Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI     DIRETTA

Edizione provinciale di Fermo


Free Image Hosting at FunkyIMG.com

Coronavirus, Livini: "Vorrei fare i test sierologici a tutti"

Il direttore dell’Area Vasta 4 fa il punto su quella che sarà la fase 2 del "Murri"

FERMO. Comincia la fase 2 anche per l’ospedale "Murri", l’emergenza forte sembra essere ormai alle spalle e si torna a parlare di una timida normalità. Il direttore dell’Area Vasta 4, Licio Livini (foto), parla di una cauta riapertura, visto che siamo ancora in una situazione di assoluta straordinarietà: "Abbiamo obblighi e direttive che ci vincolano, dobbiamo seguire ancora percorsi dedicati all’interno dell’ospedale, che resta misto, per scongiurare rischi e pericoli di contagio per pazienti e operatori. E’ una fase molto delicata, sicuramente più delicata rispetto all’emergenza pura".

Livini sottolinea che c’era la necessità di ridare opportunità a tutte le situazioni che sono state parcheggiate all’inizio della fase epidemica, di far ripartire l’area chirurgica: "Abbiamo già recuperato gli spazi per lavorare quasi come prima, per dare la possibilità a chi è in attesa di fare interventi in base alle priorità assegnate. Siamo quasi pronti a farlo ripartire, il nostro ospedale, ma la partenza ce la deve dare la Regione Marche, l’avvio per altre situazioni rappresentate devono essere messe in un documento regionale che ci consenta di ripartire e ci tuteli". Livini spiega che l’area chirurgica deve avere spazi di rianimazione dedicati, per eventuali complicanze, si sono organizzati due posti letto di terapia intensiva da tenere in un percorso pulito: "Se in settimana abbiamo autorizzazione a partire cominciamo a recuperare gli interventi. Settore chirurgico significa anche che dobbiamo ripartire dal pronto soccorso dove arrivano i pazienti da classificare, si fa il tampone e si classifica nel percorso pulito o sporco. Nell’attesa dell’esito del tampone c’è un’area grigia, area di sosta del tutto sicura".

Il direttore spiega che è da rimettere a sistema e riportare nei suoi spazi la cardiologia e l’unità di terapia intensiva coronarica. "Tutto il sistema è organizzato, personale, attrezzature, tutto quello che serve. Sanificati già gli ambienti e fatti i traslochi, siamo pronti a partire". Sul territorio c’è ancora più cautela, il distretto significa visite e spostamenti che ancora non si possono fare, sale d’attesa di riorganizzare, tamponi per i pazienti, dispositivi di sicurezza, passaggi che ad oggi è complicato fare: "Ancora non siamo in grado di metterli a punto, aspettiamo il 4 maggio. Si lascia spazio alle decisioni regionali. Sul servizio a domicilio abbiamo garantito prestazioni, è un versante che si deve riattivare appieno com’era prima, la gente che sta a casa aspetta le prestazioni". Un’esperienza che non si potrà dimenticare: "L’emergenza ci lascia segni, sono situazioni che ci hanno insegnato tanto, rapidità di intervento, riorganizzazione, modalità di affrontare le questioni. Dopo giugno vorrei che il Murri tornasse come era prima, riservandoci un percorso per un eventuale ritorno del Covid che non vorremmo mai utilizzare ma che se dovesse servire l’abbiamo. Vorrei fare test sierologici a tutti per essere nelle condizioni di far ripartire tutti, vorrei spazi a disposizione ad Amandola per liberare ancora di più il Murri".
(FONTE: IL RESTO DEL CARLINO)

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 28/04/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Tre furti nella notte a Porto San Giorgio

Gli esercizi commerciali e gli chalet di Porto San Giorgio presi di mira dai ladri, in pochi giorni i danni alle strutture sono aumentati in maniera preoccupante. Un paio di giorni fa ha fatto sorridere il caso di un maldestro ladro straniero che dopo essere stato pizzicato in fragrante dai carabinieri, mentre stava ripulendo la cassa dello chalet Stella Adriatica ubicato sul lungomare Gramsci ...leggi
02/10/2020

Barbiere dell'ospedale ruba ai pazienti: a processo

FERMO. Si presentava come il barbiere dell’ospedale, ma, oltre a radere i pazienti, li ripuliva di tutti i loro averi. Alla fine, però, grazie alla segnalazione del personale del Murri e al pronto intervento degli uomini della sicurezza privata della Fifa Security, era stato smascherato e consegnato alla polizia. Nei guai è finito R. B., un 70enne di origini teramane, consid...leggi
29/09/2020

Drammatico incidente a Petritoli: muore bimbo di 10 anni

PETRITOLI. Un bambino di 10 anni ha perso tragicamente la vita in un incidente stradale, mentre era in auto con il papà che è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale di Fermo. La tragedia si è verificata poco prima della mezzanotte lungo la provinciale che collega Valmir a Petritoli, poco prima dell’ingresso al centro storico. L’uomo &ndash...leggi
27/09/2020

Ecco i 30 nuovi consiglieri della Regione Marche

Il giorno dopo il clamoroso ribaltone elettorale nelle Marche, che ha portato il centrodestra per la prima volta alla guida della regione, Francesco Acquaroli è già al lavoro e detta le priorità nella conferenza stampa post voto. Ma oggi è anche il giorno degli eletti della ripartizione dei seggi in consiglio regionale, per cui c'è grande fermento....leggi
22/09/2020

