Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Ascoli Piceno


Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Perugini: "Altro che ripartire, qui si rischia un lungo stop"

Il presidente del Comunanza esamina con estrema lucidità la situazione in presenza del Coronavirus, ritenendo ormai chiusa la stagione e paventando anche uno stop molto più lungo del previsto

COMUNANZA. “Stiamo vivendo una situazione surreale” ci dice Remo Perugini (foto), presidente del Comunanza, da noi raggiunto telefonicamente durante questa forzata pausa casalinga. In merito alla discussione che si accesa nei giorni, circa una eventuale ripresa dell’attività agonistica a livello dilettantistico, la posizione del massimo dirigente giallorosso è piuttosto netta.

“Per quanto ci riguarda consideriamo conclusa la stagione, non ci sono assolutamente le condizioni per portare a termine il campionato. Spero che chi è chiamato a prendere delle decisioni definitive lo faccia nella massima responsabilità e con cognizione di causa, valutando attentamente questa situazione assolutamente imprevista ed imprevedibile. Dirò di più – sottolinea Perugini – nella malaugurata ipotesi che si decidesse di ripartire entro qualche settimana noi non ci saremo, abbiamo già smesso da tempo di allenarci, nel pieno rispetto della salute di tutti i nostri tesserati che, in questo momento, intendiamo tutelare in ogni modo. E’ evidente che nessuno aveva messo in conto di dover affrontare una emergenza del genere, ed è logico che nessuno ha pensato a scrivere delle regole precise con le quali affrontare la pandemia che ci ha colpito. Per questo motivo – continua il presidente – ritengo che la soluzione migliore in questo momento sia quella di annullare la stagione e cominciare a pensare al futuro, l’errore peggiore sarebbe quello di cambiare il regolamento in corsa, come potrebbe avvenire a livello professionistico. Sappiamo benissimo che quello è un altro mondo e forse è giusto che viaggi per conto suo ma, per quanto ci riguarda, visto che non ci sono dei precedenti e delle norme precise, al fine di non commettere delle ingiustizie, credo che l’annullamento resti l’unica strada percorribile. Potremmo sfruttare i prossimi mesi per darci delle regole diverse, studiare a fondo la situazione, mettere in preventivo che in futuro potrebbero ancora verificarsi (anche se speriamo di no) altri eventi come il coronavirus e soprattutto capire se ci sono le condizioni per una eventuale ripartenza dopo l’estate".image host
Su questo punto il presidente Perugini insiste in modo particolare, un imprenditore di successo come lui, riesce a valutare con lucidità anche le difficoltà che si incontreranno nel far ripartire l’economia e quindi lo sport: “Lo sport in generale ed in calcio in maniera particolare coinvolge un numero enorme di appassionati, dai bambini agli anziani, chiediamoci allora è davvero proponibile un calcio a porte chiuse anche nelle nostre categorie? Ha senso giocare davanti a nessuno? La competizione avrebbe lo stesso valore? Io credo proprio di no. I tifosi sulle gradinate, gli amici, le famiglie, le mamme e i papà emozionati, le fidanzate in lacrime, sono la parte più bella del calcio, davvero vogliamo privarci di tutto questo? A livello professionistico ci sono le TV con le loro innumerevoli telecamere, ma tra i dilettanti anche volendo fare le riprese e trasmettere sui social che sono tanto di moda, il risultato non sarebbe lo stesso. Questa è la parte romantica – continua Perugini – ma poi c’è anche la parte pratica di tutto il discorso, ovvero la ripartenza dopo uno stop di qualche mese di tutto il sistema economico e sinceramente non credo sarà una cosa tanto semplice. Nel prossimo futuro bisognerà ripensare a fondo tutto il sistema calcio, l’attuale impostazione basata sulle sponsorizzazioni non sarà più percorribile e credo sia ormai alle spalle. Noi a Comunanza abbiamo iniziato già da tempo a lavorare con i ragazzi, abbiamo tutta la volontà di portare avanti il nostro impegno con le famiglie di tutti i nostri giovani tesserati, riteniamo sia questa la strada maestra per il futuro. Per questo motivo, in stretta collaborazione con l’Amministrazione Comunale, abbiamo approfittato di questo periodo di sosta forzata per migliorare gli impianti di gioco e le strutture, vogliamo andare avanti e lavorare nelle migliori condizioni possibili e farci trovare pronti quando si tornerà sui campi. Purtroppo però il distanziamento sociale che questo maledetto virus ci impone, non credo renderà semplice la ripresa delle attività e trovo inutile parlare di eventuali ripartenze in tempi brevi. Dopo questo coronavirus nulla sarà più come prima, non vorrei essere pessimista – conclude il presidente Perugini - e naturalmente spero di sbagliarmi, ma vista la situazione credo ci sia il concreto rischio di perdere anche il prossimo anno”.

