Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


image host

Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Tolentino, dal coma al campo: il ritorno di Paolo Tortelli

Il calciatore cremisi ricorda le conseguenze di quel periodo dopo l’incidente di gioco avvenuto a dicembre, la sua battaglia e tenacia ricordano quella che l’Italia sta combattendo con il Coronavirus

TOLENTINO. «Non mi sono mai arreso, anche se ci sono stati momenti difficili. Ma piano piano ho capito che avrei ripreso in mano la mia vita». Paolo Tortelli, calciatore del Tolentino, ricorda le conseguenze di quel periodo dopo l’incidente di gioco avvenuto a dicembre, la sua battaglia e tenacia ricordano quella che l’Italia sta combattendo con il Coronavirus. «Dopo quell’incidente sono stato otto giorni in coma farmacologico, poi – aggiunge – ne ho fatti altri tre in terapia intensiva e infine sono stato trasferito in reparto: in tutto sono stato ricoverato per due settimane all’ospedale di Fermo».

Cosa ha riportato in quell’incidente di gioco? «Ho preso una testata alla tempia: ho riportato tre fratture a livello cranico e un piccolo versamento».

Cosa temeva in quei momenti difficili che ogni tanto l’assalivano? «Di non riuscire a tornare quello di prima, che quell’incidente mi avrebbe lasciato delle conseguenze. Però non mi sono mai arreso: ho subito fatto qualche esercizio, poi qualche camminata, una corsetta. Ecco, tutto questo mi dava sempre più sicurezza».

Adesso come va? «Venerdì avrò la visita dal neurologo il quale, se tutto andrà come spero, mi darà la riabilitazione. Nel frattempo sono stato visitato due volte al mese e gradualmente i dottori mi hanno diminuito i medicinali».

Ha ripreso ad allenarsi? «Sì, a gennaio ho iniziato a correre un po’ da solo e quando la situazione è andata migliorando ho potuto lavorare in gruppo indossando un caschetto. Tutto è andato come nei programmi».

Ha fatto anche qualche partita assieme ai compagni di squadra? «Sì, senza problemi. Aspetto la visita di venerdì perché se avrò l’ok del medico sarei potuto essere convocato per la partita di domenica, ma adesso è tutto fermo per questa emergenza».

Si ricorda cosa ha provato quando ha rimesso piede nello spogliatoio? «Una gioia immensa ritrovare i compagni, parlare e scherzare con loro: era come se avessimo vinto una partita 4-0 e io avessi segnato quattro reti».

Adesso l’Italia è nel tunnel, crede che ne usciremo? «Sì, ne sono sicuro. Ma dipende da noi, dal fatto di rispettare le regole che ci sono state date per contrastare il contagio».

Cosa ha provato quando ha ripreso la vita di sempre dopo l’incidente? «Si vede tutto con un occhio diverso perché ci si è resi conto che basta un niente perché possa cambiare ogni cosa, e allora non dai più nulla per scontato, apprezzi ogni cosa, ogni rapporto, ogni persona».

Al tempo del coronavirus come trascorre le giornate? «Sto a casa, come tutti. Per fortuna faccio l’università, sono iscritto a Economia aziendale e investo questo tempo seguendo le lezioni online. Mi trovo molto bene perché riesco a seguire tutto, poi sto a casa assieme a Matteo (Minnozzi) e vediamo anche la televisione». 
(FONTE: Il Resto del Carlino)

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 18/03/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



La Sangiustese precisa: "Rispetto per le istituzioni nonostante tutto"

In un momento caratterizzato da grandi polemiche arriva a smorzare i toni Andrea Tosoni (nella foto tra Sibilia e Barbiero), presidente della Sangiustese, che ribadisce i valori che da anni hanno fatto conoscere in tutta Italia la Sangiustese. “Il principio di correttezza e rispetto delle regole – ha dichiarato il Presidente...leggi
29/05/2020

Urbis Salvia: partita in ritardo, puntuale nei pagamenti!

URBISAGLIA. Partita in ritardo, puntuale nei pagamenti. È il caso dell'Urbis Salvia, che già ai primi di marzo ha saldato tutti i rimborsi ai calciatori e allo staff tecnico dell'attuale stagione sportiva. Una storia davvero particolare quella che riguarda il club ora presieduto da Roberto Iommi. Il numero uno arancioblu e i tanti dirigenti al suo fianco sono...leggi
28/05/2020

Settempeda e Serralta avanti tutta! Pronti per il dopo il covid-19

SAN SEVERINO MARCHE. Settempeda e Serralta avanti tutta! Questa la decisione presa all’unanimità dal consiglio direttivo della società settempedana tornato a riunirsi dopo l’emergenza sanitaria. Rispettando le norme sulla sicurezza e sulle distanze da mantenere, i dirigenti del club hanno concluso l’incontro dimostrando assoluta unità di i...leggi
27/05/2020