Uno stadio per Casette d'Ete, è il regalo di Diego Della Valle

SANT'ELPIDIO A MARE. Un nuovo campo da calcio con spogliatoi, tribune, parcheggi e servizi, su un'area complessiva di 53mila metri quadrati. È il nuovo progetto presentato ieri pomeriggio da Diego Della Valle, insieme al sindaco Alessio Terrenzi e al prefetto Vincenza Filippi. Sarà pronto tra un anno, tutti i costi saranno a caric...leggi
15/09/2020

I ladri tornano in azione facendo danni in abitazioni e pizzerie

Furti in serie nel Fermano, in pochi giorni sono stati messi a segno diversi colpi fra Monte Urano e Porto San Giorgio. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, nella notte fra sabato e domenica sono state circa una dozzina le abitazioni visitate dai ladri, ubicate tutte nella zona in prossimità della scuola di via Alfieri, interessando anche via Genova. I ladri dopo essere entrati n...leggi
08/09/2020

P.S.Giorgio. Positivo alla festa di Ferragosto, appello a chi c'era

Circa 250 persone alla cena della vigilia di Ferragosto, il 14. Molte di più al party successivo sulla spiaggia. Così l’incubo del Covid si sta materializzando sul litorale di Porto San Giorgio, nelle Marche, dopo che un partecipante alla festa, un 23enne originario di Montottone, paese dell’entroterra, è risultato positivo al Coronavirus. Di rientro da Malta, s...leggi
17/08/2020

Porto Sant'Elpidio: avvistato uno squalo elefante vicino alla riva!

PORTO SANT'ELPIDIO. Avvistato da un gruppo di sub a poche centinaia di metri dalla costa di Porto Sant’Elpidio, un raro esemplare di squalo elefante, più comunemente chiamato pesce Cetorino. Il raro avvistamento è avvenuto stamattina attorno alle 10 quando è stato anche immortalato in un momento in cui lo squalo è emerso dall’acqua, accanto alla barca del...leggi
13/08/2020

Monte Vidon Corrado ospita la grande mostra di Osvaldo Licini

E’ stata inaugurata sabato a Monte Vidon Corrado la mostra d’arte dedicata al maestro del Novecento Osvaldo Licini, che proprio nel piccolo centro dell’entroterra Fermano è nato e vissuto, oltre ad esserne stato sindaco. La mostra dal titolo “La regione delle madri. I paesaggi di Osvaldo Licini”, sarà visitabile al pubblico fino all&r...leggi
27/07/2020

Bancarotta e riciclaggio, maxi operazione della Gdf: 12 arresti

  Dall'alba oltre 200 finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Ancona, dello Scico di Roma, del Gruppo di Fermo e della Compagnia di Civitanova Marche hanno dato esecuzione a dodici ordinanze di applicazione della misura di custodia cautelare di cui nove in carcere e tre ai domiciliari. I responsabili sono indagati, insieme ad altre 132 pers...leggi
27/07/2020

La Ciip chiude l'erogazione notturna in dieci comuni di Ascoli e Fermo

La crisi idrica inizia a mordere, l’azienda idrica Ciip annuncia la chiusura nell’orario notturno di alcune zone della rete idrica. Una scelta che non era più rinviabile per mantenere l’erogazione alla luce delle scarse precipitazioni nei mesi invernali. La riduzione della portata d’acqua alla sorgente, aggiunta alla crescente domanda a causa del caldo e dell&rsqu...leggi
24/07/2020

Smantellata una rete di pedofili su Internet

E’ stata ribattezzata operazione “Pay to see”, ha coinvolto circa 100 investigatori del Centro nazionale di protezione dei minori del servizio di Polizia Postale, oltre al coordinamento delle Procure della Repubblica di 17 province. Una  maxi operazione che è riuscita a sgominare una rete di presunti pedofili, che attraverso Internet, rilasciavano immagini di adole...leggi
23/07/2020

Fermano: accusata di usura una donna insospettabile di 54 anni

Gli uomini della Guardia di Finanza, scovano un giro di usura, che avrebbe portato una donna di 54 anni residente a Santa Vittoria in Matenano (Fermo), ad impossessarsi di opere d’arte e ingenti somme di denaro. Dopo opportune verifiche e controlli da parte della polizia economica e finanziaria del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno, è st...leggi
23/07/2020

Nuovo protocollo contro l'abuso di alcool fra i minori

La Prefettura di Fermo, in collaborazione con il Comune di Porto San Giorgio e le associazioni di categoria, vara il nuovo Piano di sicurezza per frenare l’abuso di alcool fra i minorenni che nelle ultime settimane sta interessando la costa Fermana. A dire il vero il problema è già molto diffuso, infatti, alcuni giorni fa una ragazza di 14 anni è finita in com...leggi
22/07/2020

Servigliano: Jennifer è morta soffocata tre ore prima dell'incendio

Consegnata alla Procura di Fermo l’autopsia effettuata sulla piccola Jennifer, la bambina di 6 anni deceduta nella notte fra il 7e 8 gennaio di quest’anno in seguito a quello che a prima vista sembrava un incendio divampato in casa a Servigliano. Il documento presentato dai tecnici ha lasciato poco spazio all’interpretazione, facendo luce su quella che sembra una verit...leggi
18/07/2020


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,13628 secondi