Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Fermo


Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Silveri: "FIGC, AIA e Società devono affrontare la questione arbitri!"

Per il massimo dirigente del Rapagnano è ormai improrogabile un tavolo di confronto fra tutte le realtà interessate per affrontare una questione vitale per lo sviluppo del movimento

RAPAGNANO. Mentre la stagione sta entrando nella sua fase calda e naturalmente decisiva, non possiamo non raccogliere la garbata, ma comunque sentita e ponderata riflessione del presidente del Rapagnano Vitaliano Silveri (foto). Con la sua squadra che sta disputando un eccellente campionato nel girone D di Prima categoria, il massimo dirigente rossoverde ci tiene a confrontarsi anche con le altre squadre del girone in merito alla questione arbitrale.

“Prima di entrare in argomento voglio sottolineare un punto fondamentale – ci dice Silveri – il mio non è uno sfogo dopo la mancata concessione di un calcio di rigore o dopo aver perso una gara per qualche svista, ma vuol essere uno spunto di riflessione nel quale vorrei coinvolgere anche i miei colleghi delle altre squadre. Credo sia sotto gli occhi di tutti che a livello di classe arbitrale vi siano dei problemi, probabilmente legati anche allo scarso numero di ragazzi che scelgono di intraprendere questa strada, ma è chiaro che ormai si sta andando verso orizzonti difficili da interpretare.
Partiamo dalle designazioni, faccio fatica a comprendere... ci dicono: mai arbitri della sezione di Fermo a Rapagnano, ed è giusto visto che siamo a due passi ed evitiamo chiacchiere e dietrologie. Poi vai a giocare a Pagliare e l'arbitro è della sezione di San Benedetto, allora penso che non sono le distanze a fare la differenza, ma altre valutazioni che personalmente mi sfuggono. E' dall'inizio della stagione che notiamo prestazioni non all'altezza della situazione, ma sono almeno 4/5 partite che in mezzo al campo si susseguono un numero tale di episodi incredibili che si fa fatica a contarli. Anche in partite equilibrate e senza particolari episodi fallosi, ormai l'arbitro è sempre il protagonista principale, continui spezzettamenti e fischi spesso inappropriati impediscono lo sviluppo delle azioni, si ferma il gioco per emerite sciocchezze e non si interviene poi su falli anche molto duri o su comportamenti palesemente antisportivi. Faccio un esempio per chiarezza: su un campo grande come il nostro se si incrociano un arbitro di poca personalità ed una squadra avversaria che voglia perdere tempo, si finisce in pratica per non giocare mai. Mi sono preso la briga in alcune partite di cronometrare il tempo di gioco, fermando il cronometro solo quando la palla usciva fuori (quindi senza considerare i tempi morti sui vari di calci di punizione, corner, ammonizioni ecc...), ebbene superiamo di poco l'ora di gioco. In parole povere se ci fosse il tempo effettivo come nel basket, si giocherebbe realmente meno di 45 minuti.

Sulle valutazioni dei falli in area di rigore, credo sia inutile entrare in merito, ogni settimana assistiamo a delle prestazioni che facciamo fatica a spiegare. Parlandone prima delle gare con colleghi e dirigenti delle altre squadre, si nota chiaramente che il problema non riguarda una sola realtà, ma bensì l'intero movimento. Posizionamento in mezzo al campo spesso errato, comportamenti strani, decisioni incomprensibili e frutto di non si capisce quale regolamento e fondamentalmente tantissimi errori. Avete provato a farlo notare? Vi sarete accorti allora che scattano cartellini come se piovesse per i calciatori e multe per le società, motivi per i quali si finisce sempre per non affrontare questi argomenti. E torniamo al discorso di partenza, probabilmente manca la materia prima e giovanotti di belle speranze con poche partite nelle giovanili, vengono subito promossi nelle categorie superiori, non essendo ancora pronti per questo salto in avanti. Sta di fatto che ogni settimana ne vediamo di nuove: scambi di persona, fischio finale con la palla crossata in area e non ancora preda del portiere, calciatori con lividi sulle gambe ammoniti per simulazione e, cosa più grave, errata valutazione sui contrasti. In pratica questi ragazzi non sanno riconoscere un intervento cattivo, da uno duro ma leale, segno evidente che molti di loro non hanno mai giocato al calcio e fanno giustamente fatica a calarsi nella parte.