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 20/04/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Restyling alla Real Cuprense: cambiano presidente e allenatore

CUPRA MARITTIMA. Sono trascorsi ormai quattro mesi dalla chiusura dei campionati a causa della pandemia che ha bloccato il calcio dilettantisico di tutta Italia, lasciando l’amaro in bocca a tutti gli amanti di questo fantastico sport, ma la Real Cuprense, forte di una nuova ristrutturazione societaria, ha già iniziato i preparativi per la nuova stagione ...leggi
02/07/2020

Due presidenti per il Centobuchi 1972 MP: Pelliccioni e Calvaresi

CENTOBUCHI. In vista di una stagione di Prima categoria che si annuncia molto impegnativa, rafforza la sua compagine societaria il Centobuchi 1972 MP che potrà avvalersi di ben due presidenti. La riunione del direttivo della società, tenutasi negli scorsi giorni, ha infatti stabilito che lo storico dirigente del calcio locale Amede...leggi
01/07/2020

UFFICIALE. Montalto: conferme per Alessi, Clerici e il DS Matricardi

MONTALTO DELLE MARCHE. Con l’inizio ufficiale della nuova stagione agonistica si mette in moto il Montalto che, anche nella prossima stagione, disputerà il campionato di Prima categoria. La società giallorossa comunica di voler dare continuità al proprio progetto sportivo, confermando in blocco lo staff che così bene ha...leggi
01/07/2020

UFFICIALE. Stefano Morganti nuovo allenatore del Santa Maria Truentina

CASTEL DI LAMA. Arrivata la certezza della permanenza il Prima categoria, con il Comunicato Ufficiale diramato lunedi scorso dal Comitato Regionale, inizia a muoversi sul mercato il Santa Maria Truentina, in vista della prossima stagione agonistica. Dopo la separazione da mister Gabriele Cori, la società informa di aver affidato la conduzione tec...leggi
01/07/2020

UFFICIALE. Rossano Tarli è il nuovo allenatore della JRVS Ascoli

ASCOLI PICENO. Dopo la separazione dei giorni scorsi con mister Francesco Paoletti, la Jrvs Ascoli ha ufficializzato il nuovo allenatore che risponde al nome di Rossano Tarli (foto). Per l'ex giocatore molto conosciuto nel panorama calcistico del territorio ed ex tecnico di Villa Pigna, Poggese, Comunanza, Orsini e Vigor Folignano inizia una ...leggi
30/06/2020

Fioravanti: "Prevedo budget delle società ridotti del 30%"

COLLI DEL TRONTO. Nonostante un clima ancora pieno di incertezze, le società dilettantistiche sono al lavoro nella costruzione delle squadre in vista della ripartenza dei campionati. Giovanni Fioravanti (foto), presidente dell'Atletico Azzurra Colli, tra le pagine del Corriere Adriatico ha dato un suo parere sul presente e futuro della ...leggi
25/06/2020

ColliSportVillage: "Il passato è alle spalle, ora guardiamo avanti"

