni che possano per lo meno mitigare il devastante impatto del COVID-19 nel settore:

Definire al più prestito la chiusura della stagione 2019/2020 con i relativi esiti e programmare un calendario per la ripartenza della nuova stagione, per quanto possibile, stabilendo le misure da adottare per il contenimento della diffusione del rischio COVID-19, per consentire alle società una programmazione tecnico-economico-finanziaria per le attività ed eventuale adeguamento delle strutture sportive da parte dei gestori e/o dei Comuni. Tale aspetto risulta fondamentale poiché si potrebbero presentare criticità nelle strutture esistenti e tempi lunghi per adeguamenti, che potrebbero compromettere l’iscrizione ai campionati di molte società;

Iscrizione totalmente gratuita ai vari campionati dilettantistici, ivi inclusi costi per spese di gestione e tesseramenti, sia per le prime squadre che per i settori di base e giovanili;

Rimborso di tutte le spese relative a prestazioni sanitarie (non previste in passato) che dovremo sostenere nei nostri impianti nei mesi a seguire, come ad esempio le varie igienizzazioni quotidiane e sanificazioni, dispositivi di protezione, le visite mediche, l’acquisto di materiale sanitario (mascherine per i tesserati ad esempio o i misuratori di temperatura), nonché il materiale di allenamento personalizzato e non ultimo le coperture assicurative per tutelarsi civilmente da eventuali danni provocati dal COVID-19.

Un contributo a fondo perduto a tutte le società calcistiche che hanno il settore di base e giovanile, al fine di valorizzare l’importante funzione educativa e sociale che sarà messa a rischio dalla moltiplicazione dei costi. A nostro avviso sarebbe utile prendere in considerazione anche un eventuale aiuto finanziario alle famiglie, molte delle quali a causa del virus, non potranno più permettersi di pagare, anche se minima, la quota di partecipazione ai costi sostenuti dalle società.

Inoltre riteniamo fondamentale il ruolo dei Comitati Regionali e della Federazione che in questo momento così complicato per l’intero mondo dilettantistico, devono sottoporre agli organi istituzionali proposte che allo stato dei fatti risultano essenziali al fine del proseguimento delle nostre attività, ed in particolare:

Deduzione fiscale del 150% del costo delle sponsorizzazioni destinate al calcio dilettantistico (in analogia al “super ammortamento” degli investimenti) da parte delle poche “eroiche” aziende che saranno in grado sostenere il circuito, a causa del completo stop delle attività produttive, diminuzioni di fatturato e delle negative previsioni economiche per i prossimi anni;

Agevolazioni fiscali per le società sportive (per almeno un triennio) sul regime Iva del settore con esenzione totale dell’Iva sui costi e incameramento totale dell’iva sui ricavi; 

Contributi da elargire ai Comuni per la conduzione e manutenzione ordinaria degli impianti comunali, spesso gestiti poi dalle società sportive locali, che le mantengono e efficientano migliorando le infrastrutture pubbliche con lavoro di volontariato e molto spesso anticipando le risorse economiche necessarie.

Contributi a fondo perduto per l’adeguamento e messa a norma degli impianti sportivi esistenti, spesso obsoleti e privi di condizioni che assicurino il rispetto delle normative igienico-sanitarie ed accoglienza del pubblico.

Le nostre sono proposte dettate dal buonsenso e dall’esperienza maturata spesso in tanti anni di attività nel mondo del calcio. Siamo certi che il documento possa essere una buona base di discussione ed anche uno spunto di riflessione per il Comitato Regionale e per la Federazione, chiamati nei prossimi giorni a prendere delle decisioni che potrebbe, mai come adesso, rivelarsi fondamentali per il futuro del calcio dilettantistico”.  

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 11/05/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Restyling alla Real Cuprense: cambiano presidente e allenatore

CUPRA MARITTIMA. Sono trascorsi ormai quattro mesi dalla chiusura dei campionati a causa della pandemia che ha bloccato il calcio dilettantisico di tutta Italia, lasciando l’amaro in bocca a tutti gli amanti di questo fantastico sport, ma la Real Cuprense, forte di una nuova ristrutturazione societaria, ha già iniziato i preparativi per la nuova stagione ...leggi
02/07/2020

Due presidenti per il Centobuchi 1972 MP: Pelliccioni e Calvaresi

CENTOBUCHI. In vista di una stagione di Prima categoria che si annuncia molto impegnativa, rafforza la sua compagine societaria il Centobuchi 1972 MP che potrà avvalersi di ben due presidenti. La riunione del direttivo della società, tenutasi negli scorsi giorni, ha infatti stabilito che lo storico dirigente del calcio locale Amede...leggi
01/07/2020

UFFICIALE. Montalto: conferme per Alessi, Clerici e il DS Matricardi

MONTALTO DELLE MARCHE. Con l’inizio ufficiale della nuova stagione agonistica si mette in moto il Montalto che, anche nella prossima stagione, disputerà il campionato di Prima categoria. La società giallorossa comunica di voler dare continuità al proprio progetto sportivo, confermando in blocco lo staff che così bene ha...leggi
01/07/2020

UFFICIALE. Stefano Morganti nuovo allenatore del Santa Maria Truentina

CASTEL DI LAMA. Arrivata la certezza della permanenza il Prima categoria, con il Comunicato Ufficiale diramato lunedi scorso dal Comitato Regionale, inizia a muoversi sul mercato il Santa Maria Truentina, in vista della prossima stagione agonistica. Dopo la separazione da mister Gabriele Cori, la società informa di aver affidato la conduzione tec...leggi
01/07/2020

