Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Macerata


Ortolani, una vita in panchina: "Com'è cambiato il calcio dilettanti"

Il tecnico riparte dall'Esanatoglia

ESANATOGLIA. Ci sarà ancora Angelo Ortolani sulla panchina dell'Esanatoglia. La società biancoceleste ha deciso di dare continuità al progetto attuale, confermando l'allenatore anche per la stagione che sta per iniziare. Ortolani era arrivato ad Esanatoglia lo scorso febbraio al posto del dimissionario Ferranti, portando la squadra ad ottenere l'obiettivo della salvezza. 

L’Esanatoglia che sta prendendo forma è cambiata in egual misura in fatto di arrivi e partenze, ma la dirigenza guidata dal giovane presidente Luca Modesti, con il ds Cristian Marani ha effettuato un buon lavoro, cercando di migliorare la qualità e consegnare a Ortolani una rosa per ben figurare. I vari Buldrini, Vrioni, Rossi, Grelloni, Santoni e Pallotta, che hanno salutato Esanatoglia, sono stati sostituiti con i nuovi Massimiliano Petroni (jolly esterno più offensivo - dal Matelica) e Gabriele Aquilanti dal Camerino (attaccante), quindi dai difensori Riccardo Tomassini (ex Petritoli) e Rocco Latini (ex Cantiano e Atl Gubbio Fossato), dal centrocampista ex Jesina Leonardo Compagnucci e da Alessio Martellucci (attaccante ex Pergolese). Novità di esperienza e qualità inserite in una base di squadra già solida e ben collaudata.

Mister Ortolani, al sito viverecamerino.it, parla della sua carriera e della nuova stagione:
“Un’avventura dettata da una passione innata che è iniziata prestissimo a 27 anni, quando fu indetto allora il primo corso per allenatori di giovani calciatori che poi serviva per l’istituzione delle Scuole Calcio. Una volta smesso di giocare ho iniziato subito ad allenare nel settore giovanile della Folgore Castelraimondo, poi da lì è iniziato un lungo cammino, due volte con la Settempeda per un totale di 6 anni, poi 4 anni di Maceratese con la Juniores Nazionale così come a Tolentino e Recanati, poi nel 2000 come responsabile del settore giovanile del Matelica. A livello di prime squadre la Settempeda, Castelraimondo, poi due anni di Fiuminata e Caldarola con in mezzo l’anno del Montemilone Pollenza, poi il Cupramontana e la storia più recente qui all’Esanatoglia”.

Nel corso di tutti questi anni, vissuti a tutti i livelli, com’è cambiato il calcio dilettantistico minore?
“E’ cambiato tantissimo, prima il calcio si basava più sulle individualità, c’erano veramente grossissimi giocatori, potrei citarne alcuni come ad esempio Riommi del Camerino e molti altri. Ora si lavora di più sotto l’aspetto tecnico tattico, studiando di più le caratteristiche degli avversari. Sono cambiati i metodi di allenamento, di preparazione. Una cosa che mi sta colpendo è poi l’effetto dei media, dei social, anche sul calcio dilettantistico come il nostro, ma i social adesso vanno di moda e si cerca di proporre un’immagine diversa del calcio a questi nostri livelli. Per cui anche sotto questo aspetto ci sono stati cambiamenti e novità enormi. Poi c’è anche la riforma dello sport che sta facendo cambiare la gestione delle società a livello dilettantistico”.