COLLI DEL TRONTO. "Chissà se sono mancato al calcio come il calcio è mancato a me?" Una similitudine paradossale che fornisce la cifra di un senso di vuoto, di mancanza che avvertiamo nel momento in cui vengono a mancare uno o più fattori che compongono la nostra routine. Da quel nefasto 8 marzo sono passati diversi mesi, siamo rimasti in casa e soprattutto in silenzio, vis...leggi
21/06/2020

Ex calciatore e dirigente muore a soli 40 anni

MONSAMPOLO DEL TRONTO. La comunità di Monsampolo del Tronto piange la prematura scomparsa di Lorenzo De Laurentis (foto), per anni calciatore e dirigente della Vis Stella. L'uomo è venuto mancare nella serata di ieri all'ospedale di Ascoli Piceno, dove una terribile malattia lo ha portato via a soli 40 anni. Oltre ad essere un appassionat...leggi
20/05/2020

Le società di Prima D in coro: "Ecco le nostre proposte per ripartire"

C’è tantissima incertezza e confusione sulle sorti del calcio dilettantistico e in questo contesto interviene l’iniziativa congiunti di diversi presidenti del Fermano e dell’Ascolano con proprie iniziative e proposte, soprattutto si tratta di società partecipanti alla Prima categoria D. In questo momento di confusione ed incertezza in merito alle sorti de...leggi
11/05/2020

Castelli: "Il Monticelli fa parlare di sè a livello nazionale"

ASCOLI PICENO. “Il Monticelli è una grande famiglia e lo sta dimostrando in questo momento di difficoltà.” Con queste parole il presidente Francesco Castelli (foto) vuole ringraziare tutto il mondo Monticelli. “Sappiamo che il momento non è facile per nessuno, soprattutto per una società di provincia come noi. Per...leggi
11/05/2020

P.d'Ascoli, Massi: "Prima squadra e vivaio, aspettiamo le direttive"

«Penso che il campionato sia ormai chiuso». È l'opinione del presidente del Porto d'Ascoli Vittorio Massi (foto) che sull'eventuale esito aggiunge: «Spero che riparta da dove è finito, oppure che venga annullato». «I giocatori scalpitano che vogliono entrare al campo per allenarsi, ma ovviamente al momento non è possibile»...leggi
06/05/2020

Acciaroli (Forcese): "Ripartire senza la quota di iscrizione"

FORCE. Ferdinando Acciaroli (foto) è il presidente della Forcese, formazione del girone H di Terza categoria che lo stop per Coronavirus dopo 19 giornate ha "congelato" al 3° posto. Presidente, innanzitutto come stai vivendo questo momento di lockdown?"Lo sto trascorrendo come spero la maggior parte delle persone...leggi
30/04/2020

Pepe Gervais: "Castoranese pronta per la Seconda categoria"

CASTORANO. Pepe Gervais (foto) è il presidente della Castoranese, squadra capolista del girone H di Terza categoria. Come stai vivendo questo momento di lockdown?"Come la maggior parte delle persone sono a casa, cercando di rispettare tutte le direttive, sperando che tutto possa procedere per il meglio così da tornare alla normalit&...leggi
21/04/2020

"Atletico Ascoli in Eccellenza? Eravamo sulla strada giusta..."

ASCOLI PICENO. Mario Marzetti (foto) è il direttore sportivo dell'Atletico Ascoli, formazione capolista in Promozione B. Come stai vivendo questo stop forzato?"Lo sto vivendo a casa cercando di rispettare al massimo le direttive perchè ritengo importante essere in linea con quello che ci chiedono in modo da rendere più facile...leggi
20/04/2020

Drago: "Stagione da annullare. Il calcio dopo il virus? Finito"

CUPRA MARITTIMA. Come vive Maurizio Drago (foto), presidente della società Real Cuprense (Seconda categoria G), questo momento di lockdown per il Coronavirus?"Lo vivo con molta tristezza, il campo indubbiamente manca, soprattutto per noi che abbiamo questa passione nel sangue". Presidente, la sua squadra viaggiava in zona p...leggi
08/04/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,10057 secondi