UFFICIALE. Rossano Tarli è il nuovo allenatore della JRVS Ascoli

ASCOLI PICENO. Dopo la separazione dei giorni scorsi con mister Francesco Paoletti, la Jrvs Ascoli ha ufficializzato il nuovo allenatore che risponde al nome di Rossano Tarli (foto). Per l'ex giocatore molto conosciuto nel panorama calcistico del territorio ed ex tecnico di Villa Pigna, Poggese, Comunanza, Orsini e Vigor Folignano inizia una ...leggi
30/06/2020

Fioravanti: "Prevedo budget delle società ridotti del 30%"

COLLI DEL TRONTO. Nonostante un clima ancora pieno di incertezze, le società dilettantistiche sono al lavoro nella costruzione delle squadre in vista della ripartenza dei campionati. Giovanni Fioravanti (foto), presidente dell'Atletico Azzurra Colli, tra le pagine del Corriere Adriatico ha dato un suo parere sul presente e futuro della ...leggi
25/06/2020

ColliSportVillage: "Il passato è alle spalle, ora guardiamo avanti"

COLLI DEL TRONTO. "Chissà se sono mancato al calcio come il calcio è mancato a me?" Una similitudine paradossale che fornisce la cifra di un senso di vuoto, di mancanza che avvertiamo nel momento in cui vengono a mancare uno o più fattori che compongono la nostra routine. Da quel nefasto 8 marzo sono passati diversi mesi, siamo rimasti in casa e soprattutto in silenzio, vis...leggi
21/06/2020

Ex calciatore e dirigente muore a soli 40 anni

MONSAMPOLO DEL TRONTO. La comunità di Monsampolo del Tronto piange la prematura scomparsa di Lorenzo De Laurentis (foto), per anni calciatore e dirigente della Vis Stella. L'uomo è venuto mancare nella serata di ieri all'ospedale di Ascoli Piceno, dove una terribile malattia lo ha portato via a soli 40 anni. Oltre ad essere un appassionat...leggi
20/05/2020

Castelli: "Il Monticelli fa parlare di sè a livello nazionale"

ASCOLI PICENO. “Il Monticelli è una grande famiglia e lo sta dimostrando in questo momento di difficoltà.” Con queste parole il presidente Francesco Castelli (foto) vuole ringraziare tutto il mondo Monticelli. “Sappiamo che il momento non è facile per nessuno, soprattutto per una società di provincia come noi. Per...leggi
11/05/2020

P.d'Ascoli, Massi: "Prima squadra e vivaio, aspettiamo le direttive"

«Penso che il campionato sia ormai chiuso». È l'opinione del presidente del Porto d'Ascoli Vittorio Massi (foto) che sull'eventuale esito aggiunge: «Spero che riparta da dove è finito, oppure che venga annullato». «I giocatori scalpitano che vogliono entrare al campo per allenarsi, ma ovviamente al momento non è possibile»...leggi
06/05/2020

Acciaroli (Forcese): "Ripartire senza la quota di iscrizione"

FORCE. Ferdinando Acciaroli (foto) è il presidente della Forcese, formazione del girone H di Terza categoria che lo stop per Coronavirus dopo 19 giornate ha "congelato" al 3° posto. Presidente, innanzitutto come stai vivendo questo momento di lockdown?"Lo sto trascorrendo come spero la maggior parte delle persone...leggi
30/04/2020

Pepe Gervais: "Castoranese pronta per la Seconda categoria"

CASTORANO. Pepe Gervais (foto) è il presidente della Castoranese, squadra capolista del girone H di Terza categoria. Come stai vivendo questo momento di lockdown?"Come la maggior parte delle persone sono a casa, cercando di rispettare tutte le direttive, sperando che tutto possa procedere per il meglio così da tornare alla normalit&...leggi
21/04/2020

"Atletico Ascoli in Eccellenza? Eravamo sulla strada giusta..."

ASCOLI PICENO. Mario Marzetti (foto) è il direttore sportivo dell'Atletico Ascoli, formazione capolista in Promozione B. Come stai vivendo questo stop forzato?"Lo sto vivendo a casa cercando di rispettare al massimo le direttive perchè ritengo importante essere in linea con quello che ci chiedono in modo da rendere più facile...leggi
20/04/2020

Perugini: "Altro che ripartire, qui si rischia un lungo stop"

COMUNANZA. “Stiamo vivendo una situazione surreale” ci dice Remo Perugini (foto), presidente del Comunanza, da noi raggiunto telefonicamente durante questa forzata pausa casalinga. In merito alla discussione che si accesa nei giorni, circa una eventuale ripresa dell’attività agonistica a livello dilettantistico, la posizione de...leggi
20/04/2020

Drago: "Stagione da annullare. Il calcio dopo il virus? Finito"

CUPRA MARITTIMA. Come vive Maurizio Drago (foto), presidente della società Real Cuprense (Seconda categoria G), questo momento di lockdown per il Coronavirus?"Lo vivo con molta tristezza, il campo indubbiamente manca, soprattutto per noi che abbiamo questa passione nel sangue". Presidente, la sua squadra viaggiava in zona p...leggi
08/04/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,11448 secondi