Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Ancona


Pro Loco e Protezione Civile insieme nel nome della sicurezza

Presentato un nuovo protocollo che servirà a formare nuovi dirigenti e volontari

Si è tenuta nei giorni scorsi presso il Teatro “Gigli” di Porto Sant’Elpidio, l’incontro formativo “Il ruolo delle Pro Loco marchigiane a supporto delle emergenze”. L’iniziativa si colloca nel contesto della Convenzione stipulata tra Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri e Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia. Le Marche ospiteranno la prima sperimentazione di questa importante collaborazione. Lo scopo primario è quello di mettere in rete le risorse delle Pro Loco e di valorizzarne la capillarità in caso di emergenza o attività formativa. In questa fase, il Comitato Regionale Unpli Marche sarà coadiuvato dal Team del gruppo di lavoro “Sisma” che si occupa di formazione e potenziamento delle strutture locali di emergenza in raccordo con le Autorità competenti. La prima sessione dell’incontro, rivolta ai Dirigenti regionali e provinciali di Unpli, è stata inaugurata dai saluti di Filippo Berdini in qualità di delegato del Sindaco, del Presidente regionale Unpli Marco Silla e del Referente regionale della Convenzione Unpli-Protezione Civile Giacomo Borroni. Subito dopo si sono susseguiti gli interventi del responsabile del gruppo di lavoro “Sisma” Francesco Lusek, che per l’anno 2023 svolgerà anche il ruolo di coordinatore della sperimentazione, coadiuvato dagli esperti e dai tecnici Giuseppe Piconi, Micaela Luca, Eleonora Rossi e Nicola Palazzese. La referente per le relazioni esterne Barbara Callarà, invece, ha moderato gli interventi della mattinata. Il coordinatore della Protezione Civile elpidiense Berdini, inoltre, si è occupato di illustrare le potenzialità della sede operativa come polo logistico di riferimento regionale e nazionale per gli aiuti raccolti da Unpli in caso di emergenza, sulla base delle esperienze maturate in occasione dei terremoti in Abruzzo e nel Centro Italia.

 

La seconda sessione, rivolta alle Istituzioni locali e agli Organi di informazione, ha visto gli interventi del Sindaco di Porto Sant’Elpidio Nazzareno Franchellucci, dei Consiglieri Regionali Andrea Putzu e Marco Marinangeli e del Direttore del Centro Volontariato Emergenze Civili di Albania Nebi Mucai. Il Progetto “Sisma” inoltre, mette a  disposizione le risorse della propria rete che è composta da un comitato scientifico arricchito dalla presenza di vari esponenti del mondo della protezione civile di rilievo nazionale e internazionale, un gruppo di lavoro di ventiquattro specialisti e tecnici con esperienze specifiche, cinque aree formative dislocate tra Ascoli Piceno, Comunanza, Arquata del Tronto, Monte Rinaldo e Monte Vidon Combatte in base alla collaborazione fornita dalle Amministrazioni Comunali e una serie di accordi di collaborazione stipulati con la struttura United Nations Fire Rescue Development Program, le unità cinofile del Friuli Venezia Giulia, il Centro di Volontariato albanese, la Direzione Stati di Emergenza in Ucraina e quattordici Comuni che hanno richiesto la collaborazione per attività formative di varia natura.

 

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 27/03/2023
 

Altri articoli dalla provincia...




Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,03939 secondi