UFFICIALE. Potenza Picena: panchina ancora affidata a Giuseppe Santoni

Non si ferma l'intesa tra Potenza Picena e il suo Comandante. Sarà infatti ancora Giuseppe Santoni (foto), il tercnico giallorosso anche nella prossima stagione: ad ufficializzarlo nelle ultime ore proprio la società potentina. Per il tecnico si tratta dell'ottava stagione da tecnico del Potenza Picena, panchina sulla quale ha ottenuto il...leggi
27/05/2020

Replica la Sangiustese: "La somma pretesa è al vaglio dei giudici"

Arriva immediata la replica della Sangiustese in merito alla questione Villa San Filippo. "In risposta agli articoli pubblicati oggi da diverse testate online, che hanno riportato le parole del dirigente del Ponte San Giusto Marco Pazzarelli e del Sindaco di Monte San Giusto Andrea Gentili, la Sangiustese porta a conoscenz...leggi
27/05/2020

Guzzini fa sognare la Recanatese: "Per la C ci proviamo anche noi"

RECANATI. «Stagione finita in anticipo, dispiace da tifoso ma non c’erano alternative: adesso sono altri i problemi da risolvere». Adolfo Guzzini, presidente della Recanatese, manda in archivio il campionato non senza rimpianti. «Chiudiamo la stagione cercando di mantenere una gestione societaria attenta e senza debiti che ci contraddistingue. Sono fiducioso sul fatto ch...leggi
25/05/2020

La Sangiustese chiarisce sulla gestione de "La Croce" di Montegranaro

Una nota ufficiale da parte della Sangiustese per chiarire i dettagli dell'accordo per la gestione dell'impianto sportivo "La Croce" di Montegranaro. "La Sangiustese fa chiarezza in merito all’aggiudicazione del bando di assegnazione triennale per la gestione dell’impianto sportivo “La Croce” di...leggi
21/05/2020

Goalkeeper School, si riparte dopo l'emergenza. Ecco le iniziative

Riparte dopo l’emergenza COVID-19 la Goalkeeper School Roberto Mercuri che, nel pieno rispetto di tutte le norme igienico-sanitarie previste, si prepara ad un’estate nel segno della responsabilità, dello sport e del sano divertimento. Tante le iniziative in cantiere, a partire dalla conferma del Camp estiv...leggi
26/05/2020

Matelica, dopo due mesi di quarantena Urbietis torna in Lituania!

In attesa che in Consiglio Federale ratifichi la delibera di sospendere sino al 14 giugno 2020 tutte le competizioni sportive calcistiche organizzate sotto l’egida della FIGC, alcuni giocatori hanno deciso di fare ritorno a casa.  E’ il caso del portiere lituano del Matelica, Kajus Urbietis, che dopo due mesi di quarantena nella cittadina dell&rsq...leggi
19/05/2020

La Civitanovese guarda avanti: Giulio Spadoni sarà il nuovo Ds

CIVITANOVA MARCHE. La Civitanovese ha raggiunto l'accordo con Giulio Spadoni (foto) - ex Ds di Sambenedettese, Ancona, Fermana, Maceratese, ultima esperienza alla Sangiorgese - che diventerà il nuovo direttore sportivo per la prossima stagione. "Praticamente è fatta. Abbiamo avuto più di un colloquio sancito poi con una stretta di mano ...leggi
19/05/2020

Elfa Tolentino, promozione vicina. "Gara-chiave contro Castelraimondo"

TOLENTINO. E' la settimana dell'ufficialità: l'Elfa Tolentino è pronta a ricevere la promozione d'ufficio in Prima categoria. "La squadra in 23 gare – è la riflessione del Ds Biagio Micari (foto) – ne ha vinte 20 e pareggiate 3 per cui sul piano sportivo la sospensione è stata difficile da digerire perché ...leggi
18/05/2020

Papi: "Dopo il Coronavirus più spazio alle persone competenti"

"Il Coronavirus lascerà il segno anche nel calcio riportandolo a valori antichi in cui non solo le spese saranno ridotte, ma troveranno spazio persone competenti e indirizzi nuovi". Così Egidio Papi (foto), direttore sportivo della Sangiustese, intervistato da Il Resto del Carlino.«D'ora in avanti si dovrà lavorare di più e meglio n...leggi
16/05/2020

Ruggeri, fedeltà al Tolentino: Obiettivo: giocatore con più presenze

TOLENTINO. Federico Ruggeri (foto), capitano del Tolentino, giura fedeltà ai colori cremisi: "La mia speranza è quella di continuare a giocare in serie D e mi auguro di poterlo fare con questa maglia, sarebbe la nona stagione. Ho già avuto l'onore di entrare nella top ten dei calciatori col maggior numero di presenze nella storia del club e sono vicino al t...leggi
16/05/2020


Giandomenico: "Abbiamo tutti bisogno di tornare alla normalità"

"Speriamo di essere di nuovo in campo a settembre o a ottobre, pronti per giocare". Luigi Giandomenico (foto), tecnico del Valdichienti Ponte, non vede l’ora che si torni alla normalità dopo l’emergenza Coronavirus che ha stravolto la vita di tutti. «Il campo – dice a Il Resto del Carlino – manca moltissimo e non solo a me, ...leggi
14/05/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,21518 secondi