Vogliamo parlare della condizione fisica? Con il gioco sempre più veloce delle squadre un arbitro poco allenato fa una fatica enorme a seguire l'azione e ad essere lucido nelle decisioni. Parlo di quelli poco allenati, poiché talvolta abbiamo la sensazione che molti di questi ragazzi l'allenamento non lo facciano proprio e nell'ultima mezzora si posizionano sul cerchio di centrocampo, non riuscendo proprio a tenere il passo di gare combattute e ricche di episodi. Se sulle valutazioni si può essere elastici, essendo lasciate alla libera scelta di ogni singolo individuo (anche se esiste un regolamento), ed allora quello che per me è un fallo per te può essere un intervento regolare, quindi accetto la tua decisione pur non condividendola; sull'aspetto fisico il discorso è diverso. L'arbitro è un atleta che ha scelto quel tipo di disciplina e per essere efficiente, come tutti gli atleti, deve prepararsi e mettere il suo corpo nella situazione ideale per svolgere quel tipo di performance. Siamo sicuri che questi ragazzi facciano tutto ciò? Vedendone all'opera alcuni qualche dubbio viene, ma potrei sbagliarmi, potrei valutare con eccessivo pessimismo alcune situazioni, potrei essere accecato dal tifo, ma allora com'è che anche le altre squadre manifestano gli stessi problemi?

A mio avviso - chiude il presidente Silveri - dovremmo trovarci tutti insieme: le società, la Federazione e all'Associazione degli Arbitri per provare a sviluppare l'argomento che, credetemi, è molto meno banale di quanto si creda. Per quanto mi riguarda sono pronto a discutere per trovare una soluzione o quanto meno provare a migliorare alcuni aspetti, perchè se ogni sabato dopo le partite se ne vanno tutti scontenti, sia gli arbitri che i vincitori e i vinti, forse c'è qualcosa in questo sistema che non funziona. E' tutto molto triste, perchè quello che vedo adesso non è il calcio che ho conosciuto ed amato nella mia vita, e in questo momento faccio fatica a riconoscermi in questo ambiente”.



Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 14/01/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



MERCATO. Gabriele Cavalieri è il nuovo portiere del Porto Sant'Elpidio

PORTO SANT'ELPIDIO. Dopo la tegola di domenica scorsa con l'infortunio di Crisriano Specacè, il Porto Sant'Elpidio è corso ai ripari tesserando un nuovo portiere. Si tratta di Gabriele Cavalieri (foto), classe 1998, proveniente dall'Albinoleffe (Lega Pro), nelle precedenti tre stagioni in Serie D con la Virtus Bergamo.Da segnal...leggi
30/09/2020

Tegola sul P.S.Elpidio: il portiere Sprecacè out un mese

PORTO SANT'ELPIDIO. Tegola sul Porto Sant'Elpidio: durante la rifinitura di sabato che precedeva la sfida col Tolentino il portiere Cristiano Sprecacè (foto) ha alzato bandiera bianca per un mignolo rotto. Le notizie non sono positive, si parla di almeno un mese di stop e la società elpidiense sta cercando un sostituto....leggi
29/09/2020

Commenti anche da New York sulla fine del calcio in Amandola

AMANDOLA. Ha fatto il giro del mondo il nostro articolo dei giorni scorsi, nel quale davamo la notizia della fine del calcio nella Città di Amandola. Un accorato commento ci giunge anche da New York, dove risiede attualmente un ex giocatore amaranto degli anni '70. Enzo Soderini (foto) ha voluto far sentire la sua voce, esprimendo la spera...leggi
28/09/2020

MERCATO. Pronta la Monterubbianese: Mbengue e 3 ragazzi interessanti

MONTERUBBIANO. Ad un mese dall'inizio del campionato di Promozione che vedrà la Monterubbianese impegnata nel girone C, si completa l'organico a disposizione del confermato mister Massimo Cardelli. La società del presedente Lorenzo Romanelli si assicura le prestazioni di tre ragazzi molto interessanti e di un centrocampista di sicuro affid...leggi
28/09/2020

Montegiorgio: Mengo dedica i tre punti a Mercuri e Albanesi

MONTEGIORGIO. Prestazione maiuscola del Montegiorgio contro il Castelfidardo (2-0), la soddisfazione di Eddy Mengo (foto): "Abbiamo sfoderato una partita importante, ci conosciamo da poco ma abbiamo tanti margini di miglioramento". Poi una doppia dedica per i primi tre punti della stagione: "Il nostro pensiero va al magazziniere Gino Mercuri che ...leggi
28/09/2020

Rabbia Piane MG: Cosa c'entriamo noi con il girone di Macerata?