Quali sono state le soddisfazioni maggiori a livello giovanile, ricordo che agli inizi della sua carriera si parlava di un Ortolani più adatto alle squadre giovanili, bravo ad insegnare calcio, che alle squadre di categoria superiore?
“Si è vero. Questo per lo meno per come mi presentavano. Era un percorso che iniziava allora quello del settore giovanile, perché le prime scuole calcio sono nate alla fine degli anni ‘80 e primi anni ’90. Soddisfazioni anche con la stessa Castelraimondo, però parlare di soddisfazioni a livello di piccolini è sempre una cosa sbagliata, nella Maceratese dove facevo attività agonistica ai primi anni del 2002 con i giovanissimi vincemmo sia il campionato che il Trofeo Velox che sappiamo quanto è importante, ma anche con gli allievi al Matelica nel 2000 vincemmo il campionato, che permise alla società di accedere alla fase regionale. Con le squadre maggiori i playoff con la Folgore sono stati belli, anche l’anno della salvezza col Cupramontana (data per spacciata da tutti) invece ne venimmo fuori, quest’ultima salvezza con l’Esanatoglia, ma anche Pollenza, Fiuminata e Caldarola, dove sono stato chiamato per risolvere certe situazioni e ci siamo riusciti. Negli ultimi anni mi è successo spesso di subentrare per dare la cosiddetta sferzata a stagione non iniziata col piede giusto, anche queste sono belle soddisfazioni”.

Quest’anno, dopo la salvezza conquistata la scorsa stagione è stato riconfermato ad Esanatoglia, con quali prospettive, ambizioni e obiettivi?
“Dico sempre che le prospettive di ogni squadra sono quelle di vincere le partite, più possibili e prima possibile. Per la realtà dell’Esanatoglia, dove mi trovo molto bene, dal punto di vista di classifica minimo, ci poniamo lo stesso obiettivo dello scorso anno, raggiungere prima possibile la salvezza. La società, per le sue possibilità mi ha messo a disposizione una rosa importante, però ci rendiamo conto che questo girone C di Prima Categoria è difficilissimo, non ci sono squadre che improvvisano, sono tutte attrezzate e sarà una stagione durissima, dove secondo me ci sono due squadre al di sopra di tutte e altre due che potrebbero essere considerate outsider per la lotta al primato, per il resto vedo un grande equilibrio”.

Per essere più precisi in queste previsioni a chi si riferisce?
“Mi sembra, così com’è sotto gli occhi di tutti, che Settempeda e Camerino hanno molto di più rispetto ad altre squadre e rischiano di fare un campionato a parte, anche se squadre come la Vigor Montecosaro (che la scorsa stagione ha fatto un girone di ritorno da primissimi posti) che si è rinforzata, poi la stessa Porto Recanati, Montemilone Pollenza che è sempre da inserire nella lotta play-off, Poi mi incuriosisce la fusione delle due squadre di Tolentino tra Juve Club ed Elfa nell'unica Elite che si sta attrezzando molto bene”.

Print Friendly and PDF


Free Image Hosting at FunkyIMG.com
  Scritto da La Redazione il 01/09/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



PRIMA C. L'Esanatoglia non si presenta al recupero di Montecassiano

Non si è disputato il recupero della gara Montecassiano – Esanatoglia, programmato per oggi alle ore 17:00. Ricordiamo che la gara era stata sospesa al 94’ sul risultato di 4-2 per i padroni di casa e dunque si sarebbero dovuti disputare solo i restanti due minuti di recupero. La mancata presenza della squadra ospite era una delle eventualità p...leggi
17/04/2024


SANGIUSTESE VP. Giandomenico: "Una società così non può retrocedere"

"Ora l'opzione savezza diretta, conti alla mano, non è più raggiungibile e quindi siamo chiamati a chiudere il campionato per disputare lo spareggio in casa". Queste le parole di Luigi Giandomenico, tecnico della Sangiustese VP, rilasciate al Corriere Adriatico dopo il pareggio contro il Montegiorgio e in vista delle ultime due giornate d...leggi
17/04/2024

Monturano - Civitanovese a Porto Sant'Elpidio: le info

La gara valida per la penultima giornata di Eccellenza tra Monturano Campiglione e Civitanovese, in programma domenica 21 aprile ore 16,30, si disputerà allo stadio "Ferranti" di Porto Sant'Elpidio. Consegnati alla Civitanovese Calcio circa 1000 biglietti per gli ospiti. La società rossoblù si occuperà della prevendi...leggi
17/04/2024

