Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Ancona


Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Paolino Giampaoli: "Ho vinto la partita contro il Covid-19"

Il "primo caso" di Ancona ce l’ha fatta. E il "primo caso" era Paolino Giampaoli, super tifoso dell'Ancona e personaggio amato da tutti, che sui social racconta la “cronaca” della sua partita vinta contro il Covid-19:
“Grazie a Dio, ai medici e a tutto il personale sanitario, anche stavolta sono qui a raccontarla.
Onestamente questo 2020 per me non è iniziato nel migliore dei modi. Il 1° gennaio ero già ricoverato da due giorni per una crisi epilettica e speriamo che questa volta il detto si sbagli.... Provo a raccontarmi la mia odissea di 23 giorni con Covid 19:
Venerdì 28 febbraio non mi sento bene respiro male e chiamo il 118. Subito si pensa al Coronavirus. Al Pronto Soccorso nel frattempo sale un po’ di febbre, passo la notte nella sala n° 4. La mattina mi svegliano di soprassalto e mi ritrovo una cosa in gola e poi sul naso, mi spiegano che è il tampone. Mi dicono che la risposta arriverà verso le ore 12. Alle ore 20 l'ardua sentenza: positivo al Coronavirus. Alle ore 22 dal box del P.S. mi trasferisco a Malattie infettive dov’è vengo accolto dalla Dott.ssa Riva e dall’infermiera Consuelo che cercano subito di tranquillizzarmi dicendomi che non era cosi grave e si sono prese subito cura di me.
Pertanto il primo caso di Coronavirus ad Ancona sarei stato io. Non si capisce bene come, nè perche visto che dovrebbe esserci la famosa privacy ma la notizia si divulga fino ad arrivare alla stampa.
Il mio collega e amico Stefano Rispoli (non ho nessun rancore nei suoi confronti) mi chiama per sapere (anche da amico se ero io o no). Gli confermo di si ma gli chiedo di non far uscire il nome anche se poi forse da ciò che è stato scritto si poteva intuire. Una cosa però la vorrei precisare intanto che io dopo la famosa riunione del 16 febbraio a Riccione (e non è detto che sia li che lo abbia preso visto che di 30 solo io) non sono più uscito di casa e pertanto non c’era nessun timore per chi mi aveva frequentato così come hanno scritto nei sottotitolo.
Visto che dal giornale si poteva capire o no chi era ci sono stati tanti che non si sa come hanno saputo che ero io hanno subito sparso la voce. Per non parlare dei tanti messaggi tra ragazzi che giravano sui gruppi wathapp e che conservo per darli poi al mio legale Amico e Avvocato Alessandro Scaloni che attraverso la Polizia Postale farà delle sue indagini. Messaggi pesanti non solo contro di me, ma anche contro la mia famiglia con tanto di nomi e cognome con numeri e i miei amici. Molta gente è stata davvero cattiva e pesante tra loro gente che credevo amica. Per fortuna ho gli screenshot degli Amici veri che me li giravano.
Per fortuna ho avuto tanti amici che mi hanno sempre sostenuto dal primo giorno insieme alla mia famiglia da i miei zii Stefano Rosciani, Remo e Madera (poi purtroppo deceduta per Covid) ma che fino alla sera prima mi chiamava. Mio fratello Iman (con sua mamma Naazbi) mia cognata Silvia e la sua famiglia. Non potevo vedere nessuno, il mio unico mezzo di tramite era il cellulare". E Paolino elenca gli amici di sempre che gli sono stati al fianco. Ne sono un'infinità, e tra questi non potevano mancare dorici nel dna come Massimo Gadda e Salvatore Mastronunzio. Forza Paolino!

 

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 27/03/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Jesi. Donna sgozzata in casa all'alba, grave il marito

Una donna di 69 anni è stata uccisa in casa, in via Severi a Jesi, stamane (venerdì) intorno alle 5:30 da un uomo che si è introdotto nell’abitazione al piano terra, sfondando un vetro. Con un frammento avrebbe colpito la donna, Fiorella Scarponi, alla gola. I carabinieri intervenuti sul posto hanno fermato per accert...leggi
03/07/2020

Marcelli di Numana, hotel a luci rosse: denunciato albergatore

NUMANA. Durante il periodo estivo era un normale albergo per turisti, in inverno e primavera si trasformava in una casa di tolleranza. I carabinieri della stazione di Numana hanno quindi denunciato un albergatore in località Marcelli per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. I militari hanno fatto irruzione nell’hotel di Marcelli sorp...leggi
19/06/2020

Buby passeggia da Cingoli a Falconara, padrone multato

Dalle colline maceratesi alla spiaggia di Rocca Mare, è stata una passeggiata lunga 40 chilometri quella del cane Buby, un maremmano ritrovato nella mattinata di martedì 16 giugno dagli agenti della polizia locale di Falconara in via Lungomare di Rocca Priora. Il cane, molto docile e affettuoso, è stato notato vagare nella zona nord di Falc...leggi
18/06/2020

Non può vedere la figlia nascere: papà si arrampica sul tetto

ANCONA. La mamma è in travaglio in ospedale, ma il papà non può entrare per farle forza a causa delle stringenti norme anti Covid19. Così, dopo le ore passate a confortare la moglie al telefono, l’anconetano Andrea Ruello si è arrampicato sulle mura perimetrali ...leggi
17/06/2020