PIANE DI MONTEGIORGIO. E’ stata amara la scoperta dei nuovi gironi per la dirigenza del Piane MG, società iscritta al prossimo campionato di Prima categoria. In maniera del tutto inaspettata la squadra montegiorgese è stata inserita nel girone maceratese e quindi con trasferte molto più lunghe e difficili. Sconcertato il presi...leggi
26/09/2020

MERCATO. Montegiorgio, ufficiale anche Mantini

Il Montegiorgio Calcio comunica l’arrivo in rossoblù di Giorgio Mantini (foto), giovane centrocampista classe ‘98.Cresciuto nel settore giovanile del Teramo, con cui esordisce poi in prima squadra, Giorgio passa in prestito al Castelfidardo, con cui disputa 29 partite in Serie D siglando 4 gol.Al termine della stagione to...leggi
23/09/2020


MERCATO. Porto Sant'Elpidio: presentato Michael Vitali

PORTO SANT'ELPIDIO. Tra gli under dell'Atletico Calcio Porto Sant'Elpidio c'è anche Michael Vitali (foto), attaccante classe 2003 appena ufficializzato dalla società, ma già aggregato alla preparazione e presente nelle ultime amichevoli. Il volto nuovo alla corte di mister Mirco Omiccioli proviene dalla Berretti della Fermana, in p...leggi
14/09/2020

Verdecchia: "Pinturetta pronta a partire ma protocollo da rivedere"

PORTO SANT'ELPIDIO. E' iniziata ieri sera al “Belletti” la nuova stagione della Pinturetta Falcor (foto), in vista del prossimo campionato di Prima categoria. Nel rispetto delle norme previste dal protocollo sul Covid-19, staff tecnico e calciatori, hanno dato il via ad una nuova avventura, anche se ancora non si conoscono le date di inizio del pros...leggi
10/09/2020

"Per Tirassegno il peggio è alle spalle. Ora però torniamo a giocare"

FERMO. Dopo un lungo periodo di stop la nuova stagione calcistica è ormai alle porte. Come la affronteranno le società dilettantistiche, anche in relazione alle stringenti normative anti.covid? Ne parliamo con Mirco Tufoni (foto), presidente del Tirassegno 95, società impegnata in Terza Categoria e nel Settore Giovanile. ...leggi
04/09/2020

MERCATO. Colpo a centrocampo per la Palmense: arriva Luca Cozzi

MARINA PALMENSE. Arriva un uomo di esperienza per il centrocampo della Palmense in vista del prossimo campionato di Promozione. La società del presidente Giuliano Paradisi è riuscita a mettere a disposizione di mister Stefano Cipolletta un elemento di sicuro affidamento e di spiccata personalità come Luca Cozzi (foto)....leggi
03/09/2020

Il Recreativo Pse saluta i nuovi, onora i vecchi e rinvia la partenza

PORTO SANT'ELPIDIO. Dopo tanti, troppi giorni di stop, è quasi pronta per ripartire la nuova stagione che vedrà il Recreativo PSE impegnato in Seconda categoria. Prima di ricominciare la dirigenza ci tiene a ringraziare e salutare tutti coloro che hanno fatto storia della società, ma che purtroppo per vari motivi dopo mo...leggi
30/08/2020

Qui Monturano Campiglione: "Protocollo ok, ma ripartenza a rischio"

Protocollo sanitario, allenamenti, distanziamento sociale.... Agostino Liberini (foto), presidente del Monturano Campiglione, su tutto questo si mostra realista: "Sta andando bene - sottolinea al Corriere Adriatico - misuriamo la febbre a tutti, nessuno entra senza firmare, la nostra struttura è molto grande e permette il distanziamento. Credo c...leggi
29/08/2020

MERCATO. Al Fiuminata il giovane Yobouet Sylla

FIUMINATA. La rosa del Fiuminata di mister Francesco Fede si rinforza a centrocampo con l'arrivo del giovane talento ivoriano Yobouet Sylla (foto). Nonostante la giovane età (classe 1999), il ragazzo può già vantare trascorsi in Serie C con Feralpisalò e Pro Piacenza ed in Serie D con gli umbri del Cannara. Lo scorso anno &e...leggi
18/08/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,14564 secondi