Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

NOVITA'. Un solo grado di giudizio presso il Coni in caso di ricorsi

Il via agli allenamenti a squadre non è necessariamente propedeutico alla ripresa del campionato, un concetto espresso sia dal ministro Spadafora che - più indirettamente - da un comma inserito all'articolo 221 nel Decreto Rilancio del Governo sulle "disposizioni processuali eccezionali per i provvedimenti relativi all’annullamento, alla prosecuzione e conclusione dei campionati”. Il comma regola il potere, per le federazioni, di annullare, proseguire o concludere i campionati ma anche la centralizzazione di tutti i ricorsi in un unico grado al Collegio di garanzia dello Sport presso il Coni.

La norma di fatto elimina i due tradizionali gradi di giudizio federali e sembra scritta apposta in previsione di un possibile stop dei campionati - non solo di calcio - e le conseguenti piogge di ricorsi di chi non sarebbe d'accordo con titoli assegnati (o non assegnati), qualificazioni alle coppe europee, retrocessioni e promozioni. Insomma, non la volontà dichiarata di orientare la scelta verso lo stop dei campionati ma di sicuro una sorta di assist alle federazioni che decidessero di farlo.

 

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da Andrea Cesca il 13/05/2020
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,08561 secondi