SECONDA E. Omologato il risultato di Colbuccaro - Porto Potenza

Definitivamente omologato il risultato di Colbuccaro - Porto Potenza della 23^ giornata del campionato di Seconda Categoria girone E. Dopo il reclamo per errore tecnico del direttore di gara presentato dalla società del Colbuccaro, inizialmente dichiarato inammissibile e la successiva richiesta di riesame dalla Corte d'Appello, è arrivata la sentenza del Giudice Sportivo. Reclamo ...leggi
16/04/2024

PORTO POTENZA. Lutto: addio allo storico massaggiatore Tombolini

Il Porto Potenza piange la scomparsa di Giancarlo Tombolini, sconfitto da una lunga malattia. La società perde quello che per anni è stato un punto di riferimento. Storico massaggiatore dei rossoneri, qualsiasi calciatore che abbia vestito la maglia del Porto Potenza, dai primi calci alla Promozione, è passato sotto le sue mani.Alla f...leggi
16/04/2024

TERZA CATEGORIA. Verdetti vicini, ecco la situazione nei 7 gironi

Poche giornate al termine dei campionati di Terza categoria. Il numero cambia a seconda dei gironi che non sono tutti con lo stesso numero di squadre. Siamo comunque al rush finale e sotto vi proponiamo la situazione che in alcuni casi è molto vicina alla soluzione. GIRONE A – A tre giornate dal termine nulla ancor...leggi
17/04/2024

PRIMA CATEGORIA C. Il punto dopo la 27^ giornata

Allenatore della settimana: Lorenzo Ciattaglia della Settempeda Apriamo quest'articolo facendo i complimenti alla Settempeda, da parte di Marcheingol.it e del sottoscritto che è un settempedano, fresca vincitrice del Girone C di Prima Categoria e che ritorna in Promozione (campionato nel quale era già stata protagonista sin dagli anni ...leggi
15/04/2024




PRIMA C. Rimonta del Montemilone Pollenza sulla Folgore Castelraimondo

Montemilone Pollenza - Folgore Castelraimondo 2-1MONTEMILONE POLLENZA: Maccari, Tramannoni (71' Bonifazi), Eleonori (46' Bah), Properzi (88' Forconi), Porfiri, Mengoni, Camilloni, Gianfelici, Balloni (75' Pantanetti), Bartolini, Carboni. Allenatore: Mazzaferro.FOLGORE CASTALRAIMONDO: Savi, Girolamini, Kheder, Lori G., Sparvoli, Rossi J., Rossi C. (78' Belli), Lori S...leggi
14/04/2024

ECCELLENZA. Montegiorgio e Sangiustese VP non vanno oltre il pari

Montegiorgio – Sangiustese VP: 1-1 MONTEGIORGIO (3-5-2): Forconesi; Diakhaby, Rossini (1’ st Flaiani), Greco; Milozzi (17’ st Lombardi), Giri, Rosa Gastaldo, Zancocchia (42’ st Capparuccini), Verdesi; Zaira, Albanesi. A disposizione: Traini, Morelli, Beleggia, Zamputi, Maranesi, Monterotti. All. Roberto Vagnoni. SANGIUSTESE VP (3-4-2-1): Mon...leggi
14/04/2024


CALCIO A 5. Il Serralta festeggia il ritorno in C2

SAN SEVERINO MARCHE – Giornata da ricordare quella del 13 aprile 2024 per la squadra di calcio a cinque del Serralta che compie il proprio dovere nella trasferta di Fabriano andando a vincere per 2-0 e con i tre punti portati a casa può chiudere il discorso campionato. I gialloblù sono campioni (con un turno di anticipo) e salgono di categoria tornando, dopo...leggi
14/04/2024


Vai all'edizione provinciale
Change privacy settings
Tempo esecuzione pagina: 0,10153 secondi