Donna prepara le olive all'ascolana mentre viene operata al cervello

ANCONA. Ha confezionato in meno di un'ora 90 olive all'ascolana, mentre veniva sottoposta a un intervento al cervello. Protagonista dell'impresa una donna di 60 anni, abruzzese residente al confine con le Marche, con un tumore al lobo temporale sinistro, area deputata a controllo ed organizzazione del linguaggio e dei movimenti complessi della parte destra del corpo. "Cucina" imp...leggi
09/06/2020

Frecce Tricolori venerdì in volo su Loreto e Ancona, ecco l'orario

Il 29 maggio l’Abbraccio Tricolore, speciale iniziativa dell’Aeronautica Militare, vedrà iniziare da Loreto e poi Ancona, la quinta tappa del giro d’Italia della Pattuglia Acrobatica Nazionale che sta avvolgendo con i suoi bellissimi fumi verdi, bianchi e rossi i cieli dei capoluoghi di regione unendo tutta l’Italia sotto il segno del tricolore....leggi
25/05/2020

LUTTO NEL MONDO DEL CALCIO. E' morto Gigi Simoni!

La notizia è arrivata in tardissima mattinata e subito ha fatto il giro del web. All'età di 81 anni ci lascia Gigi Simoni, tecnico gentiluomo che ha legato a doppio filo il suo nome a quello di tante storie di provincia del calcio di casa nostra e non solo. Da giocatore ha militato nel Torino, Brescia e Genoa principalmente, ma come tecnico ha ...leggi
22/05/2020

Paolino Giampaoli testimonial degli Ospedali Riuniti

ANCONA. Il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero - Universitaria di Ancona ha ricevuto la graditissima visita di Paolino Giampaoli, il paziente 1, che fu ricoverato per primo a febbraio con la diagnosi di polmonite interstiziale da Covid, dimesso guarito dopo un mese di ospedale e oggi tornato a pieno ritmo alle sue attività or...leggi
11/05/2020

Parrucchiere tagliava i capelli a cliente: 400 euro di multa a testa

Parrucchiere esercitava l’attività 'in barba' al decreto del presidente Conte, sorpreso dalla polizia locale multato e con lui il cliente e una terza persona sorpresa in negozio. E' successo a Jesi (AN). Di ieri la notizia dell’intervento presso un parrucchiere che esercitava l’attività benché fosse sospesa: nel locale è stato sorpreso al...leggi
30/04/2020

Giocavano a pallone al parco: multe di 400 euro

Cinque maggiorenni giocavano a calcio all'interno del parco Verbena ad Ancona in barba alle disposizioni che impongono di uscire di casa solo per strette necessità al fine di contenere il Coronavirus. Gli agenti della polizia locale, intervenuti dopo la segnalazione di alcuni cittadini, hanno identificato i cinque e li hanno multati ciascuno per 400 euro. ...leggi
08/04/2020

Luca Mancioli cuore d'oro: la sua paga mensile alla Protezione Civile

SASSOFERRATO. "Campioni si è nella vita prima che in pista". Con questa frase la Protezione civile di Sassoferrato (Ancona) ha esordito comunicando lo straordinario gesto di Luca Mancioli, atleta con sindrome di down, pluricampione mondiale ed europeo di atletica leggera nelle distanze veloci della sua categoria. "Come ormai sanno tutti i sassoferratesi - dicono dalla Pr...leggi
04/04/2020

A Jesi ospedale da campo della Marina Militare

JESI. Al via i lavori di realizzazione per l'ospedale da campo della Marina Militare in prossimità dell'ospedale Carlo Urbani di Jesi. Sul luogo, per la realizzazione della struttura, stanno operando i Fucilieri del San Marco provenienti dalla Caserma "Carlotto" di Brindisi, accolti al loro passaggio dagli applausi della comunità. L'ospedale da campo, che la Regione Marche ha chie...leggi
02/04/2020

Ancona: Palaindoor inidoneo per i 100 posti di terapia intensiva

ANCONA. Il Palaindoor di Ancona non è idoneo a ospitare la struttura da 100 posti letto di terapia intensiva, ritenuti indispensabili dalla Regione Marche. Lo ha comunicato il team di di tecnici incaricati, dopo l'esame di fattibilità svolto nel pomeriggio con un sopralluogo nel palazzetto dedicato all'atletica al coperto, in base alle planimetrie e alla documentazione conseg...leggi
26/03/2020

Matrimonio ai tempi del virus: il "sì" con guanti e mascherine

ANCONA. Sposi ai tempi del Coronavirus. Una coppia questa mattina si è giurata amore eterno in Comune, ad Ancona, dove il virus non ha fermato la celebrazione del matrimonio civile. Alle 12 Mirco Melella, 54 anni, dipendente di Anconambiente e Antonietta Bevilacqua, 52 anni (foto by Centropagina.it) che presta servizio alla mensa dell’ospedale Salesi, hanno detto sí.&l...leggi
21/03/2020

Il Decreto "Cura Italia" fa infuriare le Partite Iva: "Elemosina!"

Il popolo delle partite Iva è in rivolta contro il Decreto "Cura Italia" che per i lavoratori autonomi, i professionisti e i co.co.co. - circa 5 milioni di italiani - prevede un’indennità mensile di 600 euro per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Un commerciante di Ancona - come riporta Anconatoday - ha dato sfogo alla protesta esponendo un cartellone e lanc...leggi
18/03/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,13079 secondi